Autore Topic: Pasta alla fascista  (Letto 14561 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Elisabetta Randazzo

Pasta alla fascista
« il: Giovedì 9 Ottobre 2008, 12:06:00 »
Pasta alla fascista
Componetela in poesia


Pulite le seppie e mettete da parte il liquido nero.
 Lavatele in acqua corrente e lasciatele a scolare.
 
In una pentola,
soffriggete una cipolla
 e un po’ di prezzemolo
 insieme ad un bicchiere d’olio.

Quindi, aggiungete le seppie
 e i pomodori sbucciati
e passati al setaccio.

 Mettete sale e pepe
cuocete per 30 minuti a fuoco lento
.
A fine cottura aggiungerete
metà del nero di seppia
e dopo cinque minuti
i ritirerete la pentola fuori dal fuoco.

Scolate gli spaghetti
 dopo averli cotti in acqua salata
 mescolateli nella pentola insieme
 alle seppie ed infine
 cospargeteli con pecorino
 grattugiato e servite.


Adesso voglio proprio vedere :D

Felice giorno,
Elisabetta
"La poesia non è un modo di esprimere un'opinione. E' un canto che sale da una ferita sanguinante o da labbra sorridenti."
Kahlil Gibran

Offline Paolo Ursaia

Re: Pasta alla fascista
« Risposta #1 il: Giovedì 9 Ottobre 2008, 18:01:33 »
...adesso voglio proprio cucinare...poi ti faccio sapere... ;D ;D
Cunctando restituit

LIBRE MOI

  • Visitatore
Re: Pasta alla fascista
« Risposta #2 il: Giovedì 9 Ottobre 2008, 21:56:42 »
Pasta alla fascista
Componetela in poesia


Pulite le seppie e mettete da parte il liquido nero.
 Lavatele in acqua corrente e lasciatele a scolare.
 
In una pentola,
soffriggete una cipolla
 e un po’ di prezzemolo
 insieme ad un bicchiere d’olio.

Quindi, aggiungete le seppie
 e i pomodori sbucciati
e passati al setaccio.

 Mettete sale e pepe
cuocete per 30 minuti a fuoco lento
.
A fine cottura aggiungerete
metà del nero di seppia
e dopo cinque minuti
i ritirerete la pentola fuori dal fuoco.

Scolate gli spaghetti
 dopo averli cotti in acqua salata
 mescolateli nella pentola insieme
 alle seppie ed infine
 cospargeteli con pecorino
 grattugiato e servite.


Adesso voglio proprio vedere :D

Felice giorno,
Elisabetta


Colgo la sfida Elisabetta mia
e la ricetta qui ti ho preparato
per dare gusto agli occhi oltre che al palato


Pasta alla sfasciata
sfasciata mia


Di seppie voi prendete le più belle
levate loro il piccolo sacchetto
che dentro un bicchierino metterete

Prendetele e lavatele ben bene
poi col  coltello tagliatele a striscioline
ne troppo grandi ne troppo piccoline

Ed or prendete un tegame assai capiente
nel quale un  bel soffritto voi farete
con cipollina, prezzemolo ed olio fino
che già sentir vi faranno un profumino

A questo punto ci voglion i pomodori
che già sbucciati e passati voi avrete
e adesso nel soffritto metterete

A fuoco lento ora fate il tutto andare
trenta minuti circa posson bastare
ma sale e pepe non dimenticate

Cotto che quasi il tutto sia allor mettete
negli ultimi cinque minuti di cottura
il nero delle seppie conservato
avendo cura che tutto sia amalgamato

Intanto gli spaghetti in acqua e sale
voi avrete avuto cura di cucinare
per poi scolarli e andarli ad adagiare
in quel sughetto che li saprà abbracciare

Saltate il tutto con tanta maestria
cospargendo con pecorino in allegria
e mentre in piatto il tutto metterete
già l’acquolina in bocca sentirete…






Un sorriso e un raggio di sole...§*_*§
« Ultima modifica: Venerdì 10 Ottobre 2008, 22:40:12 da Elisabetta Randazzo »

Offline Paolo Ursaia

Re: Pasta alla fascista
« Risposta #3 il: Giovedì 9 Ottobre 2008, 22:08:54 »
...Ed io provo pure questa... ;)
Cunctando restituit

LIBRE MOI

  • Visitatore
Re: Pasta alla fascista
« Risposta #4 il: Giovedì 9 Ottobre 2008, 22:29:20 »
...Ed io provo pure questa... ;)


E' la stessaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa...!!!!!!:)

che la provi a fare?

Offline Paolo Ursaia

Re: Pasta alla fascista
« Risposta #5 il: Venerdì 10 Ottobre 2008, 00:14:55 »

E' la stessaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa...!!!!!!:)

che la provi a fare?


             Perchè sono goloso...ogni scusa è buona :D ;D
Cunctando restituit

LIBRE MOI

  • Visitatore
Re: Pasta alla fascista
« Risposta #6 il: Venerdì 10 Ottobre 2008, 10:52:27 »

             Perchè sono goloso...ogni scusa è buona :D ;D

Golosoneeeeeeeeeeeee... ma almeno ti è piaciuta??? hahahahaha

Offline Salvatore Ambrosino

Re: Pasta alla fascista
« Risposta #7 il: Venerdì 10 Ottobre 2008, 22:36:01 »
Spaghetti al nero di seppie 

Sapienti mani
levano dal  ventre
il nero che poi prelibato
al palato appare

mentre
bulbo ed erbetta profumata
oleati
al calor del rame
lusingano
le narici

Nel  soffritto
or pronto
prelibate seppie
pronte alla pari sorte del pomodoro rosso
si lasciano stufare
lentamente

senza fretta
in attesa del sposalizio
con pasta al dente

intanto
intonano il canto
della spaghettata nera


« Ultima modifica: Venerdì 10 Ottobre 2008, 22:51:35 da Ambrosino Salvatore »
ognuno ha la sua

Offline Elisabetta Randazzo

Re: Pasta alla fascista
« Risposta #8 il: Venerdì 10 Ottobre 2008, 22:45:59 »
Ma siete bravissimi :D...

Paolo pensi sempre a mangiare :D

Elisabetta
"La poesia non è un modo di esprimere un'opinione. E' un canto che sale da una ferita sanguinante o da labbra sorridenti."
Kahlil Gibran

Offline Benito Ciarlo

  • Autore
  • *
  • Post: 167
  • Sesso: Maschio
  • La pigrizia è un una scimmia che si spidocchia sul
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Pasta alla fascista
« Risposta #9 il: Venerdì 10 Ottobre 2008, 23:41:49 »
sorry
« Ultima modifica: Venerdì 10 Ottobre 2008, 23:51:16 da Benito Ciarlo »
mi ha sempre stupito quali giri assurdi debbano fare i fiumi per passare sotto tutti i ponti (Beppe Grillo)

Offline Benito Ciarlo

  • Autore
  • *
  • Post: 167
  • Sesso: Maschio
  • La pigrizia è un una scimmia che si spidocchia sul
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Pasta alla fascista
« Risposta #10 il: Venerdì 10 Ottobre 2008, 23:46:47 »
Piatto suggerito
provato da Benito
(da me non da quell'altro)
rielaborato e offerto
all'uditorio scaltro
in cambio d'un coperto
al prossimo simposio.
Il titolo è di certo:

SPAGHEFASCI ALLA BENITO

Ne avete spaghetti? Sì? bene, dimenticateli.
E seppie con l'inchiostro? Pure. Mica vi servono!
Qui per pasta useremo capellini alexandra
così setosi e fini da imburrarsi d'un subito.
(E via non ascoltate le grida di Cassandra
che vi prega di smettere, che del suo genio dubito.)

Prendete quattro crani e tosto scorticateli
e sotto l'acqua limpida fin a quando non perdano
recenti lacche e balsami a lungo risciacquateli.
Di chi, quei quattro crani? Eddai che lo sapete
e poi potete scegliere almeno tra diciotto
e dunque pochi scrupoli rapateli e vedrete
ch'appena messi in pentola faranno un bel borbotto.

E, mentre quelle teste s'abbronzeranno al sole
e che i capelli cuociono nell'acqua mista a sale
preparate un soffritto di nostalgia e parole,
d'un pizzico di dubbio, e garze d'ospedale.

Pel nero procuratevi di coscienze un bel mazzo
di quelle che sapete si trovano all'ingrosso
nel grande megastore proprio sott'al Palazzo.
Son nere a sufficienza? Peperoncino rosso
versate a profusione nel mentre quelle friggono
fino a sembrar carbone. Versate i capellini,
vedrete che portento! Capelli in nero fuggono
portati via dal vento. Dal vento? Che combini?

Combino un accidenti! A me basta che fuggano
così che possa aggiungervi zampone marca Fini.

Buon appetito!




mi ha sempre stupito quali giri assurdi debbano fare i fiumi per passare sotto tutti i ponti (Beppe Grillo)

Offline Paolo Ursaia

Re: Pasta alla fascista
« Risposta #11 il: Sabato 11 Ottobre 2008, 00:08:00 »
Ma siete bravissimi :D...

Paolo pensi sempre a mangiare :D

Elisabetta

 ....Mica vero...penso anche a tutte le altre cose...goderecce della vita. Il problema è che, ormai, ci penso e basta... :'( :'(
   Ciao Ely   ;D ;D
Cunctando restituit

LIBRE MOI

  • Visitatore
Re: Pasta alla fascista
« Risposta #12 il: Sabato 11 Ottobre 2008, 12:15:42 »
Spaghetti al nero di seppie 

Sapienti mani
levano dal  ventre
il nero che poi prelibato
al palato appare

mentre
bulbo ed erbetta profumata
oleati
al calor del rame
lusingano
le narici

Nel  soffritto
or pronto
prelibate seppie
pronte alla pari sorte del pomodoro rosso
si lasciano stufare
lentamente

senza fretta
in attesa del sposalizio
con pasta al dente

intanto
intonano il canto
della spaghettata nera






Gnam ghnam... bravo Salvatore...
 gnam gnam....



LIBRE MOI

  • Visitatore
Re: Pasta alla fascista
« Risposta #13 il: Sabato 11 Ottobre 2008, 12:19:42 »
Piatto suggerito
provato da Benito
(da me non da quell'altro)
rielaborato e offerto
all'uditorio scaltro
in cambio d'un coperto
al prossimo simposio.
Il titolo è di certo:

SPAGHEFASCI ALLA BENITO

Ne avete spaghetti? Sì? bene, dimenticateli.
E seppie con l'inchiostro? Pure. Mica vi servono!
Qui per pasta useremo capellini alexandra
così setosi e fini da imburrarsi d'un subito.
(E via non ascoltate le grida di Cassandra
che vi prega di smettere, che del suo genio dubito.)

Prendete quattro crani e tosto scorticateli
e sotto l'acqua limpida fin a quando non perdano
recenti lacche e balsami a lungo risciacquateli.
Di chi, quei quattro crani? Eddai che lo sapete
e poi potete scegliere almeno tra diciotto
e dunque pochi scrupoli rapateli e vedrete
ch'appena messi in pentola faranno un bel borbotto.

E, mentre quelle teste s'abbronzeranno al sole
e che i capelli cuociono nell'acqua mista a sale
preparate un soffritto di nostalgia e parole,
d'un pizzico di dubbio, e garze d'ospedale.

Pel nero procuratevi di coscienze un bel mazzo
di quelle che sapete si trovano all'ingrosso
nel grande megastore proprio sott'al Palazzo.
Son nere a sufficienza? Peperoncino rosso
versate a profusione nel mentre quelle friggono
fino a sembrar carbone. Versate i capellini,
vedrete che portento! Capelli in nero fuggono
portati via dal vento. Dal vento? Che combini?

Combino un accidenti! A me basta che fuggano
così che possa aggiungervi zampone marca Fini.

Buon appetito!







Te lo mangi tu quest'intruglioooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!! :) :) :) :)


Offline Paolo Ursaia

Re: Pasta alla fascista
« Risposta #14 il: Sabato 11 Ottobre 2008, 13:32:42 »
Golosoneeeeeeeeeeeee... ma almeno ti è piaciuta??? hahahahaha

   ....aspetta...! Per giudicare in maniera seria bisogna assaporare...riassaporare...3-4-5 volte... ;D ;D
Cunctando restituit