Autore Topic: Bohemien  (Letto 1564 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

khay

  • Visitatore
Bohemien
« il: Lunedì 15 Ottobre 2007, 18:29:53 »
In fondo all'animo di ogni poeta...vive un bohemien.

Quanto ci calza questa affermazione?


(Bohemien: il bohemien era, già nella Parigi di fine '800, lo studente povero o presunto tale, amante dei piaceri notturni, dell'assenzio e delle novità in fatto di costumi e di arte. Tradotto in italiano suona un poco come "goliardico". Il bohemien ha spesso ideali artistici e politici ai quali non rinuncia mai, per nobiltà d'animo. Differentemente dal dandy, egli non cura la forma né l'apparenza, e preferisce la spontaneità all'autocontrollo)

Offline Paolo Ursaia

Re: Bohemien
« Risposta #1 il: Lunedì 15 Ottobre 2007, 22:26:33 »
 Complimenti anche per questo post...Bohemien...se qualcuno dall'esterno osserva la mia vita di anestesista rianimatore, ben pochi direbbero che dietro di me è nascosto un Bohemien. Ma, in realtà, il segreto della mia poesia è lì...uno spirito che vive ai margini della normalità...versi che nascono dalla soffitta della mia mente. Sì, penso che ogni poeta abbia un nonsochè di bohemien.
Cunctando restituit

Offline Marco Casini Marcoforever

Re: Bohemien
« Risposta #2 il: Lunedì 15 Ottobre 2007, 23:00:37 »
Calzante a pennello ne ho sempre fatto uno stile di vita :)
Da quando da ragazzino e mi cullavo sulle note di Aznavour

Io vi parlo di un tempo Che in questo momento Non ha piu' valore, Vi parlo di montmartre Dei fiori di lilla' ...

Nato e vissuto nella citta' di Modì tra il mare e canali della Venezia di Livorno amante di musica e poesia  e di quel mare che fa di ogni tramonto un passaggio d'anima. La boheme diventa unaSaudade un qualcosa che hai dentro e che non perdi mai ...
Una lama nel petto che sanguina amore...