4933 visitatori in 24 ore
 235 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4933

235 persone sono online
Autori online: 7
Lettori online: 228
Poesie pubblicate: 325’225
Autori attivi: 7’373

Gli ultimi 5 iscritti: Calliope98 - prosdocimo - Stefano Di Tonno - Andre - Okinawa
Chi c'è nel sito:
♦ Michele Serri Messaggio privatoClub ScrivereRita Stanzione Messaggio privato ♦ Andrea D’Alfonso Messaggio privatoClub ScrivereAngela Schembri Messaggio privatoClub ScrivereAdele Boccabella Messaggio privato ♦ Veronica F Messaggio privato ♦ fausto di pasquale Messaggio privato
Vi sono online 3 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Il caso di casa Body

Fantasy

Che notte, quella notte! Casa Body l’aveva trascorsa in un modo quanto mai agitato. Era stata messa sottosopra e nessuno dei suoi membri aveva potuto chiudere occhio: il Signor Fegato, l’ inquilino del secondo piano, si era lamentato per ore e niente aveva potuto calmarlo. Le sue grida disperate avevano tenuto svegli tutti e a niente era valso l’ intervento del medico di guardia, che aveva solo potuto tamponare momentaneamente il dolore, con la solita iniezione sedativa. Il nuovo giorno poi, si presentava ancora peggio, perché Mister Brain aveva annunciato che la situazione si era pesantemente aggravata e che bisognava fare qualcosa, per il bene di tutti: o si interveniva immediatamente o erano guai seri. Allora, di primo mattino, servendosi dei tanti nipotini di nonno Blood, i Little White e Red, aveva fatto girare un avviso che nel primo pomeriggio ci sarebbe stata un’ assemblea generale, con un unico punto all’ ordine del giorno:

“ Che cosa fare e come evitare l’ irreparabile per casa Body?” E come sottotitolo: “ Trapianto o non trapianto?”

Alla riunione si presentarono tutti con puntualità svizzera. C’ era naturalmente Mister Big Buddy Brain che svolgeva la funzione di presidente; Johnny Heart con il compito di redigere il verbale e che batteva nervosamente la penna sul tavolo; i gemelli Right e Left Polmone che si davano un sacco di arie; il cugino Jan Pancreas, tutto zucchero e miele; le sorelle Camilla e Cosetta Cornea che controllavano minuziosamente l’ identità dei presenti e, in rappresentanza di Frankie Fegato, Billie Bile, più verde del solito e più teso che mai. Il resto dei membri si accomodò ordinatamente nella sala, pronto a far sentire la propria voce, se ce ne fosse stato bisogno. Il presidente, costatata la presenza di tutti (escluso naturalmente F. Fegato) e dichiarata aperta la seduta, prese la parola:

“ Fratelli, amici, oggi ci tocca affrontare una situazione molto critica che supereremo soltanto se siamo compatti e remiamo nella stessa direzione. Come tutti già sappiamo, il nostro caro Frankie ha le ore contate e la decisione che prenderemo, in questi attimi particolarmente tragici, sarà di vitale importanza, perché senza di lui sarà impossibile proseguire il viaggio, intrapreso insieme. Per dirla in poche e chiare parole v’è un’ unica soluzione a questo problema: il trapianto.”

“ Un momento!” – interruppe Billie Bile – “ Non vorrei essermi sbagliata, ma, a quanto pare, mi toccherà sopportare un altro signor Fegato? Se è così, io mi oppongo apertamente, perché il primo non ha fatto niente per comportarsi da persona civile. Infatti, il risultato delle sue “ bravate “ è ben evidente e tutti noi ne dobbiamo sopportare ora le conseguenze. Non vorrei che ne arrivi un secondo con le stesse indecenti abitudini.”

A queste considerazioni fu immediata la replica del presidente: “ Gentilissima signorina Bile, forse non ti sei resa conto della gravità del caso. A parte che “ il secondo”, come dici tu, non è ancora disponibile, perché, di questi tempi, non è facile procurarsi un sostituto; figurarsi poi trovarlo compatibile e adeguato ai tuoi desideri, perché, con questi chiari di luna, non ci possiamo permettere di fare i complicati. Sappi inoltre che, quando si viene a sapere che l’ interessato è meridionale, quelle poche porte che si aprono vengono immediatamente chiuse. Vorrei rammentarti, che ci siamo affidati all’ A.I.T.F., sulla cui serietà posso giurare e sulla cui professionalità metto la mano sul fuoco. Infine… infi…”

Mister Brain non poté più continuare... la parola gli mancò. Cominciò a sentire un senso di stanchezza e un’ improvvisa voglia di dormire lo fece scivolare sulla sedia… Agli altri membri dell’ assemblea successe la medesima cosa; poterono solo sentire una voce fuori campo e lontana che ripeteva: “ Recarsi in sala operatoria… L’ equipe del dottor Ftia si rechi urgentemente in sala op…”

Passarono alcune ore… e fu proprio Mister Brain a riprendersi per primo e quasi continuando: “ Infine, dovete saper che…”

Fu interrotto di nuovo, ma questa volta dalle migliaia di vocine dei piccoli White e Red:

“ Abbiamo un inquilino nuovo… Abbiamo un inquilino nuovo…”

La notizia non ebbe bisogno di essere divulgata agli altri, perché erano ancora tutti lì, nella sala riunioni, come li aveva sorpresi quella strana sonnolenza. Voci festanti si alzarono da tutti i lati e Mister Brain impiegò un bel po’ per calmare il loro entusiasmo: “ Amici, ho capito, ho compreso tutto! Il miracolo è avvenuto! L’ amore, questa volta, ha vinto e l’ equipe del dottor Ftia ci ha fatto un gran dono: la vita, LA NOSTRA VITA! Viva il nuovo inquilino di casa Body!”

Applaudirono tutti, diffondendo l’ entusiasmo per l’ intera casa e ognuno volle conoscere il nuovo compagno di vita. Lo trovarono al suo posto di combattimento, fresco e giovane, anzi, fresca e giovanissima, perché era Fortuna Fegato, un’ adolescente di quattordici anni, dalla voglia di vivere immensa. La colmarono di mille attenzioni e diecimila domande, cercando di sapere tutto della sua precedente esperienza… Lei ringraziò per la gradita accoglienza ma, garbatamente e con tono deciso, affermò: “ Che importanza ha da dove vengo e a chi appartenevo? Sono qui principalmente per compiere il mio dovere… Posso solo dirvi che ero una ragazzina fresca e pimpante e che un “ brutto incidente” mi ha strappato quello che di più caro avevo. Non ci sono colpe né qualcuno da condannare. Nel gran giro della vita c’è purtroppo una signora vestita di nero che bussa, a volte, all’ improvviso, portando sgomento e dolore… Ma, ogni tanto, la vita trionfa e la signora è momentaneamente sconfitta, grazie a grandi atti d’ amore, grazie a doni come il mio, perché chi ha fatto questa scelta ha dimostrato di amare profondamente la vita, offrendo sé stessa in un grande slancio di pura generosità. E finisco qui: la vita ha un solo colore, quello splendente e luminoso, in questo istante, del vostro sorriso! “

Di più non posso e non so raccontarvi. Vi ricordo solo che, dopo quella brutta notte, ci sono stati tantissimi giorni da vivere, grazie a una vita che ha donato sé stessa a un’ altra vita…

Peppe Cassese 22/06/2016 21:01 1 539

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Precedente di Peppe Cassese

Nota dell'autore:
«E' il racconto risultato terzo al Premio letterario Essere Armonia- Assisi, terza edizione, 11 giugno 2016.»

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Originalissimo e bello questo racconto che dovrebbe essere divulgato per la sensibilizzazione delle nuove leve. Grandissimi complimenti, scritto in maniere chiara e scorrevole, di massima comprensione. Il mio incondizionato plauso.»
Stello

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

Complimenti! (Luisa Molinari)

Ma sei una forza...! (piera tola)



Ritratto di Peppe Cassese:
Peppe Cassese
 I suoi 8 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Fratelli d'Italia (08/07/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Il caso di casa Body (22/06/2016)

Una proposta:
 
Il caso di casa Body (22/06/2016)

Il racconto più letto:
 
La zia (14/10/2014, 38387 letture)


 Le poesie di Peppe Cassese

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it