4522 visitatori in 24 ore
 200 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4522

200 persone sono online
Autori online: 6
Lettori online: 194
Poesie pubblicate: 322’747
Autori attivi: 7’360

Gli ultimi 5 iscritti: Giovanna Pivotti - acquaflora - sabrina russo - Iacopone - SabrinaPfeil
Chi c'è nel sito:
Club ScriverePeppe Cassese Messaggio privato ♦ Maria Fiorella Corazza Messaggio privatoClub ScrivereLaura Fogliati Messaggio privato ♦ Giovanni Perri Messaggio privato ♦ Carmine Ianniello 1 Messaggio privatoClub ScrivereMaria Luisa Bandiera Messaggio privato
Vi sono online 2 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Alter Ego

Amore

Era il ragazzo più buono che avessi mai incontrato. Simpatico e dalla lingua tagliente. Molto diretto ed empatico, ma allo stesso tempo un carattere da prendere con le pinze.
Alle volte per scherzare mi diceva " dovevo essere preso con il contagocce" .
A dosi elevate poteva essere indigesto.
Ascoltava, cosa molto rara nelle persone, ma poteva chiudere le orecchie ed il cervello in pochi secondi, diventando ottuso, intollerante e addirittura maligno.
Da affabile, scherzoso, giocoso poteva abbuiarsi d'improvviso.
An open mind, ma c’erano argomenti molti scomodi. Non aveva problemi di bipolarismo, anche se poteva sembrare.
Molta pazienza e buon cuore, anche troppo.
Lo vidi piangere di tanto in tanto.
Lo conobbi tramite un'amica comune, mi piaceva quel lato molto sfaccettato, imprevedibile e un po' folle.
Non era monotono, nè musone, tranne in certi momenti. Diversi angoli bui e spigoli appuntiti.
Ricordo bene le risate ed i momenti di ilarità. Ero entrata in confidenza e parlavamo spesso. Avevamo stabilito un linguaggio tutto nostro. Ero molto gelosa di questo rapporto. Potevo contare su di lui.
Una notte per esempio mi prese una crisi di pianto, stavo attraversando un brutto periodo, fortuna avevo lui accanto. Lo chiamai e venne a casa mia, mezzo confuso, ma venne. Finimmo per dormire insieme, mi rispettava. Limitava il contatto fisico, tanto è vero che agli inizi credevo fosse omosessuale.
Sbagliai di grosso.
Mi arrivarono voci, malizie ed indiscrezioni degne di un giornaletto pornografico. Non avrebbe mai fatto qualcosa di eccessivo e sconveniente.
Un giorno stavamo facendo la lotta come eravamo soliti e nel trambusto mi toccò il seno... per un istante una strana luce gli comparve negli occhi, io beh... diventai rosso carminio.
Subimmo distanze e periodi di incertezza. Il lavoro non andava bene ed ero costretta a trasferte stancanti per non essere messa alla porta. Nel periodo di distanza la nostra amica Paola si avvicinò a lui.
Me lo disse, ricordo bene la mia reazione, non mi interessava più di tanto. Ero felice per loro, ma avevo altri casini in testa. Finito il periodo di pioggia tornò il sereno variabile.
Lo chiamai per sentire come stava, era distante. Rispondeva ad intervalli.
Un sabato presi il treno ed andai da lui. Ero felice, dopo mesi che non lo vedevo, mi sentivo quasi emozionata. L'emozione durò poco, era con Paola. Vederli abbracciati intimi mi provocò fastidio. Subii il colpo di grazia quando si baciarono.
Ricordo il mal di stomaco salirmi fino in gola, il respiro si fece corto e piansi di rabbia e delusione.
Tagliai i ponti, mi negai al telefono e mi buttai a capo fitto nel lavoro.
Venni a sapere che perse la zia. Mi cercò, mi sentivo offesa e non mi feci trovare.
Passarono altri mesi.
Aveva saputo del trasferimento, mi telefonò, lasciò un messaggio in segreteria: " Iris, son mesi che ti cerco, ma ti sei sempre negata. Avevo bisogno di te, ma non ti sei fatta trovare. Tranquilla, non ti cercherò più. Auguri per la tua promozione "
Il tono era tranquillo, io volevo buttarmi dalla finestra.
Era il 14 Marzo e persi un amico.
"Allora, le hai dato la lettera? " No, non avrebbe senso.
“ Ma come, ostenti il vessillo della sincerità come i pirati ostentano il Jolly Roger e poi ammaini le vele? ". Ha già sofferto abbastanza, quanto devo insistere?
“ Bio, non si tratta di insistere, Iris deve sapere che non sei un mostro”.
Mi guardò quasi con disprezzo, si accese una Camel Light.
"Beh, se pensa sia un mostro, a sto punto ho fatto bene".
Si mise le cuffie rivolgendo lo sguardo verso il mare. Mi alzai. L'avevo fatta grossa, avevo messo in dubbio la sua lealtà.
Mi guardò un'altra volta " Paola, cosa ne pensi, sono un mostro? ".
Non mi uscì parola, nemmeno un fiato, sarebbe bastato dire " No" anche un semplice abbraccio, ma restai muta. Lo vidi andarsene nell’ esplosioni di colore del cielo estivo.
Era il 5 di Luglio, sentivo freddo ed avevo tradito la sua fiducia.


Matteo Bio Matteucci 28/05/2017 04:06 147

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Matteo Bio MatteucciPrecedente di Matteo Bio Matteucci

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Matteo Bio Matteucci:
Matteo Bio Matteucci
 I suoi 115 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Scatole & ricordi (09/09/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Fottesega V parte (21/10/2017)

Una proposta:
 
Fottesega V parte (21/10/2017)

Il racconto più letto:
 
Voglie (27/04/2016, 2848 letture)


 Le poesie di Matteo Bio Matteucci

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it