3299 visitatori in 24 ore
 167 visitatori online adesso





Pubblica gratis
Non aprite questo libro!
Cerchiamo autori per pubblicare una antologia di racconti dell'horror in libro cartaceo, con numero ISBN.
Ciascun autore può inviare massimo due racconti dell'horror, sia pubblicati su Scrivere che inediti. Verrà effettuata una selezione
1. La pubblicazione è GRATUITA!
2. Nessun impegno di acquisto di copie!
3. I racconti devono essere di massimo 10 pagine
4. Devono pervenire a libri@scrivere.info entro il 30 Settembre

Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3299

167 persone sono online
Autori online: 9
Lettori online: 158
Poesie pubblicate: 337’127
Autori attivi: 7’490

Gli ultimi 5 iscritti: giulia4567 - Mirko Vangi - Andreesove - Francesca Albarella - Beatrice Piras
Chi c'è nel sito:
Club Scriverecarla composto Messaggio privato ♦ Umberto De Vita Messaggio privatoClub ScrivereBerta Biagini Messaggio privatoClub Scrivereantonio giuseppe perrone Messaggio privatoClub ScriverePeppe Cassese Messaggio privato ♦ Dino Borcas Messaggio privato ♦ Davide Zocca Messaggio privatoClub ScrivereAlberto De Matteis Messaggio privato ♦ massimo turbi Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Rette perpendicolari

Fantasy

Le rette parallele non si incontrano mai, e quelle perpendicolari una volta sola.

Appena nati, e forse ancora prima, nel grembo materno, ad ognuno di noi viene assegnata una retta (più o meno diritta) da percorrere per un tempo più o meno lungo.

E non poche volte viaggiamo su rette parallele a quelle di tante altre persone (con gli stessi gusti, le stesse tendenze, le stesse preoccupazioni), che però, proprio perché parallele, sono destinate a muoversi nello spazio magari molto vicine, ma sempre separate (quando succede, per un capriccio, per una sbavatura geometrica, che le due rette incidentalmente si toccano - come nel caso delle anime gemelle, o dei coups de foudre -, noi stentiamo alquanto a perpetuare la soave realtà di quell’ incidente, abituati come siamo alla supposta perfetta precisione della geometria) .

Le rette perpendicolari, invece, hanno la certezza di incontrarsi in un punto, per poi dirigersi immediatamente verso direzioni opposte.

Il poeta viveva su una retta perpendicolare a quella dello stimato professionista. Era naturale che un giorno esse s’ incrociassero e, quando ciò accadde, il poeta e il professionista si accorsero (solo per un attimo) di stare vivendo una vita sbagliata: il poeta perché non aveva solidi ancoraggi con la vita pratica, e il professionista perché curava soltanto i suoi interessi materiali, senza mai affacciarsi seriamente sul mondo dell’ arte.

Quell’ urto, quello choc durò, com’ era logico, solo un momento, un momento che però talvolta riuscì a far pensare a entrambi, nel resto della loro vita: "Che sto facendo? "

Ognuno invidia sempre la retta dell’ altro, e vorrebbe abbandonare la sua per impossessarsene, dimenticando però di avere un destino già segnato, quel destino che è solamente suo, che non si può cambiare, e che forse neppure varrebbe la pena di cambiare.

Ora entrambi, il poeta e il professionista, quando si ricordano di quell’ incontro pensano che aveva proprio ragione un rabbino dell’ Europa orientale, Nahum, che nell’ Ottocento disse: "Se noi potessimo appendere le nostre afflizioni a un chiodo, e fossimo liberi di sceglierci quelle che ci piacciono di più, ciascuno si riprenderebbe le sue, ché tutte le altre gli sembrerebbero peggiori. "



Antonio Terracciano 09/01/2018 00:03 1 445

Creative Commons LicenseQuesto racconto è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Antonio TerraccianoPrecedente di Antonio Terracciano

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«, e scusami Antonio. Ma ti chiedo, non è che insegnavi anche matematica?
Il racconto è molto divertente e interessante, ma l’ho dovuto leggere tre volte,
colpa mia che son rimasto incolto. ...notte...»
gabriele vacca

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

Molto realistico e perfettamente...geometrico! (Silvana Poccioni)

Perfetto in tutti i sensi - letto con piacere (franca merighi 42)



Ritratto di Antonio Terracciano:
Antonio Terracciano
 I suoi 76 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Originale discorso di un cittadino illuminato (10/10/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Ponti (22/08/2018)

Una proposta:
 
Un pregiudizio (13/06/2018)

Il racconto più letto:
 
La moglie, l'amante e la prostituta (Tre lingue) (08/03/2011, 1768 letture)


Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it