4669 visitatori in 24 ore
 217 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4669

217 persone sono online
Autori online: 8
Lettori online: 209
Poesie pubblicate: 322’715
Autori attivi: 7’359

Gli ultimi 5 iscritti: acquaflora - sabrina russo - Iacopone - SabrinaPfeil - Maddalena Corigliano
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereSara Acireale Messaggio privatoClub Scriveresanto aiello Messaggio privato ♦ Antonio Terracciano Messaggio privatoClub ScrivereEmilia Otello Messaggio privato ♦ Venere Cesareo Messaggio privatoClub ScrivereGiuseppe Vullo Messaggio privato ♦ RossellaP Messaggio privato ♦ Libera Mastropaolo Messaggio privato
Vi sono online 4 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Gią tutto scritto

Giallo e Thriller

Tornavano a casa ascoltando i grilli dei campi vicini, dopo tanto stare lontano, padre e figlio, nel bel mezzo di un estate asfissiante.

Era il 1999, il tempo giusto per ricordarvi una storia che conoscete tutti ma che per colpe non vostre avete già dimenticato.

Era l’ inizio di una pagina di un libro trovato per caso sotto un tronco d’ ulivo, pareva essere stato posato da una mano, da pochi secondi, comunque non prima del 1999, col colore del legno, di un odore antico, e intitolato a carattere timbrico:

I GIORNI DEL VOSTRO REGNO.

Raccolsi il libro e dopo aver letto le prime frasi, dissi a mio figlio di sbrigarsi, era piuttosto tardi, c’ era il rischio che qualcuno andasse indietro a cercarci. Dopo un deciso bel camminare, finalmente, le luci di casa ci apparvero. Quella sera sembravano meno convenzionali, e un buio tetro alle nostre spalle rimase in attesa.

All'arrivo il bambino, d'impeto, come spaventato, abbracciò sua madre, e anche dopo la cena con il bacio della buona notte. Salii infine a dormire per le scale, e lo salutai con lo sguardo fin l’ ultimo gradino.

Aspettai che salisse anche mia moglie, con un’ insolita ben nascosta impazienza. Nel mistero di quei momenti, l'unica certezza di cui non so dare una spiegazione, era il timore che avevo di coinvolgere tutti dentro una storia che sembrava scriversi piuttosto che essere stata scritta.

Rimasi infine solo, uscii verso il porticato che dava sullo sterminato, nell'assenza di luna, ombroso campo di ulivi, per soggiogarmi di calma sul dondolo di legno. Presi il libro, distinto al peso, fra le mani, come fosse un lingotto d’ oro, lessi anche l’ autore

NON LEGGIBILE PER ORA” e cominciai a leggere.

Le parole fermavano un susseguirsi di emozioni senza tempo, scavate nel profondo del mio io sconosciuto, un secondo prima di essere state lette. Una sensazione di già visto percorreva tutta la narrazione.

Ebbi la sensazione di essere prosciugato, scritto e letto e anche altro. In quell'altro mi chiesi semmai avessi dimenticato una qualche certa assunzione di pastiglie colorate e magari anche numerate.

Mi fermai, nella strana mai provata emozione, nel brivido del mio conoscermi

Mi dissi: No! Anche con la voce, no non ne avevo mai fatto uso, ritenendole di poco utilità nella comprensione di questa avvolgente immaginaria realtà

Continuai a leggere come sobbalzato nel presente e nel passato contemporaneamente, preda di un futuro che dimenticavo nello stesso istante che apprendevo.

Nei dettagli - (capii di un mio leggermi, nella metamorfosi costante di un libro scritto)- erano impressi come calchi i miei respiri e i mie battiti giorno dopo giorno ed oltre, pensai la vita?

Trattandosi di contenuto assai privato e per questo credo per voi anche noioso, mi scuserete se eviterò di parlarvene.

Cercai di soddifare la sete del mio sapere nell' accedere fin da subito alla fine del libro, ma mi resi conto che ci arrivai al tempo non mio e non certo per un mio volere.

Ebbi in dono anche l'epilogo, e questo si posso raccontarvelo perché riguarda tutti voi, che come me dimenticate e ricordate l'essenza del vostro essere secondo per secondo senza quasi nemmeno accorgevene.

SIETE IN OGNI MOMENTO

IN OGNI LUOGO

LE MIE LUCI

CHE FIERE E IMPAVIDE

TENETE IN ATTESA

QUEL TETRO BUIO

CHE ASPETTA

LA MIA .

Di quella lettura ho un ricordo ora annebbiato, credo di averla letta da un libro trovato per caso vicino ad un ulivo mentre ero di ritorno con mio figlio da una cerimonia di inaugurazione, in un calda estate del 1999.

Del libro, di dove sia e di che cosa racconti in questo momento non ne ho la minima idea, so solo che esiste.


Rosafio Giancarlo 21/02/2014 20:14 2 761

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Rosafio GiancarloPrecedente di Rosafio Giancarlo

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Ancora una prova pił che convincente che risveglia l'interesse del lettore anche pił restio. I tuoi racconti, che definirei poetici, sanno ammaliare grazie alla passione che si percepisce. Č bello leggere i tuoi lavori e ti ringrazio di volerli condividere con noi. Al prossimo lavoro.»
Paolo Gugnoni

«Caro Giancarlo, a me i racconti non piacciono ma hai la straordinaria capacitą di farmi diventare io stessa protagonista del racconto...č stupefacente»
Anfra

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

Sei bravissimo ....perfetto.!! saluti (Rosita Bottigliero)

incantata,affascinata (emiliapoesie39)

mi hai tenuta in sospeso fino alla fine bravo (Paola Pittalis)



Ritratto di Rosafio Giancarlo:
Rosafio Giancarlo
 I suoi 21 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Spirito assassino (25/11/2013)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Allo scoccare della mezzanotte (29/10/2014)

Una proposta:
 
Una gią scritta fine del mondo (27/12/2013)

Il racconto più letto:
 
Lussuria (11/01/2014, 13973 letture)


 Le poesie di Rosafio Giancarlo

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it