Autore Topic: Abolizione poesie brevi e categoria nel tema  (Letto 5406 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Marina Como

Re: Abolizione poesie brevi e categoria nel tema
« Risposta #30 il: Martedì 16 Dicembre 2008, 17:57:49 »
non "classificabile" ma classificata nel momento della immissione, per il resto ogni autore può immetterla nella categoria che desidera dopo la convalida! Io personalmente, a meno di facilitarne la comprensione (ma potrei anche mettere la nota per questo),  credo di avercele lasciate quasi tutte perchè per me è un onore e una sfida riuscire a dire in pochi termini qualcosa in poesia.  Ma si possono cambiare!
Punto 2:  dato di fatto. Le poesie brevi proposte sono quelle più rifiutate rispetto le altre categorie, quindi il passaggio redazionale preventivo facilita e basta il lavoro e non "mortifica" nessuno una attesa in più.
Punto 3: la staticità è nel cervello delle persone che non prendono atto di tutti i punti di vista precedentemente esposti e fanno finta che non si è parlato
punto punto punto: baca non mi risulta essere una persona statica, quindi probabilmente il suo era un invito a parlarne ancora per ascoltare altri punti di vista da coloro che ancora non li hanno espressi, visto che pur essendo numerosi, gli autori che vi hanno partecipato sono in numero molto esiguo. Sarebbe carino che chiunque di voi passasse citerebbe un intervento con il quale concorda per schierarsi, oppure (ma attenzione a non ripetere concetti già espressi... vi tengo d'occhio) dare una sua visione personale originale (sottolineo originale?  ;D)
Se voglio fare la stronza ci riesco bene.  Talmente bene che quasi quasi ci sono. O forse ci sono.  Si, deciso.

Offline Stellaerratica

Re: Abolizione poesie brevi e categoria nel tema
« Risposta #31 il: Martedì 16 Dicembre 2008, 18:11:17 »
non "classificabile" ma classificata nel momento della immissione, per il resto ogni autore può immetterla nella categoria che desidera dopo la convalida! Io personalmente, a meno di facilitarne la comprensione (ma potrei anche mettere la nota per questo),  credo di avercele lasciate quasi tutte perchè per me è un onore e una sfida riuscire a dire in pochi termini qualcosa in poesia.  Ma si possono cambiare!
Punto 2:  dato di fatto. Le poesie brevi proposte sono quelle più rifiutate rispetto le altre categorie, quindi il passaggio redazionale preventivo facilita e basta il lavoro e non "mortifica" nessuno una attesa in più.
Punto 3: la staticità è nel cervello delle persone che non prendono atto di tutti i punti di vista precedentemente esposti e fanno finta che non si è parlato
punto punto punto: baca non mi risulta essere una persona statica, quindi probabilmente il suo era un invito a parlarne ancora per ascoltare altri punti di vista da coloro che ancora non li hanno espressi, visto che pur essendo numerosi, gli autori che vi hanno partecipato sono in numero molto esiguo. Sarebbe carino che chiunque di voi passasse citerebbe un intervento con il quale concorda per schierarsi, oppure (ma attenzione a non ripetere concetti già espressi... vi tengo d'occhio) dare una sua visione personale originale (sottolineo originale?  ;D)
;D Marina Marina Marina... punteggiatura e concordanza verbale ;D
Il peggior crimine è conoscere la verità e non far nulla.
(Carlo Parlanti - www.carloparlanti.it)

Offline Marco Canonico Baca8175

  • Autore
  • *
  • Post: 263
  • Sesso: Maschio
  • Mi trovi dove non esisto.
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Abolizione poesie brevi e categoria nel tema
« Risposta #32 il: Martedì 16 Dicembre 2008, 18:13:03 »
non "classificabile" ma classificata nel momento della immissione, per il resto ogni autore può immetterla nella categoria che desidera dopo la convalida! Io personalmente, a meno di facilitarne la comprensione (ma potrei anche mettere la nota per questo),  credo di avercele lasciate quasi tutte perchè per me è un onore e una sfida riuscire a dire in pochi termini qualcosa in poesia.  Ma si possono cambiare!
Punto 2:  dato di fatto. Le poesie brevi proposte sono quelle più rifiutate rispetto le altre categorie, quindi il passaggio redazionale preventivo facilita e basta il lavoro e non "mortifica" nessuno una attesa in più.
Punto 3: la staticità è nel cervello delle persone che non prendono atto di tutti i punti di vista precedentemente esposti e fanno finta che non si è parlato
punto punto punto: baca non mi risulta essere una persona statica, quindi probabilmente il suo era un invito a parlarne ancora per ascoltare altri punti di vista da coloro che ancora non li hanno espressi, visto che pur essendo numerosi, gli autori che vi hanno partecipato sono in numero molto esiguo. Sarebbe carino che chiunque di voi passasse citerebbe un intervento con il quale concorda per schierarsi, oppure (ma attenzione a non ripetere concetti già espressi... vi tengo d'occhio) dare una sua visione personale originale (sottolineo originale?  ;D)

Cara Marina,
io concordo pienamente col tuo modo di vedere le cose, ma resto del mio avviso, visto che credo d'essrmi spiegato più che correttamente.
Non capisco perché hai visto nella staticità il riflesso del tuo nome, è vero che sono "beavino" a celare il significato delle mie frasi, ma in quel caso è un po'  la mia folosofia rispetto al mondo; pur inglobando con ciò tutti, ci sono sempre le eccezioni che confermano le regole.
E poi ( mietitrice della mia immaginazione ) lo sai che sei tra le mie preferite! Il tuo cervello affascinante e più che spigliato, è sprecato per certe false illazioni. Sai che lo penso davvero.

Shalom  8)
Prima di guardare la pagliuzza nell'occhio del tuo fratello,guarda la trave che è nel tuo!

Offline AnnamariaMilazzo lightdark

Re: Abolizione poesie brevi e categoria nel tema
« Risposta #33 il: Mercoledì 17 Dicembre 2008, 01:14:02 »
ahahah...che tristezzaaa...!!!...


MA QUANTO LA FATE LUNGA

CO' ' STE BREVI...!!!
[/i][/b]
« Ultima modifica: Mercoledì 17 Dicembre 2008, 01:24:01 da Annamaria Milazzo »

fallin

  • Visitatore
Re: Abolizione poesie brevi e categoria nel tema
« Risposta #34 il: Mercoledì 17 Dicembre 2008, 18:48:30 »
non "classificabile" ma classificata nel momento della immissione, per il resto ogni autore può immetterla nella categoria che desidera dopo la convalida! Io personalmente, a meno di facilitarne la comprensione (ma potrei anche mettere la nota per questo),  credo di avercele lasciate quasi tutte perchè per me è un onore e una sfida riuscire a dire in pochi termini qualcosa in poesia.  Ma si possono cambiare!
Punto 2:  dato di fatto. Le poesie brevi proposte sono quelle più rifiutate rispetto le altre categorie, quindi il passaggio redazionale preventivo facilita e basta il lavoro e non "mortifica" nessuno una attesa in più.
Punto 3: la staticità è nel cervello delle persone che non prendono atto di tutti i punti di vista precedentemente esposti e fanno finta che non si è parlato
punto punto punto: baca non mi risulta essere una persona statica, quindi probabilmente il suo era un invito a parlarne ancora per ascoltare altri punti di vista da coloro che ancora non li hanno espressi, visto che pur essendo numerosi, gli autori che vi hanno partecipato sono in numero molto esiguo. Sarebbe carino che chiunque di voi passasse citerebbe un intervento con il quale concorda per schierarsi, oppure (ma attenzione a non ripetere concetti già espressi... vi tengo d'occhio) dare una sua visione personale originale (sottolineo originale?  ;D)

Rispetto al punto 3 avrei qualcosa da ridire ma visto che di alcuni argomenti non se ne può parlare mi limiterò a fare silenzio.

Offline Marina Como

Re: Abolizione poesie brevi e categoria nel tema
« Risposta #35 il: Mercoledì 17 Dicembre 2008, 21:09:06 »
Cara Marina,
io concordo pienamente col tuo modo di vedere le cose, ma resto del mio avviso, visto che credo d'essrmi spiegato più che correttamente.
Non capisco perché hai visto nella staticità il riflesso del tuo nome, è vero che sono "beavino" a celare il significato delle mie frasi, ma in quel caso è un po'  la mia folosofia rispetto al mondo; pur inglobando con ciò tutti, ci sono sempre le eccezioni che confermano le regole.
E poi ( mietitrice della mia immaginazione ) lo sai che sei tra le mie preferite! Il tuo cervello affascinante e più che spigliato, è sprecato per certe false illazioni. Sai che lo penso davvero.
Shalom  8)
argh!
Rileggendo con la tua interpretazione quanto da me scritto, non posso fare a meno di scusarmi! Ero sempliemente atterrita dal fatto di dover leggere ancora sempre le stesse cose! ahhhhh!
Sai la stima che ho per te, almeno spero!
Pace a te.
Se voglio fare la stronza ci riesco bene.  Talmente bene che quasi quasi ci sono. O forse ci sono.  Si, deciso.

Offline Marco Canonico Baca8175

  • Autore
  • *
  • Post: 263
  • Sesso: Maschio
  • Mi trovi dove non esisto.
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Abolizione poesie brevi e categoria nel tema
« Risposta #36 il: Giovedì 18 Dicembre 2008, 01:15:03 »
argh!
Rileggendo con la tua interpretazione quanto da me scritto, non posso fare a meno di scusarmi! Ero sempliemente atterrita dal fatto di dover leggere ancora sempre le stesse cose! ahhhhh!
Sai la stima che ho per te, almeno spero!
Pace a te.

Ma non devi scusarti Marina, visto che io credevo d' aver involontariamente offeso te o altri.

Stima reciproca e niente pace, visto che non abbiam avuto diatribe!

Shalom  8)
Prima di guardare la pagliuzza nell'occhio del tuo fratello,guarda la trave che è nel tuo!

Offline Marina Como

Re: Abolizione poesie brevi e categoria nel tema
« Risposta #37 il: Giovedì 18 Dicembre 2008, 19:53:22 »
Ma non devi scusarti Marina, visto che io credevo d' aver involontariamente offeso te o altri.

Stima reciproca e niente pace, visto che non abbiam avuto diatribe!

Shalom  8)
ariargh  :D :D :D  :D  e perchè saluti sempre con shalom ed io non posso dire pace?
ahahhahah!
Se voglio fare la stronza ci riesco bene.  Talmente bene che quasi quasi ci sono. O forse ci sono.  Si, deciso.