2807 visitatori in 24 ore
 154 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 2807

154 persone sono online
Autori online: 2
Lettori online: 152
Poesie pubblicate: 358’146
Autori attivi: 7’541

Gli ultimi 5 iscritti: Sapauch - OzaimBug - MichaelTah - Katrinador - franco cilli
Chi c'è nel sito:
Club Scrivereadrianab Messaggio privatoClub ScrivereDaniele miraflores Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Correva l’anno 1992 (il nostro primo incontro)

Amore

Per raccapezzarsi bisogna tornare qualche secolo indietro

e più precisamente…

Correva l’ anno 1492, quando un temerario Cristoforo, a sua insaputa, 

 scopriva un nuovo mondo. Ma non avrei mai immaginato

che cinquecento anni dopo, sulla caravella della mia vita,

un altro Cristoforo, avrebbe gridato: TERRA, TERRA, venendo al mondo,

nel mio mondo! Anch’ io come il primo Cristoforo, avevo in mente altri approdi,

ma  la vita come quasi sempre fa, se ne frega dei tuoi,

e presenta il suo, unico, reale, incontrovertibile.

E così arrivasti tu, "Pepo" nella tarda sera del 4 settembre,

a fine di una lunga, faticosa giornata per mamma Giordana.

Tu, insieme a noi in sala parto, dopo tanto provarci e riprovarci,

eri a un passo, ti sfiorai per un attimo i capelli, ma rimanevi lì, incastrato.

Così arrivò inevitabile, la decisione di andare ai tempi supplementari.

Via, di corsa in sala operatoria, per liberarvi entrambi. 

Alle 19 e 55 uscisti fuori dalla navicella, dimenticando la tuta a bordo. 

La stadera dell’ ospedale si fermò a un capello dai 5 chili. 

E non fu facile per me e il giovane infermiere di turno  

metterti addosso una tutina che ti stesse a modo.

Fu un giorno che mise a dura prova tutte le certezze, meno una,

che si rafforzò appena ti vidi, il nome che avresti portato per la vita.

Non era stato ancora pattuito, che ti saresti chiamato Cristoforo,

anzi era un nome solo mio, ma alla fine di quella traversata oceanica,

fu perfetto anche per te, seppure contestato nei giorni a venire.

“ Cristoforo” la mia voce risuonò come una musica nella sala

fino a rimbalzare fuori le mura dell’ ospedale.

Mi sembrò di sentire la presenza del grande navigatore genovese.

Si, era lì con noi a condividere quella scelta curiosa e coraggiosa.

Ma quel nome rappresentava ancora di più, un segno, un’ eredità.

Cristoforo, portatore di Cristo, ovvero di luce.

Trovai tutto questo come un grande abbraccio di benvenuto per te. 

Tu, un fragile bambino, ora, eri approdato nel difficile mondo degli umani.

Amore, tenacia e speranza, sarebbero stati necessari ogni giorno,

e Il tuo nome li custodiva dentro.

L’ infermiere era rientrato in reparto, eravamo soli,

per il nostro primo incontro ravvicinato.

Mi avvicinai   con gli occhi di gatto, come per giocare,

un sorriso largo s’ impadronì del mio viso.

Ruppi gli indugi, presi quel fagottino strillante sul fasciatoio

tra le mie braccia, lo strinsi a me e non volò più una mosca. 

 


claudio coppini 17/07/2022 18:17 53

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.




Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2022 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it