Autore Topic: Mi fa male il mondo  (Letto 5563 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Rb

Re: Mi fa male il mondo
« Risposta #15 il: Venerdì 18 Aprile 2008, 15:54:30 »

 io non ci posso pensare a cosa mi fa male, perchè mi fa troppo male
 e potrei anche morire.
 Non di dispiacere, ma per la rabbia di non poter essere lì a sistemare, proteggere,  scampare , rendere felici gli infelici, rendere i malvagi consapevoli, fare giustizia, insomma, va beh
quando creperò, invece di stare in paradiso da illuminata beata,
vorrei diventare, un angelo che aiuta
chissà poi come sarà tutta la storia di noi esseri umani,
ci sovrasta,
accettare di essere solo umani
 non dei,
ci fa soffrire o,
perlomeno,
fa soffrire chi
vorrebbero vedere felici
tutti i nati
senza aspettare di vederli da morti
beati.


Offline Monster

  • Autore
  • *
  • Post: 1303
  • Sesso: Maschio
  • sembro un mostro?...no! potrei essere peggio però!
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Mi fa male il mondo
« Risposta #16 il: Mercoledì 23 Aprile 2008, 08:59:35 »
mbhè ho capito..torniamo terra.. terra...
se la vita me lo appoggia di solito mi fa male!!

Offline Monster

  • Autore
  • *
  • Post: 1303
  • Sesso: Maschio
  • sembro un mostro?...no! potrei essere peggio però!
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Mi fa male il mondo
« Risposta #17 il: Mercoledì 23 Aprile 2008, 09:03:20 »
;D     monster ha un cuore pappappero, monster ha un cuore pappappà...
 ;D    ;D   pensa alla parte buona, guarda la bottiglia mezza piena... 
pensa... se avessero ammazzato prima i bambini... no, gli adulti sarebbero morti da soli... mumble mumble... forse ne avrei lasciato uno per raccontarlo... mumble mumble... no, non ci riesco a pensare al mezzo pieno!

..in effetti quale catastrofista non sono per le mezze soluzioni...perchè fare fuori solo 800 persone? sarrebbe stato meglio farne fuori 8 miliardi...
800 persone trucidate fanno male alle coscienze....
8 miliardi di persone trucidate non fanno più male a nessuno...!!
quindi meglio ammazzare tutta l'umanità...e il problema si risolve da solo...
o no?

Offline Paolo Ursaia

Re: Mi fa male il mondo
« Risposta #18 il: Mercoledì 23 Aprile 2008, 11:49:05 »
 Ragazze, ragazzi...è vero, il mondo è schifoso...un aereo da combattimento, ad esmpio, l'A-10...costa quanto un anno di alimentazione per l'Africa intera...in Parlamento, richiedono milioni di euro per il finanziamento di associazioni culturali, quali..."La piadina nel nord-est dell'Italia"..."Il tombolo nella storia dell'umanità"...e similari; degnissime cose...se non si tagliassero i fondi per l'assunzione (obbligatoria per legge, oltretutto....) degli invalidi del lavoro.
  Quindi, il mondo è schifoso...ma...
Cunctando restituit

Offline Paolo Ursaia

Re: Mi fa male il mondo
« Risposta #19 il: Mercoledì 23 Aprile 2008, 11:54:06 »
...E passo oltre, per stressare lo stacco...NOI SIAMO questo mondo.
  Esempio...nelle mie ricorrenti crisi di follia, mi ritrovo a passare le mie vacanze in varie strutture ospedaliere di volontari vari nelle zone dimenticate dalla terra. Parto, accompagnato dai sorrisi pietosi dei miei amici e colleghi (...povero idealista...); quando proprio non seguito dalle loro critiche (...è solo un atteggiamento...il terzo mondo c'è anche da noi...e similari. Come se poi loro facessero qualcosa per il nostro terzo mondo...). Ritorno...e nessuno vuole sentire cosa c'è laggiù...è altrove, laggiù. Non li riguarda. Guai, poi, a chiedere un aiuto concreto....
Cunctando restituit

Offline Paolo Ursaia

Re: Mi fa male il mondo
« Risposta #20 il: Mercoledì 23 Aprile 2008, 12:00:44 »
 Terza fase, ed ultima...La verità è che siamo tutti molto contenti di stare in questa parte del mondo, hic et nunc...ed è anche giusto. Siamo fortunati. Ma se non siamo in grado di pensare anche ai meno fortunati, se non occasionalmente, sull'onda di qualche evento enorme e mediatico (...es. tsunami...), per poi ritornare al nostro sonno...
   Se non siamo in grado di avere comportamenti virtuosi, che impediscano il proliferare, ad esempio, di iniziative industriali che sfruttano il lavoro infantile o quantomeno sottopagato del terzomondo per farci avere il nostro superfluo....se non ci interessa cosa comporta agli altri il nostro stile di vita...beh, allora faremmo migliore figura a tacere. I buonismi occasionali si perdono nel mare di indifferenza della nostra vita quotidiana. Faranno bene alla nostra coscienza, ma fanno di noi degli ipocriti. A meno che, non servano a farci lentamente svegliare dal nostro torpore. Chissà.... ??? ???
Cunctando restituit

Offline Monster

  • Autore
  • *
  • Post: 1303
  • Sesso: Maschio
  • sembro un mostro?...no! potrei essere peggio però!
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Mi fa male il mondo
« Risposta #21 il: Mercoledì 23 Aprile 2008, 13:32:40 »
però, però sorge spontanea una domanda...
...perchè a questo mondo si deve necessariamente aiutare qualcuno e se non lo si fa si passa da bastardi?..la domanda è generale....e non significa che se il mio vicino sta male o ha un problema io non debba aiutarlo...capitemi bene...

.quando poi...a livello generale...
1° siamo troppi e mal distribuiti sulle aree geografiche;
2° non tutte le aree geografiche sono favorevoli alla produzione di cibo e quant'altro (in alcune le risorse abbondano in altre..vedi darfour..sono inesistenti);
3° alcune popolazioni soffrono di ignavia atavica (sono fataliste e animiste, hanno una visione della vita e della morte totalmente differente dalla nostra)...hanno una obiettiva difficoltà a emigrare verso aree più favorevoli (preferiscono morire nel deserto digiuni e mangiati dalle mosche pur di non spostarsi in altre aree);
4° alcune popolazioni soffrono di malattie locali praticamente incurabili ed ineliminabili dal loro contesto (vedi febbre emorragica africana etc.);
5° alcune popolazioni hanno una struttura politica antidemocratica che non consente alcuna evoluzione della società;
6° nessuna nazione occidentale, per quanto possa impegnarsi, potrà  mai risolvere il problema del terzo mondo (ma mi chiedo 500/1000 anni fa a chi gliene fregava del terzo mondo?..mah);
7° lo sviluppo tecnologico per alcune popolazioni è inesistente, in altre eccessivo (non si può trasferire alta tecnologia a gente che usa ancora l'arco e le frecce);
8° l'esempio della inutile spesa in armamenti super sofisticati (non è calzante) non tiene conto che a livello generale se non si dispone di tali armamenti al momento giusto qualcuno ne potrebbe approfittare (ma avete sentito le dichiarazioni del capo del governo iraniano nei confronti di Israele..ne prevede la cancellazione e non con la gomma...con le testate atomiche su missili)..e Israele secondo voi che sta facendo in questo momento..fabbrica colombe di pasqua da mandare agli iraniani??;
9° etc etc.

e allora..??
« Ultima modifica: Mercoledì 23 Aprile 2008, 13:35:23 da Monster »

alexandra

  • Visitatore
Re: Mi fa male il mondo
« Risposta #22 il: Mercoledì 23 Aprile 2008, 14:21:31 »
Dopo aver letto vi dico...

se ognuno pensasse sempre in grande, poi non ci sarebbe chi aiuta, perchè tutto apparirebbe senza senso ed in un certo modo inutile!
ma ognuno, nel proprio piccolo e senza rifltettere più di tanto, potrebbe aiutare con un piccolissimo gesto che messo insieme a tanti piccoli gesti diventerebbe enorme e allora...

Offline Marina Como

Re: Mi fa male il mondo
« Risposta #23 il: Mercoledì 23 Aprile 2008, 19:40:25 »
però, però sorge spontanea una domanda...
...perchè a questo mondo si deve necessariamente aiutare qualcuno e se non lo si fa si passa da bastardi?..la domanda è generale....e non significa che se il mio vicino sta male o ha un problema io non debba aiutarlo...capitemi bene...
semprechè tu riesca a vedere il tuo vicino

.quando poi...a livello generale...
1° siamo troppi e mal distribuiti sulle aree geografiche;
2° non tutte le aree geografiche sono favorevoli alla produzione di cibo e quant'altro (in alcune le risorse abbondano in altre..vedi darfour..sono inesistenti);
sarebbe ora di fare il totale di quello che spetterebbe ad ognuno, ma se vi esiste, vuol dire che prima sopravviveva... oppure... facciamogli un pochino di spazio!

5° alcune popolazioni hanno una struttura politica antidemocratica che non consente alcuna evoluzione della società;
sarebbe ora di boicottarli, non credi?
6° nessuna nazione occidentale, per quanto possa impegnarsi, potrà  mai risolvere il problema del terzo mondo (ma mi chiedo 500/1000 anni fa a chi gliene fregava del terzo mondo?..mah);
7° lo sviluppo tecnologico per alcune popolazioni è inesistente, in altre eccessivo (non si può trasferire alta tecnologia a gente che usa ancora l'arco e le frecce);
magari ci fossero ancora... chi parlerebbe di alta tecnologia?
Se voglio fare la stronza ci riesco bene.  Talmente bene che quasi quasi ci sono. O forse ci sono.  Si, deciso.

Offline Paolo Ursaia

Re: Mi fa male il mondo
« Risposta #24 il: Mercoledì 23 Aprile 2008, 23:30:33 »
Dopo aver letto vi dico...

se ognuno pensasse sempre in grande, poi non ci sarebbe chi aiuta, perchè tutto apparirebbe senza senso ed in un certo modo inutile!
ma ognuno, nel proprio piccolo e senza rifltettere più di tanto, potrebbe aiutare con un piccolissimo gesto che messo insieme a tanti piccoli gesti diventerebbe enorme e allora...

      Perfettamente d'accordo!!!! :laugh: :laugh:
  Esempio semplice e banale...fare una adozione a distanza...in questa maniera, aiutando a crescere, a studiare un bambino NEL SUO AMBIENTE, si crea un uomo con più talenti e più consapevolezza laggiù, dove serve. Una goccia in mezzo al mare, certo...ma il mare è fatto di gocce. E' un esempio...puoi aiutare un villaggio a costruire un pozzo, semplicemente raccogliendo i tappi di plastica usati...e così via. Scegliere di comprare alimenti bioetici...insomma, piccole cose. E' quello che è lecito chiedere...piccole cose. Le grandi, chi è in grado di farle, le faccia. Ma le piccole, possiamo farle tutti.
Cunctando restituit

Offline Paolo Ursaia

Re: Mi fa male il mondo
« Risposta #25 il: Mercoledì 23 Aprile 2008, 23:48:05 »

            Caro Monster...quello che tu dici è vero; i problemi sono tanti...ma nessuno pretende che una persona semplice risolva problemi tipo quello degli equilibri internazionali, la scarsa tecnologia di alcune zone del mondo, le difficoltà climatiche, sanitarie, culturali etc etc...
  E nessuno dice che chi non aiuta il suo prossimo sia un bastardo. Non è un bastardo...è un distratto; magari colpevolmente distratto. Perchè fregarsene di queste cose, non fare niente di quello che è in nostro potere per diminuire gli squilibri, contribuisce ad aumentarli. E le conseguenze, sotto forma di immigrazione selvaggia, conflitti sempre meno circoscritti e sempre più diffusi...etc etc...riguarda tutti noi. E' evidente che non possiamo agire sui macroproblemi...E non ti parlo nemmeno di cose altamente teoriche come...creare gruppi di opinione che facciano pressione...etc etc...queste sono chiacchiere; o meglio, lo rimangono fino a quando non dimostriamo di saper fare PICCOLE COSE, TUTTI I GIORNI...
   Ribadisco...fare attenzione al commercio equosolidale...partecipare a programmi che abbiano come fine l'arricchimento pratico della possibilità di vivere, coltivare, lavorare etc....nei paesi del terzo mondo (pozzi, ad esempio, raccogliendo i tappi di bottiglie...).
  Potrei continuare...ci sono tante piccole cose.
  Aggiungo una cosa...io passo spesso e volentieri periodi a lavorare in ospedali del terzo mondo, sostenuti e curati da volontari. Bene...se io mi limitassi a questo, non farei altro che gratificare me stesso, aiutando in maniera solo frazionale chi ne ha bisogno. Dopo 15-30 giorni, io me ne torno a casa. E loro restano lì. Ma se io, a casa mia, giorno per giorno, raccolgo tappi per costruire quel famoso pozzo...loro avranno acqua tutti i giorno per gli anni a venire...se adotto un bambino a distanza, ci sarà più cultura lì, dove serve.
  Insomma, non ci vuole molto. Quello che mi lascia perplesso, è lì'impressione che, in definitiva, non importi a nessuno di fare questo poco...
Cunctando restituit

Offline Monster

  • Autore
  • *
  • Post: 1303
  • Sesso: Maschio
  • sembro un mostro?...no! potrei essere peggio però!
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re: Mi fa male il mondo
« Risposta #26 il: Giovedì 1 Maggio 2008, 12:29:59 »
Cari amici condivido in toto le vostre argometazioni...
...ma insisto il mondo è talmente grande e diversificato che è impossibile aiutare tutti...
..il nostro singolo comportamento quotidiano buono e/o cattivo che sia non sposta di molto il caos totale a cui assistiamo...putroppo oggi (come sempre del resto, ma oggi più che mai) comanda il dio denaro.....e il bello e/o brutto tempo nel pianeta dipende solo da chi gestisce la grande massa di denaro dei mercati mondiali....ai fini esclusivi di un maggior profitto possibile...(e la cui legge intrinseca non tiene in alcun conto ..ahinoi ...se milioni di persone muiuono d fame o no..)..
...è molto onorevole però se qualcuno (dott. House etc.) riesce in questo grande marasma ad aiutare qualcun'altro secondo la regola (solo morale) del buon samaritano..
che Dio gliene renda merito, se può!!
sayonara