Autore Topic: Novità nel sito: acrostici e haiku  (Letto 1088 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Luigi

Novità nel sito: acrostici e haiku
« il: Martedì 4 Ottobre 2016, 14:35:02 »
Dalle chiacchierate fatte in occasione dell'incontro avvenuto per il Premio Scrivere, stiamo facendo dei cambiamenti nel sito.
Da oggi sono presenti anche le categorie "Acrostici" e "Haiku".
Trattandosi di una funzione in più, come altre volte, abbiamo consentito l'inserimento di acrostici e haiku agli autori del Club Scrivere. Solo lo troveranno, nella pagina di inserimento della poesia, queste nuove categorie.
Acrostici e haiku, comunque, sono leggibili da tutti e tutti li possono commentare.
« Ultima modifica: Giovedì 7 Marzo 2019, 20:54:16 da Luigi »

Offline Sara Acireale

Re:Novità nel sito: acrostici e haiku
« Risposta #1 il: Martedì 4 Ottobre 2016, 19:30:52 »
 :)Sono contenta per questa opzione in più.

Offline Melina Licata

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 31
  • Sesso: Femmina
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Novità nel sito: acrostici e haiku
« Risposta #2 il: Martedì 4 Ottobre 2016, 21:20:15 »
Una bella novità.. Mi sembra giusto che vengano visualizzati da tutti!

Offline Luigi Ederle

Re:Novità nel sito: acrostici e haiku
« Risposta #3 il: Martedì 4 Ottobre 2016, 23:37:38 »


     Grazie tante per questa iniziativa luigiederle

Silvia Piga

  • Visitatore
Re:Novità nel sito: acrostici e haiku
« Risposta #4 il: Lunedì 17 Ottobre 2016, 18:36:48 »
A me non sembra una buona idea, perché non sono molti gli autori che sanno comporre i veri acrostici. Si leggono troppe liste della spesa o elenchi telefonici, e ben poche poesie. L'acrostico è un codice, quindi dovrebbe essere nascosto, non forzato, innaturale. In passato sono stati cancellati dei veri acrostici, poiché allora contrari al regolamento, anche se di indiscutibile spessore poetico. Non credo che sia un miglioramento, per il sito, dare la possibilità di pubblicare dei testi che non hanno la minima traccia di poesia.
E poi, perché riservarlo solo agli iscritti al club? Non ho capito se gli altri autori possono pubblicare gli acrostici non dichiarati ma meritevoli di pubblicazione, per la bellezza dei versi o, semplicemente, perché non infrangono nessuna regola.
Qualcuno può rispondermi, per favore?

Offline Luigi

Re:Novità nel sito: acrostici e haiku
« Risposta #5 il: Lunedì 17 Ottobre 2016, 19:23:49 »
E poi, perché riservarlo solo agli iscritti al club? Non ho capito se gli altri autori possono pubblicare gli acrostici non dichiarati ma meritevoli di pubblicazione, per la bellezza dei versi o, semplicemente, perché non infrangono nessuna regola.
Qualcuno può rispondermi, per favore?

Solo agli autori del Club perché si tratta di una funzione "in più" oltre al sito tradizionale e comunque per limitarne l'impatto a persone si spera un po' più responsabili, Se sono iscritti al Club un po' dovrebbero tenerci al sito e non pubblicare acrostici "liste della spesa".
Per gli altri permane il divieto.
« Ultima modifica: Lunedì 17 Ottobre 2016, 19:25:20 da Luigi »

Silvia Piga

  • Visitatore
Re:Novità nel sito: acrostici e haiku
« Risposta #6 il: Lunedì 17 Ottobre 2016, 19:32:25 »
Solo agli autori del Club perché si tratta di una funzione "in più" oltre al sito tradizionale e comunque per limitarne l'impatto a persone si spera un po' più responsabili, Se sono iscritti al Club un po' dovrebbero tenerci al sito e non pubblicare acrostici "liste della spesa".
Per gli altri permane il divieto.

Ne prendo atto.
Grazie, Luigi.

Silvia Piga

  • Visitatore
Re:Novità nel sito: acrostici e haiku
« Risposta #7 il: Mercoledì 19 Ottobre 2016, 10:54:05 »
Viste di discussioni e viste le poesie in stile giapponese che stanno pubblicando, la redazione ha deciso che questa categoria, come le Brevi, dovrà andare obbligatoriamente in convalida. Ricordo comunque che la categoria ospita poesie in diversi stili giapponesi, non solo haiku,ma che comunque tutti questi stili hanno regole ben precise che devono essere rispettate.
Speravamo che lasciare l'inserimento automatico non provocasse problemi, ed ora speriamo che il mettere tutte le poesie in stile giapponese in convalida non provochi polemiche ma venga accettata per la qualità del sito ed il miglioramento delle tecniche di scrittura.

Dovrebbero "andare obbligatoriamente in convalida" anche gli acrostici, perché continuo a leggere elenchi di parole che, se proposti in altre categorie da un autore in training, verrebbero inserite (al massimo) nel portfolio, se non respinte. Questa categoria è diventata "una zona franca" dove chiunque può pubblicare ciò che vuole, tranne che poesie. E poi, non c'è bisogno di scrivere le lettere iniziali in maiuscolo, perché (soprattutto nei testi con poche sillabe), hanno un impatto visivo sgradevole.

Questo è ciò che intendo io per acrostico:


Brulicano i versi sul candore dell’ignoto
recitando silenziosi la mia nuda introspezione
ubriaca di pensieri dentro un calice mai vuoto
che sollevo sulla testa per brindare alla ragione.

E lei mi osserva con intrinseco disprezzo
sorseggiando lentamente qualche rivolo d’inchiostro
per far finta di comprendere la lirica di un vezzo
ripetuto nel riflesso che mi fa sembrare un mostro.

Incateno la mia mente ad un rifiuto di partenza
non incline all’orizzonte più lontano di un miraggio
giusto il tempo di smaltire quel delirio di un’essenza
sublimato dalle ombre e dai ricordi di passaggio.

Tutto questo mi appartiene come il nome appena nato
e non posso rigettarlo nell’abisso di un cestino
eclissando le vestigia del mio tragico passato
narratore senza meta sul sentiero del destino.



Può essere più o meno apprezzata (come tutte le poesie) ma è, appunto, una poesia, non un esercizio matematico, non una lista della spesa.
« Ultima modifica: Mercoledì 19 Ottobre 2016, 11:11:26 da Silvia Piga »

Offline poeta per te zaza

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 2044
  • Sesso: Femmina
  • Infinito è spazio che precede e segue l'orizzonte
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Novità nel sito: acrostici e haiku
« Risposta #8 il: Mercoledì 19 Ottobre 2016, 14:00:48 »
Dovrebbero "andare obbligatoriamente in convalida" anche gli acrostici, perché continuo a leggere elenchi di parole che, se proposti in altre categorie da un autore in training, verrebbero inserite (al massimo) nel portfolio, se non respinte. Questa categoria è diventata "una zona franca" dove chiunque può pubblicare ciò che vuole, tranne che poesie. E poi, non c'è bisogno di scrivere le lettere iniziali in maiuscolo, perché (soprattutto nei testi con poche sillabe), hanno un impatto visivo sgradevole.

Questo è ciò che intendo io per acrostico:


Brulicano i versi sul candore dell’ignoto
recitando silenziosi la mia nuda introspezione
ubriaca di pensieri dentro un calice mai vuoto
che sollevo sulla testa per brindare alla ragione.

E lei mi osserva con intrinseco disprezzo
sorseggiando lentamente qualche rivolo d’inchiostro
per far finta di comprendere la lirica di un vezzo
ripetuto nel riflesso che mi fa sembrare un mostro.

Incateno la mia mente ad un rifiuto di partenza
non incline all’orizzonte più lontano di un miraggio
giusto il tempo di smaltire quel delirio di un’essenza
sublimato dalle ombre e dai ricordi di passaggio.

Tutto questo mi appartiene come il nome appena nato
e non posso rigettarlo nell’abisso di un cestino
eclissando le vestigia del mio tragico passato
narratore senza meta sul sentiero del destino.



Può essere più o meno apprezzata (come tutte le poesie) ma è, appunto, una poesia, non un esercizio matematico, non una lista della spesa.

Precisiamone l'Autore, Massimiliano Ruggiu

http://www.scrivere.info/community/forum/index.php/topic,5267.0.html

di sabbia e catrame è la vita...
o scorre o si lega alle dita...