Autore Topic: Come si scrive una poesia?  (Letto 3848 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

alexandra

  • Visitatore
Come si scrive una poesia?
« il: Venerdì 9 Novembre 2007, 17:24:13 »
Secondo me (e nasce spontaneo) non dovremmo prima capire come si commenta, ma innanzitutto comprendere COME SI SCRIVE UNA POESIA.

Riporterò qui sotto le basi che io conosco e che altri mi hanno insegnato, voi se volete ne aggiungete ancora:

- Sicuramente è importante seguire l'istinto "poetico" ossia tirare fuori ciò che vogliamo scrivere e allora stileremo una prima copia "brutta" per capire il concetto che vogliamo esprimere.

-Evitare ripetizioni se non sono proprio necessarie, sia una parola che una frase e soprattutto un concetto.

- Poi cercheremo di modificarla, cercando immagini non banali, che siano d'impatto, quindi che abbiano una certa originalità. Sarebbe talvolta consigliato l'uso di metafore.

- Inserire una curata punteggiatura ove necessario, per rendere la lettura comprensibile e dare quelle pause giuste.

- Dare una struttura alle parole, cioè non è una brutta parola ;D, è solo dare aria ai versi, dividerli in strofe, o tagliare i versi, cercare comunque una certa originalità anche nella forma e non solo nel contenuto. Con forma non mi voglio riferire ad una struttura classica, solo dare assetto ai versi e non farli apparire come un discorso, come una pagina di diario, come una lista della spesa.

- La chiusa deve risaltare coronando i precedenti versi.

Allora, non voglio fare l'insegnante e non ne ho le competenze, voglio solo rendere partecipi coloro i quali da poco si accingono alla scrittura e se solo anche ad una persona serviranno, il mio scopo sarà raggiunto.

Quindi chi vuole dare altri suggerimenti può continuare...

« Ultima modifica: Venerdì 9 Novembre 2007, 17:30:09 da Francesca Coppola »

Offline Zima

Re: Come si scrive una poesia?
« Risposta #1 il: Venerdì 9 Novembre 2007, 20:44:21 »
Citazione
Secondo me (e nasce spontaneo) non dovremmo prima capire come si commenta, ma innanzitutto comprendere COME SI SCRIVE UNA POESIA.

direi che le due cose non sono conseguenti ma contemporanee e complementari l'una all'altra, detto ciò mi pare che Francesca abbia estrapolato i nodi fondamentali... e anche se detto così pare ci voglia una vita intera per scrivere una  poesia, in realtà queste cose avvengono spesso direttamente nl nostro cervello e in maniera molto spontanea e semplice, basta solo prestarci attenzione, scrivere il nostro testo e poi verificare l'assenza di ripetizioni sia concettuali che semantiche, osservare la punteggiatura e gli spazi, sentirne il ritmo...

il ritmo non viene scandito solo dalle rime, ma anche e soprattutto dalla lunghezza dei versi e, incosciamente, dagli spazi, quindi dalla suddivisione in strofe.

una cosa che faccio spesso è quella di non utilizzare troppi aggettivi possessivi...perchè penso che affinchè una poesia diventi di tutti, debba essere spoglia di tutti quei mio, tuo ecc...

cos'altro?
"proverò a spaccare
meridiane di silenzio,
come ghiaccio
sui mattoni della piazza
e sotto i nostri piedi"
r.d.

alexandra

  • Visitatore
Re: Come si scrive una poesia?
« Risposta #2 il: Venerdì 9 Novembre 2007, 20:52:16 »
- Evitare il meno possibile il "vorrei" che appare un pò egocentrico.

- Cercare di comunicare pathos in ciò che scriviamo, ossia sentimento, la dobbiamo sentire.

- Recentemente mi è stato anche suggerito di evitare l'uso degli aggettivi in modo insistente, se non proprio quando necessari, nel senso che dovrebbero togliere scontatezza al sostantivo più terra terra.

- Poi, non lo faccio di regola, ma mi è più naturale leggere l'aggettivo dopo il nome: ne guadagna di naturalezza la forma, in una poesia che non voglia essere classica.
« Ultima modifica: Venerdì 9 Novembre 2007, 21:01:54 da Francesca Coppola »

demetrio

  • Visitatore
Re: Come si scrive una poesia?
« Risposta #3 il: Venerdì 9 Novembre 2007, 22:11:23 »
COME SI SCRIVE UNA POESIA?

semplice...io uso il vecchio metodo..ma ancora valido...
carta e penna ;D ;D
scherzo....( si può scherzare?)....

io penso che la poesia è come un figlio
partorito dalla nostra anima
in un punto imprecisato tra cuore e testa
a volte scriviamo una poesia...costruendola...
con in mano un vocabolario...vogliamo colpire....
e scriviamo per gli altri..
ma la poesia nasce spontanea....
come un figlio nato per amore...
la poesia è quello che ci circonda...il mondo che si muove..
le vibrazioni di quello che percepiamo...
anche la musicalità è qualcosa che abbiamo dentro...
leggendola e rileggendola...anche il ritmo farà parte del nostro esprimere sensazioni....
e diventa nostra...creatura...
quando le due componenti si fondono..
pronta per essere condivisa....



alexandra

  • Visitatore
Re: Come si scrive una poesia?
« Risposta #4 il: Venerdì 9 Novembre 2007, 22:23:17 »
Citazione
COME SI SCRIVE UNA POESIA?

semplice...io uso il vecchio metodo..ma ancora valido...
carta e penna Grin Grin
scherzo....( si può scherzare?)....

io penso che la poesia è come un figlio
partorito dalla nostra anima
in un punto imprecisato tra cuore e testa
a volte scriviamo una poesia...costruendola...
con in mano un vocabolario...vogliamo colpire....
e scriviamo per gli altri..
ma la poesia nasce spontanea....
come un figlio nato per amore...
la poesia è quello che ci circonda...il mondo che si muove..
le vibrazioni di quello che percepiamo...
anche la musicalità è qualcosa che abbiamo dentro...
leggendola e rileggendola...anche il ritmo farà parte del nostro esprimere sensazioni....
e diventa nostra...creatura...
quando le due componenti si fondono..
pronta per essere condivisa....

permettimi di dissentire!

sin da subito ho detto che bisogna seguire l'istinto poetico, infatti tante volte mi è capitato di scrivere qualcosa che non ho modificato perchè esprimeva  appieno ciò che volevo, tante altre invece ha avuto bisogno di modifiche e ciò non si fa per "colpire" gli altri e non si fa con un dizionario tranne se non è quello dei sinonimi ;D, ma lo si fa per cercare di esprimersi al meglio!

si può sempre migliorare, poi basta apprendere e le cose ti nascono spontanee senza che pensi alla virgola o al vorrei, ma ci vogliono le basi.

Offline Luigi

  • Administrator
  • Autore
  • *
  • Post: 1895
  • Sesso: Maschio
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Come si scrive una poesia?
« Risposta #5 il: Sabato 10 Novembre 2007, 13:35:48 »
Parlandone in modo tecnico, la poesia è il prodotto creativo che richiede più elaborazioni e modifiche di tutti.
Vi potrà sembrare strano, ma una poesia richiede più modifiche, rifacimenti, ripensamenti, affinamenti, di un racconto o di un quadro.

Tutti i poeti "professionisti", diciamo così, anche quelli che possono sembrare più istintivi, come Ungaretti o Montale, facevano innumerevoli versioni, la scrivevano e riscrivevano, poi la lasciavano un po' di tempo, poi ci tornavano e la riscrivevano e riscrivevano di nuovo. Solo dopo molto lavoro si sentivano soddisfatti e la rendevano "ufficialmente" poesia.
La poesia nasce istintiva al poeta, ma allo stesso modo in cui il racconto esce al narratore od un disegno ad un pittore: come spunto, schizzo. Poi alla creatività si accosta l'esperienza, il sapere, la conoscenza, l'abilità, la maturità raggiunta scrivendo, leggendo e scrivendo, osservando e scrivendo, vivendo e scrivendo. Difficilmente una poesia nata e "morta" spontanea, di getto, è anche una poesia "matura", che può sviluppare tutto il proprio potenziale poetico, che riesce ad esprimere tutto ciò che può esprimere al massimo numero di lettori.
La poesia che nasce e muore spontanea, nasce e muore nell'animo del poeta. Se questo è l'unica cosa che interessa, scrivere per se stessi, allora si, basta scrivere spontaneamente e considerare in solo questo l'atto poetico. Se invece importa comunicare tramite la poesia, allora serve il lavoro poetico.
Così come il pittore, se vuole solo catturare un'idea per se stesso, si limita a fare lo schizzo spontaneo che gli viene al momento, ma se vuole farne un quadro da esporre e per comunicare, va allo studio e ci lavora per farne un quadro.
« Ultima modifica: Sabato 10 Novembre 2007, 13:38:05 da Luigi Webmaster »

Offline Oliviero Angelo Fuina

Re: Come si scrive una poesia?
« Risposta #6 il: Sabato 10 Novembre 2007, 13:59:24 »
Parlandone in modo tecnico, la poesia è il prodotto creativo che richiede più elaborazioni e modifiche di tutti.
Vi potrà sembrare strano, ma una poesia richiede più modifiche, rifacimenti, ripensamenti, affinamenti, di un racconto o di un quadro.

Tutti i poeti "professionisti", diciamo così, anche quelli che possono sembrare più istintivi, come Ungaretti o Montale, facevano innumerevoli versioni, la scrivevano e riscrivevano, poi la lasciavano un po' di tempo, poi ci tornavano e la riscrivevano e riscrivevano di nuovo. Solo dopo molto lavoro si sentivano soddisfatti e la rendevano "ufficialmente" poesia.
La poesia nasce istintiva al poeta, ma allo stesso modo in cui il racconto esce al narratore od un disegno ad un pittore: come spunto, schizzo. Poi alla creatività si accosta l'esperienza, il sapere, la conoscenza, l'abilità, la maturità raggiunta scrivendo, leggendo e scrivendo, osservando e scrivendo, vivendo e scrivendo. Difficilmente una poesia nata e "morta" spontanea, di getto, è anche una poesia "matura", che può sviluppare tutto il proprio potenziale poetico, che riesce ad esprimere tutto ciò che può esprimere al massimo numero di lettori.
La poesia che nasce e muore spontanea, nasce e muore nell'animo del poeta. Se questo è l'unica cosa che interessa, scrivere per se stessi, allora si, basta scrivere spontaneamente e considerare in solo questo l'atto poetico. Se invece importa comunicare tramite la poesia, allora serve il lavoro poetico.
Così come il pittore, se vuole solo catturare un'idea per se stesso, si limita a fare lo schizzo spontaneo che gli viene al momento, ma se vuole farne un quadro da esporre e per comunicare, va allo studio e ci lavora per farne un quadro.

Totalmente d'accordo! :D

alexandra

  • Visitatore
Re: Come si scrive una poesia?
« Risposta #7 il: Sabato 10 Novembre 2007, 14:00:14 »
Ecco... si!
Luigi ha espresso ciò che volevo dire...

se si scrive solo per sè, allora meglio scrivere un diario dove nessuno può contestare parole, avverbi, virgole, dove tutto rimane intoccabile...

quando ci relazionamo agli altri e proponiamo un nostro testo, allora deve arrivare il meglio possibile, con ciò non intendo dire che debba essere chiaro con l'uso di parole dirette, ma semplicemente essere un buon lavoro, vuoi per la forma, vuoi per l'originalità, vuoi l'ermetismo, per l'eleganza, per l'impetuosità, l'ironia... ma deve esprimere qualcosa in modo corretto! e per farlo necessita di modifiche e modifiche e leggere e rileggere...

demetrio

  • Visitatore
Re: Come si scrive una poesia?
« Risposta #8 il: Sabato 10 Novembre 2007, 14:49:07 »
ecco...appunto...
siamo dei poeti professionisti?????
non mi pare...
siamo dei dilettanti...e scriviamo prima per noi stessi...
per comunicare...e poi se gli altri ne condividono il contenuto è meglio..
certo che la poesia va curata...
ma scusate io qui vedo molte " poesie curate"...e poco sentimento...
sicuramente è una mia sensazione sbagliata...

Offline Zima

Re: Come si scrive una poesia?
« Risposta #9 il: Sabato 10 Novembre 2007, 15:03:03 »
ecco...appunto...
siamo dei poeti professionisti?????
non mi pare...
siamo dei dilettanti...e scriviamo prima per noi stessi...
per comunicare...e poi se gli altri ne condividono il contenuto è meglio..
certo che la poesia va curata...
ma scusate io qui vedo molte " poesie curate"...e poco sentimento...
sicuramente è una mia sensazione sbagliata...

no dai! non si può dire una cosa del genere!
la poesia sgorga dal cuore, da un sentimento intimo e io il sentimento lo leggo in quasi tutte le poesie... ognuno lo sa esternare a modo suo!

noi non siamo professionisti,è vero, siamo dilettanti...ma questo non vuol dire che dobbiamo rimanere fermi nel nostro dilettantismo, senza evolverci e migliorare... anzi, io credo che compito e missione di ogni uomo sia l'evoluzione continua... come andrebbe avanti il mondo senza questo?
e così vale per le cose che scriviamo... questo non vuol dire che bisogna tenere una poesia nel cassetto per anni prima di deciderci a pubblicarla, ma semplicemente che, dopo averla scritta, dobbiamo leggerla e rileggerla, prestarci attenzione, coccolarla perchè frutto della nostra anima... più la cureremo e più la renderemo bella!
"proverò a spaccare
meridiane di silenzio,
come ghiaccio
sui mattoni della piazza
e sotto i nostri piedi"
r.d.

demetrio

  • Visitatore
Re: Come si scrive una poesia?
« Risposta #10 il: Sabato 10 Novembre 2007, 15:10:06 »
scusa zima
ma abbiamo idee diverse sul professionismo e il dilettantismo...
chi l' ha detto che il professionismo è il passo conseguente al dilettantismo?
a volte ci ritroviamo a leggere dei "professionisti" solo perchè hanno capito come mettere la punteggiatura...
e dilettanti che navigano nell' anonimato solo perchè nessuno sa che esistono..
cmq io non ho nessuna intenzione di diventare un poeta professionista...
sicuremente migliorarmi per lessico e tonalità...
ma cercherò sempre di rimanere me stesso..

Offline Zima

Re: Come si scrive una poesia?
« Risposta #11 il: Sabato 10 Novembre 2007, 15:15:24 »
e invece deme....io la penso esattamente come te!  ;D

non ho detto che dobbiamo diventare tutti dei grandi poeti, ma che nel nostro piccolo dobbiamo sempre migliorarci...

e mica migliorarci vuol dire non essere più noi stessi? ...io mi sento sempre me, ma una me che sa scrivere un po' meglio di un anno fa! tutto qui!  ;)
e se qualcuno mi da un consiglio...io ne faccio tesoro...
"proverò a spaccare
meridiane di silenzio,
come ghiaccio
sui mattoni della piazza
e sotto i nostri piedi"
r.d.

alexandra

  • Visitatore
Re: Come si scrive una poesia?
« Risposta #12 il: Sabato 10 Novembre 2007, 15:18:08 »
sicuramente deme, non vuol dire cambiare se stessi, se si usa una metafora originale o capire dove si spezza un verso...

sono forse una delle persone che ha cambiato nel corso della mia permanenza in questo sito più stili e si è evoluta parecchio, ma sono rimasta quella di sempre, non sono un poeta nè un dilettante sono solo una persona che cerca di esprimersi al meglio...

l'evoluzione è presente in ogni cosa, rimanere sempre uguali equivale a vegetare...

Sicuramente abbiamo punti di vista diversi ed io non voglio importi il mio, come tu non puoi fare del tuo un modo universale...
la verità sta sempre nel mezzo di ogni posizione...

ognuno cerca di esprimersi e non è detto che chi capisce l'uso della punteggiatura sia professionista, come non è detto che una poesia di tecnica sia fredda di emozioni, come non è detto che una persona che è nell'anonimato sia brava ma non conosciuta...
ecco nulla è definitivo perchè tutto è in evoluzione...



Ho dato dei suggerimenti che altri mi hanno insegnato, e ne ho fatto tesoro, sarebbe stato egoista da parte mia non diffonderli e come già detto se solo serviranno ad una pesona... il mio scopo sarà raggiunto! alla fine chi vuole cogliere... coglie! ;)
« Ultima modifica: Sabato 10 Novembre 2007, 15:23:32 da Francesca Coppola »

Offline Nicomar

Re: Come si scrive una poesia?
« Risposta #13 il: Sabato 10 Novembre 2007, 17:29:52 »
sicuramente deme, non vuol dire cambiare se stessi, se si usa una metafora originale o capire dove si spezza un verso...

Sicuramente abbiamo punti di vista diversi ed io non voglio importi il mio, come tu non puoi fare del tuo un modo universale...
la verità sta sempre nel mezzo di ogni posizione...



brava Francesca, hai detto delle cose giustissime,
credo che ognuno segue una propria strada, affrontando una questione o cercando di risolvere un problema.
Tutto  è legato alle proprie esperienze alle proprie conoscenze e sicuramente alla propria elasticità mentale.
Concordo con le argomentazioni di Luigi, da no schizzo può nascere un’opera d’arte, l’importante è avere pazienza e tanta passione nel fare le cose…


Offline Il Massimale

  • Autore
  • *
  • Post: 402
  • Sesso: Maschio
  • E' poesia anche un volo di una farfalla
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Come si scrive una poesia?
« Risposta #14 il: Mercoledì 14 Novembre 2007, 10:21:36 »
Riporterò qui sotto le basi che io conosco e che altri mi hanno insegnato, voi se volete ne aggiungete ancora:

- Sicuramente è importante seguire l'istinto "poetico" ossia tirare fuori ciò che vogliamo scrivere e allora stileremo una prima copia "brutta" per capire il concetto che vogliamo esprimere.

-Evitare ripetizioni se non sono proprio necessarie, sia una parola che una frase e soprattutto un concetto.

- Poi cercheremo di modificarla, cercando immagini non banali, che siano d'impatto, quindi che abbiano una certa originalità. Sarebbe talvolta consigliato l'uso di metafore.

- Inserire una curata punteggiatura ove necessario, per rendere la lettura comprensibile e dare quelle pause giuste.

- Dare una struttura alle parole, cioè non è una brutta parola ;D, è solo dare aria ai versi, dividerli in strofe, o tagliare i versi, cercare comunque una certa originalità anche nella forma e non solo nel contenuto. Con forma non mi voglio riferire ad una struttura classica, solo dare assetto ai versi e non farli apparire come un discorso, come una pagina di diario, come una lista della spesa.

- La chiusa deve risaltare coronando i precedenti versi.

Quindi chi vuole dare altri suggerimenti può continuare...


Io non sono affatto daccordo su tutti questi punti che si devono rispettare!Magari la francesca coppola li ha pure inseriti in maniera corretta ma se devo dire la verità,utilizzo tutt altra tecnica e soprattutto più magia.
Io credo che una poesia deve essere scritta subito senza troppe riletture e correzioni:ascolti un verso musicale o guardi un posto e devi subito farti conquistare dai primi versi che ti giugono al cervello..Se si usa istinto e magia viene fuori una poesia!
La poesia è lo specchio della nostra anima ed il sussurro delle nostre emozioni!!
                       Il Massimale