4731 visitatori in 24 ore
 223 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4731

223 persone sono online
Autori online: 9
Lettori online: 214
Poesie pubblicate: 325’177
Autori attivi: 7’373

Gli ultimi 5 iscritti: Calliope98 - prosdocimo - Stefano Di Tonno - Andre - Okinawa
Chi c'è nel sito:
♦ paolo corinto tiberio Messaggio privato ♦ neropaco Messaggio privato ♦ Marco Cutigni Messaggio privato ♦ Miriam P Messaggio privatoClub ScrivereFerny Max Curzio Messaggio privatoClub ScrivereNunzio Buono Messaggio privato ♦ giovanni bianchi Messaggio privatoClub ScrivereAlberto De Matteis Messaggio privato ♦ Paola Riccio Messaggio privato
Vi sono online 3 membri del Comitato di lettura







Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info
Questa è un racconto erotico: se può turbare la tua sensibilita o se non hai più di 18 anni dovresti evitare di leggerlo.

Lussuria

Erotismo e per adulti

Vorrei fingere sulla mia età per velare al meglio il pudore di una storia che nasce seguendo le orme della Dea Lussuria. Potrei riferirvi che ho vent’ anni così da farmi già preferire in appunto primo, dall’ ardore delle donne, e al pari pensare, appunto, venir scusato per eccesso di testosterone! Potrei anche dirvi che racconto la storia di un altro e non la mia, così come un attore interpreta e al contempo trasmette. Vi dirò solo che sono un uomo e che cerco tutta la bellezza dalle donne continuamente come acqua per dissetarmi. “

Iniziò così uno stralcio di un manoscritto, che trovai per caso in pessime condizioni inumidito e di cattivo odore
Dietro un armadio dell’ antica biblioteca comunale, nel riprendermi una moneta che mi era scivolata di mano. Andai per una ricerca su un nobile di famiglia del comune dove abitavo, che aveva vissuto intorno all’ inizio del 1900. Continuai a leggere:

“ Ebbi modo di provare il piacere estremo dei sensi già a 14 anni, una madre di un mio amico notò quello che io ancora non sapevo di avere, mi prese in una stanza in un giorno d’ estate, ricordo le lunghe chiome nere, i seni rigogliosi, la bocca umida strapparmi sotto, le sue mani come impazzite, poi le sue grida divine mentre spingevo fra le sue gambe divaricate quasi stordito. Andai avanti a frequentarla segretamente celandomi al normale scorrere del giorno, così per circa due anni ogni volta che si poteva, ero nelle sue mani, anche la mia vita e la sua, se solo qualcuno ne fosse venuto a conoscenza.

Il profumo selvatico della sua intimità mi rimase sulla pelle indelebilmente, all’ ennesimo appuntamento mi rifiutò con la stessa forza con la quale mi prese, mi disse:

“ La nostra storia è finita, non possiamo continuare così,tu sei ancora un ragazzo ed io ho quasi quarant’ anni, per il bene di tutti, non tornare più a casa mia, non rivolgermi più la parola se puoi, se puoi.”

Mi parve crudele, istintivamente l’ afferrai per la gonna, lei cercò in un primo momento di dimenarsi, ma poi

Mi aiutò a spogliarsi di fretta, nel freddo di quella mattina, il suo corpo era caldo, già pronto, la sua schiena inarcata, voluttuosa, al fondo come divisa dalla mia foga incitata dalla sua menzogna d’ esser pura.

Ci abbracciammo, forse per la prima volta, e per l’ ultima assaporai, non posso tacer di lingua, i suoi orgasmi furtivi .”

Lei,

tra le mani

empio del rosso,

il goduto pegno

del vibrar femmina!

Lingua a fuoco

dalle labbra

spreme e slingua

frutto d'eros caldo!

Seni slacciati

tribolanti, invocano

la di lui bocca carnivora

Profumi dall'intimo

esaltano lussuria

nella profonda gola

Lei,

tra le sue mani!

sospirante

al fondo

del suo fondo schiena

d'impeto, fra le sue gambe

nel sentir l'apice e la base

del duro verace verticale!"

Mi ritrovai con un testo fra le mani ed un erezione fra le gambe, quando si avvicinò una donna e mi chiese cosa stessi leggendo li rapido in piedi. Le dissi con un certo imbarazzo:
“ Niente di ché è solo una relazione di un prelato sullo stato della chiesa negli anni ’ 50.
Mi guardò come se gli avessi detto, il treno è in orario, si girò di spalle e si fece il lungo corridoi con dei tacchi a spillo vertiginosi, su delle gambe ondeggianti, che mi chiamavano amore. Mi ripresi appena girò l’ angolo e la sua figura bionda spari per sempre dalla mia vista. Per evitale rischi ulteriori d’ imbarazzo uscii dalla biblioteca e mi diressi a piedi verso casa, continuando a leggere il manoscritto:

"Quella donna restò, da quel giorno, solo la madre del mio amico e i nostri sguardi non si incrociarono mai più- Rimasi un paio d’ anni cercando di metabolizzare la storia che avevo vissuto con quella donna, senza avere contatti corporali con altre, senza capire il senso di quella passione, quasi ancestrale con la frustrazione nel cuore- cercavo amore. Avrei voluto anche amore. Lo cercai frequentando ragazze della mia età,ma non feci in tempo a legarmi in semi dito alla mano che una sera divagando su Neruda, fui catturato da due donne universitarie, credo fuori corso, in un pub, mi lasciai portare nel loro appartamento pensai subito in condivisione con altre, non mi rimase molto di loro, le trovavo fisicamente poco attraenti, ma non riuscii

Ad eludere la loro fame, mi ritrovai nel letto nudo a soddisfare voglie disperse come foglie al vento.

Appagai i loro istinti di donne per l’ effimera bellezza, bevvero, gelosamente l’ una dell’ altra, afferrandomi con unghie smaltate di nero, le mie gocce di profonda tristezza nell’ estasi di un godimento senza senso."

Finii di leggerlo e senza nemmeno rendermene conto arrivai sul portone di casa, pensai subito ad un opera incompiuta a qualcuno che annoiandosi fra i testi della biblioteca, aveva deciso di passare il suo tempo su argomenti un po’ più eccitanti .Poi mi balenò il pensiero del perché un' opera di una certa scorrevolezza fosse stata di colpo interrotta e nascosta sotto una Libreria.
Pensai di nuova a quella bionda con le gambe che mi chiamavano amore, e pensavo pure con un pizzico di rabbia e di invidia che quelle gambe avevano già trovato il loro imperatore proprio in quell’ autore.
Pensai stranamente anche ad una normale coincidenza di treno in perfetto orario.


Rosafio Giancarlo 11/01/2014 22:13 1 14071

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.

cialis originalecialis originale

SuccessivaPrecedente
Successiva di Rosafio GiancarloPrecedente di Rosafio Giancarlo

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Bel lavoro. Piacevolissimo da leggere e che colpisce il lettore risvegliando passione e curiosità. Ottima la poesia centrale, che definirei sorprendente per intensità. Il lavoro è perfetto così e non cambierei assolutamente nulla. Complimenti Rosalfio. Davvero»
Paolo Gugnoni

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

complimenti, davvero bello, apprezzata la poesia (raggiodisole65)

bravissimo complimenti (Paola Pittalis)



Ritratto di Rosafio Giancarlo:
Rosafio Giancarlo
 I suoi 21 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Spirito assassino (25/11/2013)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Allo scoccare della mezzanotte (29/10/2014)

Una proposta:
 
Oleandri e Betulle (03/12/2013)

Il racconto più letto:
 
Lussuria (11/01/2014, 14072 letture)


 Le poesie di Rosafio Giancarlo

Cerca il racconto:




cialis originalecialis originale


Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .

cialis originalecialis originale

Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it