Abbracci

Uomini
Abbracci disperati
s’aggrappano agli alberi
per non essere sbattuti
contro la roccia.
Abbracci senza fissa dimora
si tengono stretti
per non morire congelati.
Abbracci coraggiosi,
si guardano nudi,
non arrossiscono
non indietreggiano
restano vivi.
Abbracci di luce
scoperchiano il buio.
Basta andare a tastoni
ora vedi lontano.
Attimi d’infinito gli abbracci,
dimora con loro
nel giardino della pace.
Lì, nella terra di mezzo,
umano e divino
si connettono.
E anche l’anima
si lascia trovare.
Poesia in esclusiva
Club Scrivere claudio coppini 29/04/2020 12:58| 790

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.



I commenti dei lettori alla poesia:
Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Scrivi le tue sensazioni su questa poesia
Hai una sensazione, un messaggio, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori?
Allora scrivilo e condividilo con tutti!


Link breve Condividi:



Chiudi