Autore Topic: Le comiche - poesie umoristiche a più mani  (Letto 1656 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Saverio Chiti

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 844
  • Sesso: Maschio
  • " C’è un vuoto nel mio giardino..."
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Le comiche - poesie umoristiche a più mani
« Risposta #15 il: Venerdì 13 Ottobre 2017, 17:21:57 »

i mi amio Piero

i mi amio Piero, proprio ieri e m'ha detto...
come un tu riordi?
E tu lo sai che mi sei in difetto
mi devi senz'altro un bacio
che gliè i caso di dillo
sui maccheroni, sta come i cacio

Un bacio, sì, ma mia da te
un bacio lo voglio da quella rossa pantera
che l'è pe’ i mi vivere, una chimera...
tanto e un lo so, che con te si confida
dai, e un posso mia perde questa sfida
debbo trova senz’artro un modo, pe’ forzargli i core

Oh Piero, mi sa che tu scambi i sesso co l'amore
datti pace, e riponiti lesto lesto i pensiero
gliè vero che a me tutto dice
e i tu nome sai, e son sincero
da lei, mi pare di non avello mai sentito
lei sogna e parla, sì, ma solo di Beatrice!


Ch.S
...lì dove ti avevo lasciato
neanche il sole fa più capolino...

Offline Franca Merighi

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 139
  • Sesso: Femmina
  • La vita è ciò che accade quando fai altri progetti
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Le comiche - poesie umoristiche a più mani
« Risposta #16 il: Sabato 14 Ottobre 2017, 08:03:30 »
Un nostro caro amico, ci raccontava un giorno, che a lui tutto andava storto, persino le donne gli stavano alla larga. L'unica sua consolazione erano i sogni, quelli si che erano belli, ma quando suonava la sveglia....svaniva tutto nel nulla...


                                         NATO SENZA CAMICIA

                                     Ci sono i poveri ma belli
                                      i brutti nei castelli
                                      ma brutti, poveri e disgraziati
                                      alcuni ci sono nati!
                                      Questo ci raccontava
                                      un nostro caro amico
                                      era sfigato che non vi dico
                                      e sovente si lamentava:
                                      "Nessuna mi si avvicina,
                                      nè racchia, nè carina
                                      mi perseguita la sfortuna
                                      e se va via la luce
                                      nemmeno c'è la luna!
                                      Mi addormento senza cena
                                      la verità mi faccio pena
                                      vorrei che mi capitasse
                                      come nelle favole di classe
                                      dove appare una fatina
                                      con la sua bacchettina
                                      che con un colpetto in capoccia
                                      fa apparire una saccoccia
                                      piena zeppa di quattrini!
                                      Immaginate l'allegria
                                      sarei ricco e per magia
                                      la fatina mi fa anche bello!
                                      ma un suono di campanello
                                      mi sveglia e addio ricchezza
                                      addio fatina, addio bellezza!"
« Ultima modifica: Sabato 14 Ottobre 2017, 08:05:18 da franca merighi 42 »

Offline Saverio Chiti

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 844
  • Sesso: Maschio
  • " C’è un vuoto nel mio giardino..."
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Le comiche - poesie umoristiche a più mani
« Risposta #17 il: Sabato 14 Ottobre 2017, 11:30:52 »
Il punto gliè…


So rivo a i punto giusto
manca poo e facevi i danno
e lo sbaglio sai, gliera i tuo…
l’è cruda sta bistecca, lo vo capì
che i foo va fatto tanto?
La devi coce a tutta vampa
un po’ di qua e un po’ di là
e la crosta deve esse ben arrosollita
ma dentro caro mio
a i sangue, tenera e appetitosa.
...lì dove ti avevo lasciato
neanche il sole fa più capolino...