Forum degli autori

Laboratorio => Tre spunti di-versi (Esperimento di poesia per gioco) => Topic aperto da: Peppe Cassese - Lunedì 8 Gennaio 2018, 07:48:14

Titolo: Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Peppe Cassese - Lunedì 8 Gennaio 2018, 07:48:14
Su invito dell’autore Giacomo Scimonelli dichiaro aperta la 149a edizione del gioco
delle tre parole-chiave (promotrice poeta per te zaza):

TRE SPUNTI DI-VERSI


Il gioco inizia oggi lunedì 8 gennaio 2018
e termina alle ore 24 di giovedì 11 gennaio 2018.

Si invitano gli autori ad attenersi alle regole di seguito riportate:

si tratta di creare una poesia di MINIMO 4 – MASSIMO 10 versi
(versi non più lunghi di quindici sillabe),
che abbia nel testo i tre spunti dati, tre parole chiave, che tra di loro hanno poca attinenza, come vedrete, in modo che si inseriscano TUTTE con nesso logico nei versi, qualunque sia l'argomento, il tema, che si vorrà trattare.
Le parole devono inserirsi armonicamente nell’argomento trattato.

I tre spunti devono restare invariati.
È importante non rispondere subito, ma pensarci bene.
Possono venire fuori composizioni interessanti, dagli aneddoti alle poesie umoristiche, o d’amore, o riflessive o satiriche, o di fantasia.
Da escludere l’erotismo e le parolacce o citare nomi di persone note (sul forum è proibito).

I TRE SPUNTI sono:

COMINCIA  -  MENTE  -  VISTO

   Si possono inserire al MASSIMO 2 POESIE per autore.

Pubblicate SOLO la poesia col titolo, senza fare commenti, così si vedranno bene le poesie, senza alcuna interruzione.
(Tutto ciò che non è il semplice testo poetico sarà cancellato).

Da venerdì 12 gennaio 2018 a domenica 14 gennaio 2018, spazio ai commenti, a cui tutti sono invitati.

Non ci sarà nessun vincitore, ma sarà un'interessante vetrina per i partecipanti e, vedrete, un piacevole passatempo.

ULTIMA MA BASILARE NOTA
La poesia proposta dovrà essere totalmente attribuibile alla creatività dell’autore partecipante.
Io naturalmente mi astengo dal presentare composizioni.
L’invito a partecipare è esteso a tutti gli autori del sito.



N.B.:L'Autore che si cimenterà per la prima volta nel gioco troverà, nei giorni dei commenti, un post a lui/lei dedicato.






Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Franca Merighi - Lunedì 8 Gennaio 2018, 09:42:27
                                     ILLUSIONE

                              Comincia un anno nuovo!
                              è tutta una illusione
                              è solo il giorno dopo
                              di un allegro veglione

                              E' un trucco della mente
                              che ci fa festeggiare
                              quello che abbiam già visto
                              è finito quasi male...


Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Franca Merighi - Lunedì 8 Gennaio 2018, 09:56:41
                                   IL BENE E IL MALE 

                                 In una mente normale
                                 
                                 non esiste il bene o il male.

                                 sono momenti dell'anima

                                 che non riconosce il dolore,

                                 non ha visto la gioia

                                 né dove comincia l'amore

                                 


                               
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: poeta per te zaza - Lunedì 8 Gennaio 2018, 10:01:49
"Chi l'ha visto?"

"Chi l'ha visto?"
è un programma di servizio,
di persone scomparse alla ricerca;
si comincia scavando nella mente
e nella vita dell'assente
che conoscere si crede,
e si procede
a cercarlo, con epiloghi diversi
ma una cosa in comune:
s'eran persi.
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Saverio Chiti - Lunedì 8 Gennaio 2018, 10:09:35
Mente su mente

Mente di sicuro mente
è un film che ho già visto
al passare di ogni anno...
Promesse tutte false promesse
"chi ben comincia, è a metà dell'opera"
che banalità...
Tutto passa, anche il vigore di gioventù
così come il turgore testé conquistato
in momenti felici ora andati...
Mente, solo la mente, rimane intatta.

Ch.S
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Saverio Chiti - Lunedì 8 Gennaio 2018, 10:26:26
Angoli

Angoli di buio, distratti da una mente
che galleggia su piani di memoria
comincia così la mia vita...
Ora che molto ho visto
e altro ho vissuto
vivo al centro del mio essere
uomo del presente
e rifuggo quegli angoli bui...
Nulla è più vero
di un ricordo fatto vita.

Ch.S
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Rosanna Peruzzi - Lunedì 8 Gennaio 2018, 11:10:21
MASCHERE


Ho VISTO maschere sciogliersi
dal volto di chi MENTE
ecco il loro sguardo
viscido ingorgo di vermi.

COMINCIA a tremare
la terra sotto i piedi
ora che il sole è accecante
sul loro subdolo sorriso.


Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Rosanna Peruzzi - Lunedì 8 Gennaio 2018, 11:21:28
PENNELLATA DI SANGUE


Ho pensieri d'azzurro nella MENTE
COMINCIA a tracimare emozione

Ho VISTO la vita
in un bocciolo rosso

nell'angolo buio dell'anima
una pennellata di sangue
in questo grigio inverno.
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: poeta per te zaza - Lunedì 8 Gennaio 2018, 13:51:06
Tre spunti per un anno “nuovo”

Visto che l’anno comincia in questi giorni,
son tre spunti che la mia mente auspica e rincorre:

che il nuovo anno
mi palesi il falso
per tenerlo a distanza,
e mi proponga tre spunti:
il bello - il buono - il vero
e che questi io abbia in calendario
ogni mattino che apra il mio destino.



Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Antonio Terracciano - Lunedì 8 Gennaio 2018, 15:19:43
UNA BENEFICA ALCHIMIA SUL SITO

Comincia proprio bene il nuovo anno,
con tutte le poesie in "festività" :
tristezze e morti più non fanno danno,
ma l'abito festivo metton qua!

Non s'era visto mai niente di uguale,
un'alchimia così tanto potente:
del mondo tutto il brutto e tutto il male
diventan solo gioia della mente!


Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Pino Tota - Lunedì 8 Gennaio 2018, 18:25:15

ECO DELL'ANIMA

Cerco riflessi sull'acqua del fiume

e la mente comincia a respirare gli odori
di lontani ricordi dell'antico borgo

lampi di rumori portati dal vento
il sapore del pane, i fiori di pesco.

Una soffice carezza mi confonde,

una lacrima d'argento scende lentamente
nel pensiero di un mondo mai più visto...

Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Pino Tota - Lunedì 8 Gennaio 2018, 18:40:28

IL SENTIERO DELLA VITA


Comincia anche tu amico mio
a ricreare il tuo sogno di bimbo
nei silenzi delle sere di fine estate
quando i racconti del nonno
si agitavano nella mente innocente.

Ti ho visto così da lontano
già vecchio di un'età fuori stagione
taciturno calpestavi le morte foglie
e perdevo i miei pensieri e le speranze
su quell'ultimo sentiero della vita...
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Antonio Terracciano - Lunedì 8 Gennaio 2018, 19:21:22
SLAVI (E SLAVE) IN ITALIA

Comincia con un visto il lungo viaggio
dell'Europeo dell'Est verso italiana
penisola che, come bel miraggio,
dentro quella sua mente si rintana.

E quasi sempre è il visto rinnovato,
perché ciò che noi spesso critichiamo
del Bel Paese è da Slavo guardato
come un irresistibile richiamo.
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Carmine Ianniello 1 - Lunedì 8 Gennaio 2018, 21:50:44
      Fieno bronzato

Comincia
la pota del gelso

Un frutto
un frutto rosato
che in mente è
come fieno bronzato

Lontano lontano
ho visto
l'uomo curvato
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Rita Stanzione - Lunedì 8 Gennaio 2018, 22:07:46
Sfociare a grido

Comincia in una gravità
calda e composta
esumazione d’amareno
da un’arteria gemmata. Un nome
di corolle schiuse per dire
il velo visto al fondo
aspirare respiri, svaporare
la mente: da grido teso
si lascia andare negli anfratti.
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Jo Kondelli Ghezzi - Martedì 9 Gennaio 2018, 11:09:37
Start and finish

Se comincia non finisce
se finisce la mia mente
mente ancora e visto il fatto
più gioconda che distratta
si accapiglia con le note
fresche allegre e un poco idiote.

Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Jo Kondelli Ghezzi - Martedì 9 Gennaio 2018, 11:10:32
Dementia

Mente il demente e corre via
sopra la strada non certo mia
dove comincia a sbugiardare
i quattro venti fin sopra il mare
e visto il tempo lui tiene a mente
che il tempo spinge giocondamente
verso un sentiero di pane e burro
legato stretto al suo sussurro
e allora canta e se l’hai visto
sopra il suo palco io non esisto.

Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Marcella Usai - Martedì 9 Gennaio 2018, 14:03:35
Risveglio

Da palpebre di piombo
ho visto il sole sorgere
in un caleidoscopio
di sogni infranti, ancora nitidi.
Si desta la mente al suono di un vinile
rauco e sofferto blues
inciso in cerchi paralleli.
Vita che scorre
a ritmo dell'ignoto.
Comincia un nuovo ballo.


Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Diego Bello - Martedì 9 Gennaio 2018, 14:24:55
Le porte del buio

Nell’atrio dell’ombra
comincia la falla, le porte
del buio. Al visto
s’accende la trama sul viso
e strema la vita
nel gelo del limbo.
Poi taglia, prosciuga
la favola attesa, che mente
dinanzi alle palme sciupate
dal ruvido approdo.
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Marcella Usai - Martedì 9 Gennaio 2018, 16:47:08
Memoria di splendore

Inconsciamente memori
 
di dorato splendore

remissivi al fortificante gelo

verdi germogli attendono

il caldo abbraccio del sole.

Non mente la terra donando speranza
 
lei, che attesta il susseguirsi di stagioni.

Pregna di polvere d'anime ha visto tutto.

Comincia dal nulla e matura

la generosa spiga di grano.



Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Tonia La Gatta - Mercoledì 10 Gennaio 2018, 09:05:00
Mente

Mente il mio cuore
giura inutilmente
e poi comincia
a fare il deficiente
e visto che di te
capisce niente
batte per poco
e spesso inutilmente.
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Tonia La Gatta - Mercoledì 10 Gennaio 2018, 09:05:44
Volo

Visto o non visto
comincia la sua opera
nel vano della mente
e la coltiva
con tutta la sua forza
ad inventare
un volo ad alta quota
da mostrare.
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Paola Pittalis - Mercoledì 10 Gennaio 2018, 16:14:13
Nei tuoi occhi il vuoto

Ho visto occhi spenti
in un viso senza più espressione

Ho sentito dolore

Quando la mente comincia
a fare il vuoto intorno

cancella anche piccole cose

Eppure, ieri eri il pilastro
di solide fondamenta

Ma ora la tua mente è persa dentro l'infinito

Mi accorgo che è già tardi.


Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Delinquente - Mercoledì 10 Gennaio 2018, 17:12:34
Con l'incedere degli anni

Nebbia sulle strade
e nella mia mente
comincia così una
solita giornata invernale

Timidamente resta caliente
il cuor sperando nell'ardor
di un camino acceso

Fiamme e amore non più visto
dai miei lontani vent'anni 


Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Antonio D’Auria - Giovedì 11 Gennaio 2018, 06:59:15
Largo ma non troppo

Sull'onda arruffata da zuffe di venti
sperdo intricati solipsismi,
mente torchiata, ventre in tumulto.
Comincia da un nuovo,
anzi uno stesso, velo
il mondo.
Ho visto poche terre e molti mari.
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Giuliano Esse - Giovedì 11 Gennaio 2018, 08:17:28
Tre spunti

Tre spunti senza il visto della mente
Rischiosi ben curati inutilmente
Estratti e si comincia dalla gente.

Se si comincia presto è presto detto
Potrei col fare un fare da poemetto
Uno che mente e poi la mente scoppia
Nel vano dove invano e poi si accoppia
Testando la sua testa a testa e croce
Intaglia un cuore e il cuore grida atroce.
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Giuliano Esse - Giovedì 11 Gennaio 2018, 08:18:33
Scrivere

Scrivo che mente la mia mente
Coi suoi trascorsi in volo indisponente.
Racconterà sberleffi a non finire
Intanto lei comincia a insolentire
Visto il traguardo è certo che l’ingegno
E’ quello del vai dopo e poi l’impegno
Rapito dai tre spunti felliniani
Erutta il suo passato a piene mani .

Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Mariasilvia - Giovedì 11 Gennaio 2018, 12:51:25
Qualcosa da dire.

Comincia dalla mente
la possibilità di realizzare
un sogno…

Visto come un cuore
che accende
mille stelle in cielo
 
Questa luce
inevitabilmente
 è amore...
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Giovanni Monopoli - Giovedì 11 Gennaio 2018, 15:38:17
Confine della ragione

Alberga negli esili dell’anima
la mente… i suoi ricordi,
comincia col distinguo dei pensieri
intagliando caselle nella memoria

Demarca i suoi orli con dovizia
selezionando le parole
ha visto e rivisto ogni sillaba,
ogni accenno con precisi lemmi
per semplificare il dire
nel confine della ragione, per farsi capire
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Giovanni Monopoli - Giovedì 11 Gennaio 2018, 15:40:44
Comincia così

Ho visto nel chiarore del giorno
ciuffi di neve imbiancare
comincia così a vagare nello spazio
con la mente che cerca
meandri di calore
con la coltre che colma il passato
mentre il sole comincia a scaldare
mirando coi suoi radiosi raggi al cuore
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Mariasilvia - Giovedì 11 Gennaio 2018, 18:43:10
                                                       Un bel soprammobile

Sul pizzo ricamato
della vecchia madia
giace il veliero in bottiglia

A viaggiare comincia
la mente con la fantasia
tra marosi e venti di ricordi.

Tutto un mondo da scoprire
...ora visto, con i fremiti
di anni volanti...
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Giuseppe La Marca - Giovedì 11 Gennaio 2018, 18:45:38
Scolastica

Nella mia mente naviga il passato
tra storia greco e tempo cancellato
e si comincia ed è declinazione
ed esci pazzo poi con la versione
di Quintiliano il folle  detrattore
e sotto poi c’è il visto del rettore
che firma con un graffio sconosciuto
e tu ti senti bestia e cervelluto.
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Giuseppe La Marca - Giovedì 11 Gennaio 2018, 18:46:32
Filosofando

Filosofando mente cuore e vene
con giochi di parole dense e piene
la testa non combina e non connette
e pensi a Messalina  e alle sue tette
e mentre Schopenhauer ti spiega il nesso
comincia col pensiero e ti fa fesso
e tu che hai visto sopra il sotto e il dentro
ti accorgi che hai scoperto il baricentro.

Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Giacomo Scimonelli - Giovedì 11 Gennaio 2018, 20:02:51
" Quel tuffo nel buio "


Inciampando con la mente
lungo sentieri privi di soste
ho visto i miei sogni cadere.

Troppe volte
decisioni immediate da prendere.

Le scelte chiedono tempo
e alla fine si paga quel tuffo nel buio.

La coscienza comincia a strattonare...
il passato chiama
ed io resto con un soffocante dubbio.

Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Peppe Cassese - Venerdì 12 Gennaio 2018, 07:54:43
Comincia e appena visto io te lo tengo a mente

Dichiaro conclusa la 149a Edizione del gioco Tre spunti di-versi -
 promotrice Poeta per te zaza -  e invito ufficialmente, per lunedì 15 gennaio,
l’autrice Poeta per te Zaza a condurre la 150a Edizione
di Tre spunti di-versi.

Edizione 149a con le tre parole chiave :

COMINCIA  -  MENTE  -  VISTO

Qui di seguito l'elenco degli autori con le poesie proposte:


Franca Merighi 42 
Illusione 
Il bene e il male

Poeta per te zaza
Chi l’ha visto?
Tre spunti per un anno “nuovo”

Saverio Chiti
Mente su mente
Angoli

Rosanna Peruzzi
Maschere
Pennellate di sangue

Antonio Terracciano
Una benefica alchimia sul sito
Slavi (e slave) in Italia

Pino Tota
Ecco l’anima
Il sentiero della vita

Carmine Ianniello
Fieno bronzato

Rita Stanzione
Sfociare a grido

Jo Kondelli Ghezzi
Start and finish
Dementia

Marcella Usai
Risveglio
Memoria di splendore

Diego Bello
Le porte del buio

Tonia La Gatta
Mente
Volo

Paola Pittalis
Nei tuoi occhi il vuoto

Delinquente
Con l’incontro degli anni

Antonio D’Auria
Largo ma non toppo

Giuliano Esse
Tre spunti
Scrivere

Mariasilvia
Qualcosa da dire
Un bel soprammobile

Giovanni Monopoli
Confine della ragione
Comincia così

Giuseppe La Marca
Scolastica
Filosofando

Giacomo Scimonelli
Quel tuffo nel buio



Da oggi venerdì 12 GENNAIO 2018,fino a domenica ore 24.00
del 14 GENNAIO 2018,
 potete postare i vostri COMMENTI.

SEMPLICEMENTE GRAZIE




Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: poeta per te zaza - Venerdì 12 Gennaio 2018, 09:35:14
 :) ;) :D

COMINCIA – MENTE – VISTO

È l’Edizione del gioco che COMINCIA l’anno, dopo un periodo “oscuro” per il Forum del Sito, questa 149a del banditore Peppe Cassese (grazie! :)), e 20 Autori dalla MENTE sveglia hanno VISTO lungo e postato 33 poesie.

New entry: Nessuna

Laboratorio esperimenti:

 :) il bravo Giuliano Esse, con l’abituale naturalezza, fa gli acrostici di "TRE SPUNTI" e "SCRIVERE" nelle omonime poesie.

Solo lui?  Ditemi chi non ho visto, per favore.

Laboratorio teatrale: chiuso per restauri.

"Dal Venerdì alla Domenica, oltre ai commenti, ogni autore ha la possibilità, dopo la lettura delle proposte altrui, di continuare il gioco con l'esperimento  - LA RISPOSTA  - sempre utilizzando i tre spunti obbligatori e ferme restando le medesime regole indicate in apertura.
Trattasi di inserire appunto una Risposta a tono e non un rifacimento o rivisitazione della poesia postata da un altro autore.
Per farvi un'idea, potrete leggere qualche esempio sulle passate edizioni e imbarcarvi anche in questo esperimento.
A tutela della buona riuscita dell'Esperimento, ogni RISPOSTA sarà vagliata dalla Moderatrice del gioco."


Totale autori del gioco: 122 autori

(Record poesie 54 – autori 36 alla 100a edizione)
(Record di acrostici: 8 alla 127a edizione)





Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: poeta per te zaza - Venerdì 12 Gennaio 2018, 13:27:07
 :) ;) :D

COMINCIA – MENTE - VISTO
I miei commenti e spunti diversi:   
PRIMA  PARTE



ILLUSIONE di franca merighi 43 - Riflessioni

                              Comincia un anno nuovo!
                              è tutta una illusione
                              è solo il giorno dopo
                              di un allegro veglione…


Vero che trattasi di “un trucco della mente” , di un rito in cui si festeggia un giorno qualunque che ci fa, più degli altri 364, formulare auspici positivi e buoni propositi …

IL BENE E IL MALE  di franca merighi 43 - Riflessioni

                                 In una mente normale
                                 non esiste il bene o il male.
                                 sono momenti dell'anima
                                 che non riconosce il dolore,
                                 non ha visto la gioia
                                 né dove comincia l'amore


Franca formula una tesi da psicologa navigata: ognuno di noi non pensa a fare del male, ma può avere dei momenti di cattiveria dati dal non riuscire a sopportare un dolore profondo (che scarichiamo sugli altri trattandoli male), oppure ha avuto una vita priva di gioia e di amore… che non sa neppure dove cominci…
                           
Mente su mente di Saverio Chiti - Riflessioni

"chi ben comincia, è a metà dell'opera"
che banalità...
Tutto passa, anche il vigore di gioventù
così come il turgore testé conquistato
in momenti felici ora andati...
Mente, solo la mente, rimane intatta.

Concordiamo anche noi  con Saverio? Il corpo va in decadimento, perde vigore anno dopo anno, mentre la mente, se l’abbiamo ben alimentata (meglio del corpo) può rimanere integra e, in certi  anziani saggi, arricchita dalla grande esperienza.

Angoli di Saverio Chiti - Riflessioni

Angoli di buio, distratti da una mente
che galleggia su piani di memoria
comincia così la mia vita...
Ora che molto ho visto
e altro ho vissuto
vivo al centro del mio essere
uomo del presente
e rifuggo quegli angoli bui...
Nulla è più vero
di un ricordo fatto vita.


Giusto rifuggire dagli angoli bui del nostro passato, giusto guardare oltre.

MASCHERE  di Rosanna Peruzzi - Ribellione

Ho VISTO maschere sciogliersi
dal volto di chi MENTE
ecco il loro sguardo…


Decisamente “contro” qualcuno conosciuto con un aspetto diverso, qualcuno creduto in possesso di qualità primarie come lealtà e sincerità, cui, nel corso di una conoscenza più approfondita, cade la bella maschera, rivelando tutt’altro …

PENNELLATA DI SANGUE di Rosanna Peruzzi - Impressioni

Ho pensieri d'azzurro nella MENTE
COMINCIA a tracimare emozione
Ho VISTO la vita
in un bocciolo rosso
nell'angolo buio dell'anima
una pennellata di sangue
in questo grigio inverno.


Rosso sangue in un angolo buio dell’anima … Ma non sembra una cosa brutta se si hanno pensieri d’azzurro, di cielo e si tracima emozione.

UNA BENEFICA ALCHIMIA SUL SITO di Antonio Terracciano - Comicità

Comincia proprio bene il nuovo anno,
con tutte le poesie in "festività" :
tristezze e morti più non fanno danno,
ma l'abito festivo metton qua!


Non s'era visto mai niente di uguale,
un'alchimia così tanto potente:
del mondo tutto il brutto e tutto il male
diventan solo gioia della mente!


Dopo avere patito i problemi del forum e del Sito per tanti giorni, ora che è tornata la luce e resta solo qualche “ombra” da sistemare, possiam permetterci di scherzarci su, più rilassati, vero ragazzi?

ECO DELL'ANIMA di Pino Tota – Impressioni

Cerco riflessi sull'acqua del fiume

e la mente comincia a respirare gli odori
di lontani ricordi dell'antico borgo


lampi di rumori portati dal vento
il sapore del pane, i fiori di pesco.

Una soffice carezza mi confonde,

una lacrima d'argento scende lentamente
nel pensiero di un mondo mai più visto...


Come il progresso ha cambiato i nostri luoghi dell’infanzia, e una lacrima da adulto piange quello che non c’è più, pur nel piacevole ricordo, nella sensazione dei profumi e degli odori perduti…

IL SENTIERO DELLA VITA di Pino Tota - Riflessioni

Comincia anche tu amico mio
a ricreare il tuo sogno di bimbo…
...
Ti ho visto così da lontano
già vecchio di un'età fuori stagione
taciturno calpestavi le morte foglie
e perdevo i miei pensieri e le speranze
su quell'ultimo sentiero della vita...


Immaginare, in un sogno bambino, di vedere se stesso anziano, proiettato in un sentiero di foglie morte…

SLAVI (E SLAVE) IN ITALIA di Antonio Terracciano - Sociale

Il Bel Paese visto da certi stranieri è un Eldorado.
Noi non lo vediamo così bene, così ricco, e critichiamo chi ce lo peggiora, invece di farlo progredire, mentre noi facciamo del nostro meglio. Ma la maggior parte di noi non lo lascerebbe mai.

Fieno bronzato di Carmine Ianniello 1 -  Riflessioni/ Natura

Comincia
la pota del gelso

Un frutto
un frutto rosato
che in mente è
come fieno bronzato

Lontano lontano
ho visto
l'uomo curvato


Il potatore del gelso come il contadino curvato come sul fieno: lavori duri entrambi.

Sfociare a grido di Rita Stanzione – Riflessioni/Impressioni

Comincia in una gravità
calda e composta
esumazione d’amareno
da un’arteria gemmata. Un nome
di corolle schiuse per dire
il velo visto al fondo
aspirare respiri, svaporare
la mente: da grido teso
si lascia andare negli anfratti.


Note dall’Autrice: «"Guarda i fiori. È incredibile come siano felici i fiori – e senza alcuna ragione." (Osho)
La nascita di un fiore, dalla quiete, sembra un evento scontato, pur nella sua bellezza. Eppure, riprendendo la citazione di Osho, viene da pensare a come anche l’amore rappresenti una singolare nascita, un misterioso fiorire di arterie che irrorano linfa e allo stesso tempo sembrano consumarci. È un intimo grido di natura, comprensibile solo dalla nostra profondità.


Start and finish di Jo Kondelli Ghezzi - Fantasia

Se comincia non finisce
se finisce la mia mente
mente ancora e visto il fatto
più gioconda che distratta
si accapiglia con le note
fresche allegre e un poco idiote.


Fantasie di Jo che cominciano e finiscono gioconda…mente.

Dementia di Jo Kondelli Ghezzi - Fantasia

Filastrocca a pane e burro …
prediligo il finale:
“e allora canta e se l’hai visto
sopra il suo palco io non esisto.”

Risveglio di Marcella Usai - Impressioni

Da palpebre di piombo
ho visto il sole sorgere
in un caleidoscopio
di sogni infranti, ancora nitidi.
Si desta la mente al suono di un vinile
rauco e sofferto blues
inciso in cerchi paralleli.
Vita che scorre
a ritmo dell'ignoto.
Comincia un nuovo ballo.

Scorgo in questo testo, chissà perché, un giorno di capodanno, l’alba dopo i bagordi, facendo un bilancio della vita e dei sogni infranti. Ma la vita scorre “a ritmo dell’ignoto”.  Mentre si desta la mente al suono di un vecchio disco, “comincia un nuovo ballo”.

Le porte del buio di Diego Bello - Impressioni

Nell’atrio dell’ombra
comincia la falla, le porte
del buio. Al visto
s’accende la trama sul viso
e strema la vita
nel gelo del limbo.
Poi taglia, prosciuga
la favola attesa, che mente
dinanzi alle palme sciupate
dal ruvido approdo.

Note dall’Autore: La poesia è ispirata da "Exit West", l’ultima bellissima opera di Mohsin Hamid. E' il tema che io frequento spesso, quello dell'immigrazione. E Hamid parla dell'esistenza di alcune porte misteriose che occorre varcare per passare dall'altra parte del mondo. Ma attraversare una di quelle porte è come morire e rinascere al tempo stesso. Morire perché si lasciano persone, affetti, ricordi e luoghi  che probabilmente non si vedranno mai più, ma anche guerra, violenza, sofferenza. Rinascere perché si entra in un mondo diverso, nuovo, si realizza un sogno, con delle difficoltà inaspettate che comportano comunque altra sofferenza. Cito una frase dello scrittore:"Forse si erano resi conto che le porte non potevano essere chiuse, che nuove porte avrebbero continuato ad aprirsi, e avevano capito che il rifiuto della coesistenza richiedeva che uno dei due schieramenti cessasse di esistere".


Memoria di splendore di Marcella Usai - Natura

Inconsciamente memori
di dorato splendore
remissivi al fortificante gelo
verdi germogli attendono
il caldo abbraccio del sole.
Non mente la terra donando speranza
lei, che attesta il susseguirsi di stagioni.
Pregna di polvere d'anime ha visto tutto.
Comincia dal nulla e matura
la generosa spiga di grano.



In questa profonda immagine della natura, Marcella ci fa pensare ai verdi germogli sottomessi e remissivi al gelo quasi inconsciamente memori del caldo abbraccio del sole di lì a venire…
Non mente la terra donando speranza, perché  comincia dal poco o nulla e matura la generosa e maestosa spiga di grano.
Forse una delle più belle liriche sulla Natura che abbia mai letto.




Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: poeta per te zaza - Venerdì 12 Gennaio 2018, 13:44:28
 :) ;) :D

COMINCIA – MENTE - VISTO
I miei commenti e spunti diversi:   
SECONDA PARTE


Mente di Tonia La Gatta - Introspezione

Mente il mio cuore
giura inutilmente
e poi comincia
a fare il deficiente
e visto che di te
capisce niente
batte per poco
e spesso inutilmente.

Della serie: pensandoci bene, è meglio dare un taglio…

Volo di Tonia La Gatta - Riflessioni

Visto o non visto
comincia la sua opera
nel vano della mente
e la coltiva
con tutta la sua forza
ad inventare
un volo ad alta quota
da mostrare.


“Qui si parrà la nobilitate” di ogni autore di un’idea: nel vano della sua mente.

Nei tuoi occhi il vuoto di Paola Pittalis - Malattia

Ho visto occhi spenti
in un viso senza più espressione

Ho sentito dolore

Quando la mente comincia
a fare il vuoto intorno

cancella anche piccole cose

Eppure, ieri eri il pilastro
di solide fondamenta

Ma ora la tua mente è persa dentro l'infinito

Mi accorgo che è già tardi.

Paola percorre la materia della malattia mentale, con realismo e delicatezza insieme.

Con l'incedere degli anni di Delinquente

Nebbia sulle strade
e nella mia mente
comincia così una
solita giornata invernale

Fiamme e amore non più visto
dai miei lontani vent'anni 


Nebbia nelle strade e nei ricordi, con l’incedere degli anni … ma con un cuore che spera ancora nel calore di un camino e di un amore.

Largo ma non troppo di Antonio D’Auria - Impressioni

Sull'onda arruffata da zuffe di venti
sperdo intricati solipsismi,
mente torchiata, ventre in tumulto.
Comincia da un nuovo,
anzi uno stesso, velo
il mondo.
Ho visto poche terre e molti mari.


Individualismo esasperato nel protagonista, un uomo di mare, navigato (ha visto in vita sua poche terre e molti mari) e che asserisce cominciare da uno stesso velo, il mondo, quello che lui vede ogni mattino attraverso l’onda arruffata da zuffe di venti…

Tre spunti di Giuliano Esse - Riflessioni

Tre spunti senza il visto della mente
Rischiosi ben curati inutilmente
Estratti e si comincia dalla gente.

Se si comincia presto è presto detto
Potrei col fare un fare da poemetto
Uno che mente e poi la mente scoppia
Nel vano dove invano e poi si accoppia
Testando la sua testa a testa e croce
Intaglia un cuore e il cuore grida atroce.


Acrostico di TRE SPUNTI. Da notare anche il doppio vocabolo in ogni verso dell'acrostico di SPUNTI.

Scrivere di Giuliano Esse - Riflessioni

Scrivo che mente la mia mente
Coi suoi trascorsi in volo indisponente.
Racconterà sberleffi a non finire
Intanto lei comincia a insolentire
Visto il traguardo è certo che l’ingegno
E’ quello del vai dopo e poi l’impegno
Rapito dai tre spunti felliniani
Erutta il suo passato a piene mani .


Acrostico di SCRIVERE.

Qualcosa da dire di Mariasilvia - Amore

Comincia dalla mente
la possibilità di realizzare
un sogno…

Visto come un cuore
che accende
mille stelle in cielo
 
Questa luce
inevitabilmente
 è amore...


È vero quello che dice Mariasilvia: il colpo di fulmine ce l’hai prima alla testa, perché, ancora prima, nella nostra mente si è formata l’idea e a volontà di coronare un sogno…

Confine della ragione di Giovanni Monopoli - Riflessioni

Alberga negli esili dell’anima
la mente… i suoi ricordi,
comincia col distinguo dei pensieri
intagliando caselle nella memoria


Demarca i suoi orli con dovizia
selezionando le parole
ha visto e rivisto ogni sillaba,
ogni accenno con precisi lemmi
per semplificare il dire
nel confine della ragione, per farsi capire


Particolari queste riflessioni di Giovanni: la nostra mente alberga nei confini dell’anima, negli esili, là dove si scava nella memoria e si incasellano i ricordi, laddove si selezionano le parole per dirlo, per ricordare, per farsi capire…

Comincia così di Giovanni Monopoli - Fantasia

Ho visto nel chiarore del giorno
ciuffi di neve imbiancare
comincia così a vagare nello spazio
con la mente che cerca
meandri di calore
con la coltre che colma il passato
mentre il sole comincia a scaldare
mirando coi suoi radiosi raggi al cuore


Fantasia di Giovanni che comincia a vagare nello spazio con la mente che cerca meandri di calore…

Un bel soprammobile di Mariasilvia - Impressioni

Sul pizzo ricamato
della vecchia madia
giace il veliero in bottiglia

A viaggiare comincia
la mente con la fantasia
tra marosi e venti di ricordi.


Tutto un mondo da scoprire
...ora visto, con i fremiti
di anni volanti...


Mariasilvia sembra sia davanti a un veliero n bottiglia, un soprammobile che vedeva già da bambina. A quel tempo, viaggiava con la fantasia davanti a un mondo tutto da scoprire. Ora l’ha visto, quel mondo, con i fremiti di anni volanti … di fronte a Silvietta ... che sono volati... di fronte a Mariasilvia grande..

Scolastica di Giuseppe La Marca - Riflessioni

Nella mia mente naviga il passato
tra storia greco e tempo cancellato
e si comincia ed è declinazione
ed esci pazzo poi con la versione
di Quintiliano il folle  detrattore
e sotto poi c’è il visto del rettore
che firma con un graffio sconosciuto
e tu ti senti bestia e cervelluto.


Cosa c’è di bello è che il liceale all’ultimo anno, Giuseppe, parla con noi, poetando, delle sue lezioni di scuola, simpaticamente, e così ha fatto sin dal ginnasio.

Filosofando di Giuseppe La Marca - Riflessioni

Filosofando mente cuore e vene
con giochi di parole dense e piene
la testa non combina e non connette
e pensi a Messalina  e alle sue tette
e mentre Schopenhauer ti spiega il nesso
comincia col pensiero e ti fa fesso
e tu che hai visto sopra il sotto e il dentro
ti accorgi che hai scoperto il baricentro.


Qui al nostro, mentre il prof spiega argomenti di filosofia, la testa svaria, non combina e non connette, pensando a Messalina e alle sue tette … e rendendosi conto di aver trovato l’equilibrio, il baricentro, anche filosofeggiando in altre direzioni…

" Quel tuffo nel buio " di Giacomo Scimonelli - Riflessioni

Inciampando con la mente
lungo sentieri privi di soste
ho visto i miei sogni cadere.

Troppe volte
decisioni immediate da prendere.

Le scelte chiedono tempo
e alla fine si paga quel tuffo nel buio.

La coscienza comincia a strattonare...
il passato chiama
ed io resto con un soffocante dubbio.


La mente s’inciampa spesso e volentieri se non può soffermarsi a pensare, perché le scelte, le buone scelte, devono essere ponderate, non essere salti nel buio…




Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: poeta per te zaza - Venerdì 12 Gennaio 2018, 14:23:08
Comincia e appena visto io te lo tengo a mente

Dichiaro conclusa la 149a Edizione del gioco Tre spunti di-versi -
 promotrice Poeta per te zaza -  e invito ufficialmente, per lunedì 15 gennaio,
l’autrice Poeta per te Zaza a condurre la 150a Edizione
di Tre spunti di-versi.


:) ;) :D

Ringrazio di tanta ufficialità l'amico Peppe Cassese (alias blaisecondor), l'unico ad avere sempre partecipato, o in veste di banditore, o in veste di Autore giocatore, a tutte le Edizioni.

Accetto, con una botta di autostima (permettetemelo, amici del gioco) il testimone per bandire la 150a Edizione, in cui ricoprirò, assieme a quello di banditrice, contemporaneamente i soliti ruoli di ideatrice - promotrice - moderatrice.

Siccome è un traguardo importante, desidero tanto che riescano a partecipare tutti quelli con cui ho stabilito un legame di empatia e di stima reciproche, via via nelle pagine di questo contest.

Chissà se vedrò tutti i nomi cui tengo molto, sarebbe bello per me, ma anche per gli altri Autori del gioco.

P.S.: Continuate coi commenti, prego... Ci sono belle poesie, begli spunti da prendere.




Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Franca Merighi - Venerdì 12 Gennaio 2018, 14:25:59
" Quel tuffo nel buio "


Inciampando con la mente
lungo sentieri privi di soste
ho visto i miei sogni cadere.

Troppe volte
decisioni immediate da prendere.

Le scelte chiedono tempo
e alla fine si paga quel tuffo nel buio.

La coscienza comincia a strattonare...
il passato chiama
ed io resto con un soffocante dubbio.

Succede spesso che dopo aver preso una decisione affrettata, ci prende quel dubbio che non ci lascia più un attimo di pace, ci soffoca,  ci strattona e la nostra coscienza ci tormenta, tornando ogni volta indietro con la memoria...
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Marcella Usai - Venerdì 12 Gennaio 2018, 20:48:18
Nei tuoi occhi il vuoto

Ho visto occhi spenti
in un viso senza più espressione

Ho sentito dolore

Quando la mente comincia
a fare il vuoto intorno

cancella anche piccole cose

Eppure, ieri eri il pilastro
di solide fondamenta

Ma ora la tua mente è persa dentro l'infinito

Mi accorgo che è già tardi.

Quando la memoria di una persona a noi cara vacilla e perde lucidità,  ci si ritrova a dover metabolizzare una perdita, ed è  difficile accettare e superare il fatto di ritrovarsi di fronte ad un "estraneo" l'unica strada da seguire è quella dell'amore.
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Marcella Usai - Sabato 13 Gennaio 2018, 07:55:27
ECO DELL'ANIMA

Cerco riflessi sull'acqua del fiume

e la mente comincia a respirare gli odori
di lontani ricordi dell'antico borgo

lampi di rumori portati dal vento
il sapore del pane, i fiori di pesco.

Una soffice carezza mi confonde,

una lacrima d'argento scende lentamente
nel pensiero di un mondo mai più visto...

Abbandonarsi ai ricordi con un pizzico di malinconia che riaccende i sensi e le emozioni vissute nei luoghi cari alla memoria.
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: poeta per te zaza - Sabato 13 Gennaio 2018, 09:10:05
Un bel soprammobile di Mariasilvia

Sul pizzo ricamato
della vecchia madia
giace il veliero in bottiglia

A viaggiare comincia
la mente con la fantasia
tra marosi e venti di ricordi.

Tutto un mondo da scoprire
...ora visto, con i fremiti
di anni volanti...

RISPOSTA di Zaza

Tu vedi Silvietta, davanti al veliero:
comincia a sognare, la mente rivolta
a andare per mare e il mondo scoprire …

Ed eccoti grande, davanti al veliero
che hai tosto rivisto.
Issate le vele, il mondo l’hai visto,
che fremiti d’anni …
volati e volanti.





Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Rita Stanzione - Domenica 14 Gennaio 2018, 19:26:39
PENNELLATA DI SANGUE


Ho pensieri d'azzurro nella MENTE
COMINCIA a tracimare emozione

Ho VISTO la vita
in un bocciolo rosso

nell'angolo buio dell'anima
una pennellata di sangue
in questo grigio inverno.

Si può rinascere dal buio, dal metaforico inverno dell'anima. Il colore rosso simboleggia la fiamma e il calore, il sentimento e l'espansività. Una pennellata di energia positiva, alla mente e al cuore.
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Rita Stanzione - Domenica 14 Gennaio 2018, 19:33:35
Le porte del buio

Nell’atrio dell’ombra
comincia la falla, le porte
del buio. Al visto
s’accende la trama sul viso
e strema la vita
nel gelo del limbo.
Poi taglia, prosciuga
la favola attesa, che mente
dinanzi alle palme sciupate
dal ruvido approdo.


Uno spiraglio che s'apre, s'intravede vita che lotta col gelo. Poi speranza e anche rovina, nuova sofferenza. Ammirevole ispirazione e tema trattato egregiamente.
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: Rita Stanzione - Domenica 14 Gennaio 2018, 19:49:19
Nei tuoi occhi il vuoto

Ho visto occhi spenti
in un viso senza più espressione

Ho sentito dolore

Quando la mente comincia
a fare il vuoto intorno

cancella anche piccole cose

Eppure, ieri eri il pilastro
di solide fondamenta

Ma ora la tua mente è persa dentro l'infinito

Mi accorgo che è già tardi.

Il vuoto emozionale di una mente che si è persa, il dolore di chi assiste a tale condizione di isolamento. Quanto si può perdere, nel corso della vita, senza rimedio.
Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: poeta per te zaza - Domenica 14 Gennaio 2018, 21:21:10
:) ;) :D

COMINCIA – MENTE – VISTO


COMINCIA il conto alla rovescia per la 150a  Edizione … VISTO che mancano poche ore, la mia MENTE è impegnata a scegliere i tre spunti da lanciarvi…

 :) Ringrazio i 20 partecipanti alla 149a edizione del banditore Peppe Cassese  :)– GRAZIE delle 33 poesie!

Ringrazio per gli spunti, le Risposte e i commenti:

 :)  -   Peppe Cassese, franca merighi 42, Marcella Usai, Rita Stanzione
   
   (ma ricordo che c’è ancora tempo sino a mezzanotte per intervenire).

Domani, lunedì 15 Gennaio 2018, bandirò la 150a edizione del contest

TRE SPUNTI DI-VERSI

orgogliosa di averlo ideato, promosso e condotto per tutte queste “puntate”,
e grata agli Autori che mi hanno voluto seguire sin qui  con entusiasmo.


Tre spunti di-versi

Qui a spargere versi ci alterniamo,
inserendo una chiave di parole
e su un foglio del forum poetiamo:
un corale esercizio a capriole
per adattare verbi e sostantivi.
Ne vengon fuori testi alternativi
o rime più pregiate e ricercate.
Che state ad aspettare? Orsù, provate!   

  :)  Pubblicità: e a un nuovo entrato, un post dedicato!



Titolo: Re:Tre spunti di-versi - 149a Edizione
Inserito da: poeta per te zaza - Domenica 14 Gennaio 2018, 23:18:19
AZAR RUDIF non riesce ad aprire la "finestra" per inviare messaggi, e mi ha invitato a riportarvi io le sue considerazioni sul gioco, i suoi commenti. Quello che appare di seguito è tutto il lavoro di commento dell'Autore Azar Rudif, che sentitamente ringrazio a nome di tutti gli interessati.


COMINCIA - MENTE - VISTO

Queste tre parole hanno generato poesie dai contenuti vari e molto diversi tra loro. Tre spunti che hanno lasciato molta libertà nell’interpretazione e non hanno dato un senso prestabilito come successo in altri casi.

Merighi collega le tre parole alle illusioni della mente che ci fanno celebrare feste inesistenti e vuote (Illusione). Nella seconda (Il bene e il male) avanza l’ipotesi che il bene ed il male non esistano in una mente normale, ma sono interpretazioni dell’anima che tende a cancellare il dolore e non vedere la gioia o l’inizio dell’amore. Visione un po’ pessimista, ma ritengo che l’errore della mente umana sia quello di non saper riconoscere il bene ed il male e di credere che non esistano.

Poeta Zaza in “Chi l’ha visto” descrive un format televisivo ben riuscito e leggendo l’ultimo verso io lo avrei intitolato “Chi si è perso” J . Se posso esprimere una mia idea, dovresti dedicarti ad inventare format di genere culturale visto il successo che ha ottenuto questo “esperimento”.

Chiti scrive anche lui di una illusione e non sempre è vero che chi ben comincia è a metà dell'opera. L’importante è che tutto proceda ben nel tempo e occupi la memoria della nostra mente. Il suo rimanere intatta dipende da una funzione della mente che è proprio la memoria. Sembra strano, ma è la memoria, la storia che ci rende “esistenti” e specifici e questo viene abilmente definito nella sua seconda “Angoli”.

Peruzzi, invece scrive un’invettiva che è quasi una maledizione biblica, che condivido in pieno, contro la falsità. Nella sua seconda, invece, mette un colore rosso di sangue su uno sfondo grigio. Anche in questa poesia trovo la definizione “angolo buio” riferito a situazione della nostra vita, alla mente ed all’anima. È quel luogo della mente dove cataloghiamo tutto ciò che non ci piace.

Poeta Zaza si autoimpone tre spunti per il nuovo anno e sceglie tre termini che, se guidassero la vita di tutti, tutto andrebbe meglio.

L’alchimia di Terracciano (post n.9) ci ricorda una delle qualità dell’essere umano. Quella di poter trovare uno spunto di Bene anche dove sembra esista solo il male. Purtroppo, è una qualità poco sfruttata o difficile da attivare come è difficile trovare la pietra filosofale.

Ed i ricordi, che mai muoiono, diventano “Eco dell’Anima” in Pino Tota ed il “Sentiero della Vita” che, anche se si percorre solo in avanti, ogni tanto dovrebbe essere rivissuto.

Ancora ricordi e/o visioni in “Fieno Bronzato” di Ianniello

Nella visione personale di Stanzione in “Sfociare a grido”, da visionario, riesco a vedere solo una strada che nascondiamo a tutti, ma non è una strada è una galleria che ci attraversa ripiena dei profumi aspri della vita e delle gemme che solo là possono essere coltivate. È talmente nascosta che anche per noi stessi esiste un velo capace di proteggerla dai nostri errori, ma è dove possiamo nasconderci quando il mondo meriterebbe solo le nostre urla.

In “Dementia” di Ghezzi, viene dipinta l’allegra follia del demente, ma la realtà non è forse un’allegra follia e la follia non è forse ciò che spinge all’evoluzione? Non vi è saggezza nella stasi e nell’immobilità. In ogni caso, l’unica cosa che ci salva è un passo in avanti e due indietro se si è sbagliato qualcosa.

Un buon blues in “Risveglio” di Usai è sempre la migliore musica da ascoltare, mentre “la vita scorre a ritmo dell’ignoto”. Il concetto prosegue anche nella sua seconda (Memoria di splendore) dove il ripetersi delle stagioni e della vita sono viste come un mistero. Mistero che ha generato le prime grandi religioni e tutte quelle ancora legate alla credenza di Gea, la madre terra.

In “Le porte del buio” di Bello si sente l’approssimarsi di qualcosa di inevitabile.

Purtroppo (Mente di Tonia la Gatta), il cuore non è dotato di comprendonio e dovrebbe essere usato poco o mai nei rapporti umani. Nella sua seconda, “Volo”, la mente è vista come ciò che ci fa affrontare il mondo anche se in volo e forse, solo in volo si possono superare alcuni ostacoli.

Prima o poi anche la mente più brillante è costretta a spegnersi, ma non si tratta di un “tardi” è solo arrivata la fine di questa strada e “Nei tuoi occhi il vuoto” di Pittalis viene visto questo momento. Un momento che è solo un punto di passaggio e niente cancellerà ciò che è stato.

“Con l’incedere degli anni” di Delinquente e dai tanti vent’anni devo dire che è ancora lontano il tempo dei camini per riscaldarsi.

D’Auria in “Largo ma non troppo” percorre il mondo per mare e cerca la realtà dietro un velo. Quel velo che spesso nasconde tutte le altre realtà e vediamo solo la nostra. Poesia che mi ricorda molto il mito del velo di Maya. Ad ogni modo, meglio essere padroni dei mari, chi possiede il mare possiede anche le terre e non per nulla la civiltà è iniziata a fiorire quando gli uomini hanno costruito il primo legno capace di navigare. Pochi versi, quelli di D’Auria, ma “densi”.

Complimenti anche a Giuliano Esse per la bravura e la pazienza di saper costruire sempre poesia in forma di acrostici J

La ragione, la mente, funziona solo entro i limiti della sua conoscenza e cerca sempre la forma più elegante per esprimere nuovi concetti (“Confine della Ragione” di Monopoli). Tutto ciò che è oltre i confini delal ragione diviene l’ignoto ed il campo di indagine di una mente curiosa.

Tutti dovrebbero avere almeno un veliero in casa (i miei non riesco a contarli) proprio per avere quella sensazione di “viaggiare” che danno delle vele spiegate al vento e che si legge nei versi di “Un bel soprammobile” di Mariasilvia.

A memoria non ricordo di un nesso scoperto da Schopenhauer su Messalina, ma sempre originali e belle le poesie di La Marca.

Per prendere decisioni ci vuole “decisione” ma anche tutto il tempo che serve (“Quel tuffo nel buio” di Scimonelli).



Questa volta i tre spunti hanno generato una grande varietà di significati e di poesie con una certa prevalenza ai concetti legati al tempo ed alla memoria.


Firmato da AZAR RUDIF