Autore Topic: torta alexander  (Letto 3842 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

tramagliatia

  • Visitatore
torta alexander
« il: Venerdì 21 Agosto 2009, 17:08:17 »
600g di burro ammorbidito, ¾ tazza di zucchero, 1 uova, 4 tazze di farina comune, scorza di 2 limone grattugiata

Per il ripieno:
1 vasetto da 350g di marmellata di uvetta rossa o lamponi rossi

Per la glassa:
il succo di 3 limoni, 600g di zucchero a velo setacciato
Preparazione
Scaldate il forno a 220°C. Lavorate il burro con lo zucchero con un mixer elettrico fino ad ottenere una crema. Aggiungetevi, ora, le uova, una alla volta ed amalgamare bene. Aggiungete la scorza di limone e la farina.
Miscelate il tutto fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo.
Imburrate, quindi, due stampi da 22x33cm e foderateli con della carta-forno. Dividete l’impasto in modo omogeneo nei due stampi, usate una spatola per distribuire bene l’impasto.
Infornate per 20-30 minuti o fino a che inizi ad indorarsi. Lasciate raffreddare le torte negli stampi Ribaltate uno stampo in un piatto da portata e togliete dalla torta la carta-forno. Sbattete la marmellata per renderla leggermente più fluida e cospargetela su questo primo strato di torta.
Ribaltate, delicatamente, anche il secondo strato di torta e togliete la carta-forno anche da questa.

Offline Marina Como

Re: torta alexander
« Risposta #1 il: Domenica 6 Settembre 2009, 22:17:08 »
 :D  buona! grazie...ma...
sei nuovo vero? allora non conosci lo scopo... la ricetta dovrebbe essere in poesia... ma sei perdonato! Troooppo golosa!
forse ci provo...
Se voglio fare la stronza ci riesco bene.  Talmente bene che quasi quasi ci sono. O forse ci sono.  Si, deciso.

Offline Marina Como

Re: torta alexander
« Risposta #2 il: Domenica 6 Settembre 2009, 22:40:34 »
 :D  No, non a bruciare la cucina! a far una pseudo-poesia con la ricetta!

Là dove le zagare avvolgono l'aria, ballano i limoni.
Sotto un cielo di zucchero a velo
piovono gocce del loro sudore.
Campi coperti son gialli di grano
intaglian altopiani i rossi lamponi-
Si sbuccia la veste signora limone
confonde il sapore al chicco di grano

Ingrassa l'amore, fà più dolce la vita
una cotta e la pelle si dora di stelle
suvvia non pensate, mangiatela, belle!
godete il sapor prima che sia  finita!
;D e meno male che è finita perchè la poesia fà schifo e pure come ho spiegato la ricetta!)
Se voglio fare la stronza ci riesco bene.  Talmente bene che quasi quasi ci sono. O forse ci sono.  Si, deciso.

Offline Doraforino

Re: torta alexander
« Risposta #3 il: Sabato 19 Settembre 2009, 18:21:11 »
:D  buona! grazie...ma...
sei nuovo vero? allora non conosci lo scopo... la ricetta dovrebbe essere in poesia... ma sei perdonato! Troooppo golosa!
forse ci provo...
:D  No, non a bruciare la cucina! a far una pseudo-poesia con la ricetta!

Là dove le zagare avvolgono l'aria, ballano i limoni.
Sotto un cielo di zucchero a velo
piovono gocce del loro sudore.
Campi coperti son gialli di grano
intaglian altopiani i rossi lamponi-
Si sbuccia la veste signora limone
confonde il sapore al chicco di grano

Ingrassa l'amore, fà più dolce la vita
una cotta e la pelle si dora di stelle
suvvia non pensate, mangiatela, belle!
godete il sapor prima che sia  finita!
;D e meno male che è finita perchè la poesia fà schifo e pure come ho spiegato la ricetta!)

Be, non male affatto,ma il titolo della ricetta è sempre la torta Alexander? Grazie Marina. Un bacione Dora

Offline Marina Como

Re: torta alexander
« Risposta #4 il: Domenica 20 Settembre 2009, 17:55:20 »
 :D hahhah! non ci giurerei... ho provato a rifarla con la mia ricetta, ma non sò come è venuta! Non mi sono fidata ad assaggiarla, ma i gatti del vicinato  sono morti! Ma mica è colpa mia!:
E poi mentre spremevo la signora Limone, si è sbucciata le ginocchia, che erano piene di latte ed i lamponi allora si sono offesi perchè si erano macchiati di bianco, sicchè gli altopiani ingrassati da tutto quel cielo di zucchero hanno smesso di ballare e si sono buttati nello stretto di Messina insieme alla loro testa di zagare... il parrucchiere ha impiegato duecentocinquantaore per rimetter loro la testa a posto, e non ha  potuto sistemarmi la mia, ed allora mi sono ritrovata al Cim dove un pazzo mi ha alzato la temperatura del forno... mica è colpa mia!
Se voglio fare la stronza ci riesco bene.  Talmente bene che quasi quasi ci sono. O forse ci sono.  Si, deciso.

Offline Doraforino

Re: torta alexander
« Risposta #5 il: Domenica 20 Settembre 2009, 19:10:35 »
ALt ... cerchiamo di rivedere il tutto
I gatti sono morti.
Tu che spremevi la signara limone..
(Che si è sbucciata le ginocchia)
che a loro volte erano piene di latte.
Intanto,i lamponi si sono offesi,
in quanto si erano macchiati di bianco.
Gli altopiani ingrassati da quel cielo di zucchero.
SI sono buttati nello stretto di Messina.
Insieme alle loro teste di zagare-
E in conclusione arriva il parrucchiere
che per mettere a posto le teste,
non ha potuto sistemare la mia...
Vi prego chiamata l'anbulanza....
ho un cerchio alla testa!

Aiuto! Svengo!
Dora