4852 visitatori in 24 ore
 257 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4852

257 persone sono online
Autori online: 17
Lettori online: 240
Poesie pubblicate: 319’504
Autori attivi: 7’367

Gli ultimi 5 iscritti: Ahmaar - Sad Swan - marcoantonio - canova marco - Acronite
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereDonato Leo Messaggio privato ♦ Paola Paolina Segatto Messaggio privato ♦ Ahmaar Messaggio privato ♦ Libera Mastropaolo Messaggio privato ♦ Sad Swan Messaggio privatoClub ScriverePagu Messaggio privatoClub ScrivereGiovanni Ghione Messaggio privatoClub ScrivereLuciano Capaldo Messaggio privatoClub ScrivereMaria Assunta Maglio Messaggio privato ♦ Domenico Nenna Messaggio privato ♦ Luca Falangone Messaggio privatoClub ScrivereElena Poldan Messaggio privato ♦ Patrizia Chini Messaggio privato ♦ Palma V Messaggio privato ♦ sergio garbellini Messaggio privatoClub ScriverePinotota Messaggio privato ♦ emiliapoesie39 Messaggio privato
Vi sono online 5 membri del Comitato di lettura









Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro telefonate al 375 500 62 39
Questo racconto è inserito in:
 Parte 1 della raccolta "L'ispettore Frank " di mirko federici (5 racconti)
 Le bizzare avventure

L'ispettore Frank alla ricerca dei mosaici perduti part1

Giallo e Thriller

E' notte. Piove a dirotto. L'ispettore Franko torna casa bagnato fradicio con il suo impermeabile di plastica ed il suo cappello. Il freddo non lo spaventa. La pioggia neanche. Vuole sentire il profumo dell'aria bagnata.

Entra nel suo palazzo, il suo appartamento è al quarto piano, senza ascensore. La luce va ad intermittenza.

Con la sua lampadina ed la sua pipa si fa strada nelle scale. Ancora qualcuno è sveglio. Sono le 2 di notte e c'è tanto ancora da fare. Indagini da chiudere e criminali da mettere nel sacco. Arriva davanti la sua porta. Tira fuori le sue chiavi e le mette nella serratura. Gira, sente un rumore sordo. Si guarda intorno, illuminando quel che può. Niente. Mah sarà stato il legno che scricchiola, pensa tra sè. Chiude la porta alle sue spalle. Poggia l'impermeabile sull'attaccapanni. Il suo cane dorme sul divano, alza lo sguardo, annusa l'aria e si rimette a dormire insieme ai suoi compagni gatti. Anche i pappagallini dormono. Fogli sparsi sulla scrivania, fotografie, rebus da risolvere, persone da trovare. Mai la città è stata così viva e tremendamente oscura.

Si butta sul letto ancora sfatto dalla mattina e pensa al caso in corso. Immagini ripercorrono la sua mente alla ricerca delle opere rubate e piano piano la stanchezza prende il sopravvento ed i sogni, i ricordi del passato entrano con forza nella mente dell'ispettore. Tante volte le sue intuizioni sono venute dal mondo onirico e spettrale. Sogna la mente, viaggia nel passato all'epoca di un'infanzia perduta troppo presto. La felicità della casa in paese. Il calcio. Le indagini per gioco. La banda. La morte del nonno e il suo perchè. Tutto cambia all'improvviso. Sente che un'ombra da allora segue ogni suo passo, avvicinandosi insidiosa sempre di più.

L'ombra si avvicina sempre di più. Lo brama, lo pretende, lo avvolge. Il corpo trema, suda. Frank si sveglia di soprassalto. E' già mattina. Un' altra mattina tra i balordi. Prima una bella colazione. Preparare le pappe agli animali. Portare fuori il cane. Pulire le lettiere. Doccia con la poca acqua calda e partire per lo studio. Dove lo aspetta un informatore. Per oggi il cane molecolare non servirà. Le nuvole si sono diradate ed il sole spunta timidamente dall'orizzonte ad illuminare la giornata nella città eterna.

La città ancora dorme, poche le persone in giro. Anche se fra poco i viali brulicheranno di persone, di purtroppo possibili clienti. Ricordo l'impotenza di essere parte del sistema. Dove la burocrazia era la nostra padrona. Camminando per le vie del centro città, tra rifiuti, negozi appena aperti, traffico che piano piano crea ingorghi, arrivo al bar noto come "il bar del mistero". Tutti conoscono l'ispettore, il nemico dell'oscuro male. Tutti ne hanno rispetto e timore. Non tanto perchè campione di arti marziali, piuttosto per la sua capacità di manipolazione del pensiero che ben si combina con qualche ossa rotta. Chiedendo un drink, facendo finta di non voler interferire, una donna si avvicina. Scaltra. Dice:-allora ispettore, sempre alla ricerca dei Malefisti? Gli oscuri ladri d'arte? Perchè fa questo? Potrei renderla felice io-.

L' ispettore franko, per niente impassibile di fronte alle belle donne, con un voce ferma e sicura:- prima il piacere di chiudere il caso e poi il dovere:- Piuttosto- dice sottovoce- hai le informazioni che ti ho chieso di cercare?- La bionda con fare sensuale, infila la mano nel suo cappotto e lascia cadere qualcosa. Franko afferra la sua mano con presa sicura e dice:- verrà anche il tuo momento, ma non ora-.

Stai attenta, il tuo corpo brucia. Mi farò vivo io. Fino ad allora dimenticami se puoi.

La donna si allontana, in cerca di un'altra preda. L'ispettore guarda il suo drink e poi lo beve tutto di un fiato. Con uno sguardo di sfida, lascia il locale certo di doverci tornare. E' la sua ossessione ed il suo ricordo più caro. E' qui che ha conosciuto l'amore della sua vita. Un' amore finito troppo presto. Tragicamente. Scrolla le spalle e riprende il cammino. C'è qualcosa che lo turba. Come se avesse visto qualcosa o forse qualcuno anche se non riesce ad afferrare chi o cosa. Si incammina verso il suo studio. Gli sembra che qualcuno lo stia seguendo. Si guarda intorno e vede gente distratta. Arrivato a destinazione, entra nel suo ufficio. Si prepara il caffè e studia il caso dei mosaici perduti. Bussano alla porta, entra un adolescente. Un suo discreto aiutante. -Ispettore - dice il ragazzo- ci sono novità?- Tu che novità mi porti Johnny?- risponde Frank-. Cos'è quell'occhio nero.- Johnny scuote le spalle e non risponde.: - Si dice che i Malefisti colpiranno ancora e la Galleria di Altrove sarà la prossima vittima. Anche se questa galleria ha sofisticati sistemi di allarme. Ma Loro trovano sempre un sistema. -Bene, buon lavoro- dice l'ispettore- prendi la tua ricompensa, salutami tua madre e non metterti nei guai. Il ragazzo commosso ringrazia e esce dallo studio contento e di corsa va a casa. L'ispettore pensa....-Cosa vorranno da quella galleria... lì non ci sono i mosaici di Femo Poli. Staranno cambiando strategia? Ci sarà qualcosa sotto? O la galleria avrà dei segreti. Bisogna agire con tempestività. Manderò un mio collaboratore come infiltrato. Dopo alcune telefonate l'ispettore esce e va dalla polizia a salutare i suoi vecchi colleghi. Al distretto tutti lo salutano con affetto. C'è sempre un velo di nostalgia. Tanti successi, medaglie come miglior poliziotto. I suoi ricordi vanno agli inizi della carriera, al suo matrimonio, alla sua bellissima moglie. Un sorriso si forma sul volto ed un lacrima scende dagli occhi. Finiti i saluti di rito e scambiata qualche informazione. Ritorna a casa. Grandi feste dal suo cane poliziotto. I suoi pappagalli cantano a festa. I gatti si strusciano alle sue gambe. Prepara il pranzo un pò per tutti. Ormai loro sono la sua famiglia. Loro ed i suoi casi. Dopo il riposo quotidiano, il Nostro si rilassa dipingendo una tela. Avendo studio arte per lui è facile dipingere. La sua casa è piena di quadri. Non c'è quasi più posto. Scene di vita quotidiana, scene del crimine, tanti ritratti della moglie e del figlio, i suoi animali e l'ombra. Ritratti fatti per amici. Dopo il liceo Frank si laurea in psichiatria e poi in legge. Diventando quindi un poliziotto. Il giorno passa e viene la notte. Scruta dalla finestra e vede le luci che illuminano la città ed il popolo notturno. Urla in lontananza, sirene spiegate. Un' altra notte e tante storie che si intrecciano. Persone che vivono drammi. Persone che nei drammi ci sguazzano e guadagnano. Verrà anche per loro la resa dei conti. L'ispettore Frank non perdona i cattivi ragazzi. Notte. Sul letto sempre sfatto, l'ispettore si accascia perso tra i suoi pensieri. Sogni ed incubi affollano la sua mente. Un ricordo in particolare gli si avvicina. Lui che fa il vigilante mascherato, come gli eroi dei suoi fumetti. Pesta tutti a dismisura pur di arrivare alla verità. Quando tutti sono a terra, lui si erge sopra una montagna di corpi, vittorioso. Con il sangue sulle mani e la rabbia nel suo corpo. Mentre la sua anima si fa sempre più nera e l'oscurità si avvicina sempre più. D'improvviso una figura angelica gli appare e lo rasserena. gli posa la mano sul volto e gli parla. Gli dice che ora è il momento di riposarsi. La sua battaglia è finita e che lei lo aspetta nella luce. Purificato, se ne va. Il suo costume ora è chiaro, il suo viso rilassato. Il suo volto sembra quello di u bambino. Ormai è mattina e la luce del sole entra nella camera da letto. Frank ancora estasiato dal sogno, fatica a svegliarsi. Ma il dovere chiama e dopo una bella rinfrescata, si parte per il sopralluogo alla Galleria Altrove.


mirko federici 19/01/2014 20:29 723

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di mirko federiciPrecedente di mirko federici

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di mirko federici:
mirko federici
 I suoi 63 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Le Avventure di Piu, il cane delle meraviglie (20/01/2013)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Dal ciel lei mi parla (22/06/2016)

Una proposta:
 
Dal ciel lei mi parla (22/06/2016)

Il racconto più letto:
 
Thriller (02/04/2013, 861 letture)


 Le poesie di mirko federici

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro telefonate al 375 500 62 39

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it