Autore Topic: poesie copiate  (Letto 14840 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Antonio Terracciano

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 400
  • Sesso: Maschio
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:poesie copiate
« Risposta #15 il: Mercoledì 20 Marzo 2013, 23:38:27 »
Vorrei fare l'avvocato del diavolo e far notare che, se i numeri sono infiniti, le parole di una lingua (e le loro combinazioni) non lo sono, per cui potrebbe verificarsi il caso che due persone scrivano uno stesso pezzo (soprattutto se breve) all'insaputa l'una dell'altra.
A vent'anni non avevo ancora letto Borges, e posi quest'eventualità al mio professore di Linguistica dell'Università: lo misi in imbarazzo, non mi seppe dare un chiarimento sicuro, e mi consigliò, semmai, di rivolgermi a un docente di Matematica.
Questo professore (di lingue e matematica insieme) lo trovai, parecchi anni dopo, in Jorge Luis Borges, laddove egli immagina la storia di Menard, che scrive, all'inizio del Novecento, alcuni capitoli del "Don Chisciotte" di Cervantes senza la benché minima variante.
Scrive Borges, in "Pierre Menard, autor del Quijote" , breve racconto del 1939: "Non voleva comporre un altro Chisciotte - questo sarebbe stato facile! - ma 'il' Chisciotte. Inutile aggiungere che non fece mai una trascrizione meccanica dell'originale; non si proponeva di copiarlo. La sua ammirevole ambizione era di produrre alcune pagine coincidenti - parola per parola e rigo per rigo - con quelle di Miguel de Cervantes" . E inoltre, "il testo di Cervantes e quello di Menard sono verbalmente identici, però il secondo è quasi infinitamente più ricco. (Più ambiguo, diranno i suoi detrattori; però l'ambiguità è una ricchezza. ) " Ancora, secondo Borges Menard sosteneva che "ogni uomo deve essere capace di tutte le idee, e penso che nel futuro lo sarà" .
Certo, questa è un'eventualità rarissima, ma non si può escludere del tutto!
Comunque, ragionando meno matematicamente, può succedere spesso che, anche se le parole usate sono ben diverse, l'argomento dello scritto di uno sia identico (o quasi) a quello di un altro. Me ne sono accorto pochi giorni fa, a proposito della mia poesia "Sifr" , molto simile, per contenuto, a "Nummeri" di Trilussa, che avevo letto anni prima: onestamente l'ho segnalato ai lettori, riproponendo la mia poesia con la dovuta considerazione scritta.

Offline Gianpiero De Tomi

Re:poesie copiate
« Risposta #16 il: Giovedì 21 Marzo 2013, 13:24:22 »
Credo che... tarallucci e vino ragazzi?
Qui state disquisendo del sesso degli angeli :-D
never-more


Comprendo che dare un valore aggiunto alla discussione sia a volte impegnativo, magari però penso sia possibile fare di meglio
Buona vita.

Offline poeta per te zaza

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 2044
  • Sesso: Femmina
  • Infinito è spazio che precede e segue l'orizzonte
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:poesie copiate
« Risposta #17 il: Giovedì 4 Aprile 2013, 23:31:11 »
“Quando incontro un giovane che professionalmente
mi ha preso a modello”, ha affermato il celebre architetto
Frank Gehry, “prendo un foglio di carta e ci metto la mia firma,
poi lo invito ad apporvi la sua, e per finire gli raccomando:
“Ricordati sempre che non devi copiare la mia, ma dare
dignità alla tua”.
di sabbia e catrame è la vita...
o scorre o si lega alle dita...

Offline Saverio Chiti

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 864
  • Sesso: Maschio
  • " C’è un vuoto nel mio giardino..."
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:poesie copiate
« Risposta #18 il: Venerdì 5 Aprile 2013, 21:20:33 »
“Quando incontro un giovane che professionalmente
mi ha preso a modello”, ha affermato il celebre architetto
Frank Gehry, “prendo un foglio di carta e ci metto la mia firma,
poi lo invito ad apporvi la sua, e per finire gli raccomando:
“Ricordati sempre che non devi copiare la mia, ma dare
dignità alla tua”.

concordo pienamente...
...lì dove ti avevo lasciato
neanche il sole fa più capolino...

Offline maria grazia savonelli

Re:poesie copiate
« Risposta #19 il: Sabato 6 Aprile 2013, 14:33:44 »
mi trovo pienamente in accordo con Lorenzo , a tutt'oggi, ci sono copiatori, e sopprattutto copiatrici che continuano imperterrite a trascrivere versi altrui, un talento sprecato, come traduttori, abrebbero un avvenire assicurato... per non parlare poi delle copiatrici nazionali, che continuano indiscriminatamente a pubblicare pensieri e sentimenti di altri e a scambiarsi i soliti patetici , vezzosi, assurdi, incredibili propagandistici commenti.
Concordo anche con coloro che porgono l'altra guancia... la mia è qui... almeno tirate fuori la mano.

Offline Berine Algol Belize

Re:poesie copiate
« Risposta #20 il: Lunedì 8 Aprile 2013, 22:19:28 »
Riporto con piacere le parole di Roberto Gervaso, che in merito al plagio scrisse:

Copiare da un altro autore è un reato che si chiama "plagio". Copiare da più autori, invece, è una opera meritevole che si chiama "ricerca". da "I pensieri di Bellavista"

Saluti

Gabriele Zebelloni
"una piccola nuvola non può nascondere molte stelle" - Proverbio Australiano

Offline India

Re:poesie copiate
« Risposta #21 il: Domenica 28 Aprile 2013, 14:37:08 »
Provo a studiare la psicologia di chi copia
1) non può avere interessi economici, visto che la poesia non frutta soldi
2) non può avere desiderio di gloria, visto che la poesia non porta gloria
3) non soddisfa il proprio narcisismo, perchè non si può essere fieri di se stessi per avere scritto qualcosa che non si sente nel profonfo, perchè è un sentire altrui

Allora l'unica spiegazione è gridare al mondo la propria inadeguatezza, oltre la sofferenza per l'incapacità a esprimere i propri sentimenti. Di fondo vi è una tormento enorme nell'appropriarsi di sentimenti altrui. E' una forma di cleptomania

Provo una gran pena per i bari di versi.

Offline Saverio Chiti

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 864
  • Sesso: Maschio
  • " C’è un vuoto nel mio giardino..."
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:poesie copiate
« Risposta #22 il: Domenica 28 Aprile 2013, 15:06:25 »
Riporto con piacere le parole di Roberto Gervaso, che in merito al plagio scrisse:

Copiare da un altro autore è un reato che si chiama "plagio". Copiare da più autori, invece, è una opera meritevole che si chiama "ricerca". da "I pensieri di Bellavista"

Saluti

Gabriele Zebelloni

secondo me... copiare, sia da un autore che da molti autori... è solo idiozia! chi lo fa è solo "un idiota" non mi vengono altre parole! non sono e mai sarò Gervaso... ma se lui la pensa così come scrive nei "pensieri di Bellavista" beh dico io, meno male non sono come lui! ...e mi piacerebbe, ahh se mi piacerebbe, che in molti lo plagiassero... vorrei proprio vedere come reagirebbe!
mi viene da dire citando un comico... "tutti intellettuali con gli scritti degli altri!"
copiare... versi, scritti, musiche o quant'altro... è sintomo di pochezza umana!

Ch.S
...lì dove ti avevo lasciato
neanche il sole fa più capolino...

Offline Berine Algol Belize

Re:poesie copiate
« Risposta #23 il: Martedì 30 Aprile 2013, 23:11:57 »
Non commento... chi ha orecchi per intendere, intenda.
La prossima volte me ne guarderó bene di intervenire su qualsiasi argomento.
"una piccola nuvola non può nascondere molte stelle" - Proverbio Australiano

Offline Saverio Chiti

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 864
  • Sesso: Maschio
  • " C’è un vuoto nel mio giardino..."
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:poesie copiate
« Risposta #24 il: Mercoledì 1 Maggio 2013, 00:01:01 »
Non commento... chi ha orecchi per intendere, intenda.
La prossima volte me ne guarderó bene di intervenire su qualsiasi argomento.

a quanto pare madre natura si dimentico di me, quando distribuì le "orecchie"
...perché non ho capito " 'na mazza! "

e comunque nessuno a fatto "violenza" ad altri... quindi perché non  discutere apertamente!
...lì dove ti avevo lasciato
neanche il sole fa più capolino...

Offline Berine Algol Belize

Re:poesie copiate
« Risposta #25 il: Mercoledì 1 Maggio 2013, 21:42:00 »
esplico:

"secondo me... copiare, sia da un autore che da molti autori... è solo idiozia! chi lo fa è solo "un idiota" non mi vengono altre parole! non sono e mai sarò Gervaso... ma se lui la pensa così come scrive nei "pensieri di Bellavista" beh dico io, meno male non sono come lui! .."

La locuzione "copiare da molti autori" del Gervaso, esprime semplicemente la lettura di molti autori, così forse da farsi una idea più ampia su un dato argomento, invece che focalizzare e copiare in toto da un unica opera.
Questo è ciò che si comprende dalle sue parole.

Esempio, per i più duri: se devo scrivere un trattato di arte ateniese, non studierò e leggerò ed incamererò solo ed esclusivamente trattati antecedenti della Nike di Atene, ma cercherò altre fonti parallele, la collocazione storica, i vari scultori eccetera eccetera eccetera... alla fine, quando scriverò il mio libro, da chi avrò copiato? da tutti? da molti autori? o da uno solo?

mi sembrava una considerazione ovvia... ma tutto è relativo, fortunatamente, o forse l'impulso di scrivere a volte è irrefrenabile per alcuni. E qui mi fermo.

L'ignorante
Gabriele Zebelloni
"una piccola nuvola non può nascondere molte stelle" - Proverbio Australiano

Offline Saverio Chiti

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 864
  • Sesso: Maschio
  • " C’è un vuoto nel mio giardino..."
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:poesie copiate
« Risposta #26 il: Mercoledì 1 Maggio 2013, 21:59:40 »

La locuzione "copiare da molti autori" del Gervaso, esprime semplicemente la lettura di molti autori...

L'ignorante
Gabriele Zebelloni

sai com'è... quando leggo copiare... intendo copiare! di locuzioni me ne intendo poco... non faccio giornalismo e il mio italiano è assai stentato... ma cerco sempre di farmi capire...
quindi se leggo "copiare da più autori..." io capisco che si intenda appunto copiare! ...forse "l'ignorante" son solo io...
oppure...
se il post iniziale parla di poesie copiate, presumevo che anche i post successivi... ma a quanto vedo e leggo...

Ch.S
...lì dove ti avevo lasciato
neanche il sole fa più capolino...

Offline Gianpiero De Tomi

Re:poesie copiate
« Risposta #27 il: Mercoledì 1 Maggio 2013, 22:14:27 »
Dato che la poesia serve in primis all'autore per comprendere una sua interiorità, copiare non è certo il modo giusto per raggiungere questo scopo.  Ma alla fine, cosa importa? Provo solo una certa compassione per chi spudoratamente copia poesie; solo vorrei che riacquistasse dignità.

Offline Pino Penny

  • Autore
  • *
  • Post: 698
  • Sesso: Maschio
  • guardi la vita a colori o in bianco e nero?
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:poesie copiate
« Risposta #28 il: Martedì 31 Dicembre 2013, 22:39:46 »
sono un essere abominevole dato che ho compiuto il misfatto di aver cercato di pubblicare un "plagio"eccovi le prove...

La tua poesia 'Il Verme Solitario' non viene pubblicata con la seguente motivazione della redazione:
Gentile autore, ci spiace constatare che nonostante questo testo è stato già respinto il 3/12 viene riproposto esattamente uguale (con esclusione del 1° verso) Ci sembra veramente poco rispettoso nei confronti della redazione che deve perdere tempo a riesiminare un testo già valutato. Tra l'altro questo testo altro non è che la scopiazzatura di una famosa canzoncina di tantissimi anni (Gobbo lo padre, gobbo la madre, gobba la figlia della sorella, era gobba pure quella .... ecc. ) Sei pregato, per il futuro, qualora un testo non venga convalidato, prima di riproporlo, modificarlo, e se possibile, tenere in considerazione le note inviate dalla redazione.
Cordiali saluti."

Testo che avevi proposto per la pubblicazione:
Il Verme Solitario
Ce lo avessi
magro sarei
come sono
quei cipressi
invece sono
grasso da paura
che ci posso fare
è mia natura
Grasso a quest'età
era mio padre
grassa da sempre
fu mia madre
grassa c'è pure
mia sorella
che da giovane
era tanto bella
-e pur' io sai
non ero male
peccato che adesso
sia un maiale
Nella vita bisognerebbe
mai cambiare
invece
Come Si Cambia
si ha da cantare!


Nota dell'autore:
anche i grassi hanno un cuore (nessuna offesa per chi ha kili di troppo)


Se vuoi avere spiegazioni, un chiarimento, basta rispondere a questa mail. Prima però prendi visione dei criteri per la pubblicazione e delle motivazioni che spesso portano alla non pubblicazione o all'inserimento nel portfolio!
guardi la vita a...colori?Io a volte si, a volte in nero a seconda dei giorni.se sono grigi anche grigio è un colore.Ma anche in blu non mi dispiace.in rosso per tirarmi su.in giallo se mi sento più pazzo del solito,in bianco se ci vado...

Offline paolo corinto tiberio

Re:poesie copiate
« Risposta #29 il: Venerdì 3 Gennaio 2014, 10:26:40 »
in poesia, sapevo io, non si copia ma si ruba... un poeta non può non essere che un grandissimo ladro!... c'è differenza tra rubare e copiare?... tanta!!
salvatico è quel che si salva