6788 visitatori in 24 ore
 212 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 6788

212 persone sono online
Autori online: 2
Lettori online: 210
Poesie pubblicate: 311’812
Autori attivi: 7’397

Gli ultimi 5 iscritti: Giuliettaaaaa - Fed MVRCK - Romualdo Guida - Monia Gregori - Ugo Lorenzo
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereRita Stanzione Messaggio privato ♦ Ela Gentile Messaggio privato
Vi sono online 2 membri del Comitato di lettura









Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Non voglio mai più sentirmi sola

Biografie e Diari

Ecco sono qui, ho cinquant'anni e il ricordo di una vita vissuta da altri. Mi volto indietro e all'improvviso non vedo più niente. A cinquant'anni sono come un bambino che se ne va con le braccia appese ponendosi mille perchè, come il bambino della poesia nel film IL CIELO SOPRA BERLINO di Wim Wenders, non ho una casa, una famiglia, non ho dei figli. Cammino sull'asfalto cantando una canzone ad alta voce. Non vedo nessuno intorno a me. Sono sola in mezzo ad una folla di persone. Immagino di camminare all'infinito e mi sovviene alla mente la poesia di Leopardi, "Sempre caro mi fu quest'ermo colle, e questa siepe, che da tanta parte/dell'ultimo orizzonte il guardo esclude" e la parte finale, "Così tra questa immensità s'annega il pensier mio: E il naufragar m'è dolce in questo mare." Mi sento parte dell'infinito, mi sento quasi irreale. Ho cinquant'anni, lo so. Ma non ci credo, ho voglia di correre, di gridare come fossi unica al mondo, di ascoltare la musica ad alto volume e di ubriacarmi nel ritmo, ballando fino allo svenimento. Non controllo i miei pensieri e l'onda dei ricordi mi travolge, i ricordi di una vita vissuta da altri.
Dove sono stata finora? Chi sono stata? Strano, come attraverso i tuoi occhi io veda tutto chiaro, la luce e le ombre, come io non sia più una bambina insignificante e capricciosa, ma sia semplicemente io con i miei sentimenti estremi, con la mia esuberante allegria, con la voglia di fare, con le mie acrobazie mentali, io che mi sollevo d'improvviso da terra per volare, io senza limiti e senza pregiudizi, senza timore delle parole altrui e dei loro atteggiamenti.
Nessuna cosa mi può più ferire, sai, l'ha già fatto in passato.
Niente più può farmi versare delle lacrime. E' già accaduto
Ora io non posso più piangere, non posso più rimanere su una panchina da sola a ricordare, o cadere nella trappola delle maldicenze e degli equivoci.
Sono un'artista, e tu lo sai, da quando mi hai baciato le mani. Posso farti sognare ma devi rimanere sveglio perchè tu ti possa rendere conto cosa io possa rappresentare veramente.
Per questo ti scrivo perchè tu possa volare con me attraverso spazi immensi e sentire il profumo dell'erba tagliata, ed affacciarti su di un precipizio senza cadere, specchiarti nel pozzo come fa la luna nelle notti d'estate. So che saresti capace di rimanere per ore ad ascoltarmi, perchè a te piace ascoltarmi e a me piace parlarti di me, della vita che non ho vissuto, della vita immaginata come dentro a un sogno.
Non ti parlerò del tempo, o di politica, o delle donne, di quello che fa comunemente la gente, ti parlerò di me, del confine tra saggezza e follia, dell'imprevedibile, dello stupore, della fuga dalla realtà, dell'infinito, dove ci siamo io e te, e questo grande senso di libertà, dove confluiscono le parole e i baci, i silenzi, ed ogni respiro, la luce e il buio nell'affermazione e nella negazione di entrambi. Ed è così che esplorerò la tua mente ed il tuo cuore, è cosi che ti raggiungerò ogni volta quando sentirò freddo e avrò paura del buio, perchè non voglio mai più sentirmi sola.


Rosetta Sacchi 13/08/2013 19:33 2 690

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Rosetta Sacchi

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Uno spirito libero, non può guardare indietro, facendolo resta legato al passato e perde la libertà del futuro. L'essere da solo spesso è una scelta. Solo il fatto di sentirsi solo, e un modo di sentirsi trascurati, quasi abbandonati. A mio parere, si diventa scrittori di versi o di racconti, per il bisogno di comunicare, con persone che si accostano al nostro modo di pensare. Faccio un esempio: Sono amante della musica, da oltre trentanni, suono la chitarra e il pianoforte, nessuno mai mi ha chiesto di suonare un pezzo. Io per dignità non mi sono mai offerto. Questa può essere una forma di solitudine incolmabile ma, Io guardo sempre avanti, raramente mi soffermo sul passato.»
Miknomi

«introspezione che va oltre ogni possibile commento... delinea come una lettera aperta una realtà...dieci, cento realtà... come tante... come le tante vissute ed altre... la stesura è ottimale e dietro essa un messaggio ben improntato... si possono sentire quasi i pensieri che si celano dietro il brusio delle parole scelte con cura.»
Rasimaco

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

Bene espressa una situazione comune a molti. (Antonio Terracciano)



Ritratto di Rosetta Sacchi:
Rosetta Sacchi
 I suoi 17 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Non voglio mai più sentirmi sola (13/08/2013)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
La maschera (18/02/2017)

Una proposta:
 
La maschera (18/02/2017)

Il racconto più letto:
 
Non voglio mai più sentirmi sola (13/08/2013, 691 letture)


 Le poesie di Rosetta Sacchi

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it