Autore Topic: Commentiamo una poesia!  (Letto 9982 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Zima

Re: Commentiamo una poesia!
« Risposta #15 il: Sabato 29 Settembre 2007, 14:32:51 »
Sinestesia
accosta due sfere sensoriali diverse :
Un esempio tratto da:
“Ma per le vie del borgo
dal ribollir de’ tini
va l’aspro odor de i vini           
l’anime a rallegrar.”
 (G. Carducci, San Martino, 5-8).
(sfera gustativa aspro + sfera olfattiva odore)
 altri esempi di sfere sensoriali diverse:
Anafora
è la ripetizione di una parola o di gruppi di parole all'inizio di frasi o di versi successivi, per sottolineare un'immagine o un concetto:
S’ i’ fosse foco, arderè il mondo;
S ‘i’ fosse vento, lo tempestarei;
S ‘i’ fosse acqua, ‘i’ l’annegherei;
S ‘i’ fosse Dio, mandereil en profondo...(etc.)

(“S’i’ fosse foco”, Cecco Angiolieri)
Onomatopea
E’ l’uso di una parola la cui pronuncia assomiglia al suono o al  rumore che si intende riprodurre:

Sciacqua, sciaborda,
 scroscia, schiocca, schianta,
 romba, ride, canta,…
 (G. D’Annunzio, Alcyone, L’onda, vv 63-65)
Ossimoro
accosta nella stessa locuzione alcune  parole  in forte antitesi tra loro:

 corri piano.
oppure:
 tal che mi fece, or quand'egli arde 'l cielo,
tutto tremar d'un amoroso gielo.
(F. Petrarca, Non al suo amante più Diana piacque, vv. 7-8)
"proverò a spaccare
meridiane di silenzio,
come ghiaccio
sui mattoni della piazza
e sotto i nostri piedi"
r.d.

Offline Paolo Ursaia

Re: Commentiamo una poesia!
« Risposta #16 il: Sabato 29 Settembre 2007, 14:38:08 »
Sinestesia
accosta due sfere sensoriali diverse :
Un esempio tratto da:
“Ma per le vie del borgo
dal ribollir de’ tini
va l’aspro odor de i vini           
l’anime a rallegrar.”
 (G. Carducci, San Martino, 5-8).
(sfera gustativa aspro + sfera olfattiva odore)
 altri esempi di sfere sensoriali diverse:
Anafora
è la ripetizione di una parola o di gruppi di parole all'inizio di frasi o di versi successivi, per sottolineare un'immagine o un concetto:
S’ i’ fosse foco, arderè il mondo;
S ‘i’ fosse vento, lo tempestarei;
S ‘i’ fosse acqua, ‘i’ l’annegherei;
S ‘i’ fosse Dio, mandereil en profondo...(etc.)

(“S’i’ fosse foco”, Cecco Angiolieri)
Onomatopea
E’ l’uso di una parola la cui pronuncia assomiglia al suono o al  rumore che si intende riprodurre:

Sciacqua, sciaborda,
 scroscia, schiocca, schianta,
 romba, ride, canta,…
 (G. D’Annunzio, Alcyone, L’onda, vv 63-65)
Ossimoro
accosta nella stessa locuzione alcune  parole  in forte antitesi tra loro:

 corri piano.
oppure:
 tal che mi fece, or quand'egli arde 'l cielo,
tutto tremar d'un amoroso gielo.
(F. Petrarca, Non al suo amante più Diana piacque, vv. 7-8)

 Grazie Zima; per avermi ricordato cose che erano coperte di polvere nella mia memoria...e per aver rimesso la poesia al centro del sito.
Cunctando restituit

Offline Zima

Re: Commentiamo una poesia!
« Risposta #17 il: Sabato 29 Settembre 2007, 14:38:31 »
la lezione è finita...andiamo in pace!!!

....e ora....

;D VIA AL GIOCO!  ;D

chi vuole prenda una poesia e incominci ad analizzarla a partire dalle proprie impressioni!  ;)
"proverò a spaccare
meridiane di silenzio,
come ghiaccio
sui mattoni della piazza
e sotto i nostri piedi"
r.d.

Offline Filippo Salvatore Ganci

  • Autore
  • *
  • Post: 171
  • Sesso: Maschio
  • che le stelle siano con te!
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Commentiamo una poesia!
« Risposta #18 il: Sabato 29 Settembre 2007, 15:26:10 »
Ottimo, Zizì :)

Caro Deme :)
serve anche questo, si.
In risposta ai molti che si dicono non adeguati a poter commentare.
Le sensazioni sono percepibili - soggettivamente - da tutti e tutti le possono esternare. Questo topic vuole rivolgersi, con giusto spirito propositivo, anche a chi vuole capire meglio e poter giudicare più compiutamente un componimento, capendo lo sforzo che a volte c'è alla base nel tessere versi apparentemente istintivi e fluidi (e qui c'è il vero talento dell'Autore).
Adesso aspettiamo anche una infarinatura generale sulle molte figure retoriche e poi cominciamo a postare di volta in volta qualche poesia presa in vetrina e cerchiamo tutti insieme di analizzarla ed imparare ad esprimere quello che ne percepiamo, che riceviamo, ed esternarlo costruttivamente anche - e soprattutto - per l'Autore stesso. ;)
Vai, Zizìììì! :D


voglio dire ....solo.....GRAZIE!!! A VOI TUTTI!

CAPIRE...aiuta!
jeffe

la mano mia
spinta dall'anima
scrive per te!

alfredo

  • Visitatore
Re: Commentiamo una poesia!
« Risposta #19 il: Sabato 29 Settembre 2007, 16:36:18 »
Dico e ripeto: si sta esagerando, ci si diverte a fare i dispettucci e a dimostrare di esser maestri di metrica, ma ricordate egregi signori:
la poesia è cambiata, ci sono nuove regole, nuova tecnica poetica, tutti elementi nati nell'immediato dopoguerra nei più rinomati "caffè letterari di Roma, Firenze e Parigi. Ci troviamo in presenza della poesia cosidetta Moderna-futuristica,sollecitate quindi chi di dovere a riaprire tutte le finestre del sito, certo con l'obbligo dell'osservanza della buona etica civile e morale e senza oltrepassare i limiti della buona educazione, e allora potremo tutti quanti, indistintamente tutti, dilettarci a scrivere, pubblicare, leggere e commentare esternando ciò che ognuno è in grado di poter sviluppare.
Cordialità per tutti ricordandovi che tutte queste beghe non fanno altro che nuocere. Buona Domenica

Offline Zima

Re: Commentiamo una poesia!
« Risposta #20 il: Sabato 29 Settembre 2007, 16:44:28 »
caro Sig.Alfredo Genovese,
questo non è un dispetto, nè una bega, nè un modo di dimostrare che conosco la metrica!
l'intento di questo topic è esposto chiaramente, basterebbe leggere con attenzione e senza pregiudizi!
La informo inoltre che molti autori di questo sito utilizzano ancra le forme metriche e che le figure retoriche non differiscono affatto per la poesia Moderna, ma anzi, si possono riscontrare in uno qualunque dei testi da noi pubblicati e sono utilizzate anche ivolontariamente nel linguaggio parlato.
Il Suo intervento è spropositato e aggiunge veleno al già troppo presente in una sezione che vuole ricostruire e non distruggere.

cordiali saluti
"proverò a spaccare
meridiane di silenzio,
come ghiaccio
sui mattoni della piazza
e sotto i nostri piedi"
r.d.

Offline Zima

Re: Commentiamo una poesia!
« Risposta #21 il: Sabato 29 Settembre 2007, 17:20:10 »
allora! visto ke nessuno vuole cominciare, lo faccio io, sperando che poi mi aiutiate...

sotto consiglio di El greco ho scelto una poesia di una nuova autrice:

Di allora - Proserpine

-manca la voce al cielo d'autunno
quel rosa che iniziava dal tuo nome
fino al respiro lieve dei versi
esalati da labbra d'aurora-

di allora, il mio canto si perde
inmatrici sepolte d'inchiostro.


continua...
"proverò a spaccare
meridiane di silenzio,
come ghiaccio
sui mattoni della piazza
e sotto i nostri piedi"
r.d.

Offline Zima

Re: Commentiamo una poesia!
« Risposta #22 il: Sabato 29 Settembre 2007, 17:26:51 »
questa poesia mi ha molto colpito perchè riempie di emozioni delicate... si avverte la mancanza di un amore tenero ( quel rosa, ..respiro lieve).
l'autrice personifica una stagione e un momento del giorno, come se anche questi in empatia con i suoi sentimenti sentissero la stessa mancanza. si potrebbe interpretare la scelta dell "autunno" come se si volesse evidenziare una "morte" figurata in contrapposizione con la vita di quelle "labbra d'aurora"...
la poesia si svolge in soli sei versi dalla quasi perfetta struttura metrica di decasillabi, con la sola eccezione del secondo (11 sillabe) e quinto (9 sillabe) verso. il decasillabo dona un ritmo cadenzato e morbido, in piena armonia, secondo me, col messaggio che l'autrice vuole trasmetterci.
una poesia a mio parere bellissima con una chiusa incisiva e triste...

"di allora, il mio canto si perde
in matrici sepolte di inchiostro"

bellissima! nemmeno riesco a commentare...


cos'altro?!...a voi la parola! :)
« Ultima modifica: Sabato 29 Settembre 2007, 17:47:57 da Zima »
"proverò a spaccare
meridiane di silenzio,
come ghiaccio
sui mattoni della piazza
e sotto i nostri piedi"
r.d.

el_greco

  • Visitatore
Re: Commentiamo una poesia!
« Risposta #23 il: Sabato 29 Settembre 2007, 17:57:57 »


... Con questa delusione nel cuore, ti saluto, sperando, a questo punto, che qualcuno ritrovi il seno della ragione e torni a leggere la POESIA non solo quella di facciata, ma quella che ancora vive nel proprio profondo del cuore. :(



Dany è quello che stiamo cercando di fare se quelli come te ce lo permetteranno... >:(

_________________________________________________ _____


Bene, continuo io sulla scia del lavoro iniziato da Zima


Di allora - Proserpine

-manca la voce al cielo d'autunno
quel rosa che iniziava dal tuo nome
fino al respiro lieve dei versi
esalati da labbra d'aurora-

di allora, il mio canto si perde
inmatrici sepolte d'inchiostro.




Quello che colpisce in questi versi è senz’altro la scelta lessicale.
Semplice, pulita, immediata.
Metafore leggere poggiate su un substrato di tecnica poetica sicuramente non improvvisata.
C’è in questi versi una naturalezza che si lascia inalare, quasi fosse la stessa eterea sostanza di cui sono impregnati i sogni. Non un verso banale, nessun richiamo alle paradossali quanto scontate elegie sull’amore perduto, ma un semplice lieve palpito controtempo che si perde in versi di rara bellezza. I miei complimenti per essere riuscita a proporre un tema (la mancanza dell’altro) tanto abusato con versi di siffatta originalità.


el greco

el_greco

  • Visitatore
Re: Commentiamo una poesia!
« Risposta #24 il: Sabato 29 Settembre 2007, 18:20:07 »

Posso proseguire con un modesto esempio di come si possa commentare una poesia che non ci ha particolarmente entusiasmato per i suoi contenuti stilistici e tecnici...


Amore impossibile (di Sofia)



Il cuore e' triste
Il cuore piange
Ti amo
Mi ami
Ma non possiamo
mai gridarlo al mondo intero
Destino crudele
perche' ci hai fatto incontrare
innamorare
e poi ci costringi a stare lontano
a vivere vite diverse
lui con la sua famiglia
e io con la mia
ci sembra di soffocare
ci manca il respiro
ma e' bello sapere che ci siamo
che ci amiamo



C’è in questi versi la semplicità di un amore vissuto con la potenza della giovane età. La semplicità disarmante con la quale vengono presentati al lettore e la loro narrazione naif, fanno dimenticare la mancanza di ricercatezza nelle espressioni, di una impalcatura del costrutto o di un qualunque schema semantico.
Non è certo alla perfezione poetica che aspirano questi versi così prosaicamente adolescenziali, ma un pregio di sicuro ce l’hanno: riportare la poesia alle dimensioni del pensiero umano più immediato.




el greco



Offline Elisabetta Randazzo

Re: Commentiamo una poesia!
« Risposta #25 il: Sabato 29 Settembre 2007, 18:22:18 »
Posso proseguire con un modesto esempio di come si possa commentare una poesia che non ci ha particolarmente entusiasmato per i suoi contenuti stilistici e tecnici...


Amore impossibile (di Sofia)



Il cuore e' triste
Il cuore piange
Ti amo
Mi ami
Ma non possiamo
mai gridarlo al mondo intero
Destino crudele
perche' ci hai fatto incontrare
innamorare
e poi ci costringi a stare lontano
a vivere vite diverse
lui con la sua famiglia
e io con la mia
ci sembra di soffocare
ci manca il respiro
ma e' bello sapere che ci siamo
che ci amiamo



C’è in questi versi la semplicità di un amore vissuto con la potenza della giovane età. La semplicità disarmante con la quale vengono presentati al lettore e la loro narrazione naif, fanno dimenticare la mancanza di ricercatezza nelle espressioni, di una impalcatura del costrutto o di un qualunque schema semantico.
Non è certo alla perfezione poetica che aspirano questi versi così prosaicamente adolescenziali, ma un pregio di sicuro ce l’hanno: riportare la poesia alle dimensioni del pensiero umano più immediato.




el greco




Molto bella questa
"La poesia non è un modo di esprimere un'opinione. E' un canto che sale da una ferita sanguinante o da labbra sorridenti."
Kahlil Gibran

Offline Daniele Piredda

  • Autore
  • *
  • Post: 16
  • Sesso: Maschio
  • Viva la gente comune
    • My Space
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Commentiamo una poesia!
« Risposta #26 il: Sabato 29 Settembre 2007, 19:10:53 »


Dany è quello che stiamo cercando di fare se quelli come te ce lo permetteranno... >:(

_________________________________________________ _____

Hai ragione Greco... "quelli come me" sono la rovina del sito. Chiedo scusa se mi sono permesso d'intervenire. Questo non accadrà più. Buon lavoro.
Nei momenti cruciali sono la forza e il coraggio della gente comune, sconosciuta e senza importanza, che sono risolutivi. Le persone famose hanno spesso troppo da perdere, e abbandonano la causa al fine di proteggere se stesse.

Daisaku Ikeda

el_greco

  • Visitatore
Re: Commentiamo una poesia!
« Risposta #27 il: Sabato 29 Settembre 2007, 19:50:19 »


Dany è quello che stiamo cercando di fare se quelli come te ce lo permetteranno... >:(

_________________________________________________ _____

Hai ragione Greco... "quelli come me" sono la rovina del sito. Chiedo scusa se mi sono permesso d'intervenire. Questo non accadrà più. Buon lavoro.


Scusa Dany, non volevo essere così sgarbato, è solo che qualcuno sta tentando di far tornare alla normalità il sito ed il tuo post per quanto molto garbato mi era sembrato la continuazione di quelli precedenti. In questo topic proprio non ce lo vedevo. Scusami ancora e non privare il forum della tua presenza solo per una risposta sgarbata data in un momento di particolare tensione.


el greco

Offline Daniele Piredda

  • Autore
  • *
  • Post: 16
  • Sesso: Maschio
  • Viva la gente comune
    • My Space
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Commentiamo una poesia!
« Risposta #28 il: Sabato 29 Settembre 2007, 19:59:17 »



Scusa Dany, non volevo essere così sgarbato, è solo che qualcuno sta tentando di far tornare alla normalità il sito ed il tuo post per quanto molto garbato mi era sembrato la continuazione di quelli precedenti. In questo topic proprio non ce lo vedevo. Scusami ancora e non privare il forum della tua presenza solo per una risposta sgarbata data in un momento di particolare tensione.


el greco

Và bene Greco. Così và bene. Hai ragione anche tu, ma non sono molto avvezzo con i topic e dove ho potuto dire quello che pensavo l'ho detto sbagliando forse pagina, ma non il contenuto. Ammiro il vostro sforzo di rimettere in piedi la situazione e sono sicuro che avrà successo. Ancora buon lavoro e una stretta di mano.
Nei momenti cruciali sono la forza e il coraggio della gente comune, sconosciuta e senza importanza, che sono risolutivi. Le persone famose hanno spesso troppo da perdere, e abbandonano la causa al fine di proteggere se stesse.

Daisaku Ikeda

Offline Filippo Salvatore Ganci

  • Autore
  • *
  • Post: 171
  • Sesso: Maschio
  • che le stelle siano con te!
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Commentiamo una poesia!
« Risposta #29 il: Sabato 29 Settembre 2007, 21:31:59 »
Posso proseguire con un modesto esempio di come si possa commentare una poesia che non ci ha particolarmente entusiasmato per i suoi contenuti stilistici e tecnici...


Amore impossibile (di Sofia)



Il cuore e' triste
Il cuore piange
Ti amo
Mi ami
Ma non possiamo
mai gridarlo al mondo intero
Destino crudele
perche' ci hai fatto incontrare
innamorare
e poi ci costringi a stare lontano
a vivere vite diverse
lui con la sua famiglia
e io con la mia
ci sembra di soffocare
ci manca il respiro
ma e' bello sapere che ci siamo
che ci amiamo



C’è in questi versi la semplicità di un amore vissuto con la potenza della giovane età. La semplicità disarmante con la quale vengono presentati al lettore e la loro narrazione naif, fanno dimenticare la mancanza di ricercatezza nelle espressioni, di una impalcatura del costrutto o di un qualunque schema semantico.
Non è certo alla perfezione poetica che aspirano questi versi così prosaicamente adolescenziali, ma un pregio di sicuro ce l’hanno: riportare la poesia alle dimensioni del pensiero umano più immediato.




el greco



Mi voglio complimentare per il lavoro che stai svolgendo in questo topic e per la serenità che vuoi portare... e da esempio e da elogio....grazie!
jeffe

la mano mia
spinta dall'anima
scrive per te!