Commentiamo insieme... Claudia Magnasco


Autore Topic: Commentiamo insieme... Claudia Magnasco  (Letto 299 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline poeta per te zaza

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 2011
  • Sesso: Femmina
  • Infinito è spazio che precede e segue l'orizzonte
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Commentiamo insieme... Claudia Magnasco
« il: Sabato 7 Ottobre 2017, 00:28:59 »
Claudia Magnasco

Lei scrive:
“Le illusioni sono gli occhi dei nostri bisogni più radicati”.

Lei dice:
“Ciò che dentro me batte a volume troppo alto, semplicemente lo afferro e gli do la forma delle parole, riempiendo queste ultime, dei miei significati interiori e quando ci riesco è come se io volassi. In altri termini, mi alleggerisco e respiro aria pura.”

Dalla sua biografia:
“Scrivo per dilatare al massimo il volume della mia anima, così da zittirne l'impacciato silenzio.”


http://www.scrivere.info/biografia.php?idautore=23791


Sul Sito Scrivere dal    25/3/2014      con   254 poesie          tra le quali scelgo:

L’onda del dubbio 25/3/2014 - Introspezione

Mentre cercavo riposo
tra le ceree corone di onde,
il dubbio creduto messo alle strette
riprese a dibattersi dentro

Riottoso e tenace
il cappio ai ricordi strinse daccapo
e complice il vento
sbriciolò ogni foglia del mio diario
non pago d’aver annegato nel mare
l’inchiostro rosso
di un finale rivelatosi caduco

E mi ritrovo ancora qua
tra le ceree corone di onde,
bramosa di origliare antiche vicende
drappeggiate di sfrenato silenzio.


Il mio commento:

«L'onda di un ricordo importante si riaffaccia pervicace quando noi siamo più indifesi
e lontani dall'aspettarcela. E assieme alla rimembranza arriva il dubbio, la rivisitazione.
L'Autrice tratteggia la metafora dell'onda del mare con maestria.»
 
SEI di Claudia Magnasco – 2/9/2014 - Amore

Sei alba e meriggio
e notti di maggio
se luna e fortuna
eclissano il peggio

Sei l'acqua che bevo
il vino che offro
sei dopo ogni pausa
e prima di tutto

Sei dove non giungo
e ciò che non sento
sei ogni rumore
e tutto il silenzio.

Il mio commento:

«Il vero amore veste la nostra vita in termini assoluti, perché riveste ogni dove, ogni
gusto, valore, impegno, cose, dal giorno alla notte, sempre.
Esposta con scorrevolezza.»

Eppure remarmi contro – 26/9/2016 - Introspezione

Monotonia del caos,
dovrei farne fagotto
e darlo via all'autunno
per qualche acino d'uva
da spruzzarmi negli occhi

giusto perché la nebbia
nel caso scendesse
non potrebbe bastare
a nascondere i posti assegnati
a ciascuno degli infiniti frammenti del dormiveglia
svolazzanti laggiù, nei piani alti dell'anima

Come ammettere
di volermi impeccabile
eppure remarmi contro
senza un goccio di logica.


Il mio commento:

«Succede che ci ostiniamo a negare l’evidenza della nostra vita disordinata, approfittando del minimo spunto che ci chiuda gli occhi, e cercare di coprire
uno via l’altro i frammenti di pensieri che si palesano quando abbiamo meno riserve
mentali per cacciarli...
Strepitoso finale.»


Vi invito al commento:

Accendete la vostra luce per far leggere queste poesie.


Grazie  :)






di sabbia e catrame è la vita...
o scorre o si lega alle dita...

Offline adriana sini

  • Autore
  • *
  • Post: 376
  • Sesso: Femmina
  • Le passioni forti e ardite fanno sogni senza senso
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Commentiamo insieme... Claudia Magnasco
« Risposta #1 il: Sabato 7 Ottobre 2017, 11:19:51 »
                                                            Claudia Magnasco

Dalla sua biografia:
Scrivo per dilatare al massimo il volume della mia anima, così da zittirne l'impacciato silenzio.”


Quando un'autrice riesce con un solo verso a raccogliere tutta sé stessa, ha già dimostrato a mio pare il suo valore.

Ma grazie a poeta per te zaza e alle sue oculate scelte, tale valore è rimarcato nelle tre composizioni proposte al commento.

Sinceramente ho un pò di timore  ad esprimere il mio parere perchè qualsiasi parola io possa usare non sarà mai all'altezza di quanto letto.
Mi permetto quindi solamente di esprimere la mia preferenza per L’onda del dubbio in quanto è la perfetta espressione di quel particolare stato d'animo che appunto come un'onda ci travolge e trascina in maniera improvvisa e rovinosa, ogni volta che crediamo di aver soffocato un ricordo, un'emozione, un desiderio e quello invece si ripresenta come un ladro che scardina i nostri fatui cancelli di difesa e irrompe ancora una volta nella nostra mente e nel nostro cuore portandoci a dubitare d'ogni presunta certezza.

Magistralmente costruita, questa poesia conduce ad immagini e sensazioni, qualità di grande pregio di ogni composizione.
Grazie Poetessa

Offline franca merighi 42

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 127
  • Sesso: Femmina
  • La vita è ciò che accade quando fai altri progetti
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Commentiamo insieme... Claudia Magnasco
« Risposta #2 il: Sabato 7 Ottobre 2017, 11:48:23 »
                                               L'ONDA DEL DUBBIO


Quante volte dubitiamo di qualcosa o qualcuno, e questo dubbio ci proponiamo di cancellarlo perchè ci da fastidio solo l'idea di aver permesso alla nostra mente di lasciarlo affacciare, ma...ecco che contro la nostra volontà riappare, e ci sommerge come le onde del mare quando sono troppo impetuose.
Questi versi così ben scritti, e piacevoli alla lettura, dimostrano la bravura dell'Autrice, che grazie alla nostra carissima Zaza, abbiamo avuto il grande piacere di conoscere.
« Ultima modifica: Sabato 7 Ottobre 2017, 11:58:01 da franca merighi 42 »

Offline franca merighi 42

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 127
  • Sesso: Femmina
  • La vita è ciò che accade quando fai altri progetti
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Commentiamo insieme... Claudia Magnasco
« Risposta #3 il: Sabato 7 Ottobre 2017, 11:54:36 »
                                           
                                                      "SEI"

Quando si ama veramente, quando la persona amata è tutto per noi, quando a tutte le ore del giorno e della notte, sempre, in ogni luogo l'abbiamo nella mente e nel cuore. allora si possono scrivere versi come questi. Complimenti sinceri

Offline Azar Rudif

  • Autore
  • *
  • Post: 270
  • Sesso: Maschio
  • Non esiste mondo sotto le mie ali, ma sopra sì
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Commentiamo insieme... Claudia Magnasco
« Risposta #4 il: Sabato 7 Ottobre 2017, 23:31:42 »

--- L'ONDA DEL DUBBIO --


Il comandante di un veliero, poco attento, aveva lasciato alcune botti nella stiva senza fissarle ed alle prime onde iniziarono ad andare da destra a sinistra, avanti e indietro.
La nostra mente è una stiva e le cose certe sono ben fissate da qualche parte, mentre le cose incerte, non definite come possono essere i dubbi tendono a manifestarsi al primo moto delle onde. Onde che sono rappresentate dalla vita esterna che ci investe.
Quando ciò accade, la prima cosa che vorremmo fare, secondo la nostra volontà, è quella di allontanare o risolvere il dubbio, ma per risolverlo bisognerà ricreare le situazioni e "spiare" gli eventi.
Ritornando alla nave, occorrerà salire sulla coffa.
Interessante poesia sul "dilemma del dubbio".
La Legge è uguale per tutti, ma non tutti sono uguali per la Legge e non cercate la Legge Umana. Essa è statica ed imperfetta, cercate ciò che evolve e mai è uguale a sè stesso e ribolle del Bene e del Male

Offline Azar Rudif

  • Autore
  • *
  • Post: 270
  • Sesso: Maschio
  • Non esiste mondo sotto le mie ali, ma sopra sì
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Commentiamo insieme... Claudia Magnasco
« Risposta #5 il: Sabato 7 Ottobre 2017, 23:43:31 »

EPPURE, REMARMI CONTRO


Premetto di non credere all'esistenza del caos e già dire "esistenza del caos" è un controsenso.
Però, la seconda strofa crea, ad arte, una confusione (non un caos) spaziale e temporale che parte da una nebbia improbabile che potrebbe scendere chissà dove (infinito) tra realtà e sogno (dormiveglia).
Realtà e sogno che vivono nel sentire più alto dell'anima.
E qua scompare il caos perchè tutto si ricompone nell'anima, sempre, quando la si lascia fare e la si lascia libera dal freddo raziocinare della mente.
E non è un remarsi contro, ma è solo un liberare, un sentire più alto che conosce la strada per diventare impeccabili, cioè perfetti. La perfezione è ciò che tutti cerchiamo.


Versi che si ribellano al caos e cercano la perfezione sulla giusta Via, quella dell'anima.
La perfezione non è nella ragione o nella logica, questi sono solo dei possibili mezzi.
La Legge è uguale per tutti, ma non tutti sono uguali per la Legge e non cercate la Legge Umana. Essa è statica ed imperfetta, cercate ciò che evolve e mai è uguale a sè stesso e ribolle del Bene e del Male

Offline Sanzi

Re:Commentiamo insieme... Claudia Magnasco
« Risposta #6 il: LUNED? 9 Ottobre 2017, 19:52:39 »
Bella soprattutto la terza poesia, sto pensando in particolare alla seconda strofa, -frammenti del dormiveglia...
laggiù... nei piani alti dell'anima- dove c'è una descrizione proprio efficace della... duplicità per non dire complessità dell'anima, che è giù...ma su, anche; del resto gli ossimori sono come dire, la sostanza della psiche e rimanda comunque a quanto dice il testo, la nebbia per evitare, sfuggire (se ho capito bene) una consapevolezza che comunque poi rientra indirettamente dentro, a dire che i conti non tornano forse, e l'antitesi si trova anche in quanto detto nell'ultima strofa, trovarsi o desiderarsi impeccabili ma poi remarsi contro,"senza logica" (non solo logica razionale forse, ma anche quella psichica appunto, eh sì, l'anima è davvero complessa) e in entrambe le cose si mescolano sia vedere che non vedere, bel testo anche per l'uso della lingua poetica, lo trovo maturo. Sembra che un testo così, magari a distanza di tempo, ne tiri dietro anche altri, forse per vedere che evoluzione prendono le cose... genera comunque una certa attesa.

Offline Lia

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 10
  • Sesso: Femmina
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Commentiamo insieme... Claudia Magnasco
« Risposta #7 il: LUNED? 9 Ottobre 2017, 20:10:35 »
Le idee sono la parte invisibile del Corpo” (cit.) che, nella Poesia, si realizzano e si estendono ad altri Corpi attraverso gli strumenti retorici tradizionali o i modi della poesia contemporanea. Sono trasversali, a volte. Come nelle opere di Claudia Magnasco nelle quali la rima, l'assonanza, la sineddoche, l'ossimoro, la metafora si uniscono alla freschezza della scrittura moderna.
Gli orizzonti poetici dell'Autrice sono soggettivi: “ il dubbio creduto riprese a dibattersi e mi ritrovo ancora qua”...”come ammettere  di volermi impeccabile eppure remarmi contro” ma anche oggettivi -Io/Psiche/Tu- nel dubbio e nella logica del linguaggio universale della vita.
Tra il “parlato” e la liricità, persuade l'abilità dialettica di Claudia Magnasco.

Offline Claudia Magnasco

Re:Commentiamo insieme... Claudia Magnasco
« Risposta #8 il: MARTED? 10 Ottobre 2017, 17:37:46 »
Zaza, ti sono profondamente grata per l'attenzione e il tempo che hai rivolto a ciò che scrivo. Avermi presentata qua nel Forum, mi è di grande stimolo, oltre ad essere un vero piacere. In genere non mi affeziono a ciò che scrivo, ma le tre poesie da te scelte, sono così tanto ME che mi commuove tu le abbia volute porre in evidenza.
Ringrazio tutti voi per i preziosi pareri, senza voler aggiungere nulla alle vostre parole e riflessioni, così tanto interessanti e utili. Ma posso senz'altro affermare che le vostre letture sono puntuali, avete colto l'essenza di ciascuna lirica. Questo significa saper leggere poesia, grata io per la vostra sensibilità. A presto Zaza, Lia, Azur, Sanzi, Franca, Adriana.