304 visitatori in 24 ore
 22 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 304

22 persone sono online
Autori online: 21
1 lettore online
Poesie pubblicate: 321’136
Autori attivi: 7’367

Gli ultimi 5 iscritti: Laide vanesia - Elena Arlotta - Laura Cl - Meggy - Lothar mago
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereSara Acireale Messaggio privatoClub ScrivereRosetta Sacchi Messaggio privato ♦ elena leica Messaggio privatoClub ScrivereRita Minniti Messaggio privatoClub ScrivereAntonella G Messaggio privatoClub ScrivereGiovanni Ghione Messaggio privato ♦ Jo Kondelli Ghezzi Messaggio privato ♦ picciro Messaggio privatoClub ScrivereEmilia Otello Messaggio privato ♦ Stefana Pieretti Messaggio privatoClub ScrivereAntonio D’Auria Messaggio privatoClub ScrivereAnna Rossi Messaggio privatoClub ScrivereStefano Canepa Messaggio privato ♦ Edoardo Iosimi Messaggio privatoClub ScrivereMarina Lolli Messaggio privatoClub ScriverePatrizia Ensoli Messaggio privatoClub ScrivereRasimaco Messaggio privatoClub ScrivereGiuseppina Di Noia Messaggio privato ♦ Giorgio Cazzante Messaggio privatoClub ScrivereGiuseppe Vullo Messaggio privatoClub ScrivereFrancesco Rossi Messaggio privato
Vi sono online 7 membri del Comitato di lettura









Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro telefonate al 375 500 62 39

La pieve di montagna

Spiritualitą

Vi era entrata per caso, mentre attraversava il bosco seguendo il sentiero che portava fin sulla cima del colle. Si era allontanata dal gruppo, per cercare un po’ di solitudine e di tranquillità, stanca del vocio assordante e della concitazione che accompagnano inevitabilmente le scampagnate tra amici.

Camminava senza guardare il viottolo, con passi quasi automatici, estranei alla sua volontà, persa nei suoi pensieri, quando le si era parata dinanzi quella piccola chiesa di campagna, così serena nella sua solitudine antica, piccola e ricca di quel fascino che solo posseggono le cose umili e nello stesso tempo piene di grande fierezza.

Senza una particolare ragione, la sua mano aveva spinto il portone intarsiato con figure bibliche, appena accostato, ed era entrata.

La colpì subito, fin nel profondo dell’ anima, l’ atmosfera sacra che si respirava all’ interno della chiesetta, vuota in quel momento e silenziosa.

Si guardò intorno, a cercare presenze umane. Nessuno.

La navata era unica, con due file di banchi nudi e lineari, perfettamente allineati e rivolti verso l’ altare in pietra grezza.

Sulle pareti laterali qualche dipinto di santi, con vecchie cornici di estrema semplicità, due confessionili, l’ acquasantiera tonda, a forma di grande calice dal lungo stelo, piena di acqua benedetta.

Dal soffitto a capriata, pendevano soltanto due grandi lampadari di ferro battuto, spenti.

Le poche finestre distribuite in alto, quasi a toccare le travi del soffitto, di dimensioni piuttosto ridotte, diffondevano all’ interno una luce rarefatta, ricca di spiritualità.

Dietro l’ altare, proprio sotto il modesto rosone in vetro colorato, un Cristo crocifisso, di legno scuro, con la sua corona di spine e la fronte sanguinante, sembrava guardarla, con gli occhi colmi di doloroso amore.

“ Gesù” disse a voce alta, rivolgendosi al crocifisso, quasi parlasse con una persona viva. “ Gesù, eccomi. Tu sai ogni cosa di me, tutto il bene e tutto il male, le mie debolezze, il grande amore, i miei tradimenti e le mie angosce, le terribili ansie e le speranze, troppe volte deluse, gli sforzi per essere migliore, la consapevolezza dei miei grandi limiti. Tu conosci bene questa donna che ti sta innanzi e ti parla come se tu fossi il suo più grande amico. Tu l’ hai conosciuta bambina e fanciulla, giovane donna folle d’ amore impossibile, donna consapevole della realtà e dell’ inconsistenza dei sogni. Tu l’ hai vista aggrapparsi alla sua stessa disperazione, convincersi che fossero giuste anche le scelte più sbagliate e poi cadere e rialzarsi, caparbia, trascinarsi nella vita coi piedi lacerati e sanguinanti, le spalle stanche, ma la testa sempre alta, per orgoglio o per difesa, tu lo sai. Tu conosci la madre che ti ha bestemmiato e poi chiesto perdono, che ti ha voltato le spalle quando ha creduto che l’ avessi abbandonata e poi ti ha rincorso nel profondo del suo cuore e ritrovato e abbracciato e pregato ancora. Tu conosci bene questa continua, penosa insoddisfazione, questo non sapere mai cosa desideri veramente, dove sia l’ approdo, quale la meta, lo scopo, il frutto di ogni mio giorno. Sai anche che non temo la morte se non per la consapevolezza di dover lasciare i miei figli, ma sai anche quanto temo questo lento e inesorabile trascorrere del tempo, quanto mi addolori il pensiero che il mio corpo sta declinando piano piano, e si accavallano sull’ anima le rughe, come sulla pelle. E quanta contraddizione c’è nel mio dire tu lo sai, tu lo comprendi, tu solo. Non mi rispondi, ma so quanto mi ami e so che non mi abbandonerai mai, anche se forse dovrò ancora tanto pregarti e forse tornare a bestemmiarti e poi chiederti ancora quel perdono che tu non mi negherai. Tu sai già tutto. Perciò mi guardi con questi occhi colmi di doloroso amore. ”

Uscì dalla chiesa, richiamata dalle voci concitate della comitiva che aveva abbandonato poco prima. Sorrise a tutti e si accodò al gruppo, per la discesa a valle, col suo segreto in fondo al cuore.


Silvana Poccioni 08/06/2017 11:48 2 173

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Silvana PoccioniPrecedente di Silvana Poccioni

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Un racconto molto bello, intenso, sentito, scritto in uno stile semplice ed accattivante. Leggo solo raramente racconti sul sito, e sono lieto di avere avuto per caso l'occasione di imbattermi in uno veramente all'altezza. Auguri.»
ex Lorenzo Crocetti

«Quanto sono d'accordo con la narratrice! Anch'io, parecchi anni fa, vissi questa esperienza (che poi cercai di sintetizzare nella poesia "Una chiesetta nel Molise") proprio nella regione della Poccioni, quando trovai per caso, in un paesino di cui non ricordo il nome, una piccolissima e vuota chiesa davvero molto simile a quella descritta cosģ accuratamente nella prima parte di questo racconto. Forse mormorai anch'io qualcosa al crocifisso, anche se sono sempre stato incapace di pregare veramente. Pare davvero che la presenza di Dio (o quella della concezione che noi abbiamo di Lui) sia inversamente proporzionale alla dimensione e al fasto delle case che noi edifichiamo per glorificarLo!»
Antonio Terracciano

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Silvana Poccioni ha pubblicato in:

Libro di poesieFesta delle Donne 2010
Autori Vari
Poesie per la Festa delle Donne. Il lato femminile della poesia

Pagine: 107 - Anno: 2010


Libro di poesieSan Valentino 2010
Autori Vari
Poesie d'amore per San Valentino

Pagine: 110 - Anno: 2010


Libro di poesieAddio Alda
Autori Vari
Poesie per Alda Merini

Pagine: 92 - Anno: 2010


Libri di poesia

Ritratto di Silvana Poccioni:
Silvana Poccioni
 I suoi 63 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
La mosca (05/10/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
O superbi mortal (02/09/2017)

Una proposta:
 
O superbi mortal (02/09/2017)

Il racconto più letto:
 
Una lettera per mia madre (08/01/2011, 4403 letture)


 Le poesie di Silvana Poccioni

Cerca il racconto:



  



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro telefonate al 375 500 62 39

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it