4716 visitatori in 24 ore
 145 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4716

145 persone sono online
Autori online: 5
Lettori online: 140
Poesie pubblicate: 325’159
Autori attivi: 7’373

Gli ultimi 5 iscritti: Calliope98 - prosdocimo - Stefano Di Tonno - Andre - Okinawa
Chi c'è nel sito:
♦ Lara Messaggio privatoClub ScrivereRosetta Sacchi Messaggio privatoClub ScrivereAnna Maria Cherchi Messaggio privato ♦ Libera Mastropaolo Messaggio privato ♦ lucia curiale Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

La morte di mio padre

Biografie e Diari

Giunse all’ improvviso la morte di mio padre, un mattino di fine Aprile, mi chiamò mia sorella per darmi la triste notizia, Un po’ rimasi sorpresa, di certo quel giorno non me lo aspettavo, andai subito all’ ospedale dove mia sorella lo aveva portato appena si era sentito male, ma vi giunse già morto, infarto dissero, mio padre soffriva di cuore e quel giorno senza preavviso decise di fare il suo ultimo viaggio.

Io lo guardavo, disteso in quella bara all’ obitorio, era sereno, gli occhi chiusi come se dormisse.

Osservavo mia madre seduta vicino con la schiena curva, dignitosa, piangeva in silenzio, mia sorella e i miei fratelli piangevano anche loro, i parenti e tutti quelli che passavano a salutarlo avevano gli occhi lucidi, mio padre era un buon uomo ben voluto da tutti, ma io?

Io neanche una lacrima, me ne stavo quasi distante ad osservare in silenzio mio padre morto, soffrivo, non per la sua morte ma perché non sentivo dolore, niente occhi umidi, il mio cuore batteva regolare come se quella morte non mi toccasse da vicino e io mi sentivo in colpa per tutta quella indifferenza, eppure io amavo mio padre, lo adoravo, era stato per me un punto saldo, un faro di riferimento, la sua vita dedita alla famiglia e io ne andavo fiera e piena d’ orgoglio.

Ma che ci potevo fare? La morte di mio figlio mi aveva prosciugata prima

E qualsiasi altro dolore mi scivolava addosso come acqua.

Imbidrados sunt sos ojos

Siccos

Comente linna de fogu

Tragada sa limba

Fritta comente sa morte

In sas venas non bit curret

Pius sambene

(Traduzione)

Vitrei sono gli occhi

secchi

Come legna da ardere

Inghiottita la lingua

Fredda come la morte

Nelle vene non scorre più sangue


Paola Pittalis 05/03/2014 16:01 2 535

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Paola PittalisPrecedente di Paola Pittalis

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Un racconto che fa riflettere. Il dolore per la scomparsa di un padre è nell'ordine degli eventi che una persona mette in conto. Rimane un grande dolore. Ma è nulla dinanzi al dolore di una madre che perde un figlio.
A questo nulla subentra un senso di colpa, anch'esso prosciugato da una profonda rassegnazione. Intensi i versi finali Mi dispiace Paola dover commentare il tuo bel poetico narrare non sullo sfondo di una invenzione letteraria. Applauso per il modo in cui riesci a imprimere al lettore il tuo sentire, in sincera solidarietà per il tuo profondo dolore.»
Rosafio Giancarlo

«Il dolore si pone davanti a noi in mille modi.
Ed è dolore credo, anche la quasi indifferenza che sembra esserci di fronte alla morte di un padre.
Il dolore è anche lì, nella sofferenza di un'anima che sente sofferenza per non essere in grado di soffrire semmai.
Ma una madre che ha perso un figlio sa soffrire nel cuore con "lacrime asciutte" suo padre.»
Bruno Leopardi

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

Belli i versi oltre al racconto. (Bruno Leopardi)

bene descritto emerge dolore (emiliapoesie39)

Bellissime le ultime parole..fanno vibrare l'animo (Cecilia Rukia Mercadante)



Ritratto di Paola Pittalis:
Paola Pittalis
 I suoi 24 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Ti scrivo una lettera che mai spedirò (20/09/2013)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Fuori dalle righe (30/08/2017)

Una proposta:
 
Fuori dalle righe (30/08/2017)

Il racconto più letto:
 
Un ragazzo molto silenzioso (23/02/2014, 1121 letture)


 Le poesie di Paola Pittalis

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it