4551 visitatori in 24 ore
 287 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4551

287 persone sono online
Autori online: 10
Lettori online: 277
Poesie pubblicate: 322’664
Autori attivi: 7’359

Gli ultimi 5 iscritti: sabrina russo - Iacopone - SabrinaPfeil - Maddalena Corigliano - emanuele serafini
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereDonato Leo Messaggio privatoClub ScrivereGiovanni Monopoli Messaggio privato ♦ Libera Mastropaolo Messaggio privato ♦ Eolo Messaggio privato ♦ fausto di pasquale Messaggio privatoClub ScrivereGiovanni Licata Messaggio privatoClub ScrivereVivģ Messaggio privatoClub ScrivereAnna Rossi Messaggio privatoClub ScrivereMarcello Moiso Messaggio privato ♦ Michele Serri Messaggio privato
Vi sono online 7 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Un brutto incontro

Giallo e Thriller


Affannata continuava a correre in preda alla paura, inciampava e si rialzava guardandosi sempre alle spalle. Cercava di scappare da quell'incubo che aveva appena vissuto e cercava di farlo più velocemente possibile, ma sentiva quei passi ancora troppo vicini a lei. Si guardava attorno per cercare qualcuno, qualcosa, una via di fuga, ma non c'era niente di fronte. Solo il buio pesto della notte. Sentiva il cuore scoppiare in petto e nel suo battito si perdeva e tornava a quelle immagini .
- Ciao! sono Paolo
-Io sono Laura, sono contenta di incontrarti.
- Sì, pure io. Era pur giunto il momento di incontrarci dopo tutti 'sti mesi a chattare , non credi?
- Esatto. Allora che si fa?
-Non lo so, dimmi tu!
- Ti va di andare a prendere un caffè?Conosco un bar molto bello non molto lontano da qui, così possiamo parlare tranquillamente e conoscerci un po'.Dai sali sulla mia auto
- Sì, ma dove si trova esattamente? Sai non sono mai salita sull'auto di chi non conosco.
- Non temere credi che possa essere un tipo pericoloso? Ho aspettato tanto per incontrarti perché mai dovrei fare del male ad un bellissimo fiore!
- Hai ragione. Scusami, andiamo.
- Quindi, cosa ne pensi? Sono come mi immaginavi, oppure ti ho deluso?- No, no. Sei proprio come ti vedevo nelle foto. E io?
-Tu sei diversa, sei alta, magra e molto bella. - Scusa ma come m'immaginavi?
-Perdonami! un po' cicciottella e piccolina-
-Ah ah ah! bella questa!
Correva ma non sapeva dove andare. L'unica cosa che sapeva era quella di mettermi in salvo e chiamare qualcuno, ma tutto ciò sembrava impossibile. Era troppo lontano dalla città, in un tratto deserto fatto di alberi e di cespugli incolori . Sentiva solo il suo affanno e il battito frenetico del cuore mentre riviveva le immagini di quella sera.
- Allora cosa mi racconti? Mi sembri nervosa. Stai sudando?-
- No, è che... non so cosa sia.. mi sento strana-
- Spero in maniera positiva.
- Sì, sì certo.
- Allora se è così non pensare ad altro.
- Bene.
-. Dammi la mano.
- Cosa?
- Dai su . Dammi la mano-
- Ah!!! Ok.
- Dicono che quando si ci sente nervosi non c'è meglio di una stretta di mano-
- Davvero?
- Sì, dicono che faccia rilassare, perché il contatto fa acquistare energia positiva -
- Non posso crederci! !!
-Ok! Dai proviamoci. Poi si vedrà chi ha ragione. Così va meglio?
- Sì.
Una luce soffusa arrivava dal fondo della strada.
-Una casa, posso farcela.
Accelera la corsa affannata arriva sull'uscio incominciando a suonare il campanello e a battere con le mani sul portone, urlava forte da risuonare un eco sordo tra le foglie tremolanti
-Aiuto!! aprite vi prego!
Intanto la sua mente rievoca l'incubo passato
- No! No! Non voglio .Non mi tocchi!
- Uuuh! la signorina non vuole essere toccata. Ha paura che le si sgualcisca la camicetta!
- Ho detto: non mi toccare, stronzo. Shplaff!!!
- Ehi, la signorina si ribella. Mi ha dato pure un pugnetto. No, queste cose non si fanno se non si è in grado di colpire bene.-Vedi come si fa? così stronzetta! Shplaff!!!!
- La prego, la supplico mi lasci andare .
- Oh, - Perché altrimenti che fai?
- Niente! Ti giuro niente, non dirò nulla a nessuno quello che è successo! Però la prego mi lasci andare, mi sta facendo male!! .- Allora non l'hai capito che non devi dare i pugni se non sai farlo. Guarda come si fa.
. Ahiiiii!! Aiutooooooooooo!
- Chiama aiuto, qui non c'è nessuno! Puoi urlare quanto vuoi non ti sentirà nessuno.
Con un forte spintone la ragazza riesce a liberarsi dalla presa del suo aggressore e aprire violentemente lo sportello dell'auto e fuggire
Che fai scappi? Brutta puttana prima me lo fai diventare duro adesso vuoi andartene così?
- Vai! Corri, corri. ah ah ah!!!! tanto ti prendo!
Era stremata, gridava con tutta la sua forza battendo sempre più forte le mani sul portone ma nessuno rispondeva. La finestra illuminata all'improvviso si spense. Tornò un po' indietro per vedere se lui l'avesse seguita. All'improvviso una voce spettrale seguita da un calcio e un pugno sul viso la fece cadere per terra .Un rivolo di sangue caldo le scendeva dal labbro.
-Ciao fiorellino ci rivediamo
Distesa con il viso verso il cielo e con lo sguardo impietrito da tanta assurda violenzaripercorreva le ultime immagini mentre due mani strette intorno al collo la soffocano .
- Ciao! sono Paolo? Io sono Laura.
Prima di esalare udì le sue ultime parole .
-Lo vedi puttana che t'ho presa, adesso non farai più la stronza


Giulia Gabbia 23/02/2017 10:58 356

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Precedente di Giulia Gabbia

Nota dell'autore:
«Questa brutta storia č incominciata cosģ per caso un incontro tra due che chattavano su facebook, lei presa dalla voglia di conoscerlo non si era resa conto d'essere caduta in una trappola. Quante storie ci sono simili a quella di Laura? Tante e tutte hanno una vittima che li accomuna, la donna.»

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.




Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it