4850 visitatori in 24 ore
 218 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4850

218 persone sono online
Autori online: 11
Lettori online: 207
Poesie pubblicate: 324’201
Autori attivi: 7’370

Gli ultimi 5 iscritti: Cesare04 - Caterina Fantoni - Gennaro Caiazzo - Simone1996Cedrone - Filippo Nardozza
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereLuciano Capaldo Messaggio privato ♦ Patrizia Cosenza Messaggio privatoClub ScrivereAntonio Biancolillo Messaggio privato ♦ Augusto Cervo Messaggio privatoClub ScrivereRosanna Peruzzi Messaggio privato ♦ neropaco Messaggio privato ♦ Umberto De Vita Messaggio privatoClub ScrivereSalvo Scamporrino Messaggio privato ♦ Musa di me stesso Messaggio privato ♦ Mario Bugli Messaggio privato ♦ Antonio Terracciano Messaggio privato
Vi sono online 5 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Ricordi- Paese mio

Biografie e Diari

Mi ricordo come se fosse ieri e son passati quasi 50 anni, quando poco più grande di uno sgabello seguivo di nascosto il mio vecchio.
I pomeriggi assolati e caldi in quel piccolo paese a cavallo dell appennino tosco emiliano in mezzo al nulla.

Ci arrivava solo la corriera e poco altro. Correva il 1946, ed anche se la guerra era finita, si contavano ancora i dispersi.

Il bar era deserto, solo pochi affezionati venivano. I più cercavano refrigerio sulle rive del fiume o del grande lago. Come dargli torto? Stare in paese era impossibile.

Nella parte posteriore del locale c’era la sala bocce, al tempo, interdetta a me. Porte spalancate per far circolare aria... odore di polvere, di erba, di terra. A fianco la saletta delle carte, tornei infiniti di briscola e scopa. Fra bestemmie per un asso calato di prima mano, caffè corretti, sigarette Nazionali e intercalari coloriti, i nostri vecchi ci raccontavano la guerra, la morte e la rinascita...
Ricordo con malinconia la moglie di Cardellino, la chiamavo io così, ma in realtà si chiamava Bordellino, mi dava il gelato di nascosto a mio papà. Mi portava giù nelle stanze, dove tenevano le scorte di cibo e là trovavo i miei amici di campana, nascondino che facevano merenda con pane e formaggio, mentre il suono della chitarra ci rendeva felici.
Un’ infanzia più tranquilla, più gustosa, più serena.
Le figure o per meglio dire caricature della nostra comunità. La sora Luna, una delle donne più minute del paese, anziana, un’ anima marchiata, ma non piegata dalla vita dura. Don Pino, il parroco, durante le omelie della Messa domenicale saliva su pulpito e inveiva contro i mercanti di morte, contro i potenti. Lui, da soldato della grande guerra aveva visto i misfatti del genere umano.
Mio padre diceva sempre, che aveva sbagliato vocazione, doveva fare il politico.
Le vecchine si addormentavano, pochi ascoltavano l’anatema. I chierichetti sbadigliavano, il sindaco guardava l’orologio e faceva segno di tagliare corto.
Era una comunità molto ristretta e gelosa.
Quante avventure nella canonica. Rubavamo le ostie, le bagnavamo nel vin santo e via colpi di tosse a non finire. I ragazzi più grandi con le morose si appartavano in cerca di pace. Timidissime erezioni.
La sera tutti a tavola insieme, sudati, sporchi di terra, gote rosse e ginocchia sbucciate.
Io, da bravo lavativo mangiavo dopo, prendevo più nocchini che chilogrammi.
Quando calava la sera, mio padre tornava in paese, mi madre rassettava e mio fratello usciva a fare baldoria. Io, prendevo una coperta salivo sul tetto e mi perdevo nell’ immensità del cielo stellato.
Sognavo, vagavo, immaginavo.
Aspettavo mio padre e prima che mi urlasse “ Scendi disgraziato “ gli correvo incontro sperando mi avesse portato le giuggiole candite, a volte quelle, altre un bacio in fronte....padre mio...

Fine I parte


Matteo Bio Matteucci 10/11/2017 23:53 41

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Matteo Bio MatteucciPrecedente di Matteo Bio Matteucci

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Matteo Bio Matteucci:
Matteo Bio Matteucci
 I suoi 125 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Scatole & ricordi (09/09/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Freccia Bianca II (18/11/2017)

Una proposta:
 
Freccia Bianca II (18/11/2017)

Il racconto più letto:
 
Voglie (27/04/2016, 2942 letture)


 Le poesie di Matteo Bio Matteucci

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it