Autore Topic: "Il senso del bello"  (Letto 4093 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Marco Casini Marcoforever

Re: "Il senso del bello"
« Risposta #15 il: Domenica 7 Ottobre 2007, 02:43:38 »
Non credo che sia proprio una relazione d'amore, ma piuttosto un qualcosa che scaturisce dentro e che da' appagamento a quella parte di noi che viene sensibilizzata al momento, la visione di un bel quadro, o la lettura di un testo, ma in ogni caso si evince, che quel che piace a me non puo' piacere ad altri a prescindere dal periodo storico dell'opera. Diciamo che è la reazione alchemica positiva tra l'arte e l'osservatore. (positiva quando piace)  :) 
Una lama nel petto che sanguina amore...

khay

  • Visitatore
Re: "Il senso del bello"
« Risposta #16 il: Domenica 7 Ottobre 2007, 02:48:54 »
Si Marco, ma perchè questa reazione alchemica scatta con alcuni e non con altri alla vista per esempio di un'opera d'arte, ma potrebbe benissimo essere qualsiasi altra cosa o persona...
Perciò parlo di relazione d'amore occulta... perchè forse corrisponde a certe nostre coordinate interne...

Offline Marco Casini Marcoforever

Re: "Il senso del bello"
« Risposta #17 il: Domenica 7 Ottobre 2007, 03:01:52 »
Credo che questo faccia parte del mistero della vita e che sia un irradiazione secondaria appunto di fequenze anche nervose, abbiamo inventato il fascino forse per definire quel mix che fa vibrare le corde anche in presenza di persone o cose di non condivisibie bellezza. I temi attrattivi sono diversificati in svariate forme per ogni tipo di persone, c'è chi subisce il fascino della morte molto piu' di quello della vita, è una bella scommessa vivere, ma ne vale la pena :)
Una lama nel petto che sanguina amore...

Offline Paolo Ursaia

Re: "Il senso del bello"
« Risposta #18 il: Domenica 7 Ottobre 2007, 10:34:44 »
 Cara Cristina, dal punto di vista fisiologico, si è visto che "il bello", qualsiasi esso sia, porta all'attivazione delle stesse aree cerebrali che vengono attivate dalla visione di persone per cui proviamo sentimenti.  Perchè ambedue corrispondono a coordinate interne? Probabilmente, sì.
Cunctando restituit

Justinilpazz

  • Visitatore
Re: "Il senso del bello"
« Risposta #19 il: Mercoledì 10 Ottobre 2007, 22:35:06 »
secondo me non avete capito niente della poesia.. parlate di relazione, di scienza, di conversazione... la poesia non è niente di tutto questo.. la poesia è arte, è un modo di esprimersi per chi scrivere ed è un modo per riscarldarsi, rifugiarsi, sognare per chi legge... niente artificio.. pura irrazionalità, emotività, nella poesia niente viene filtrato...
la stessa poesia può avere mille significati diversi per una stessa persona, se questa persona la legge con stati d'animo differenti in momenti differenti... l'unica conversazione che il lettore ha è con se stesso e non con la poesia... .