293 visitatori in 24 ore
 22 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 293

22 persone sono online
Autori online: 21
1 lettore online
Poesie pubblicate: 321’074
Autori attivi: 7’365

Gli ultimi 5 iscritti: Laura Cl - Meggy - Lothar mago - Augusto Cervo - Gaia
Chi c'è nel sito:
♦ Marco Cutigni Messaggio privatoClub ScrivereRosetta Sacchi Messaggio privatoClub ScrivereRita Minniti Messaggio privatoClub ScrivereAnna Rossi Messaggio privatoClub ScrivereGiuseppe Vullo Messaggio privatoClub ScrivereDonatella Pezzino Messaggio privatoClub ScriverePaola Riccio Messaggio privato ♦ RossellaP Messaggio privatoClub ScriverePatrizia Ensoli Messaggio privato ♦ rosanna gazzaniga Messaggio privato ♦ Patrizia Iannetta Messaggio privato ♦ Idalgo Visconti Messaggio privato ♦ Patrizia Cosenza Messaggio privato ♦ Pasquale Farallo Messaggio privato ♦ RitaLM Messaggio privatoClub ScrivereStefano Canepa Messaggio privatoClub ScrivereAntonio Biancolillo Messaggio privato ♦ Valentino Mazzuca Messaggio privatoClub ScrivereGiovanni Ghione Messaggio privato ♦ Augusto Cervo Messaggio privato ♦ Mario Bugli Messaggio privato
Vi sono online 4 membri del Comitato di lettura









Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro telefonate al 375 500 62 39

Extra Terrestre - Epilogo

Biografie e Diari

Prendemmo l’ascensore, mi resi conto di quanto fosse alto, sfiorava quasi la lampada al neon, io nemmeno se salivo sopra un panchetto. Whiskey mi aveva sentito.
Avvisai Matteo che poteva essere guardingo con gli estranei e cercare di morderlo. Mi guardò alzando il sopracciglio, con un espressione quasi a prendermi per il culo.
Aperta la porta, il cane non mi filò di pezza, andò dritto da lui, che intanto si era messo seduto.
Rimasi basita, esterefatta quando in una manciata di secondi, il fido quadrupede era pancia all’ aria, guaendo e scondizolando.
Lo feci entrare, accomodare nel salottino, volevo rendergli la coperta.
Andai in camera a togliermi i vestiti bagnati. Avrei fatto una doccia calda, mi ci voleva. Quando, ecco, mia madre con Matilde.
"Stefania, ma quella coperta, dove l’ hai presa? Sembri la madonna. Hai fatto tardi, traffico? “ No, mamma sciopero, fortuna un ragazzo, mi ha accompagnato a casa, ma prima ci siamo fermati a mangiare al Quo Vadis, avevamo fame. Adesso gioca con Whiskey.
"E di grazia, io conosco questo ragazzo? Amico del liceo o del lavoro? Gioca con chi? Sì, ova, come minimo gli avrà strappato i malleoli, povero bimbo “.
Presi mia figlia e la strapazzai di coccole, mia madre intanto andò in sala.
"Buonasera signora, io son Ma...."
e venne silenzio.

§§

Con la coperta a mò di toga, avevo un freddo porco, mi sporsi dalla porta. Mia mamma era vicino al divano, Matteo in piedi con il cane in braccio e stavano immobili come statue.
" Bio? Ma che diamine ci fai qua? " esclamò mia madre con tono solenne e perplesso.
"Bio o Dio? Ma che è un messaggio in codice? Ma non si chiamava Matteo? ! Cercavo di capire che diavolo stesse succedendo, invano.
"Ehm, Arianna, stavo tornando a casa ed ho visto tua figlia sotto il diluvio, non me la son sentita di lasciarla li da sola".
Ma si conoscono allora..... Mia madre tornò in camera emozionata e con un sorriso a quarantacinque denti. "Stefy, ma hai la minima idea di chi c è di la nel nostro salotto? "disse a bassa voce.
"No, mamma non lo so. So che è un ragazzo, si chiama Matteo, era a fare foto ai fulmini" risposi con apprensione e curiosità.
" No, non è un ragazzo, ha la tua età. Abbiamo il cantore delle onde, l'autore de " Le stagioni del Bio " il libro che leggi sempre. Quello che vinse il concorso nazionale "La mia finestra affaccia su.." e che racconta il mare di Livorno come nessun altro. Hai trovato sulla tua strada il Matteucci e non gli offri manco un caffè? ! Le storie che lo riguardano. Quell'alone di fascino e mistero che si porta appresso..... Hai preso troppa pioggia figlia mia".
Sentivo ammirazione da parte sua, cosa assai rara ed insolita. Il mio cervello cominciò ad entrare in apnea. Tutto stava prendendo forma, avevo in salotto un alieno in carne e ossa. Entrai in doccia, ma lasciai la porta aperta, dovevo ascoltare.
"Bio, io vado via, è stato come sempre un piacere, aspetto altre foto e racconti. Un giorno ci prendiamo qualcosa da bere".
"Certo Arianna contaci. Non voglio creare casini, puoi stare tranquilla”.
"So chi sei e so che mi posso fidare. Salutami Stefania."
Si chiuse la porta la casa.
“ Fidare? !? Mia madre? ! Ok, si era fatta uno spinello.”
E ci fu silenzio ancora.


§§§

Uscìì dalla doccia con trecento domande. Sbirciai in salotto. Whisky si era acciambellato ai suoi piedi e Matilde, accanto, che lo guardava con sospetto. Mi venne da sorridere.
“ Sei papà di mamma? " gli chiese. Guardai nello specchio del canterale, piangendo come una fontana.
" Tesoro, son solo un amico, hai già un papà. "
Sì, bel padre davvero, quel vigliacco ci ha lasciate sole.
Vedevo quella scena così naturale, ma così strana per la mia vita. Un po' di serenità mi ci vorrebbe, ma è chiaro che qualcuno non vuole. Mi prese rabbia, sconforto e tristezza, ma non potevo farmi vedere in questo stato.
Bio prese dallo zaino un paio di cuffie, erano enormi, verdi, le mise a Matilde, la prese in braccio e cominciò a ninnarla. Si addormentò....
Giuro, non credevo a quello che vedevo.
Rimasi li, in silenzio, sbigottita, sulla soglia per non disturbare, per godermi quella scena meravigliosa. A quel punto, mi tornarono alla mente le parole del suo racconto:
"Ho una bellissima raccolta di sogni infranti. La tengo lì, nel cassetto dei ricordi, insieme all album dei rimorsi e rimpianti; fra il dispenser dei vaffanculo non detti e alla scatola dei segreti. Vieni, non temere. Ti mostrerò l'elastico della pazienza, non farci caso se in alcuni punti è logoro." E quella gomma colorata così grande a che serve? "mi chiese con gli occhi stupefatti. Oh, quella è la gomma della speranza, serve per cancellare i giorni grigi ed i momenti tristi. E quelle cuffie così grandi? Quelle amica mia sono la panacea per il mio dolore. Musica per tenere lontano i cattivi pensieri, per non sentire le stronzate della gente e addormentarmi senza paura."
Adesso è tutto chiaro.
Andai verso di loro sperando non fosse un sogno e se lo fosse, speravo di non svegliarmi.

Fine


Matteo Bio Matteucci 26/05/2017 15:11 111

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Matteo Bio MatteucciPrecedente di Matteo Bio Matteucci

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Matteo Bio Matteucci:
Matteo Bio Matteucci
 I suoi 110 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Scatole & ricordi (09/09/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
365 (09/09/2017)

Una proposta:
 
365 (09/09/2017)

Il racconto più letto:
 
Voglie (27/04/2016, 2765 letture)


 Le poesie di Matteo Bio Matteucci

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro telefonate al 375 500 62 39

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it