3906 visitatori in 24 ore
 207 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3906

207 persone sono online
Autori online: 3
Lettori online: 204
Poesie pubblicate: 332’698
Autori attivi: 7’458

Gli ultimi 5 iscritti: Loris Pavia - Manuela Capotombolo - Sophia - Andrea Ricci - simbdad
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereMarinella Fois Messaggio privatoClub ScrivereAnna Maria Cherchi Messaggio privatoClub ScrivereRosanna Peruzzi Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Considerazioni sul sogno di tre peones della citta’ di tampico durante l’ora d

Viaggi e Avventura

Considerazioni sul sogno di tre peones della citta’ di tampico durante l’ora d'aria

Peones: Josè, Pedro, Ramon (il saggio)
Luis: il secondino

J. Buongiorno Pedro

P. Buongiorno a te Josè, e anche a te Ramon

J. Buongiorno

R. Buongiorno

P. Avete avuto un buon sonno?

J. Non male Pedro

P. E tu Ramon?

R. Sempre domande del cazzo! Guardati intorno coglione! Siamo nel carcere di massima sicurezza di Tampico. Ho dormito come Cristo sulla croce!

P. Ah!

J. Sai Pedro? Questa notte ho fatto un sogno

P. E che avresti sognato mio buon Josè?

J. Mah! Non ricordo bene. So solo che ho sognato. Ma non ricordo cosa.

P. E già! Non ricordi nulla! Chissà che avrai sognato! E adesso non ce lo vuoi dire.

J. Giuro!

P. Avrai fatto uno di quei sogni… tipo… eh!

J. E quali sarebbero quei sogni… tipo… eh?

P. Và là che lo sai bene!

J. Tu vorresti dire…?

P. E già! Quei sogni che quando ti svegli, prima ancora di riprendere senno, ti giri come un forsennato, finché non vedi la povera Carmen, povera si fa per dire, e… eh?

J. Ah! Adesso ho capito. Povero stupido che sei! Il solito prosaico!

P. Caro Josè, quanto a cui alludo è poesia allo stato puro, musica celestiale, estasi divina!
Che altro? E poi, tu m’ insegni, come usava dire mia madre: “ Il sogno appartiene al sognatore” e soprattutto, si sogna ciò che accadrà.

J. Mio caro Pedro, permettimi di dissentire. A mio modesto parere, non accade ciò che si sogna, bensì si sogna ciò che accade Ovvero: lo spirito è subordinato alla materia, il caos all’ ordine. E noi, povere cose vaganti, forse… forse, solo un attimo prima capiremo, dopo, sarà il nulla.

P. Potrei replicare alla tua asserzione dicendoti che non si sogna ciò che accade, ma accade ciò che si preannuncia col sogno. Ovvero: la materia è subordinata allo spirito, l’ ordine al caos. E forse… Solo un attimo dopo questo nulla, capiremo, e sarà il tutto.

J. Ardua questione mio caro. Forse non si sogna affatto, forse non accade nulla. Ma accade? Si sogna? Ovvero: La materia è subordinata… All’ ordine? Al caos? A cosa?
Forse… tra il prima e il dopo, se non tra il dopo e il prima, all’ interno, se non all’ esterno o chissà dove di un ciclico o plurime linearità di stati, allora noi capiremo. Solo il nulla, attimi di nulla. Vibranti, intensi attimi di nulla. L’ assoluto?

P. E Tu, caro e saggio Ramon, che pensi in proposito?

R. Penso che ho fame, vorrei una donna e una bottiglia di tequila. Ma sono solo sogni, e tra un po’ si torna al gabbio.

L. Rientrate luride carogne! L’ ora d’ aria è terminata!


Michele D 06/11/2014 20:45 460

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Michele DPrecedente di Michele D

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Michele D:
Michele D
 I suoi 23 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Il giaccone di pelle (27/10/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Il nuovo mondo... (05/04/2016)

Una proposta:
 
Il testamento di uno squalo... (14/03/2016)

Il racconto più letto:
 
La Partenza (03/11/2014, 512 letture)


Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it