3885 visitatori in 24 ore
 197 visitatori online adesso





Pubblica gratis
Non aprite questo libro!
Cerchiamo autori per pubblicare una antologia di racconti dell'horror in libro cartaceo, con numero ISBN.
Ciascun autore può inviare massimo due racconti dell'horror, sia pubblicati su Scrivere che inediti. Verrà effettuata una selezione
1. La pubblicazione è GRATUITA!
2. Nessun impegno di acquisto di copie!
3. I racconti devono essere di massimo 10 pagine
4. Devono pervenire a libri@scrivere.info entro il 30 Settembre

Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3885

197 persone sono online
Autori online: 6
Lettori online: 191
Poesie pubblicate: 335’115
Autori attivi: 7’478

Gli ultimi 5 iscritti: Fabert - Massimo Bellini - MarioE - KristanDal - bibibi6662
Chi c'è nel sito:
♦ Cesare Moceo Messaggio privatoClub ScrivereAugusto Cervo Messaggio privato ♦ Stefano Sivo Messaggio privato ♦ Carmine Ianniello 1 Messaggio privatoClub Scrivereu cuntadin Messaggio privatoClub ScrivereStefana Pieretti Messaggio privato








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Per sempre unica

Amore



Ogni volta che mi trovavo qui dalla nonna, ero felicissima, lei aveva una bella casa vicino al mare, con un giardino grande pieno di fiori, che curava con amore, e mi insegnava come fare a custodirli. Sarei rimasta con lei per un mese circa, perchè mamma e papà dovevano fare un viaggio molto importante...
La mamma mi disse: Se ti comporterai bene qui con nonna, ti porteremo qualcosa di meraviglioso che tu non immagini nemmeno, qualcosa che cambierà la vita di tutti, e mentre lo diceva gli occhi si illuminavano come due stelle!
Io allora avevo sette anni, ma qualcosa avevo intuito dai ragionamenti che sentivo fare in casa tra la mamma e il papà. Non facevano altro che parlare di una terapia o medicina, non ricordo bene, che le avrebbe permesso alla mamma di rimanere incinta e di avere un bambino... Io ero felice all’ idea di avere finalmente un fratellino o sorellina, mi sentivo molto sola infatti, e le mie amiche di scuola venivano raramente a giocare con me, forse perchè ero molto timida e introversa. A scuola ero una delle piu’ brave, specialmente in disegno, avevo dipinto un paesaggio tutto a colori, e il nostro maestro era rimasto molto colpito, l’ aveva fatto vedere a tutta la classe. Infatti avevo imparato molte cose da mio nonno, che dipingeva quadri stupendi, ed io mi ricreavo gli occhi vedendo, come con grande maestria, sfumavva i colori, li miscelava tra loro, formando dei toni meravigliosi mentre dipingeva tramonti e albe sul mare.
Era il mare infatti, l’ ispirazione del nonno, lo dipingeva da tutti gli angoli, in tutte le tonalità, a seconda dell’ orario o della luminosità del sole... mi dava una tela pure a me, e con pennelli e colori, mi insegnava come dovevo fare, a me piaceva moltissimo, e devo dire che ero diventata abbastanza brava.
Così, tra le belle piante della nonna e i quadri del nonno, il mese trascorse in fretta, troppo in fretta per me, che avrei preferito rimanere ancora. Ma quando vidi arrivare la macchina di papà, capii che era arrivato il momento di dire addio a quella bella vacanza. Purtroppo però la faccia della mamma non era quella di una donna contenta, e anche papà era molto scuro in volto. Io corsi loro incontro abbracciandoli entrambi, ma il loro saluto non fu gioioso come mi aspettavo, appena appena mi abbracciarono, e subito entrarono cercando i nonni.
Io mi fermai a una distanza sufficente per ascoltarli, e udivo la mamma che piangeva, dicendo che non c’ era stato nessun esito positivo, anche se avevano provato questa nuova tecnica due volte. Io non capivo bene di cosa stessero parlando, ma dopo che la nonna disse che non finiva mica il mondo se non potevano avere piu’ bambini, che già erano fortunati ad avere me, e che ero un tesoro di bimba, allora mi fu tutto chiaro, e capii che non avrei avuto nessun fratellino nè sorellina.
In fondo dispiaceva anche a me, ma tutto sommato, come aveva detto la nonna, non finiva il mondo!!! non era mica una disgrazia, e pensandoci bene, io avrei continuato ad essere la principessina della casa, come mi chiamava il nonno.
Mi avvicinai allora alla mamma, l’ abbracciai, e la baciai, e le sussurrai nell’ orecchio: mamma, guarda che hai me, ti sembra poco? Lei mi guardò con le lacrime agli occhi, mi abbracciò forte e mi disse, no amore, non sei poco, tu sei tanto, tantissimo!!! Sei la cosa piu’ grande e piu’ bella che io abbia mai avuto al mondo, e non penserò mai piu’ di volere altri figli, tu sei unica, e unica rimarrai nei nostri cuori per sempre!!!


franca merighi 42 08/03/2018 15:59 200

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di franca merighi 42Precedente di franca merighi 42

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di franca merighi 42:
franca merighi 42
 I suoi 37 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Era il 1942 (13/07/2017)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Autunno da dimenticare (02/10/2018)

Una proposta:
 
Autunno da dimenticare (02/10/2018)

Il racconto più letto:
 
Era il 1942 (13/07/2017, 545 letture)


 Le poesie di franca merighi 42

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it