Autore Topic: Poesie brevi  (Letto 2899 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Elisabetta Randazzo

Poesie brevi
« il: Giovedì 15 Novembre 2007, 11:41:28 »
Dobbiamo dare un valore estetico alle poesie brevi, dove la sostanza e la forma sono importanti, anche con frasi semplici . Scrivere bene è un'arte, ancora di più trasmettere in pochi versi emozioni al lettore.
L'ispirazione nasce da sé ma dobbiamo essere noi poi a svilupparla.
 
"Le poesie di Ungaretti sono brevi; infatti l'autore è un poeta ermetico. Questa forma letteraria, difatti, dà poca importanza alla lunghezza della poesia, esaltando invece le emozioni forti".
 
Con parole mie, dico che una breve deve racchiudere in pochi versi un mondo intero. Molto difficile riuscirci.
Perché dico ciò, perché in redazione rifiutiamo molte "brevi"... E poi l'autore si offende, giustamente, perché è convinto di aver fatto poesia.
Per evitare questi problemi, cerchiamo di abituarci a scriverle con grande attenzione, e impariamo insieme.
Il laboratorio è nato anche per questo.
 
Ombra
Uomo che speri senza pace,
Stanca ombra  nella luce polverosa
L'ultimo caldo se ne andrà a momenti
E vagherai indistinto…
 
(Ungaretti)
 
So che il Maestro è inarrivabile, ma almeno illuminiamoci con il suo esempio.
 

Elisabetta
"La poesia non è un modo di esprimere un'opinione. E' un canto che sale da una ferita sanguinante o da labbra sorridenti."
Kahlil Gibran

Offline Sincity

Re: Poesie brevi
« Risposta #1 il: Venerdì 16 Novembre 2007, 14:20:04 »


Fievole strimpellio di falene
calano le tende sulla battigia
gocciolano sui muri
i rintocchi di mezzanotte

e corre

verso il samsara pensieroso
un ego di sonno e veglia



stellaerrata

  • Visitatore
Re: Poesie brevi
« Risposta #2 il: Venerdì 16 Novembre 2007, 20:53:41 »
ok, concordo, ma dateci mezza indicazione. insomma, l'unica era massimo 150 caratteri...

Offline Paolo Ursaia

Re: Poesie brevi
« Risposta #3 il: Sabato 17 Novembre 2007, 13:48:08 »
 Cari amici, comprendo perfettamente la difficoltà che si ha nello scrivere una poesia breve, poichè non è neanche facile giudicarle. Tempo orsono, parlandone, Luigi aveva suggerito dei criteri, che, pur senza essere esaustivi o assoluti, possono aiutare. Fermo restando il problema della valutazione, legata alla sensibilità di ciascuno.
-Lo scritto mostra un'immagine poetica originale? E' una poesia.
-E' una considerazione filosofica sulla vita o su se stessi, in modo assertivo (la vita è...il dolore è....)?
 Allora è una massima filosofica.
-E' una considerazione su se stessi, sulla vita, su un sentimento, sulla propria condizione, espressa in modo diretto ("la mia vita va..."..."il povero resta....")? Allora è un pensiero, non una poesia.
-E' una considerazione filosofica, una considerazione espressa tramite una immagine poetica? Allora è una poesia.
   Sperando di avervi fornito un aiuto, vi saluto
Cunctando restituit

stellaerrata

  • Visitatore
Re: Poesie brevi
« Risposta #4 il: Sabato 17 Novembre 2007, 13:53:29 »
ok, ma perché ci sono brevi pubblicate ed addirittura indicate come da leggere ma che sono banali? perché quando si bocciano le poesie non si dà un minimo di spiegazione? io sinceramente non sto capendo. versi troppo lunghi? ok li snaturalizzo e li taglio. leggo altre poesie e toh versi lunghi. scusate ma capiamoci, che caratteristiche devono avere le poesie qui?
basta una rima? o togliere qualche articolo? o spezzare versi in modo che siano composti da una massimo due parole?
ho scritto una mail alla redazione, vorrei capire come funziona. io non scrivo per gli altri né per essere pubblicata, voglio solo imparare.

Offline Paolo Ursaia

Re: Poesie brevi
« Risposta #5 il: Sabato 17 Novembre 2007, 14:32:01 »
 Cara Stellaerratica, comprendo le tue difficoltà. Cerco di spiegarmi, almeno per quanto mi riguarda, senza voler parlare a nome della Redazione.

    Tu parli di poesie banali...entrando nel campo della soggettività, poichè quello che può essere banale per te, non lo è magari per me, o viceversa. Quindi, parlando di un puro campo estetico, non possono esserci leggi assolute. A meno di no finire nello sgrammaticato, nel puro incomprensibile.
 La lunghezza o brevità dei versi. Per una risposta puramente tecnica, rivolgiti magari privatamente a Zima, che ha svolto un ponderoso lavoro su questioni di metrica e struttura; e, quindi, può essere sicuramente più esaustiva di me. Personalmente, la lunghezza del verso, quando scrivo, è rapportata con la descrizione e/o il tipo d'azione che sto descrivendo...un cavallo al galoppo, sono versi brevi...un corteo funebre, rallenta il tutto, si allungano i versi. Nel giudizio di una poesia, poi, raramente mi trovo a contestare la lunghezza di un verso. A meno che non sia un periodo con numerosi punti di interpunzione. Certo, un verso che superi l'endecasillabo, diventa difficile da sostenere.
   Grazie per la pazienza e l'educazione con la quale ci poni i tuoi quesiti. Graditissimi, per crescere anche noi insieme a te.
 
Cunctando restituit

stellaerrata

  • Visitatore
Re: Poesie brevi
« Risposta #6 il: Sabato 17 Novembre 2007, 14:43:13 »
perdonatemi se sono brusca ma io vorrei capire proprio questa soggettività nella scelta delle poesie perché alcune vengono giudicate in un modo e altre in un altro. se si decide di lasciarne pubblicare una, perché poi ritirarla? soprattutto se è piaciuta ad altri...
boh...
sono una rompiscatole scusatemi

Offline Zima

Re: Poesie brevi
« Risposta #7 il: Sabato 17 Novembre 2007, 15:39:10 »
cara stella,
hai ragione a voler indagare sulle cause per cui alcune poesie vengono pubblicate e altre no... prima di tutto devi valutare che i giudizi sono soggettivi, quindi anche all'interno della redazione una persona può leggere una poesia e trovarla "buona" e quindi pubblicarla, altre persone potranno poi notare distonie e sottoporla al giudizio globale per decidere insieme.
a volte questo non avviene, ci sono degli errori da parte nostra, e poesie che presentano dei lati "oscuri" vengono poi cancellate. questo accade rarissimamente e nei periodi di caos o di assenza di persone in redazione...ricorda che siamo persone che vivono la propria vita e che mettono a disposizione del tempo per occuparsi delle poesie del sito.

per quanto riguarda la lunghezza dei versi, questa non è fondamentale, ci sono poesie pubblicate che hanno versi molto lunghi, anche superiori alle 13 sillabe e molte di più...quindi non è la lunghezza del verso che fa una poesia, ma la sua struttura... un verso che assomigli di più ad una frase in prosa, o ad un discorso diretto, non può essere considerato "poetico", è una frase! una frase piena di congiunzioni (ma, poi, quindi, perciò) è una frase di prosa...

diventa comunque difficile cercare di spiegare queste differenze senza un esempio e su due piedi, ma spero di essermi fatta capire almeno un pokino.
"proverò a spaccare
meridiane di silenzio,
come ghiaccio
sui mattoni della piazza
e sotto i nostri piedi"
r.d.

stellaerrata

  • Visitatore
Re: Poesie brevi
« Risposta #8 il: Sabato 17 Novembre 2007, 15:42:03 »
ok, credo di aver capito. cercherò di prestare più attenzione. grazie  ::)

Offline Luigi

  • Administrator
  • Autore
  • *
  • Post: 1895
  • Sesso: Maschio
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Poesie brevi
« Risposta #9 il: Sabato 17 Novembre 2007, 16:03:16 »
perdonatemi se sono brusca ma io vorrei capire proprio questa soggettività nella scelta delle poesie perché alcune vengono giudicate in un modo e altre in un altro. se si decide di lasciarne pubblicare una, perché poi ritirarla? soprattutto se è piaciuta ad altri...
Perché purtroppo a volte anche i redattori sbagliano.
Ti faccio due esempi di due poesie che prima sono state accettate, e poi tolte: una è la tua:

Solo
Cantando le emozioni
Riesco ad esprimere
Ineffabili sensazioni
Veloci nel loro scorrere
Evocando lontane
Rimembranze
Esili


che non sarebbe stata accettata neppure se fosse stata lunga e non breve: è un acrostico. Qui brevità, criteri, estetica, non c'entrano nulla. Nel regolamento c'è scritto chiaro che gli acrostici si pubblicano nel forum e non nel sito. Purtroppo chi ha convalidato questa poesia ha fatto uno sbaglio, evidentemente non l'ha letta con la dovuta attenzione, forse per l'ansia di convalidarla, forse perché i redattori sono autori e a volte hanno reazioni istintive da autori nel cliccare su "convalida".
La tua poesia breve, in realtà è un acrostico, SCRIVERE, e non ci vuole molto a capire perché è stata cancellata. Purtroppo era già stata pubblicata sul sito, purtroppo si era trattato di una convalida data in modo troppo superficiale.

Altro esempio, appena adesso abbiamo tolto una poesia che invece un redattore aveva convalidato:

Come colori che non vedi..
mi guardi parlare ma non senti
ti abbraccio e sei distante..
MI MANCHI

Breve o non breve, questa poesia è assolutamente inammissibile nel sito, perché è un messaggio privato che l'autore manda alla sua donna. Avrebbe dovuto usare un sms, od un sito di dediche o di messaggi, ma non il nostro sito. Usare il sito per mandare messaggi personali (ed è chiarissimo dal "MI MANCHI" tutto maiuscolo) che questa non è una poesia ma un sms.

Perché alcune poesie vengono cancellate dopo essere state pubblicate? Perché c'è stato uno sbaglio di un redattore che ha troppo facilmente, senza leggere bene, senza rendersi conto, ha convalidato quel testo. Purtroppo i redattori sono autori, ed a volte convalidano le poesie non come redattori ma come se fossero l'autore del testo. Per fortuna del sito gli sbagli sono rimediabili e la cancellazione è possibile anche dopo la pubblicazione.

Chiediamo scusa pubblicamente agli autori ed ai lettori, questi episodi sono evidentemente una mancanza di riguardo e di rispetto verso gli autori ed i lettori e speriamo che non succedano di nuovo.

stellaerrata

  • Visitatore
Re: Poesie brevi
« Risposta #10 il: Sabato 17 Novembre 2007, 16:12:44 »
il perchè dell'acrostico, è evidente, m'è sfuggito... era comunque poetico  ::) ad ogni modo, anche se è lungo da vagliare un sito, ci sono tante "poesie" che sono dediche o comunque messaggi. o anche i commenti.
perdonatemi però mi sembra che stia crescendo una sorta di malcontento generale, io evito di commentare per non ripetere commenti già fatti da altri o simili. insomma, cerco di seguire le regole, però mi lascia perplessa vedere che non va sempre così.
ammiro chi dedica il suo tempo a correggere e valutare, però per alcune poesie sono rimasta davvero perplessa. non importa, le mie le pubblico altrove, però mi chiedo davvero cosa c'è per esempio nelle mie che non va.
continuerò a cercare di stare attenta.

Offline Paolo Ursaia

Re: Poesie brevi
« Risposta #11 il: Sabato 17 Novembre 2007, 17:43:01 »
Cara Stellaerratica, come dice Luigi, i Redattori possono sbagliare. Sbagliano perchè sono autori, e possono pubblicare una poesia, riempiendola di un significato che non ha; possono sbagliare perchè sono donne ed uomini, e possono trovarsi in mezzo a mille vicissitudini e, nel contempo, devono seguire il sito. Possono sbagliare, perchè non sono dei censori, e, inconsciamente, tendono ad essere...dalla parte dell'autore. Ecco perchè, talora in seconda battuta, a mente più fredda e distaccata, possono arrivare delle correzioni, dei refusi. Non avertene a male. Ci rimaniamo male anche noi, quando accade. E continua a chiedere. Perchè, come vedi, chiedendo con civiltà, come tu hai fatto, ti hanno risposto praticamente tutti i Redattori che potevano. WM compreso. Ciao e...buon lavoro!
Cunctando restituit

stellaerrata

  • Visitatore
Re: Poesie brevi
« Risposta #12 il: Sabato 17 Novembre 2007, 17:53:30 »
 :P 'mazza che fortuna!
ok, vi ringrazio. intanto mi sto facendo aiutare da altri poeti a scrivere. sono una ragazza fortunata.
oooook, grazie. però ecco in effetti dovrò capire meglio lo spirito delle brevi.
ah, ma perchè gli haiku et sim vanno nel forum? insomma le cose sperimentali. (pura curiosità)
grazie  :D

Offline Luigi

  • Administrator
  • Autore
  • *
  • Post: 1895
  • Sesso: Maschio
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Poesie brevi
« Risposta #13 il: Sabato 17 Novembre 2007, 18:14:34 »
ma perchè gli haiku et sim vanno nel forum? insomma le cose sperimentali. (pura curiosità)
grazie  :D
Perché il forum consente discussione, collaborazione, messa a punto, insomma quel lavoro e quello scambio che invece il sito non consente.
Ad esempio gli acrostici: nel forum qualcuno lancia un tema, una parola, e si susseguono vari autori ad esprimersi, magari commentandosi e dandosi suggerimenti, confrontandosi. Il forum è più vivo e malleabile del sito, adatto a scambiare esperienze ed a lavorare in tanti ad uno stesso scopo.

stellaerrata

  • Visitatore
Re: Poesie brevi
« Risposta #14 il: Mercoledì 21 Novembre 2007, 08:24:34 »
 ::) capito
 8) grazie!