Autore Topic: Scomparsa di Mauro Mazza  (Letto 353 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Mario Bugli

Scomparsa di Mauro Mazza
« il: Venerdì 2 Febbraio 2018, 14:30:04 »
Ho letto su fb l'annuncio da parte dei figli, della morte del mio caro amico Mauro Mazza, e ne sono rimasto profondamente addolorato. Mauro è stata la persona con la quale ho maggiormente interagito duranti gli anni di frequentazione di questo sito e poi su fb, ritrovando in lui una sensibilità per tanti aspetti molto simile alla mia.
Non ci siamo mai incontrati fisicamente, nonostante i suoi molteplici inviti, ma questo non ci ha impedito di sentirci amici, in maniera profonda e disinteressata, come si richiede in particolar modo a chi condivide l'amore per la poesia.
Ciao, grande Mauro.
Homme libre, toujours tu chèriras la mer  (Baudelaire)

Offline Elisabetta Randazzo

Re:Scomparsa di Mauro Mazza
« Risposta #1 il: Venerdì 2 Febbraio 2018, 15:02:05 »
Io e la redazione ci stringiamo alla famiglia, sentite condoglianze.

http://www.scrivere.info/poeta.php?idautore=4538


Un caro saluto,
Elisabetta Randazzo
« Ultima modifica: Venerdì 2 Febbraio 2018, 18:52:16 da Elisabetta Randazzo »
"La poesia non è un modo di esprimere un'opinione. E' un canto che sale da una ferita sanguinante o da labbra sorridenti."
Kahlil Gibran

Offline Wilobi

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 111
  • Sesso: Maschio
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Scomparsa di Mauro Mazza
« Risposta #2 il: Sabato 3 Febbraio 2018, 08:44:05 »
Ho letto su fb l'annuncio da parte dei figli, della morte del mio caro amico Mauro Mazza, e ne sono rimasto profondamente addolorato. Mauro è stata la persona con la quale ho maggiormente interagito duranti gli anni di frequentazione di questo sito e poi su fb, ritrovando in lui una sensibilità per tanti aspetti molto simile alla mia.
Non ci siamo mai incontrati fisicamente, nonostante i suoi molteplici inviti, ma questo non ci ha impedito di sentirci amici, in maniera profonda e disinteressata, come si richiede in particolar modo a chi condivide l'amore per la poesia.
Ciao, grande Mauro.

A MAURO

Quando qualcuno muore,
in chi il bene ha tracimato,
quello che nudo lascia
è dolore ... tanto

Se alcuno
una lancia d'affetto spezza
seppure imperfetto
gli si riconosce
che piccolo non era
... che era un Uomo
- ch'eppur non conoscevo  -
e ora ...
posso immaginar chi era
 
e da quel nessuno che sono
al mesto coro mi unisco

di cordoglio un gesto
per chi resta
... ché il dolor diluisca

e Lui ... RIP

Offline Mario Bugli

Re:Scomparsa di Mauro Mazza
« Risposta #3 il: Sabato 3 Febbraio 2018, 10:32:53 »
Voglio dedicare al mio amico Mauro l'ultima mia poesia, certo che gli sarebbe piaciuta come quasi tutte quelle che ho scritto e di cui lui è venuto a conoscenza e per le quali ha sempre avuto parole a dir poco esaltanti anche se immeritate, ma sincere da parte sua.

Come se nulla fosse     

E quando i caprimulghi
dal  basso volteggiare
saranno ahimè scomparsi
certo gli scogli e il mare
e  l’isole lontane
che  il vento buono
faceva  anche toccare
lacrime non verseranno
tutto sarà ancora uguale
come se  nulla fosse
o nulla fosse stato
ed i ranuncoli del primo sole figli
delicati compagni del mio peregrinare
a chi il sogno allieteranno ancora
con il sussurro del lento lor fiorire
e i campi arati oltre le cime dei cipressi
dove tra il crepitio di foglie
ed il frinir delle cicale
a braccia aperte
per non morir correvo
come germoglieranno i semi
nell’imminente primavera
sarà il granturco o il grano
a colorarmi gli occhi
che giammai si stancheranno d’osservare
 o ancora una volta i girasoli.

Homme libre, toujours tu chèriras la mer  (Baudelaire)

Offline Mario Bugli

Re:Scomparsa di Mauro Mazza
« Risposta #4 il: Lunedì 5 Febbraio 2018, 10:11:47 »
Tra le poesie del mio amico Mauro, voglio segnalare questa, dove oltre alla passione per la musica e per la chitarra in particolare, ci rivela il suo carattere ottimista e ironico, aperto alla vita e alla speranza.

http://www.scrivere.info/poesia.php?poesia=270117
Homme libre, toujours tu chèriras la mer  (Baudelaire)