4511 visitatori in 24 ore
 246 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4511

246 persone sono online
Autori online: 7
Lettori online: 239
Poesie pubblicate: 325’296
Autori attivi: 7’373

Gli ultimi 5 iscritti: Calliope98 - prosdocimo - Stefano Di Tonno - Andre - Okinawa
Chi c'è nel sito:
♦ Alessia Giuca Messaggio privatoClub ScrivereRasimaco Messaggio privatoClub ScrivereAndrea Palermo Messaggio privato ♦ rosa dagostino Messaggio privato ♦ Luigi Ederle Messaggio privatoClub ScrivereMichele Aliberti Messaggio privato ♦ Walter Olivetti Messaggio privato
Vi sono online 3 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Extra Terrestre

Biografie e Diari

Autunno. L'ennesimo.

Sarei stata volentieri sul letto o sul divano a scrivere, persa negli accordi delle mie canzoni preferite, ma dovevo lavorare; e considerato i chiari di luna, era meglio se i viaggi mentali fossero minimi.

Le bollette non aspettano e le multe fioccavano come corn flakes.

Il turno di oggi è stato piuttosto stancante.

Non son tipo da piangermi addosso, ma c’ erano momenti molto sfibranti.

Per fortuna a casa mi aspettavano, Matilde, la mia bambina e Whiskey.

Un meticcio lasciato sulla Tosco- Romagnola da qualche amante degli animali, lo trovai quasi esanime. Non potevo lasciarlo li.

Il marito si era defilato, sapientemente. Per il mio orgoglio fu un duro colpo.

Avevo creduto fino all'ultimo, sperato di vederlo in sala parto o dall’ altra parte del vetro, ma vidi solo altre coppie felici.

Alla nascita, mi trovavo da sola... senza avere la ben che minima idea di come fare il genitore.

Non sapevo come chiamarla, abbandonarla o darla in adozione.

Sapevo che aveva solo me e se per un istante vacillai, tenerla fra le braccia, mi dette coraggio.

Le conversazioni silenziose, le notti in bianco, i bagnetti, pannolini, le poppate, le ninne nanne.

Il nostro legame mi dava forza per andare avanti.

E sono giornate come questa, che non mi fanno rimpiangere la scelta di averla tenuta.

Stavo aspettando l'autobus sotto la pensilina che grondava acqua da ogni spigolo. Fissavo i rivoli di pioggia che scendevano sul vetro ormai crepato, i soliti adolescenti Livornesi annoiati, l’ avranno preso a pugni o pedate. Generazione andata a male, male come queste gocce di acqua che sembravano sassate.

Da quanto ero bagnata riuscivo a malapena a pulirmi gli occhiali. Pesavo cinque, sei chilogrammi in più. Cominciavo ad avere pure freddo.

" Ma quando diamine passa sto autobus? esclamai con tono seccato, triste e arreso.

Non mi posso permettere una macchina, costa troppo. Ho una bicicletta non un idrovolante. Avevo le scarpe consumate e pantaloni sdruciti, un orologio dei cinesi e vestiario prestato da amici.

Ero povera.

Tutti i pochi soldi che guadagnavo li usavo per la casa e per mia figlia.

Non mi ricordo più da quanto non andavo a mangiare un panino ai piloti la sera.....

Mangiavo poco e nemmeno tutti i giorni, ma la mia Matilde aveva sempre la pappa.

Mi salì il mal di stomaco sia per fame sia per nervoso. Mia madre mi stava dando una mano, fortunatamente, ma è anziana.

Avrei voluto un‘ altra vita, magari più serena, magari diversa.

Una macchina si fermò.

Mi prese un coccolone, giuro, strinsi la borsa come una tenaglia, tremavo come se avessi la febbre alta. Tutta via speravo si fosse perso o cercasse indicazioni stradali.

Mi si gelò il sangue quando buttò giù il finestrino.

" Signorina mi scusi, guardi che hanno hanno indetto lo sciopero. " mi disse.

" Sciopero? e mo' come ci torno a casa? risposi avvilita.

Scese e non so perchè, la paura aumentava, si diresse al portabagli...

Il cuore mi stava per esplodere... mi rannicchiai ancora di più verso l'angolo della pensilina, urtai il vetro ed un fiume di pioggia mi fermò il respiro.

Fine I parte


Matteo Bio Matteucci 19/05/2017 18:11 169

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Matteo Bio MatteucciPrecedente di Matteo Bio Matteucci

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Matteo Bio Matteucci:
Matteo Bio Matteucci
 I suoi 125 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Scatole & ricordi (09/09/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Freccia Bianca II (18/11/2017)

Una proposta:
 
Ricordi - Paese mio II (11/11/2017)

Il racconto più letto:
 
Voglie (27/04/2016, 3025 letture)


 Le poesie di Matteo Bio Matteucci

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it