3070 visitatori in 24 ore
 194 visitatori online adesso





Pubblica gratis
Non aprite questo libro!
Cerchiamo autori per pubblicare una antologia di racconti dell'horror in libro cartaceo, con numero ISBN.
Ciascun autore può inviare massimo due racconti dell'horror, sia pubblicati su Scrivere che inediti. Verrà effettuata una selezione
1. La pubblicazione è GRATUITA!
2. Nessun impegno di acquisto di copie!
3. I racconti devono essere di massimo 10 pagine
4. Devono pervenire a libri@scrivere.info entro il 30 Settembre

Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3070

194 persone sono online
Lettori online: 194
Poesie pubblicate: 337’128
Autori attivi: 7’490

Gli ultimi 5 iscritti: giulia4567 - Mirko Vangi - Andreesove - Francesca Albarella - Beatrice Piras
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereRosetta Sacchi Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

L’anima persa e ritrovata

Fantasy

Mi alzai dal letto di buon mattino in una giornata uggiosa, non c’ era cielo sopra le case, il colore grigio dipingeva ogni cosa insieme a l’ odore del fumo che fuoriusciva dai camini. Una magra pioggia senza tregua rumoreggiava sui vetri delle finestre con un picchiettio rumoroso, un vento forte soffiava inquietudine. Mi preparai un buon caffè sorseggiandolo piano, come un rituale antico che si ripeteva da sempre ispirai lo spirito della sigaretta facendo uscire dalla mia bocca piccoli anelli di fumo, immaginando in essi lettere e vocali colorate. L’ anima era ancora assopita, infreddolita, accesi immediatamente la stufa a gas metano cercando di riscaldarla a tutti i costi, ma la bella, magica e sovrana creatura non mi rispondeva per nulla, mi ritrovai così senza soffio vitale in una mattina grigia e piovosa senza l’ amica di sempre, compagna inseparabile di vita, non riuscivo a darmi nessuna risposta sulla sua assenza.

Come fanno la maggior parte degli uomini a starne senza, mi chiedevo, una cosa orribile passeggiare da soli a non avere colori, emozioni, e a non poter dipingere la vita, quale è già abbastanza grigia di per se. Chiamai immediatamente donna Francesca, bussai forte alla porta dell’ anziana donna dalla porta accanto, cattolica, praticante domenicale senza mai risparmiarsi. Come mi vide, le sue prime parole furono alleluia fratello, le mie buongiorno, sono venuto da voi perché ho un problema grave da risolvere nell’ immediato istante che ve lo dico, vi prego, va bene disse lei, se è possibile lo risolviamo. Gli spiegai di quello che mi era successo al risveglio in quella mattinata strana e nebbiosa con una rapidità di parole grigie tristi e spaventose, l’ anziano donna non ci credeva a quello che gli dicevo, mi ripeteva che l’ anima va via solo dopo la morte e a secondo del bene fatto o del male, o sale su in cielo in paradiso o scende giù nelle fiamme infuocate dell’ inferno descritto meravigliosamente da Dante, quindi, era solo questione di tempo e sarebbe ritornata nuovamente, l’anima mi disse, è come lo stoppino di una candela, vola in fumo quando il corpo di cera della stessa si consuma, come la candela di cera siamo noi, l anima uno stoppino. Prega e abbi fede in Dio, nessuna anima mai era andata via dall’ uomo prima che questo la esalasse al cielo in punto di morte. Mi offri un bicchiere colmo di latte e cioccolato dicendomi di starmene tranquillo. Certo, detto ciò da donna Francesca mi rincuorò, fortunatamente avevo ancora il cuore che ritmaticamente come un motore integro battevo ancora; La ringraziai e tornai nel nido della mia casa immaginandomi non so il perché, di essere accarezzato nei miei capelli dalle mani di questa pia, santa donna. Mi sedetti come un automa sul divano, accesi una seconda sigarette e pensai di mandare all’ anima segnali di fumo, anelli immaginari e reali si susseguirono fuori dalla mia bocca, speravo che raggiungessero l’ anima al più presto, il vuoto mi assaliva, un tedioso momento mi vestì di nulla, ebbi paura di essere morto senza saperlo.

Come fanno gli uomini a stare senza anima?

A non amare, a non sentire il profondo del loro essere, a starsene da soli senza problemi come animali solitari in una triste metropoli piovosa? Questo mi chiedevo, ma non ricevevo risposta da me, i pensieri erano vuoti, le immagine grigie come il tempo, il mio dilemma era quello di aver perso l’ acquarello e anche il pennello per colorare vita. Mi addormentai coperto dal nulla, sognai l’ anima:

“ Bianca appari

per svanire poi

tra i seni turgidi del tempo.

Come un cristallo di ghiaccio

appesa al collo del cielo

ti culli felice approfittando

dell’ assenza di alcuna stelle.

Ridente, mostri i tuoi denti

e l’ alone delle tue ali bianche.

Fiera, poi,

sospesa rimani nel cielo

come un’ unica lampada

nell’ oscurità del tempo.

Come una farfalla

ti involasti dentro di me,

piccolo soffio dell’ alito Divino.

Il sogno continua ...

L’ anima:" Strade, straduzze, vicoletti bui,

vicoli assolati, salite irte e discese di piste

innevate.

Casupole di pescatori in riva al mare,

uccelli colorati nel cielo azzurro,

a tratti pianura verdeggiante,

a tratti caverna buia, abitata

da spaventosi e strani esseri.

L’ anima.

Integra, rotta, spezzata, divisa,

angosciata, serena, pura, macchiata,

felice, beata, si beata e sfavillante di luce,

leggera, come il pulviscolo su l’ atomo.

L’ anima è il nostro oceano.

Vento gelido e schiuma salata,

onde grosse, tormente e trombe marine,

spaventoso il rumore del vento che soffia.

Presente quasi sempre,

muore per scelta.

Imperiosa, al centro del nostro centro, il sé.

Leggera come una farfalla

ci lascia ad ogni fine

per congiungersi poi, al suo Divino.

Tutto questo sognai,

l’ anima venne fuori nuovamente nel mio profondo, nel sonno mi parlò d’ amore.

Al risveglio il cielo per magia era schiarito, si colorò di un celeste intenso senza nuvole.


Pasquale Lettieri 23/02/2018 17:51 290

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Pasquale LettieriPrecedente di Pasquale Lettieri

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Pasquale Lettieri ha pubblicato in:

Libro di poesieFoto di gruppo con poesia
Autori Vari
Un ritratto degli autori del sito attraverso le loro poesie

Pagine: 200 - € 14,00
Anno: 2009 - ISBN: 978-88-6096-494-6


Libro di poesieSalutiamo Eluana
Autori Vari
Poesie per la morte di Eluana Englaro, dallo Speciale "Salutiamo Eluana"

Pagine: 68 - € 9.53
Anno: 2009


Libri di poesia

Ritratto di Pasquale Lettieri:
Pasquale Lettieri
 I suoi 156 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Acino lo Gnomo (21/12/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
L’anello (06/10/2018)

Una proposta:
 
L’anello (06/10/2018)

Il racconto più letto:
 
Le due Sirene (05/01/2011, 4853 letture)


 Le poesie di Pasquale Lettieri

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it