Pubblicare poesie

Premio di Poesia Scrivere 2017

Introspezione “I sogni si nascondono nei silenzi della notte” Khalil Gibran


Primo classificato: Raffaele Ventola

Eclissi

La semina è durata più del dovuto quest'anno
e molti semi verranno mangiati dai corvi.

Dalla mia casa bianca sulla scogliera non si vede più il mare.

Le nuvole sembrano approfittarsi delle ombre,
che ciniche non lasciano il campo.
I prati genuflessi al sole cantano ancora,
mentre gli alberi esausti vendono linfa
per poche foglie.

Saranno raccolti di nebbia d'autunno vestiti,
infruttuosi giorni che stratificheranno
fino a formare cumuli d'attesa.

Si aspetterà la pioggia questa notte:
tutti a guardare il cielo, fissi, come un unico occhio
aspettando si sciolga, sui nostri vestiti fradici.

 Raffaele Ventola

Secondo classificato: Rosetta Sacchi

Io so dove si nascondono i sogni

Pensi possa bastare alla vita…
Quel succedersi di arrivi e di partenze
lo stridere dei treni sulle rotaie
il mare calmo dopo la tempesta
o il sostare prolungando un rito - sempre uguale -
che fa eco al risveglio, appena sulla soglia…

Un giorno nuovo e la brama di cambiare vita
invecchiano nell’attesa d’un miracolo.
Perché la vita è in quell’incrocio di dita
nel desiderio inespresso che retrocede in preghiera

E le parole le lasceremo andare via nelle sere di agosto
quando le stelle cadranno in mare silenziose.
Immensa ora è la notte. Dammi la mano:
io so dove si nascondono i sogni
prima di dissiparsi all’alba

 Rosetta Sacchi

Terzo classificato: Gianluca Regondi

Silenzio

Era un giorno che finiva

Lungo il fiume di una via
Silenzio

Qualche rondine sparsa
in cielo a banchettare
con l’Estate

Qualche sguardo rubato
ai tuoi occhi indifferenti
per il sottile continuo dolore
delle ore solitarie

Era un giorno che finiva
senza l’urlo della gloria
L’eroe che siamo era vivo
Domani potremo rincorrerlo?
Prendere ancora una sua mano
anche se il tempo scade?

Lungo il fiume di una via
Silenzio

 Gianluca Regondi


Amore “Nessun cuore ha mai provato sofferenza quando ha inseguito i propri sogni.” Paulo Coelho


Primo classificato: Ana Maria Stoppa

Nessun cuore ha mai provato sofferenza quando ha seguito i propri sogni

Delicati pizzi
Intrecciano lacci colorati
Abbracciano cuori
Audacemente coraggiosi
Che si abbandonano ai sogni
Mettono a nudo l’anima
Ignorano precetti
Preconcetti
Amori disfatti.
 
L’etereo tempo
Supplica per fretta, spazio,
Ali capaci di trasportare
Un mare infinito di sogni
Ed in ogni dimensione della luna
Realizzarli in modo intenso
Assoluto, profondo
Mistico
Pieno.
 
Si aprono i veli
In altri tempi travestimento della convenienza
Trasformato in coraggio
Sotto le vesti dell’intuizione
Guida maestro dell’esistenza
Incrosta nell’intimo dell’essere
Improvvisa forza
Che sorge dalla voce
Interiore!
 
Rituale a lume di candela
Tela seduttrice
Acquerelli color carminio
Farfalle colorate
Coraggio che si rivela
Nei cuori intrepidi
Reliquiari di emozioni
Sotto la fiammella incandescente
Che nasce dalla grande passione.
 
L’amore invade i pori
Agile come una meteora
Accende l’intensa fiamma
Estasi di felicità
Opera prima del desiderio
Intuitivo, trascendentale
Sconfigge la fragile stanchezza
Colma
Tutti gli spazi!

 Ana Maria Stoppa

Secondo classificato: Franca Maria Canfora

Sogno d’amore

Sei

la tenerezza antica che si rinnova
nella promessa del mattino che torna;

lo stormo di frecce acuminate
scagliate sorridendo
a straziarmi l’anima;

la dolce melodia d’amore,
urlata a squarciagola,
mentre il cuore ansima correndo
lungo l’impervia strada della vita;

la tempesta che soffia l’onda
sulla battigia desolata e vuota
e tracimando la possiede;

il caffè dolceamaro da bere in due
nelle mattine di pioggia,
le mani intrecciate nel pianto
d’un giorno - oscuro - da affrontare;

il guscio di conchiglia, il faro, il nido,
l’abbraccio caldo
dimentichi d’ogni tormento
quando ritorna sera;

la lacrima che in rugiada
trasforma la lenta carezza,
innamorata,
sulle guance scavate e insonni
di notti senza un perché.

Sei - senza rimpianto, senza dolore -
fino all’ultimo respiro - sei
sogno d’amore!

 Franca Maria Canfora

Terzo classificato: Franco Petrone

Il respiro di un cuore

Nel cocente sapore di un tramonto di fuoco
una lacrima brucia
scivolando lungo il volto provato
di una pallida luna.

Barcolla l’ anima, con le ali spezzate,
in un mondo minaccioso
dove la paura di riprendere il volo
l’affonda nei meandri d’un gelido patire.

Ma refolo vitale
annaspa per cibarsi con foga
del fluido della vita
e d’improvviso esplode in mezzo al petto.

No, non m’arrenderò all’indolenza!
Seppellendo bensì l’acredine del tempo
mi libererò da ferree catene

che di continuo il mio sentire mortificano
per vivere in ogni istante
intensamente i miei sogni

-e se un giorno la sofferenza
busserà alla mia porta
affronterò con fierezza tedioso cammino -

perché solo ascoltando il calore
che il mio cuore emana
ritroverò in un mondo d’amore la mia luce.

 Franco Petrone


Tema Libero


Primo classificato: Rosanna Peruzzi

Brandelli di voce

Imbroglio di luci ed ombre
a celare tagli dentro l'anima
tracce di sangue e lividi
a marchiare la pelle.

Non si dimentica
il volto della violenza
e quelle mani ansiose
di spezzarti le ossa
seppellendo la dignità
nella fossa della paura.

Non si dimenticano
i pensieri strappati sotto le unghie
a condire brandelli di voce.

Ride l'odore di un'alba corrotta
da un mondo che chiude gli occhi
e ti lascia sola

a raccogliere trucioli di te
tra frammenti di un cielo cadavere
che cadono ancora
e ancora...

sopra sogni stuprati...

Imbroglio di luci e d'ombre
ad agghindare
il respiro della morte.

 Rosanna Peruzzi

Secondo classificato: Angelo Abbate

Nel mare dell’oblìo

Boati e lampi di guerra
ghermiscono aliti di vita
mostri di pietra e polverose rovine
di palazzi e case sventrate.
Miseria si annida
nei sentieri melmosi delle baracche
dimore di paglia e fango
rigurgitano respiri affannosi
desideri di vita foraggiano speranze
inaridite dal torrido sole
nella desolazione dei deserti.
Fiumi di umanità sofferente
ordiscono inarrestabili ondate
si specchiano nei miraggi dell’opulenza
svenduti dalle emittenti satellitari.
Disposti a tutto migrano
con gli occhi aperti sognano
per bagnare di rugiada progetti d’amore.
A piedi nudi sui grandi barconi
in un sacco di plastica i loro averi
annodano speranze nel respiro di un’illusione.
Onde tempestose rapiscono i sogni
agognate sponde rotolano negli abissi
che muti, affondano i loro corpi.
Dalle creature marine sfregiati
corrosi dal sale, finiti dal tempo
senza un nome, una tomba, una croce
superstiti nel ricordo di chi li amò
e nel pensiero, senza volto,
di una dedica, …nel mare dell’oblìo…

 Angelo Abbate

Terzo classificato: Benedetta Di Nunno

Regalami un nuovo vestito

Ho sciupato quel vestito che mi avevi regalato.
C’è una macchia sul petto, uno strappo alla gonna
e il colore è sbiadito a furia di pulire i ricordi
del vivace sorriso che avevo quando lo indossavo.
Come un prezioso accessorio calzavo le scarpe senza lacci,
ma con scintillanti fibbie dorate, che adornavano a festa i nostri passi.
Una borsetta sotto il braccio accompagnava serate briose
e conteneva un fazzoletto, un rossetto e un mascara.
Quante volte il profumo nascosto nella cerniera del cuore,
ha inebriato i sorrisi, truccati di rosso, allegro e sfrontato.
Quante volte la ciglia sbattute più forte a respingere lacrime,
hanno macchiato di nero i nostri volti,
tramutandoli subito in maschere nuove, di donne spezzate,
di vite scucite, con l’anima arresa.
L’ho sciupato quel dono, e se puoi, inventane un altro
Brillante, bianco, comodo, nostro….
Io ho già l’ago in mano….
Da mesi mi pungo e non trovo la stoffa.

 Benedetta Di Nunno


Tutte le poesie partecipanti

Introspezione
“I sogni si nascondono nei silenzi della notte” Khalil Gibran

Il cassetto dei sogni (Sara Acireale)
Ragnatele di sogni (Annamaria Barone)
I sogni (Antonio Barracato)
Un ritrovo dove soffermarsi (Berta Biagini)
L’ora felice (Lorella Borgiani) Menzione di merito
Ti ritrovo qui (Nunzio Buono)
Bevendomi la notte (Pier Giorgio Cadeddu)
La Magnolia (Franca Maria Canfora)
Nella notte (Rita Cottone)
Brilla il silenzio (Antonio D'Auria)
Sogno errante (Dami)
I silenzi delle notti (Benedetta Di Nunno)
Sogni in saldo (Paride Giangiacomi)
Seme di vita (Giovanni Licata)
Senza far rumore (Melina Licata)
Scrivo (Anna Lombardi)
Seducente cuore cuce cicatrici dell’anima (Maria Assunta Maglio)
Il venditore di panini (Fausto Marseglia)
Sogni indelebili (Rita Minniti)
Il domani non morirà mai (Giovanni Monopoli)
Non svegliarmi (Franca Mugittu)
Ad occhi aperti (Enrica Notarfrancesco)
Porta socchiusa (Andrea Palermo)
Respiro e buio (Rosanna Peruzzi)
Le note dei miei sogni (Franco Petrone)
Silenzio (Gianluca Regondi) Terzo premio
Quel che nascondi al giorno (Mariangela Romanisio)
Nessun clamore nel sognare immersi nella notte (Francesco Rossi)
Io so dove si nascondono i sogni (Rosetta Sacchi) Secondo premio
E’ notte (Loreta Salvatore)
Ombre e chiaroscuri (Carlo Sorgia)
Attimi preziosi (Elena Spataru)
I Sogni si Nascondono nel Silenzio della Notte (Ana Maria Stoppa)
Nella notte l'eco del silenzio (Piera Tola)
Sorella luna (Moreno Tonioni)
Eclissi (Raffaele Ventola) Primo premio
Sogni (Eugenio Zoppis)
In una notte pensante (neropaco)

Amore
“Nessun cuore ha mai provato sofferenza quando ha inseguito i propri sogni.” Paulo Coelho

Inseguo un sogno (Sara Acireale)
La strada (Annamaria Barone)
L’Amore (Antonio Barracato)
Ogni epilogo vive di luce propria (Berta Biagini)
Nei respiri della notte (Lorella Borgiani)
Potessi urlarti amore (Nunzio Buono)
Forse (Pier Giorgio Cadeddu)
Sogno d’amore (Franca Maria Canfora) Secondo premio
Vivere (Rita Cottone)
La linea del cuore (Antonio D'Auria)
Dovrei… (Antonino Di Maio)
Davanti a questo amore (Benedetta Di Nunno)
Amore ed eros (Barbara Filippone)
Nel tuo tempo (Pierangela Fleri)
Nubi ammainate... (Paride Giangiacomi)
Cammino (Giovanni Licata)
Vestita di solo cuore (Melina Licata)
Amor perfetto (Anna Lombardi)
Anima scrigno di bellezza (Maria Assunta Maglio)
Finalmente tu (Fausto Marseglia)
Ti ascolto (Rita Minniti)
Una landa sconfinata nel cuore (Giovanni Monopoli) Menzione di merito
Cercami (Franca Mugittu)
Passione (Enrica Notarfrancesco)
Oltre... (Andrea Palermo)
C'è troppa luce (Rosanna Peruzzi)
Il respiro di un cuore (Franco Petrone) Terzo premio
Non ho pensato a te (Gianluca Regondi)
Noi (Francesco Rossi)
Le tue lacrime sono baci (Rosetta Sacchi)
Il dono (Loreta Salvatore)
Commozione intensa (Carlo Sorgia)
Tra questo verso di luce (Elena Spataru)
Nessun cuore ha mai provato sofferenza quando ha seguito i propri sogni (Ana Maria Stoppa) Primo premio
L'amore più bello matura a Settembre (Piera Tola)
Canto d’autunno (Moreno Tonioni)
Mi hai detto del cielo (Raffaele Ventola)
La Rosa dei Sogni (Eugenio Zoppis)
Come un sogno... ogni si! (neropaco)

Tema Libero

Nel mare dell’oblìo (Angelo Abbate) Secondo premio
Diversi ma uguali (Sara Acireale)
Culla dell'onda (Annamaria Barone)
La forza del mare (Antonio Barracato)
Una vita in poesia (Berta Biagini)
Vena di speranza (Lorella Borgiani)
L'âme de l'eau (l'anima dell'acqua - il mistero) (Nunzio Buono)
Sovrascrivo (Pier Giorgio Cadeddu)
Dalle finestre d’agosto (Franca Maria Canfora)
Sorgente (Gerardo Cianfarani)
Attimi (Rita Cottone)
Sposarsi dentro (Antonio D'Auria)
Dovrei… (Antonino Di Maio)
Regalami un nuovo vestito (Benedetta Di Nunno) Terzo premio
“Tanka” del tanga (Paride Giangiacomi)
Verbo di vita (Giovanni Licata)
Passo insicuro (Melina Licata)
Tu, taci (Anna Lombardi)
Come del mar veliero (Maria Assunta Maglio)
Benvenuta malinconia (Fausto Marseglia)
Dove ritrovarti (Rita Minniti) Menzione di merito
Figli di pietra (Giovanni Monopoli)
Vitiligine (Enrica Notarfrancesco)
Solo millimetro di cielo (Andrea Palermo)
Brandelli di voce (Rosanna Peruzzi) Primo premio
Nel tempio dei demoni (Franco Petrone)
Era di marzo (Rasimaco)
Per un mio amico (Gianluca Regondi)
Aghi (Mariangela Romanisio)
Genitori (Francesco Rossi)
Passate stagioni (Rosetta Sacchi)
Poema che sconfini (Loreta Salvatore)
Il dubbio diventerà salvezza (Giacomo Scimonelli)
Palpita il cuore (Carlo Sorgia)
Vita o favola (Elena Spataru)
Divergenze (Ana Maria Stoppa)
Pensieri smarriti e poi ritrovati (Piera Tola)
Terra mia (Moreno Tonioni)
Profondi abbissi (Raffaele Ventola)
L'enfer (Eugenio Zoppis)
Della cura infinita (neropaco)


Tutte le edizioni del Premio Scrivere



Opere pubblicate ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .


Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it