Autore Topic: Cos'è la poesia oggi?  (Letto 665 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Vincent

Cos'è la poesia oggi?
« il: Giovedì 5 Novembre 2009, 15:33:01 »
Ciao a tutti, sono un nuovo utente del sito Scrivere e mi scuso nel caso in cui il topic sia stato aperto nella sezione sbagliata o magari sia già esistente.

Apro la discussione per comprendere meglio, tramite chi magari è vicino alla poesia da più tempo, cosa significa comporre poesie oggi e cos'è oggi in realtà poesia.

Mi spiego meglio, vorrei condividere con voi la mia esperienza di ieri e partire la discussione da essa.
Premetto che amo leggere romanzi di diverso genere e amo la letteratura, la scrittura. Da circa un anno lavoro alla stesura di un romanzo. Ho scoperto l'amore nei confronti della scrittura, un'arte che mi appaga, mi emoziona, mi svuota e così le pagine del romanzo vengono buttate giù senza che certe volte neanche io mi accorga e capisca come. E' la storia che mi viene rivelata e io la trascrivo.

Ieri, da una percezione, dalle note di una canzone e da un debole ricordo affiora dentro di me qualcosa e capisco che voglio trascrivere quel qualcosa perchè è molto intenso e non mi era mai accaduto prima. Non è come nel romanzo in cui una storia si svolge davanti ai miei occhi e si muove dentro di me anche mentre non scrivo.
E' qualcosa di più concentrato e breve, un lampo che va subito via. Scrivo così delle righe, spazi, parole, pause, assumono tutte un senso dentro di me anche se, ammetto, questa cosa che scrivo richiede uno studio maggiore rispetto a come sono abituato di solito. Rileggo più volte e mi accorgo che la forma non è giusta che non coglie ciò che ho dentro, così modifico e cambio parole e righe, butto via ciò che ho scritto e ricomincio fino a che non mi soddisfa realmente.

Mi ritrovo con quelle righe che non so definire e così mi chiedo "cos'è quello che ho scritto? Ha un nome? E' forse una poesia?". Curioso, mi iscrivo e mando alla redazione ciò che ho scritto e viene pubblicato.
Io di poesia non so nulla se non ciò che viene insegnato al liceo. Molte cose le ho dimenticate e la tecnica mi è assolutamente oscura (salvo appunto reminiscenze scolastiche). Per questo vi chiedo cos'è la poesia. E' quello che mi è accaduto ieri oppure è qualcosa che richiede uno studio e un lavoro attento alla base?
Il musicista ha l'ispirazione ma deve studiare e capire la musica per essere definito tale. Un poeta deve studiare la tecnica della poesia immagino, oppure al giorno d'oggi la poesia, riconosciuta come tale, è più libera e meno soggetta alle regole? Io ieri ho trascritto un attimo di "ispirazione" (se così si può definire) oppure anche la mia è una poesia?

Vi parlo da "ignorante" amante della scrittura ma curioso di capire e scoprire la poesia. Grazie a tutti e complimenti per il bel sito.  :)


P.S.: Mi sono accorto solo ora che c'è una discussione praticamente uguale in prima pagina. Chiedo scusa! se volete inserire il mio post in quel topic fate pure. Mi scuso ancora.  :-[
« Ultima modifica: Giovedì 5 Novembre 2009, 15:38:36 da Vincent »