3147 visitatori in 24 ore
 171 visitatori online adesso





Pubblica gratis
Non aprite questo libro!
Cerchiamo autori per pubblicare una antologia di racconti dell'horror in libro cartaceo, con numero ISBN.
Ciascun autore può inviare massimo due racconti dell'horror, sia pubblicati su Scrivere che inediti. Verrà effettuata una selezione
1. La pubblicazione è GRATUITA!
2. Nessun impegno di acquisto di copie!
3. I racconti devono essere di massimo 10 pagine
4. Devono pervenire a libri@scrivere.info entro il 30 Settembre

Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3147

171 persone sono online
Autori online: 6
Lettori online: 165
Poesie pubblicate: 335’313
Autori attivi: 7’483

Gli ultimi 5 iscritti: Erika Pitarresi - GiusPalma - Piera Tola - Sabrina Arghittu - Fabert
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereSara Acireale Messaggio privato ♦ RitaLM Messaggio privatoClub ScrivereBerta Biagini Messaggio privato ♦ Giuliano Esse Messaggio privato ♦ Adriana Bellanca Messaggio privatoClub Scriveresergio garbellini Messaggio privato
Vi sono online 2 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Un quattro marzo

Sociale e Cronaca

Qualche giorno prima ero stato intervistato telefonicamente da una nota agenzia sondaggistica di Trieste (che mi aveva sottoposto un’intervista già quasi vent’anni fa, all’entrata in vigore dell’euro, sul quale mi pronunciai del tutto positivamente) . L’agenzia mi chiedeva le intenzioni di voto per le imminenti elezioni politiche. Cosa mai può votare un ex insegnante di francese, con interessi e simpatie anche per (quasi) tutte le altre lingue europee? Un partito che abbia, nel suo nome, ben evidente la parola "Europa" ...

Poco prima di mezzogiorno esco di casa, e vado a piedi (è una discreta giornata) alla scuola elementare (distante circa un chilometro dalla mia abitazione) dove c’è la mia sezione elettorale, la numero diciotto.

Per strada incontro un signore più anziano di me, un vicino di casa che, tutto contento, mi dice di avere appena votato per un movimento che cambierà finalmente (in meglio) le sorti della nostra nazione, e che aveva visto uscire pochi minuti prima, da quella stessa sezione diciotto, circondato dai fotografi e acclamato dalla folla, l’attuale principale esponente di quel movimento, un giovanotto locale che ha incantato mezza Italia con le promesse di un futuro radioso.

Ma io non ho nessuna fretta di vedere quella star ("Fatte accatta’ ‘a chi nun te sape! ", "Fatti comprare da chi non ti conosce! ", è uno dei più incisivi detti napoletani: se nessun concittadino mi ha mai comprato, perché io dovrei comprare un mio concittadino?) , rallento il passo e giungo con calma alla scuola: i fotografi ormai se ne sono andati (forse ne è rimasto soltanto uno), ma la coda è molto lunga (evidentemente s’era bloccato tutto mezz’ora prima...) Per ingannare il tempo, mi metto a parlare con un paio di elettori di mia conoscenza, e a un certo punto (non ho niente da nascondere) manifesto la mia intenzione di voto: alcuni altri che sentono mi guardano piuttosto di traverso...

Il presidente è molto garbato e sorridente e, dopo essersi giustamente accertato del mio diritto al voto, mi dà le schede e una matita, e mi fa accomodare in una cabina (la stessa, vedrò l’indomani su "You Tube", in cui era entrato poco prima quel giovane onorevole con pretese di diventare Presidente del Consiglio) .

Fatto il mio dovere, torno tranquillamente a casa, dando un’occhiata all’abitazione dei genitori di quell’importante giovanotto, che si trova esattamente a metà strada tra il seggio elettorale e la mia casa (il giorno dopo vedrò dei fotografi lì davanti, e una donna matura tutta sorridente affacciata a un balcone...)

Chissà, mi metto poi a pensare, se anch’io, nella mia modesta attività letteraria, mi fossi mostrato sempre sorridente e socievole come quel giovanotto, e se avessi fatto, nel mio campo, affermazioni accattivanti ma strampalate come le ha politicamente fatte lui (che so, la fede in un mondo pieno di pace e d’amore), forse ora sarei osannato e ricercato da una folla di persone, soprattutto giovani (come Neruda, come Pré vert...) Ma no, rifletto subito dopo, non avrei certo avuto successo, perché menzogneri (o, nella più innocente delle ipotesi, sprovveduti, o posseduti dalla dabbenaggine) si nasce e, se ci si sforza soltanto di diventarlo, si viene prima o poi smascherati e screditati!


Antonio Terracciano 14/03/2018 20:24 2 215

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Antonio TerraccianoPrecedente di Antonio Terracciano

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Io penso che faccia di suola si nasce, così come sono fatti i nostri politici. Però,
diceva spesso Toto, signori si nasce, che in parole povere, significa essere onesto, leale e sincero, e chi è dotato di tale natura (così come tu stesso scrivi)
non riuscirebbe mai a fingere cotanta sfacciataggine. Ad ognuno il suo. Io?
ho votato da incavolato. Breve fu il racconto, ma incisivo fu il concetto. Serena serata, Antonio.»
gabriele vacca

«un Paese civile a fronte di una misera miserevole "offerta elettorale" si sarebbe astenuto in massa. E’ successo esattamente il contrario! " Franza o Spagna purché se magna" mai una esclamazione così datata è stata attuale»
rob ponzani

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Antonio Terracciano:
Antonio Terracciano
 I suoi 76 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Originale discorso di un cittadino illuminato (10/10/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Ponti (22/08/2018)

Una proposta:
 
Un pregiudizio (13/06/2018)

Il racconto più letto:
 
La moglie, l'amante e la prostituta (Tre lingue) (08/03/2011, 1731 letture)


 Le poesie di Antonio Terracciano

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it