303 visitatori in 24 ore
 22 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 303

22 persone sono online
Autori online: 21
1 lettore online
Poesie pubblicate: 321’136
Autori attivi: 7’367

Gli ultimi 5 iscritti: Laide vanesia - Elena Arlotta - Laura Cl - Meggy - Lothar mago
Chi c'è nel sito:
♦ elena leica Messaggio privatoClub ScrivereEmilia Otello Messaggio privato ♦ Stefana Pieretti Messaggio privatoClub ScrivereRita Minniti Messaggio privatoClub ScrivereAntonio D’Auria Messaggio privatoClub ScrivereAnna Rossi Messaggio privatoClub ScrivereStefano Canepa Messaggio privato ♦ Edoardo Iosimi Messaggio privato ♦ Jo Kondelli Ghezzi Messaggio privatoClub ScrivereMarina Lolli Messaggio privatoClub ScrivereRasimaco Messaggio privatoClub ScrivereGiuseppina Di Noia Messaggio privato ♦ Giorgio Cazzante Messaggio privatoClub ScrivereGiuseppe Vullo Messaggio privatoClub ScrivereFrancesco Rossi Messaggio privatoClub ScrivereMarcello Moiso Messaggio privatoClub ScrivereRita Stanzione Messaggio privato ♦ aquilablu59 Messaggio privato ♦ picciro Messaggio privatoClub ScriverePatrizia Ensoli Messaggio privato ♦ Rosaria Catania Messaggio privato
Vi sono online 6 membri del Comitato di lettura









Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro telefonate al 375 500 62 39

Angelo custode o messaggero quantico 2

Biografie e Diari

IL SIGNOR Nunzio T. GUADAGNAVA BENE ED ERA BENESTANTE...

...ma sperperava parte dello stipendio, perché aveva un po’ di vizi... sempre elegante, capelli brizzolati, accanito fumatore, discreto bevitore di whisky e giocatore di carte... non ricordo, forse perché, ero troppo giovane, se Nunzio T fosse anche un po’ donnaiolo, perché da casa sua spesso si sentiva un certo trambusto, urla, imprecazioni e litigi con la moglie! Infatti un giorno entrando nel soggiorno con Rino T, per vedere carosello, infatti li c'era il famoso piccolo televisore, avevo notato che la porta era rotta... poi avevo percepito che la moglie di Nunzio raccontava che suo marito in un momento di collera, aveva dato un pugno sfondando il compensato centrale della porta, e lui si procurò delle escoriazioni e contusioni alla mano. La mia famiglia come al solito era in condizione economiche precarie e perciò anch'io dovevo portare a casa un contributo. Infatti mi trovarono un lavoro dal signor Danile un fioraio di via Atenea. Signori miei...! avevo 11 o forse 12 anni, tornavo da scuola verso le ore 13 mangiavo e facevo i compiti velocemente perché alle ore 15 dovevo andare dal signor Danile che mi utilizzava per ritirare i fiori che arrivavano alla stazione da san remo e poi, per la consegna di mazzi di fiori a domicilio alle fidanzate, compleanni, ricorrenze etc. e cosi mi giravo tutta Agrigento! Il fioraio per questo mio lavoro mi dava 3 mila lire al mese. Inoltre nella consegna dei mazzi di fiori spesso, ricevevo anche le mance.

Allora andavo dal fioraio, e per essere più aderente alla realtà vi spiego dove si trovava... fioraio Danile in via Atenea dove c'era la Standa vecchia e poi il tribunale. Questo fioraio mi voleva bene ma al momento dei soldi non la perdonava a nessuno! Infatti un giorno mi diede 3 mila lire e mi disse " Pinuzzo ", a favara mi chiamano. Pepè, qua a Palermo Beppe o Pippo o Peppino... ogni tanto Giuseppe... però non perdiamo il filo... allora il fioraio mi diede 3 mila lire e mi mandò alla stazione a ritirare il collo con i fiori di san remo e che dovevo pagare giusto 3 mila lire! Come fu... come non fu... alla stazione di Agrigento nell'attesa del treno non vado a perdere le 3mila lire? Minchia... ero morto! ..alla stazione, mi dissero, ragazzo.! "se non hai i soldi non ti possiamo dare i fiori del signor Danile!..mamma mia sono rovinato e come faccio ora? Chi ci parla con il fioraio... che quello per cento lire si faceva dare 3 punti in culo! e che faccio? ero mortificato! povero ragazzo... 11 o 12 mi veniva da piangere... nessuno mi poteva aiutare... ancora ci penso e mi viene da piangere... ho perso o mi hanno rubato le 3 mila lire del signor Danile! Insomma il tempo passava e nel 64 il cellulare non esisteva... allora per farla breve ritorno con la coda tra le gambe e quando mi vide il fioraio... pinuzzo! ma "dove sono i fiori? sig. Danile hi hi hi (piangevo) ho perso le 3 mila lire... hai perso 3 mila lire? Bravo! Ma i fiori mi servono per lavorare! Sai che ti dico " pinuzzo " ti trattengo un mese di stipendio... che sono esattamente 3 mila lire! “ Buttana di so matri”...puttana la mamma del sig. Danile! sono passati oltre 50 anni ed ancora mi brucia!


Giuseppe Vullo 31/05/2017 06:20 1 221

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Giuseppe VulloPrecedente di Giuseppe Vullo

Nota dell'autore:
«Seconda parte del viaggio nei miei ricordi, ho vissuto diverse volte il fenomeno dell'angelo custode o con le conoscenze scientifiche della fisica quantistica, si puo chiamare come messaggero quantistico.»

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Certo che il signor Nunzio T. aveva un bel po' di vizi...
per un ragazzino di 11/12 anni deve essere terribile perdere i soldi e per di pił anche la paga mensile che serviva per aiutare la famiglia... povero Peppe...»
Giacomo Scimonelli

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

Quanta tristezza!!! Ciao Giuseppe! (Maria Fiorella Corazza)



Ritratto di Giuseppe Vullo:
Giuseppe Vullo
 I suoi 16 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Minchia che casino il debito! (22/03/2017)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Morte con entaglement quantistico (16/09/2017)

Una proposta:
 
Morte con entaglement quantistico (16/09/2017)

Il racconto più letto:
 
Angelo custode o messaggero quantico 1 (30/05/2017, 385 letture)


 Le poesie di Giuseppe Vullo

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro telefonate al 375 500 62 39

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it