3045 visitatori in 24 ore
 166 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3045

166 persone sono online
Autori online: 2
Lettori online: 164
Poesie pubblicate: 354’341
Autori attivi: 7’542

Gli ultimi 5 iscritti: Rudra M Gandini - Sethkab - Matthewcrume - NadiaCum - AlexlWar
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereAntonio Biancolillo Messaggio privatoClub ScrivereAlberto De Matteis Messaggio privato








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

? piatta anche l?arsura

Biografie e Diari

La calura porta a guardarsi l’ un l’ altro pensierosi di vuoto, le anime in catini immaginari a mordere delle nubi amorfe, code d’ oppio disegnate da una mano beffeggiante. Voglio riposare senza corpo e che trascini via anche la mente, il corpo. Voglio riposare senza me, mettere sul lenzuolo fresco un sogno al posto mio. Non ho visto la pace sussurrare dietro il denso della porta. Ma sta bussando, le nocche diventano insistenti, livide, aspre da farmi male. Le apro, voglio andare con lei su un’ altura, m’ infilo le scarpe di pezza e un cappello di paglia gualcito che riprende forma intorno alla mia testa, una medusa, guerriera triste – che cosa non darei per risollevare quanto basta, quanto l’ ora d’ aria per un colpevole alle sbarre.

Il corpo è ancora qui, dannato insulto che mi segue e spia, spera di primeggiare, di restare il solo: finirmi in un tornante mentre mi godo l’ aria fredda del bocchettone puntata dritta sull’ arteria del collo. Mi paralizza, ecco, tocco la felicità del ghiaccio, mi sto dissociando da altre me per volontà e visione cosmica. Ma il sangue insorge, uno per tutte, rivendica: esanime non andrai lontano, nessuna di voi potrà. Il peso necessario non si può lasciare sulla strada, e giuro sarà l’ unico ad avere un posto di rilievo, lo rassicuro che non ha motivo di agitarsi, ora è con me.

È la più rada, rocciosa, la più ardua questa salita - colgo già un punto all’ angolo dell’ occhio, dove finisce ogni realtà e l’ eco del torrente strappa il vociare della valle. Quasi raggiunta beatitudine, la lontananza ritrovata. Gridano inutilmente per tutto ciò che sembra esistere, ma io vedo lo scarto farsi materia, la nebbia calda fuori sul parabrezza, controllo le fessure, ché nessuna sia da tradimento alla mia ansia di librare senza tempo e costole e scandagli. Ma non ho potere, non sono l’ io indiviso che vorrei. Io sono noi, le altre sono tanto risolute, vogliono scendere. Quassù nemmeno, dove l’ universo è un docile ieri nel domani, regna l’ accordo. Mi convincono a fermare l’ auto nel mezzo del borgo, lo faccio con riluttanza – volevo un eremo celestiale – e presto indifferenza.

Sono seduta al piccolo tavolo di un bar, l’ ombra dell’ ippocastano mi protegge, gli occhiali scuri li ha inventati un angelo provato e che sia benedetto.

Degli altri vedo solo le gambe. Allegre, svelte, nervose, pervasive, conviviali. Nessun paio sembra somigliarmi. Disorientante: ho poche speranze in un’ analisi salvifica.

– Cosa prendono le signore?

Non ci credo, vorrei rispondergli che è pazzo, ma la voce si astiene dal volere.

Ci porti due ginger rossi freddi.

Bene, e a lei?

Nulla grazie, sto bene così.

Sto sempre bene, soprattutto nelle astrazioni che illudono il bisogno, gli danno ossigeno e lo disperdono come una cenere sazia dell’ esistere.

Rita Stanzione 26/08/2020 18:24 427

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Precedente di Rita Stanzione

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Rita Stanzione ha pubblicato in:

Libro di poesieSe tu mi dimentichi
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2011, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori

Pagine: 208 - € 11
Anno: 2012 - ISBN: 9781471686214


Libro di poesieAnime in versi
Autori Vari
Antologia degli autori del sito Scrivere

Pagine: 132 - € 10,00
Anno: 2012 - ISBN: 9781471686061


Libro di poesieFesta delle Donne 2010
Autori Vari
Poesie per la Festa delle Donne. Il lato femminile della poesia

Pagine: 107 - Anno: 2010


Libri di poesia

Ritratto di Rita Stanzione:
Rita Stanzione
 I suoi 10 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Estasi (17/05/2018)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
? piatta anche l?arsura (26/08/2020)

Una proposta:
 
? piatta anche l?arsura (26/08/2020)

Il racconto più letto:
 
Estasi (17/05/2018, 907 letture)


 Le poesie di Rita Stanzione

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2021 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it