Autore Topic: Tre spunti di-versi - 137a Edizione  (Letto 3061 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ela Gentile

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 51
  • Sesso: Femmina
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Tre spunti di-versi - 137a Edizione
« Risposta #30 il: Giovedì 28 Settembre 2017, 00:42:50 »
Favola e realtà

Noto che la favola del rospo
che si trasforma in principe
nella mente bambina
rimane indelebile.
Difficile però che si avveri
quando, nel calcare le strade
della vita, s’incontrano rospi
che resteranno tali,
anche  se con pazienza aspetti
che la favola diventi realtà.


Offline Josiane Addis

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 24
  • Sesso: Femmina
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Tre spunti di-versi - 137a Edizione
« Risposta #31 il: Giovedì 28 Settembre 2017, 09:42:55 »
L'Indole umana

Rospo nel cuor,
calcare dell'anima,
noto per soffrir
quando si spezza l'onda.

« Ultima modifica: Giovedì 28 Settembre 2017, 18:30:47 da poeta per te zaza »
josiane

Offline radicedi64

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 60
  • Sesso: Femmina
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Tre spunti di-versi - 137a Edizione
« Risposta #32 il: Giovedì 28 Settembre 2017, 11:22:04 »
NUOVE PROSPETTIVE

E' noto il volto
vuoto, allo specchio della sera.

Agli angoli dell'avida bocca
l'amara ruga
stanca di calcare sulla lingua
il rospo familiare che, cocciuto
si ripropone indigesto
tra cucchiaiate di finte risate.

Stasera, forse,
proverò a baciarlo.

Offline Giuseppe La Marca

Re:Tre spunti di-versi - 137a Edizione
« Risposta #33 il: Giovedì 28 Settembre 2017, 12:09:25 »
Posa

Noto e arcinoto il canto non si eleva
attende solo l’alba e luna piena
si adagia tra le stelle mentre il rospo
ripete il suo calcare nello stagno
volendo a mio parere essere ragno
perché la tela che hai tessuto tu
è solo filo marcio e niente più.



« Ultima modifica: Giovedì 28 Settembre 2017, 13:40:22 da poeta per te zaza »

Offline Giuseppe La Marca

Re:Tre spunti di-versi - 137a Edizione
« Risposta #34 il: Giovedì 28 Settembre 2017, 12:10:06 »
Il rospo e la rospa

Il rospo cerca la rospa
Noto anche se noto
noto che il calcare
sia giusto non calcare
per non calcar la mano
sull’orme e sul divano
oppure quel sentiero
copiando sopra un foglio
a volte l’erba voglio.


Offline Giovanni Monopoli

Re:Tre spunti di-versi - 137a Edizione
« Risposta #35 il: Giovedì 28 Settembre 2017, 16:09:10 »
Filastrocca del pesciolino

Disse il rospo al pesciolino:
dove vai solo soletto?
Cerco casa, un nascondino
rispose l’infreddolito animaletto.
Come è noto ben si sa
faccio gola, per tanti saziare
quindi di calcare non mi va
fiumi, laghi, e perfino il mare
voglio vivere in libertà
e gustarmela in quantità.

Offline Giovanni Monopoli

Re:Tre spunti di-versi - 137a Edizione
« Risposta #36 il: Giovedì 28 Settembre 2017, 16:11:13 »
La vita… un teatro

A tutti è forse noto
quanto sia difficile
il calcare le scene
la vita ha ben altro da dire
d’un semplice atto recitato.
A dire il vero scena dopo scena
dell’esistenza tutto è un costruire
or dunque si lasci andare
quel rospo perché non possa al fin
la sua trama digerire.

Offline enza fontana

Re:Tre spunti di-versi - 137a Edizione
« Risposta #37 il: Giovedì 28 Settembre 2017, 20:09:35 »
Il rospo in posa

Sul sentiero di palude che circonda
l'acquitrino, su una foglia giallo oro
noto un rospo di colore marroncino
Piano, piano mi avvicino.
Suvvia! non calcare quello sguardo
m'impaura, uno scatto, solo uno
e poi torno a seguire la mia strada.
Bello,in posa lui mi ascolta
click! foto chiara, soddisfatta
e poi si tuffa.
la vita è come uno specchio ti sorride se la guardi sorridendo
(jim morrison)

Offline NicolaGiordano

Re:Tre spunti di-versi - 137a Edizione
« Risposta #38 il: Giovedì 28 Settembre 2017, 22:38:48 »
BASILISCO

Canta il gallo che fa l'uovo
stride il rospo se lo cova
e lo sguardo della morte
non ci porta buona nuova:

quando della palude
ogni segreto è noto
non c'è più il basilisco
a calcare le scene.
Quando il saggio indica La Luna il guitto spara...

Offline Peppe Cassese

Re:Tre spunti di-versi - 137a Edizione
« Risposta #39 il: Venerdì 29 Settembre 2017, 00:15:01 »
Ormai è noto che il calcare
con il rospo ci sa fare


Dichiaro conclusa la 137a Edizione del gioco Tre spunti di-versi
 promotrice Poeta per te zaza e invito ufficialmente
l’autore Antonio D'Auria a condurre la 138a Edizione.

Edizione 137a con le tre parole chiave :

CALCARE  -  NOTO  -  ROSPO

Qui di seguito l'elenco degli autori con le poesie proposte:

1-Franca Merighi 42
Non mi va giù
Nem mezzo del cammin…

2-Alessia Giuca
Ho regnato senza saperlo

3-Rossi Alessio
Autocritica

4-Poeta per te zaza
Sarò buona
Un rospo sullo stomaco

5-Antonio Terracciano
Una pura fantasia (populista)
Maigret

6-Diego Bello
Purché sia pura

7-Adriana Sini
Scrostar via

8-Rita Stanzione
Duro tattile il cielo finto

9-Jo Kondelli Ghezzi
Run
Trick and treck

10-Delinquente
A fianco della favola

11-Pino Buro
Celebrità

12-Saverio Chiti
E’ noto a tutti
Sarò rospo

13-Marina Lolli
Calcare o non calcare?
Il blocco dello scrittore

14-Ela Gentile
Fingo
Favola e realtà

15-Tonia La Gatta
Sul tre
Non calcare il tasto

16-Marcello Usai
Il rospo e la fanciulla

17-Giacomo  Scimonelli
L’amore non si elemosina

18-Giuliano Esse
Tre spunti
Scrivere

19-Catherine
Non sempre il rospo diventa principe…
Noto

20-Antonio D’Auria
Disaccordi

21-Iosiane Addis
L’indole umana

22-Radicedi64
Nuove prospettive

23-Giuseppe La Marca
Posa
Il rospo e la rospa

24-Giovanni Monopoli
Filastrocca del pesciolino
La vita…un teatro

25-Enza Fontana
Il rospo in posa

26-Nicola Giordano
Basilisco


Da oggi venerdì 29 settembre 2017, fino a domenica ore 24.00 del 1 ottobre 2017,
 potete postare i vostri COMMENTI.

SEMPLICEMENTE GRAZIE
SIETE STATI SUPER





« Ultima modifica: Venerdì 29 Settembre 2017, 14:19:55 da poeta per te zaza »

Offline Antonio D’Auria

Re:Tre spunti di-versi - 137a Edizione
« Risposta #40 il: Venerdì 29 Settembre 2017, 00:33:10 »
Ringrazio Peppe Cassese, bravo banditore di questa edizione, per le tre parole proposte e per l'invito a condurre la prossima. Accetto col solito grande piacere. Aspetto, quindi, tutti lunedì prossimo con i miei tre spunti. Bravi tutti e buon fine settimana.

Offline poeta per te zaza

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 2044
  • Sesso: Femmina
  • Infinito è spazio che precede e segue l'orizzonte
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Tre spunti di-versi - 137a Edizione
« Risposta #41 il: Venerdì 29 Settembre 2017, 09:09:17 »
 :) ;) :D

CALCARE – NOTO – ROSPO

 :) Non voglio calcare la mano con Peppe Cassese ::), che, come noto, è  mio amico, ma il rospo, all’inizio, è stato duro da mandar giù…

ma poi…

Alla 137a edizione  di Tre spunti di-versi  hanno partecipato 26 autori con 38 poesie. Bravi!!!

-   New entry: nessuna. :(

Laboratorio esperimenti:

 :) il bravo Giuliano Esse, con l’abituale naturalezza, fa gli acrostici di SCRIVERE e di TRE SPUNTI nelle omonime poesie;
 :) la brava catherine fa l’acrostico dello spunto NOTO nella sua omonima poesia;

Solo loro? Ditemi chi non ho visto, per favore.

Laboratorio teatrale: chiuso per restauri.

ATTENZIONE! Per quanto concerne il gioco della RISPOSTA ad un poesia di questa edizione, sempre con l’inserimento dei tre spunti obbligatorio, e con le stesse regole delle poesie inserite, mi riservo eventuali modifiche e correzioni, nonché cancellazioni; chi non gradisca l'eventualità si astenga, grazie.
Aggiungo e  preciso che deve essere quello che significa, ossia una RISPOSTA a tono, non un RIFACIMENTO rivisitato della poesia del gioco che si sia scelta allo scopo – si possono scrivere max due risposte (andate a leggere qualche esempio nelle passate edizioni, se volete).

Totale autori del gioco: 115 autori

(Record poesie 54 – autori 36 alla 100a edizione)
(Record di acrostici: 8 alla 127a edizione)



di sabbia e catrame è la vita...
o scorre o si lega alle dita...

Offline poeta per te zaza

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 2044
  • Sesso: Femmina
  • Infinito è spazio che precede e segue l'orizzonte
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Tre spunti di-versi - 137a Edizione
« Risposta #42 il: Venerdì 29 Settembre 2017, 11:37:43 »
:) ;) :D

CALCARE – NOTO – ROSPO
I miei commenti:
PRIMA PARTE

NON MI VA GIU' di franca merighi 42 - Riflessioni

                     Non vorrei calcare la mano
                     ma questo rospo proprio non va giù,
                     Noto che sei quasi disumano
                     davvero non ti riconosco più!


Può succedere  che anche qualcuno che ci vuole bene ci faccia ingoiare un rospo… triste ma succede…

NEL MEZZO DEL CAMMIN... di franca merighi 42 - Riflessioni

                    Nel  calcare  le orme del destino,
                    non vedo né la luce né la pace,
                    salto come un rospo dentro al fosso
                    cercando di trovare il mio cammino,
                    ma noto che anche così non posso...


Si percorre la strada che il destino ha segnato per noi … o dovremmo tracciarci da soli il nostro percorso?

Ho regnato senza saperlo di Alessia Giuca - Riflessioni

Mi chiamavano rospo.
A voler calcare gli sguardi,
somigliavo più
al noto pensiero dei rimpianti
che allo sconosciuto ravvedersi.


Una breve da interpretare filosoficamente…

Autocritica di Rossi Alessio - Riflessioni

E' noto che tra un puro umano e un rospo
ci sia un abisso immenso da colmare
la fiaba insegna che si può provare
col bacio della principessa amata
che possa l'incantesimo spezzare.
Però se il cuore è colmo di calcare
non può per quanto amor ci possa stare
estrarre gocce d'acqua distillata...


Giuste considerazioni. E bentornato ad Alessio!

UNA PURA FANTASIA (POPULISTA) di Antonio Terracciano - Satira

Un rospo di provincia, sfaccendato,
molto gonfiato e un po' sgrammaticato,
da un noto saltimbanco fu chiamato
a calcare la scena, ed osannato:
a ricoprire pare destinato
la più elevata carica di Stato!

A volte succede. È già successo...

Purché sia pura  di Diego Bello - Impressioni

Non avido di latte come un rospo
che morte serra al seno
e manco spargo
amaro felle
ché noto che il tuo passo mi sta appresso.
La luna ingoio quando
ti spegne il giorno. Striscio
e presto groppa dura al tuo calcare
purché sia pura, poi
l'anima mia.


Alte riflessioni del Bello. (sperone il calcare – fiele il felle)

Scrostar via di adriana sini - Riflessioni

...
Per quel rospo da raschiare
guanti in gomma e strofinare!!


Sulla poesia che celebra il lavoro casalingo.

Duro tattile il cielo finto di Rita Stanzione - Riflessioni
 
Note dall’Autrice:

La poesia "Duro tattile il cielo finto" è una condizione di peso per il "cielo finto", una vita che è costretta a rinviare, a guardare da lontano delle cose che si sentono autentiche, sottostando invece a quest'aria dura (tanto che si tocca)  opprimente, imposta. Perché è il quotidiano a decidere.
E' un cielo che purtroppo determina, disegna il nostro panorama , e non è solo esterno, poiché esso ci scava e ci fa soffrire. La reazione, se avviene, però, sa smuovere anche vecchia polvere e, in modo visionario, vedo perfino un oggetto inanimato (il rospo in pietra- che ho definito bucchero perché nera) sembra voler uscire dal torpore (la vena svelata può rappresentare la vita, e quindi la voglia di reagire). Sente dolore, ma prepara - si spera- un colpo di coda, per liberarsi.


Run di Jo Kondelli Ghezzi - Riflessioni

I clienti si attirano in modo giocondo e non coi musi lunghi. I teatranti di strada corrono da una piazza all’altra sia col sole che col maltempo.

Trick and treck di Jo Kondelli Ghezzi - Riflessioni

Stai attento a cosa bevi, Jo… eh eh eh.

MAIGRET di Antonio Terracciano - Personaggi

Il Maigret di Simenon. Efficace celebrazione.

A fianco della favola di Delinquente - Favola

Già principe azzurro fui
ora che bel rospo sono
faccio amore a più non posso
perché sono il re del fosso
rane e raganelle
per me son tutte belle
E se passa una principessa
se mi bacia è una bellezza!

Sia da rospo che da principe, c’è chi acchiappa sempre, eh?

Celebrità di Pino Buro - Riflessioni

Ora che sei celebre, alle tue prime c’è la fila,
è un calcare continuo di palchi e soppalchi,
fai piroette sei applaudita, sono io che non
credo al tuo talento...


Lei celebre, lui un passo indietro
(nel mezzo, nella strofa centrale, un riferimento al loro privato, molto personale)

È noto a tutti di Saverio Chiti - Riflessioni

A tutti è assai noto il mio punto di vista
non sono persuaso a calcare la scena
mi sento più come un rospo nella fossa
seppur nulla mi manchi...


Prima restio a calcare la scena, poi dice di vivere sul palco. È noto a tutti … (ah ah ah Saverio…)

Sarò rospo di Saverio Chiti - Riflessioni

Se qualcuno è bravo in una professione, prima o poi verrà fuori il suo talento.
Non capisco il titolo, però. L’amica di Save sarà famosa, ma lui perché sarà rospo?

Calcare o non calcare? di Marina Lolli - Riflessioni

calcare o non calcare quelle scene?
E' noto a tutti io sono un istrione
e la domanda nasce assai sentita
se il pubblico mi prende per un cane
nascondermi dovrò dietro il tendone
e il rospo ingoierei da gran buffone.


Un istrione “rodato” accetta fischi e ingoia rospi da par suo. Bentornata, Marina!

Fingo di Ela Gentile - Riflessioni

E’ noto ormai che tu sei arrogante ,
parli troppo e offendi,
forse neanche t’accorgi di esagerare
ed io non voglio calcare la mano
nel fartelo notare.
Ci resto male, ma ingoio il rospo
e faccio finta di niente.


Fingere con una persona cara di non sentire e non vedere i suoi modi arroganti, o meglio sarebbe,
per il suo bene, biasimarla faccia a faccia una volta per tutte?

Sul tre di Tonia La Gatta - Riflessioni

Calcare la mano non serve alla donna
le basta segnare il tempo e l’istante
col rospo che in groppa si sente gigante
cercando di essere quello che è
è noto che vince se batte sul tre.


Donna vince in tre mosse?

Non calcare il tasto di Tonia La Gatta - Riflessioni

Alla formica la cicala manca. Il rospo no, non l’aveva considerato…

Il rospo e la fanciulla  di Marcella Usai – Fantasia

Calcare la mano giudicando l'aspetto
nel tuo caso é di scarso effetto
se a fior di stagno
il tuo noto gracidare
fior di fanciulla sperduta attrae
che rimirandosi a specchio d'acqua
coraggiosa ti stampa un bacio
sperando di veder tramutare
un orrido rospo in sposo regale.


C’è chi ci può ancora credere e provare…




 


« Ultima modifica: Sabato 30 Settembre 2017, 09:42:31 da poeta per te zaza »
di sabbia e catrame è la vita...
o scorre o si lega alle dita...

Offline poeta per te zaza

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 2044
  • Sesso: Femmina
  • Infinito è spazio che precede e segue l'orizzonte
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Tre spunti di-versi - 137a Edizione
« Risposta #43 il: Venerdì 29 Settembre 2017, 15:10:49 »
:) ;) :D

CALCARE – NOTO – ROSPO
I miei commenti:
SECONDA PARTE

'' L'amore non si elemosina '' di Giacomo Scimonelli - Riflessioni

Dentro il petto diventato stagno
salta come un rospo il cuor mio
...
noto è il risultato...
quando il sentimento si elemosina
non serve e non ritorna
meglio aspettare la sua prima mossa...


Giuste considerazioni: In amore come in guerra: meglio aspettare la prima mossa dell’altro.

Tre spunti di Giuliano Esse - Riflessioni

Tre spunti nella tazza col calcare
Rimando come è noto col sembrare
E il rospo se si sveglia è a gracidare.

Se ti è noto che il destino non fa sconti
Passa il tempo come l’acqua sotto i ponti.
Una volta sembri un rospo grasso e grosso
Nello stagno come un vecchio paradosso
Tutto arzillo ma per colpa del calcare
Incominci ma il tuo verso è un bel ragliare.


Acrostico di TRE SPUNTI.

Scrivere di Giuliano Esse - Riflessioni

Scrivere sopra un foglio virtuale
Costa poco e la rata è annuale
Resta il fatto che chi è noto sul portale
In un attimo sarà fenomenale.
Val la pena tanto dopo col tuo fare
Elargisci temi e versi da rimare
Risultando cigno o rospo sull'altare
E lasciando un volto vero da calcare.


Acrostico di SCRIVERE dedicato al nostro Sito Scrivere.

Non sempre il rospo ritorna principe ... di catherine - Favola

In un passato assai remoto
v'era, nella grotta di calcare
in zona recondita di Noto,
un bel rospo in posa ad aspettare
una principessa di pelle chiara
per farsi da lei baciare
e poi seguire fino all'altare.
Ma la sorte fu molto amara:
mai fanciulla da lì passò
e il bel rospo stalagmite diventò.


La nostra Catherine ha scritto una favola, inserendo, con naturalezza, i tre spunti. Lo spunto Noto, fra l'altro, è stato attribuito al paese siciliano.

Il blocco dello scrittore di Marina Lolli - Riflessioni

…E' noto che se niente hai ormai da dire
il foglio intonso tu dovrai lasciare,
e il rospo al fin ti toccherà ingoiare.

Quando non si trova l’ispirazione, non c’è che un’azione: desistere…

Disaccordi di Antonio D’Auria - Impressioni

Incrostati, appesantiti e deturpati
da meraviglie di calcare,
gocce sedimentate
d'irrequietudini d'anime.

Diversità riflesse a rovescio
dall'orrore umido di un rospo,
perché non è poi così fonda
la palude quotidiana;
più vasto e oscuro, l'antro del futuro.


Da un po' non più liquida luce noto.

Un bel poetare, visti gli spunti a disposizione… Secondo me, Rime scelte dal gioco.

NOTO  di catherine - Riflessioni

Non ingoiare il rospo! Sputalo!...puoi!
Osa rendere noto il tuo disappunto e
Tutto ciò che inficia il tuo operato, da
Oggi potrai calcare sentieri tuoi!

Acrostico dello spunto NOTO.

Favola e realtà di Ela Gentile - Fantasia

Noto che la favola del rospo
che si trasforma in principe
nella mente bambina
rimane indelebile.
Difficile però che si avveri
quando, nel calcare le strade
della vita, s’incontrano rospi
che resteranno tali,
anche  se con pazienza aspetti
che la favola diventi realtà.

Noi donne crediamo di potere cambiare un uomo che ci ami davvero. Ma davvero non ci riusciamo, e anche i rospi restano tali.

L'Indole umana di Josiane Addis - Impressioni

Rospo nel cuor,
calcare dell'anima,
noto per soffrir
quando si spezza l'onda.

Quando le cose smettono di andare lisce, quando si spezza l’onda, i rospi dentro di noi soffrono e ci fanno soffrire…

NUOVE PROSPETTIVE di radicedi64 - Impressioni

E' noto il volto
vuoto, allo specchio della sera.
...
Stasera, forse,
proverò a baciarlo.

Si rimanda alla poesia di Ela Gentile (Favola e realtà): un dejà vu…

Posa  di Giuseppe La Marca - Fantasia

Noto e arcinoto il canto non si eleva
attende solo l’alba e luna piena...

Fantasticando…

Il rospo e la rospa di Giuseppe La Marca - Fantasia

Fantasticando-bis. La Marca va a “calcare”.

Filastrocca del pesciolino di Giovanni Monopoli - Favola

Disse il rospo al pesciolino:
dove vai solo soletto?
Cerco casa, un nascondino
rispose l’infreddolito animaletto.
Come è noto ben si sa
faccio gola, per tanti saziare
quindi di calcare non mi va
fiumi, laghi, e perfino il mare
voglio vivere in libertà
e gustarmela in quantità.

Favoleggiando…

La vita… un teatro di Giovanni Monopoli - Riflessioni

Ti ringrazio, Giovanni, di avermi ispirato questo considerazione:
Sono recite individuali inserite a incastro nella grande Commedia dell’umanità , laddove ci sono tante Compagnie itineranti quanti sono gli inserimenti di ciascun contemporaneo, e gli innesti, con il periodo della vita di ognuno degli altri che incontra nella propria esistenza.
(Perdonate se i sono avvitata nella spiegazione…)

Il rospo in posa di enza fontana - Fantasia

Sul sentiero di palude che circonda
l'acquitrino, su una foglia giallo oro
noto un rospo di colore marroncino
Piano, piano mi avvicino…


Licenza poetica per la nostra Enza: “m’impaura”.

BASILISCO di NicolaGiordano

Canta il gallo che fa l'uovo
stride il rospo se lo cova
e lo sguardo della morte
non ci porta buona nuova:

quando della palude
ogni segreto è noto
non c'è più il basilisco
a calcare le scene.

La gente non è più credulona come una volta eh...
Una degna chiusura del gioca da Nicola. E bentornato!



« Ultima modifica: Sabato 30 Settembre 2017, 09:41:34 da poeta per te zaza »
di sabbia e catrame è la vita...
o scorre o si lega alle dita...

Offline Franca Merighi

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 141
  • Sesso: Femmina
  • La vita è ciò che accade quando fai altri progetti
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Tre spunti di-versi - 137a Edizione
« Risposta #44 il: Venerdì 29 Settembre 2017, 16:22:12 »
Sarò buona

Tu sei brutto e cattivo, da quel dì
che mamma tua, nolente, partorì;
sei noto come avanzo di galera
ed ogni accusa che ti prendi è vera.
Mi sembri un rospo, zotico e villano
ma calcare non voglio, sai, la mano...


E meno male che la nostra cara Zaza non ha voluto calcare la mano! altrimenti cosa gli diceva? Simpaticissima composizione!