2828 visitatori in 24 ore
 142 visitatori online adesso





Pubblica gratis
Non aprite questo libro!
Cerchiamo autori per pubblicare una antologia di racconti dell'horror in libro cartaceo, con numero ISBN.
Ciascun autore puņ inviare massimo due racconti dell'horror, sia pubblicati su Scrivere che inediti. Verrà effettuata una selezione
1. La pubblicazione č GRATUITA!
2. Nessun impegno di acquisto di copie!
3. I racconti devono essere di massimo 10 pagine
4. Devono pervenire a libri@scrivere.info entro il 30 Settembre

Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 2828

142 persone sono online
Lettori online: 142
Poesie pubblicate: 337’352
Autori attivi: 7’492

Gli ultimi 5 iscritti: Anna Filomena Visaggi - Donaldamutt - Mauro Maschiella - BradleySek - giulia4567
Chi c'è nel sito:
♦ Cesare Moceo Messaggio privato








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Freccia Bianca II

Biografie e Diari

Pure questa convention era finita, deo gratias.
I più erano incentrati sulle mie forme che sul resto. Su due ore di slide, disegni e proiezioni nessuno ha fatto considerazioni o interventi inerenti.
La domanda che andava per la maggiore era " cosa fa nel tempo libero? ".
C’ era chi spippolava con lo smartphone, chi mi strizzava l’ occhio e chi si faceva una pentola di affari suoi.
Utili come un termosifone nel deserto.
Ma se non gli interessa che diamine ci vengono a che fare?!
Scommetto il mio perizoma di pizzo bianco che si ricorderanno di più come ero vestita che il tema dell’ implantologia con tecniche di conservativa.
Un gregge di pecore sarebbe stato più silenzioso.
Odio i maschi lumaconi. Odio quel tipo di sguardi lanciati senza un minimo di ritegno.
Patetici ai massimi livelli.
Posso capire che nel cervello dell’ uomo non esista altro che il verbo " scopare" però porca miseria...

" L’ abito non fa il monaco, ma in certi casi fa priore e abate" ero vestita con giacca e tailleur, non in perizoma leopardato.

Fossi venuta in babbucce, pijama e bigodini, son certa avrebbero trovato il verso di buttarla di fuori.
La cosa triste è che erano oltre i quaranta, che pena.
Così, dopo una lunga doccia calda, un riposino ed uno spuntino ero pronta per rituffarmi nel mio solito lavoro.

Lunedi mattina mi aspettavano i miei cari pazienti tutti a bocca aperta, umorismo da dentista.
Avevo il treno nel tardo pomeriggio. Di restare in panciolle sul letto non avevo voglia, mi sarei dovuta sorbire un viaggio in treno di diverse ore.
Decisi di fare una girata per negozi di Roma. Una città che meriterebbe di essere vissuta e assaggiata. Caput Mundi mica per ridere.
Entrai da Intimissimi, presi un caffè e passeggiai un po’ in piazza di Spagna.
L’ ora era giunta. Ripromisi a me stessa, di tornarci appena avrei potuto prendere le ferie.
Chiamai un taxi e mi feci portare in albergo, di li alla stazione.
Faceva freschino, ma si stava bene.

Speravo di fare un viaggio abbastanza rilassato, senza avere scocciature nè vedere altri lumaconi.
Salii sul freccia bianca cercando uno scompartimento vuoto. Ne erano rimasti due. Uno con una donna e due bambini e l’ altro con un ragazzo.
Optai per quello del ragazzo, anche per via delle tendine tirate.
Di risalire i vagoni con il trolley e borsa non avevo voglia contando poi l’ ingombro del bagaglio.
Bussai prima di entrare. Salutai, ma non ebbi risposta. Forse uno straniero? Provai a buttarla sull’ ironico, ricevetti un sorriso.
Stava molto sulle sue, sembrava quasi impaurito. Forse uno studente. Giacca e cravatta. Pure lui un business man?

Volli vedere se potevo stare tranquilla o se avevo a che fare con l’ ennesimo morto di figa.
Mi alzai in piedi, mi tolsi la pelliccia e con fare sensuale assunsi una posizione un po’ da zoccoletta.
Nulla, nemmeno una frase, divenne un po’ rosso, ma non disse parola.
Guardava fuori dal finestrino, non mi dava segno di preoccupazione.
Sembrava innocuo e poco interessato.
Bene meglio per me.
Lo guardavo per cercare di capire chi avessi davanti, ma era bravo a mascherare le sue emozioni.

Poi non so cosa mi prese, forse un po’ per gioco un po’ per burla, misi la valigia in rastrelliera, mi alzai sulle punte e tirai infuori il sedere.
Volevo vedere la sua reazione, ma caso volle che in quel momento passando sopra uno scambio, caddi come un pera matura e mi ritrovai fra le sue braccia.
Mi scusai sinceramente, avevo fatto una figura barbina, ma non disse nulla, solo il classico " nessun problema".
Mi tolsi le scarpe e distesi le gambe davanti a me.
Lo vidi diventare rosso carmino senza apparente motivo.
Quando capii perchè, divenni rossa pure io.


Matteo Bio Matteucci 18/11/2017 15:05 314

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Matteo Bio MatteucciPrecedente di Matteo Bio Matteucci

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Matteo Bio Matteucci:
Matteo Bio Matteucci
 I suoi 134 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Scatole & ricordi (09/09/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Bouncer (04/10/2018)

Una proposta:
 
Bouncer (04/10/2018)

Il racconto più letto:
 
Voglie (27/04/2016, 3605 letture)


Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it