Autore Topic: Autorevolezza o autorità...  (Letto 5709 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Lorenzo De Vanne

  • Visitatore
Autorevolezza o autorità...
« il: Mercoledì 30 Maggio 2007, 13:06:44 »
da Luigi il WM a Lorenzo..
Per Lorenzo:
Non si tratta di autorità, ma di funzione. Un sito come questo, così complesso e dinamico, non può vivere senza una redazione che ne regoli la vita. E non può vivere se i suoi partecipanti non accettano che la redazione ne regoli la vita.
....eccc...

(il seguito lo potete leggere nel post in questa sessione a margine di Cristina sulle sperimentali)

Caro Luigi, con rispetto di chi è "creatore del sito" e di chi è solo ospite...
ma quando tu mi rivolgi una risposta, e poi mi chiudi la discussione posso pensare solo e soltanto di essere davanti ad un ente autoritario


il discorso sulle brevi è molto articolato e credo che non sia stata una bella idea di mettere su un sistema in automatico che seguendo una particolare formula, indirizzi una poesia alla verifica della redazione (?)...

redazione, quale?

tu dici, che se siamo qui dobbiamo accettare le regole, che te stabilisci...è vero..non ci piove...

ma per favore non confondiamo però i termini di qualità con questi sistemi...

se tu mi fa tutta un analisi per le brevi, falla fare anche anche per le "lunghe"..

ce ne sono anche oggi alcune che fanno ridere...più che piangere...

e l'autorevolzza penso che si conquisti con la "coerenza"...
detto questo...ti chiedo di bloccare subito questo post..perchè non è mia idea discuterne ancora...

io ho posto alcuni quesiti che dovrebbero servire solo a fare riflettere...

poi, in effetti....leggo, dinque...decido...

buona giornata
Lorenzo

Offline Oliviero Angelo Fuina

Re: Autorevolezza o autorità...
« Risposta #1 il: Mercoledì 30 Maggio 2007, 13:51:12 »

io ho posto alcuni quesiti che dovrebbero servire solo a fare riflettere...

poi, in effetti....leggo, dinque...decido...

buona giornata
Lorenzo

In effetti ce n'è su cui riflettere...
Ammetto di essere confuso (per usare un eufemismo).

Offline Luigi

Re: Autorevolezza o autorità...
« Risposta #2 il: Mercoledì 30 Maggio 2007, 14:45:08 »
Lorenzo, la discussione che ho chiuso non era stata aperta da te né riguardava il tema che tu stavi trattando. Il tuo intervento era in margine ad un altro argomento, quindi il topic è stato chiuso per la chiusura dell'argomento principale. Se si dovesse chiudere un topic solo quando sono risolte tutte le questioni che riguardano tutti i post, staremmo freschi!

Quanto all'autorevolezza, è un concetto ed una parola che hai portato tu in discussione. Non mi appartiene, non l'ho proposta né richiesta né tanto meno la desidero. Non vedo perché debba essere trascinato in una discussione su come "conquistare" qualcosa che non voglio.
L'autorità viene citata da quelli che dicono "ma come vi permettete di criticare la mia poesia, quale Autorità vi ha...", ma anche quella c'entra con sito e con quello che facciamo come i cavoli a merenda.

Quindi debbo farti notare che hai aperto un topic per riflettere su qualcosa che non esiste in questo sito, non più né meno estraneo quanto il canottaggio o la corsa nei sacchi.

Quanto al tuo ritornare sul "redazione quale?" ti ricordo un'altra volta che in fondo ad ogni pagina c'è un link che mostra lo staff del sito nel quale si nominano i tre redattori del sito. Non è difficile né da cliccare, né da leggere né da ricordare. Però è un po' di tempo che ci fai ironia sopra, e di nuovo ti chiedo "siccome non sei uno stupido e sai benissimo chi sono i tre redattori, perché continui a fare finta di non sapere chi siano? Cosa sottintendi?".

La "qualità", anche qui non fare il finto tonto, non consiste nello smistare le poesie brevi nelle brevi, ma nel giudicare se le poesie in questione sono pensieri, motti, detti popolari ("nel seme piccolo c'è il grande albero" è stata una delle ultime poesie rifiutate, quasi parafrasi de "nella botte piccola c'è il vino buono"). Questo per avere meno poesie di cattiva qualità, considerando quelle nuove e vecchie, quelle lunghe e quelli brevi.
Quelle lunghe vengono giudicate a posteriori, perché sarebbe stato un problema trovarsi con così tante poesie al giorno da convalidare, se avessimo messo la convalida per tutte. Così abbiamo messo la convalida obbligatoria solo per le brevi, perché in queste è più facile ricorrere alla banalità ed al luogo comune.

Però devo dire che non ci prendi quando dici "dobbiamo accettare le regole, che te stabilisci", perché questa questione delle brevi, della qualità e della convalida l'abbiamo discussa in redazione per due o tre giorni, con dei momenti in cui prevaleva l'idea di abolire del tutto le brevi dal sito.

Quindi, se devi dare sentenze come "non confondiamo però i termini di qualità con questi sistemi", prima abbi l'umiltà di chiedere e di informarti come si è arrivati a "questi sistemi" ed in cosa consistano.
« Ultima modifica: Mercoledì 30 Maggio 2007, 14:47:21 da Luigi (Webmaster) »

Offline Luigi

Re: Autorevolezza o autorità...
« Risposta #3 il: Mercoledì 30 Maggio 2007, 15:03:27 »
In effetti ce n'è su cui riflettere...
Ammetto di essere confuso (per usare un eufemismo).

Se vogliamo riflettere, io ho creato questo sito con uno scopo, scopo che da me è considerato come "mission aziendale" si direbbe in un consiglio d'amministrazione, e che spiego a chiunque me lo domandi, ma me lo domandano solo quando mi incontrano ad un raduno.
Lo scopo è quello di dare la possibilità di esprimersi a quelle persone che non l'hanno avuta, non hanno avuto la fortuna, il caso o la forza di averla. Persone che hanno scritto poesie sotto la spinta dello straripare di emozioni e sentimenti, ma che le hanno confinate in un cassetto, magari sentendosi isolate, incapaci di comunicare o circondate da persone con cui è inutile comunicare.

Questo è l'autore principale per cui è stato creato il sito. Non è stato creato per l'autore che pubblica su dieci siti, che partecipa a concorsi e gare, che pubblica libri o fa interviste in televisione... o che ha ambizione di farlo.
Ci sono anche questi, di autori, li rispetto e cerco di fare il possibile per loro, ma il sito non è stato creato per soddisfare l'ego di qualcuno o per carezzare la vanità di altri.

Lo scopo del sito viene raggiunto ogni volta che qualcuno che si sentiva isolato si sente compartecipe, qualcuno che si sentiva incompreso trova delle persone con cui comprendersi, quando qualcuno che si sentiva diverso si sente finalmente a suo agio.

Uno scopo semplice, ma ugualmente difficile, però importante ed essenziale, davanti al quale dell'ego del poeta che si vanta di aver scritto decine di libri, di aver vinto decine di premi, di sapere tutto sulle tecniche poetiche, di avere ammiratori nei sette continenti (anzi otto, abbondiamo), non me ne importa proprio nulla.

Che ha a che fare con questo scopo, il problema dell'autorità e dell'autorevolezza? Proprio nulla. Quindi se volete parlatene, ma a me non interessa.
« Ultima modifica: Mercoledì 30 Maggio 2007, 15:12:00 da Luigi (Webmaster) »

Offline Oliviero Angelo Fuina

Re: Autorevolezza o autorità...
« Risposta #4 il: Mercoledì 30 Maggio 2007, 16:10:28 »
Grazie al fiume in piena di chiarimenti devo ammettere di essere molto meno confuso  ;)
Le ultime briciole di riflessioni rimaste sul fondo della tasca le consumerò frugalmente da solo, appagato da un buffet di certezze  :D

orchideanera

  • Visitatore
Re: Autorevolezza o autorità...
« Risposta #5 il: Mercoledì 30 Maggio 2007, 16:23:46 »
a me non piacciono le discussioni.....ma alcuni giorni fa sono stati tolti dei miei commenti alle poesie di Francesca.....commenti che si riferivano solo ai suoi versi.....senza alcuna risposta....questa e' autorita'.....e Lorenzo ha perfettamente ragione.....e credo che sia l'unico che ha il coraggio di dire le cose come sono....qui vanno avanti le faide e le amicizie.....quindi e' poi perfettamente inutile che la direzione giudichi un testo.....e poi chi e' in grado di giudicare qualcosa.....forse lo sarebbe stato Ungaretti o Neruda non certamente noi....e a quanto leggo la Direzione non e' formata da poeti di questo calibro...o sbaglio? E' comunque solo una mia personalissima opinione.....

Offline Luigi

Re: Autorevolezza o autorità...
« Risposta #6 il: Mercoledì 30 Maggio 2007, 17:04:29 »
...alcuni giorni fa sono stati tolti dei miei commenti alle poesie di Francesca.....commenti che si riferivano solo ai suoi versi.....senza alcuna risposta....questa e' autorita'..... e poi chi e' in grado di giudicare qualcosa.....forse lo sarebbe stato Ungaretti o Neruda non certamente noi....e a quanto leggo la Direzione non e' formata da poeti di questo calibro...o sbaglio?
Non è autorità, è la funzione della redazione di togliere i commenti che non dicono nulla a proposito di una poesia, se non una congratulazione, un saluto, un apprezzamento generico.

Ti faccio degli esempi fra i commenti che hai inserito negli ultimi giorni:

«dolcemente poesia...»
«... amaramente poesia...»
«elegantemente poesia...»
«delicatamente poesia...»
«ma che bel canto d'amore...»
«..dolce... di antico sapore...»
«..tocca il cuore...»
«..tocca il cuore...» (altra poesia)
«..bellissima...»
«..delicatamente poesia...» (altra poesia)

non è che siano dei commenti che apportano qualcosa alla lettura del testo. Questi commenti vengono lasciati per un po' di tempo per dare soddisfazione all'autore ed al commentatore, ma in seguito vengono cancellati in quanto non servono come guida alla lettura della poesia, funzione che infatti porterebbe il commento in home page nella sezione "poesie presentate da...".
Questi altri commenti, invece, non saranno di sicuro cancellati, perché offrono spunti per la lettura della poesia:

«e' molto bella con un grande respiro a parte qul trapanando che sinceramente mi sembra davvero brutto...»
..sono delle immagini molto belle... ma forse manca qualche verbo e il respiro della poesia... magari dando qualche pausa... avrebbe piu' musicalita'...»
«..gli ultimi tuoi scritti sprofondano nell'irreale... l'inquietudine si fa piu' acuta e si sente la ricerca spasmodica di qualcosa che va anche oltre i sogni... la ricerca della parte nera dell'anima...»
«..sempre piu' tra l'ombra e l'anima le tue poesie degli ultimi tempi... e' un dipinto fra terra e poesia... e' splendida a parte quella parola ”autodafe'”che secondo me stona molto...»

Quindi, scusami, ma è veramente miope credere che ti abbiamo cancellato i commenti perché c'è una faida con te o con Francesca. E' solo che dei commenti come «dolcemente poesia...», «... amaramente poesia...», «elegantemente poesia...», «delicatamente poesia...»... ci sembrano più dei "segnali" di saluto e apprezzamento che dei commenti veri e propri. O tu credi che Ungaretti ci avrebbe visto una chiave di lettura tale da poter fare da introduzione alla poesia?

Lorenzo De Vanne

  • Visitatore
Re: Autorevolezza o autorità...
« Risposta #7 il: Mercoledì 30 Maggio 2007, 17:21:17 »
mi ero ripromesso di non intervenire...ma "boccaccia mia"...

ma no!!!!
qui le cose stanno prendendo un direzione veramente "strana"..tutto ciò che breve è messo in "analisi"....

ma se li leggono commenti lunghi mille parole, di chi non ci ha capito nulla...restano...

io resto che tuitto ciò, al di là del principio che potrebbe essere anche comprensibile, sta irrigidendo il sistema..e lo sta trasformando in un giocattolo di controllori e controllati....

la libertà è una altra cosa...
anche questi siestemi, rivelano un sottile proposito...
l'autorità...

ma ancora una volta ti dico, caro Luigi, anche se il tuo stile nella comunicazione è sempre sottilmente offensiva...che tu detti le regole...e l'ospite (come me) le deve rispettare...

ma ricorda che la tua industria è fatta di poesie...
e le poesie sono fatte da autori...

ma la scelta è tua....

per me finisce qui..

come ho detto prima...leggo quindi decido..

orchideanera

  • Visitatore
Re: Autorevolezza o autorità...
« Risposta #8 il: Mercoledì 30 Maggio 2007, 17:33:41 »
scusami Luigi non voglio apparire maleducata.....ma questo non va bene....giudicate i miei commenti e poi lasciate delle poesie che sembrano la lista del supermercato e hanno venti commenti....se vogliamo fare un sito duro va benissimo.....ma allora si fa su tutto ....io credo che la poesia sia una cosa dell'anima.....non mi permetterei mai di giudicare nessuno....se i testi non mi piacciono non li commento e se lascio un commento lo faccio in modo corretto...come ho fatto con francesca....e' solo un atto di presenza per dire che quella poesia mi e' piaciuta.....non mi permetto di giudicare nessuno....ma non fatelo nemeno voi....qui abbiamo messo una bacheca...ed e' una cosa anche carina....ma ci sono degli autori che ti stordiscono con i messaggi privati e quando gli chiudi la porta vanno su altri siti a denigrarti.....cerchiamo di guardare in faccia la realta' e cerchiamo di crescere....e di non nasconderci sempre negli specchi.....

Offline Luigi

Re: Autorevolezza o autorità...
« Risposta #9 il: Mercoledì 30 Maggio 2007, 17:45:53 »
Questo sito non è una industria, e se lo fosse sarebbe economicamente fallimentare.
Sai invece cosa sarebbe economicamente produttivo? Lasciare che pubblicaste tutto, senza nessuna regola.
In questo modo il sito avrebbe molte più pagine e molte più visite. Magari non stare molto a sottilizzare se i testi pubblicati sono veramente di chi li pubblica, tanto quello che importa è che i visitatori producano contenuti, pagine e pagine, e qualsiasi cosa ci sia non ha importanza basta che vada sui motori di ricerca. Anzi se sono poesie di qualcun altro meglio perché può capitare che qualcuno le cerchi.
Quindi si, sono un fesso a fare un sito come Scrivere, a investirci lavoro, a perdere giornate intere su questo sito invece che su siti che mi posso far guadagnare veramente. E poi a prendermi pernacchie come le tue ed improperi vari, accuse, recriminazioni...

Sono offensivo? Non so, so che sono sincero. Di qualcuno che si pone davanti a me citando libri, pubblicazioni, titoli accademici, premi, analisi critiche, abilità poetiche... non me ne importa proprio nulla, mi lascia totalmente privo di quel senso di timore e venerazione che vorrebbe suscitare in me. Anche se sarebbe economicamente più producente solleticare la sua vanità spendendo elogi e adorazione.

Ma che vuoi, io tengo al mio principio di guadagnarmi la vita con dei "retti mezzi di sostentamento" e non voglio guadagnare sfruttando gli altri. Il miei principi ed il mio scopo contano più del "successo" economico e sono pronto a perdere questa "industria" di poesia se per mantenerla è obbligatorio stare a compiacere qualche autore.

Offline Luigi

Re: Autorevolezza o autorità...
« Risposta #10 il: Mercoledì 30 Maggio 2007, 17:52:26 »
scusami Luigi non voglio apparire maleducata.....ma questo non va bene....giudicate i miei commenti e poi lasciate delle poesie che sembrano la lista del supermercato e hanno venti commenti....
Noi facciamo quello che possiamo, e per di più ad ogni poesia o commento che togliamo dobbiamo (come vedi) stare ore e ore a giustificarci, a rispondere, a spiegare...

Si, avrei preferito non perdere due giorni dietro alle accuse per non aver accettato la poesia di Alfredo o per aver chiesto a Cristina di cambiare categoria, e magari nel tempo risparmiato avrei potuto aver tolto quelle poesie "liste della spesa" di cui dici tu.

Però è un lavoro "da cani", e come ti muovi ti saltano addosso. Oltretutto dando per scontato che un lavoro che facciamo onestamente ed in buona volontà, sia fatto per faide e amicizie, come hai fatto proprio tu, e questo è mortificante!

orchideanera

  • Visitatore
Re: Autorevolezza o autorità...
« Risposta #11 il: Mercoledì 30 Maggio 2007, 17:55:24 »
guarda Luigi che io come ben sai sono stata una delle prime e sono sempre stata zitta.....ho visto crescere il sito....e ho visto che hai fatto delle gran belle cose.....pero' l'autorita' potresti usarla per quelle persone che questo sito lo stanno rovinando.....e non con quelli che cercano di migliorarlo......anche se magari lo possono fare in modo polemico......

Offline Luigi

Re: Autorevolezza o autorità...
« Risposta #12 il: Mercoledì 30 Maggio 2007, 18:11:44 »
...pero' l'autorita' potresti usarla per quelle persone che questo sito lo stanno rovinando.....
Bene, discutiamone, che vuoi dire?

Preferisco parlarne apertamente, preferisco chi parla apertamente a chi fa una battaglia di commenti per screditarsi a vicenda. O chi si limita solamente a fare allusioni ed ironie.

Se hai dubbi sulla opportunità di fare nomi ed esempi, puoi scrivermi in privato, ma almeno lì ti chiedo di essere concreta, esplicita e chiara.

orchideanera

  • Visitatore
Re: Autorevolezza o autorità...
« Risposta #13 il: Giovedì 31 Maggio 2007, 07:00:40 »
...non ho fatto nomi perche' ritengo di essere una persona educata...ti ho comunque scritto in privato.....

Offline Monster

  • Autore
  • *
  • Post: 1303
  • Sesso: Maschio
  • sembro un mostro?...no! potrei essere peggio però!
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Autorevolezza o autorità...
« Risposta #14 il: Giovedì 31 Maggio 2007, 08:19:58 »
un giorno anche Dio si mise a giudicare...poi se ne pentì e ritornò triste e sconsolato nelle sue "stanze" (a meditare)..!!