3113 visitatori in 24 ore
 195 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3113

195 persone sono online
1 autore online
Lettori online: 194
Poesie pubblicate: 359ĺ741
Autori attivi: 7ĺ541

Gli ultimi 5 iscritti: DennisDrorp - DavidPhogy - Dorianwup - Davidbom - Marina Barbera
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereBruno Leopardi Messaggio privato








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info
Questo racconto è inserito in:
 Parte 10 della raccolta "Storie di Famiglia " di Carlo Fracassi (35 racconti)
 Come eravamo

Zý Bert˛zi

Biografie e Diari

Bertòzi era un uomo mite e taciturno che badava solo al suo orto e alle sue galline, recandosi in riva al mare nei mesi con la R per raccogliere vongole e cannelli cui tagliava l’interramento con una piccola pala. Sua moglie non lo chiamò mai per nome ma sempre Bertòzi.

Alla vigilia di San Giuseppe, giorno del suo onomastico, diventava l’anima della “fogheraccia” rionale, piazzando mani e mento sul bastone del forcale e pronto a riordinare la legna che ardendo debordava dalla grossa catasta accumulata. Poi quando il fuoco languiva, correva a casa e caricava sulla carriola quante fascine poteva e rinvigoriva la fiamma, accompagnato dallo scrosciante applauso degli astanti.

Da pensionato delle ferrovie, solitamente vestiva divise dismesse o vecchi abiti (sempre giacche a doppiopetto) che gli consentissero di lavorare la terra senza tema di sporcarsi. In testa portava vecchio basco. Ricordo che ci fu un periodo in cui tutte le sere veniva a casa dopocena per fare compagnia a mio padre che soffrendo di frequentissime coliche di fegato lo stendevano letteralmente a terra. Giocavano a carte, così il babbo si distraeva e sopportava meglio il dolore causato dai calcoli.

In quelle occasioni Bertòzi metteva sempre il vestito della festa e stava un poco in soggezione di mia madre, che gli serviva sempre il caffè addolcito da un sorriso. Lo zio da principio cercava di darsi un contegno, tamburellando con le dita sulla sua tabacchiera contenente trinciato forte da ’90, poi lentamente si scioglieva e s’attardava a raccontare alcuni fatti della vita, diventando inaspettatamente ilare e loquace più che mai.

Fra i tanti racconti di Bertòzì, mescolati al dialetto di Gatteo (luogo di nascita) ne ricordo uno che mi rimase particolarmente impresso, perché una delle cose più importanti di allora era la scorta della legna da ardere per l’inverno, visto che a quel tempo nelle case c’era solo la “stufa economica” che stava in cucina dove si viveva e che serviva, sia per scaldare l’ambiente, sia per cucinare le vivande.

Ed ecco le sue testuali parole: << Sono andato a comprare la legna e mentre accompagnavo in bicicletta il carro che la trasportava a casa ho incontrato Tizio. Questi mi fa "Ciò Bertòzi um per che clà legna la sia un po’ virdina” - e me ai get: “Sta zèt brot sumar d’un sumar, savot savè té piò ad me ch’ò contratè s-la Joguslavia piò ad quarent’an legna e carbon per al ferovì” - certo è che lo zio Bertozzi si faceva un gran vanto della sua competenza in materia di legna e carbone e sottolineava - “Sl’è tropa secca la brusa in t’un lèmp e t’arvenz a mità inverne senza, sl’è tropa virda l’an brusa e la fa e’ fom; l’ha da ès meza e meza”>>.



Carlo Fracassi 08/10/2010 12:51 1005

Creative Commons LicenseQuesto racconto è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Carlo FracassiPrecedente di Carlo Fracassi

Nota dell'autore:
«Tratto da "Storie di famiglia" d'imminente pubblicazione.»

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Carlo Fracassi ha pubblicato in:

Libro di poesieFesta delle Donne 2010
Autori Vari
Poesie per la Festa delle Donne. Il lato femminile della poesia

Pagine: 107 - Anno: 2010


Libro di poesieFoto di gruppo con poesia
Autori Vari
Un ritratto degli autori del sito attraverso le loro poesie

Pagine: 200 - € 14,00
Anno: 2009 - ISBN: 978-88-6096-494-6


Libro di poesieSan Valentino 2010
Autori Vari
Poesie d'amore per San Valentino

Pagine: 110 - Anno: 2010


Libro di poesieHalloween 2009
Autori Vari
Poesie per Halloween

Pagine: 32 - Anno: 2009


Libri di poesia

Ritratto di Carlo Fracassi:
Carlo Fracassi
 I suoi 39 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
La magnificenza del 7! (03/10/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Ed ora a chi lo racconto? (30/01/2013)

Una proposta:
 
Ricordando Mike (08/01/2011)

Il racconto più letto:
 
Il latte di fico! (25/02/2011, 10257 letture)


 Le poesie di Carlo Fracassi

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pi¨ frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2023 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it