4511 visitatori in 24 ore
 191 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4511

191 persone sono online
1 autore online
Lettori online: 190
Poesie pubblicate: 322’741
Autori attivi: 7’360

Gli ultimi 5 iscritti: Giovanna Pivotti - acquaflora - sabrina russo - Iacopone - SabrinaPfeil
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereMau0358 Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Fottesega I parte

Biografie e Diari

Stavo passando un periodo non molto positivo, anche se sarebbe più giusto definirlo di merda.
L’ incidente fu la ciliegina sulla torta. Le settimane di ospedale, l’ operazione dall’ esito incerto e la conseguente fisioterapia sommata alle altre cose quotidiane mi fiaccarono di brutto.
Ero fisicamente e psicologicamente prostrata.
Ricordo poco, solo qualche sprazzo di quella notte orrenda.
Pioveva e grandinava
La strada era praticamente un greto di fiume. Procedevo piano, si vedevano le sagome indistinte delle cose. Mancavano pochi metri a casa, quando dal senso unico di Via Raiola, una macchina mi centrò con tutta la forza di uppercut. Mi cappottai per l’ urto, poi sbiaditi frammenti di tempo.
I vetri in frantumi, un ronzio costante, fumo bianco dal motore. Urla e domande. Sirene e freddo.
Prima di perdere i sensi, una figura indistinta mi prese in braccio e mi distese sotto un portone.
" L’ ambulanza sta arrivando, tieni duro ".

Aperti gli occhi, dolore, flebo e fasciature. La gamba sinistra chiusa come dentro un sarcofago.
Cominciai a piangere. Nella stanza alcune composizioni floreali, un paio di peluches, ma le sedie erano vuote. Non sapevo che giorno fosse, mattina o sera, pomeriggio o notte. Mi sentivo persa e dimenticata.
Provai a mettermi di fianco, ma l’ ingessatura mi bloccava.
Una fitta penetrante, da mozzare il fiato, ottundeva i pensieri, altre lacrime.
Fissai il vuoto in cerca di pace.
Un paio di infermiere, forse, vennero a vedere come stavo, ma era tutto molto distante e distorto.
Nei momenti di lucidità sempre più durevoli, cominciavo a muovere qualche passo con il deambulatore; nella stanza, ma almeno non ero rilegata sul letto a massacrarmi il coccige.
Venne un martedì. Durante la mattinata, mi fecero visita un paio di avvocati, un agente di polizia ed alcuni parenti.
Wow, ero famosa, il giornale locale, parlava dell’ incidente: "
l’ altro guidatore un rumeno di 26 anni, D. L non in condizioni di guidare, positivo ad alcool e sostanze stupefacenti... divieto d’ accesso, mancato stop... morto nell’ impatto per le ferite riportate. Un anonimo, giunto sul posto, trasse fuori dal veicolo ribaltato la signorina Maddalena Grossi....poco prima che l’ auto prendesse fuoco...." Porco zio!
Bene, un salvatore sconosciuto mi aveva sottratto alla morte, ma se quel maledetto delinquente non mi avesse centrato, non sarei stata qua.
Ero viva, questo bastava, però porca puttana....
Uscita da qui, mi aspettavano parecchie gatte da pelare... e difatti... quattro mesi di odissea, non erano male. Lavoravo da casa, ma giuro, sentivo nostalgia della scrivania. Il caffè della macchinetta: imbevibile. Le sigarette e le colleghe. L’ odore forte di varechina dei bagni che Marisol usava senza remore.
Mi mancavano pure le lamentele della gente.
Mia sorella venne trasferita, i molti amici che credevo di avere, si dileguarono come ombre a mezzogiorno. Ero sola.
La casa da mandare avanti, una fisioterapia fastidiosa e tempi di ripresa siderali.
Una depressione si stava avvicinando minacciosa.
Ogni tanto mordicchiava la caviglia; era nascosta nel ricordo di quella notte, nelle ferite ancora visibili e nel silenzio di ore troppo lunghe da passare.

Fine I parte


Matteo Bio Matteucci 11/10/2017 14:51 48

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Matteo Bio MatteucciPrecedente di Matteo Bio Matteucci

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Matteo Bio Matteucci:
Matteo Bio Matteucci
 I suoi 115 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Scatole & ricordi (09/09/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Fottesega V parte (21/10/2017)

Una proposta:
 
Fottesega V parte (21/10/2017)

Il racconto più letto:
 
Voglie (27/04/2016, 2847 letture)


 Le poesie di Matteo Bio Matteucci

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it