4450 visitatori in 24 ore
 275 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4450

275 persone sono online
Autori online: 12
Lettori online: 263
Poesie pubblicate: 318’123
Autori attivi: 7’385

Gli ultimi 5 iscritti: lionel - Stefana Pieretti - Mearcair - Davide Braneschi - Marcodellefratte
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereVito Rizzuto Messaggio privato ♦ Vondur Messaggio privatoClub ScrivereMidesa Messaggio privato ♦ rita damonte Messaggio privato ♦ pompeo conte Messaggio privato ♦ luisa taruffi Messaggio privato ♦ Sabyr Messaggio privatoClub Scriverepoeta per te zaza Messaggio privato ♦ Roberta Rotondo Messaggio privatoClub Scriverezani carlo Messaggio privatoClub Scriverepiera tola Messaggio privato ♦ Eolo Messaggio privato
Vi sono online 3 membri del Comitato di lettura









Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro telefonate al 375 500 62 39

Hide & seek II parte

Amore

Stavo pedalando con una certa energia per gustarmi meglio quella sensazione di libertà.
Il vento che ti scombina i capelli, che ti scarruffa anche le idee.
Quella strana sensazione dove tutto intorno a te diventa veloce e poi lento. Poi lento e di nuovo veloce.
Il senso di fatica nelle gambe, il sudore fra le scapole, il respiro affannoso.
D’ un tratto la ruota posteriore si inceppò al telaio e mi ritrovai con il sedere per terra.
Mi cadde la borsa, il cellulare, il portafoglio ed alcuni spiccioli. Non fu una caduta troppo dolorosa, ma più che sufficiente per lacerarmi i pantaloni, sbucciarmi le ginocchia e graffiarmi le mani.
Per fortuna nulla di rotto. Ottima performace da pera matura.
Un po' rossa in volto, mi alzai e sedetti sulla panchina di marmo, il ginocchio frizzava.
Mi sentivo come un eroico cavaliere delle leggende Arturiane, disarcionato dal suo fedele destriero.
Dal nulla apparve 'sto essere lunghissimo, senza dire una parola mi porse una bottiglietta di acqua, mi rese cellulare, portafoglio e spiccioli caduti, si diresse alla bicicletta.
Lo guardai aggrottando le ciglia.
Pensai fosse uno dei tanti stranieri.
Vestiva trasandato con accostamenti bizzarri. Si mise seduto per terra come se fosse la cosa più normale di questo mondo. Senza curarsi della morchia, afferrò la catena, dette una sistemata alla ruota, serrò il bullone e fece girare la moltiplica. Prese il manubrio e lo raddrizzò.
"La porti da un biciclettaio, vada piano che altrimenti finisce un’ altra volta a pelle d' orso." Disse a voce molto bassa senza toni sarcastici.
La mise sul cavalletto e si congedò.
Parola, mi girò la testa, non capivo quello che era successo.
Lo guardai allontanarsi. Sembrava sbucato dal nulla. Passava fra la gente come se fosse aria.
Rimasi sorpresa, forse anche un po' scocciata, ma incuriosita.
Mi aspettavo facesse qualche battuta o si mettesse a farmi il filo.
Nulla. Nada. Rien.
Vidi per terra un tappo copri obbiettivo, gli era caduto dalla tasca.
Zoppicando come il dottor House gli corsi dietro. Non mi resi conto di quanta distanza coprì con poche falcate, arrivai da lui paonazza, dolorante e accaldata.
" Ehi, tu, scusa, gli toccai il braccio, hai perso questo ".
Si fermò. Era altissimo, gli arrivavo si e no al petto.
Si alzò i Rayban è mi guardò.
Aveva degli occhi di un colore che non avevo mai visto, marrone chiaro con sfumature di verde.
"Ti volevo ringraziare, ma ti sei defilato subito. Non mordo, se avevi timore". Piazzai la frecciatina.
" Si lo so, scusami. Sono un po'indigesto, il tuo stomaco non approverebbe, poi comuque non si può fermare il vento". Sorrise.
E li accadde una cosa quasi irreale.
Il fluire del tempo venne meno, a tal punto da rendere quell'attimo eterno.
Restammo li, in piedi, a guardarci, senza dire una parola...
Tornai alla realtà dopo l'ennesimo tuono.
Mi restano memorie talmente vivide da fare ancora male, ancorate ed annodate al fondo del pensiero.
Attimi vaghi, indefiniti momenti di piacere mentale e fisico.
Son passati mesi, tanta acqua sotto i ponti. Impegni, festività, nuovi incontri che il sole mattutino ha sciolto come tenebra; e poi basta poco e ripiombo nel ricordo mai svanito, mai appassito di come vivevo quel periodo.
"Ti sei andato a prendere un angolo buio ed hai portato la luce, folle titano".
Già che ormai ero immersa nella piena dei turbamenti emotivi, aprii il bigliettino del nostro primo natale insieme. Mi dette il regalo guardadomi con gli occhi lucidi, celati dagli occhiali un pò appannati.


[....siam quelli che non si arrendono mai, che vanno in mille pezzi senza far rumore per non disturbare.
I pochi che vale la pena avere vicino.
Siamo i migliori, pieni di imperfezioni, ma con il cuore puro...]

Con amore


Matteo


Mentre il cielo s'imbruniva, un’ emozione mi sfiorò la pelle..

Matteo Bio Matteucci 04/03/2017 11:46 125

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Matteo Bio MatteucciPrecedente di Matteo Bio Matteucci

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Matteo Bio Matteucci:
Matteo Bio Matteucci
 I suoi 109 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Scatole & ricordi (09/09/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Passione Salata (30/05/2017)

Una proposta:
 
Extra Terrestre (Alieno parte II) (25/05/2017)

Il racconto più letto:
 
Voglie (27/04/2016, 2592 letture)


 Le poesie di Matteo Bio Matteucci

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro telefonate al 375 500 62 39

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it