Autore Topic: La rabbia... in ordine alfabetico  (Letto 978 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Benito Ciarlo

  • Autore
  • *
  • Post: 167
  • Sesso: Maschio
  • La pigrizia è un una scimmia che si spidocchia sul
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
La rabbia... in ordine alfabetico
« il: Sabato 20 Settembre 2008, 00:56:56 »
A prii la mente all’ultimo concetto
B evendo per intero ogni sua goccia.
C ercavo forse il ben dell’intelletto
D isperso, perso, nella mia capoccia.
E quando infine la morale intesi
F inii per sorvolare, è troppo audace
G ridare al mondo con i nervi tesi:
H o schifo della Guerra, voglio Pace.
I l mondo se ne frega dei miei nervi
L’ unica cosa che gli preme è invece
M olestar le memorie di quei servi
N ati con me per viver tra le feci,
O rrende feci degli acquisti a iosa
P er evitar che macroeconomia
Q ual sia lo scopo, cada come rosa
R ecisa dal Calisto e da sua zia.
S arebbe odioso o mio lettor cortese
T radir le convenzioni e andare via
U rlando al Tanzi: pagami le spese!
V edrai, se resto qui senza domani,
Z ufolerò… oppur verrò alle mani!

_______________
NOTA: I nomi di persona contenuti in questa pagina SONO FRUTTO DI FANTASIA. OGNI RIFERIMENTO A PERSONE REALMENTE ESISTENTI E' PURAMENTE CASUALE.  ;D
mi ha sempre stupito quali giri assurdi debbano fare i fiumi per passare sotto tutti i ponti (Beppe Grillo)

Offline Fuori

Re: La rabbia... in ordine alfabetico
« Risposta #1 il: Lunedì 12 Gennaio 2009, 03:34:07 »
Ok Benito prendo la palla al balzo, che lettera c'è prima della A per il titolo ????!
Proviamo così...alfabeto inglese che è più dura:

                   999

A ncora stringo i pugni digrignando
B evendo il sangue che sgorga dalla bocca,
C hino sul fiume mentre ti sto annegando
D imeni il corpo, ma la tua ora scocca.
E ntro nel bar con gli abiti inzuppati
F inendo rapido di bere il mio Martini
G uardando male tutti i festeggiati
H o ucciso un uomo stupidi cretini!
I ncrocio gli occhi del bullo a questo party
J honny Depp, che cos'hai da guardarmi male?
K amikaze vieni più vicino a suicidarti!
L e scuse al massimo te le faccio all'ospidale!
M anco un secondo per farlo avvicinare
N ella sua pancia affondo il mio coltello
O ra mi guarda e non sa cosa fare
P rendo la giacca e metto il mio cappello.
Q uando riesco non è ancora sbollita:
R abbia che pulsa violenta nelle vene
S ento che il mondo è una calamita
T rascina il male a sbattersi col bene.
U na canzona mi vibra nella testa
V alchirie danzano imperiose nel mio ego
W agner maestro di questa grande festa
X enofobia ed odio di ripiego.
Y oga del male è questo il mio equilibrio
Z anne di rabbia perpetuano il martirio.


...la prossima volta un tema più felice che mi faccio paura da solo :-\.
« Ultima modifica: Lunedì 12 Gennaio 2009, 03:44:54 da Fuori »
e l'Angelo Gli portò il cuore di piombo e l'uccello morto.
"Hai scelto bene" gli disse Dio, "poichè nel mio giardino del Paradiso questo uccellino canterà in eterno, e nella mia città d'oro il Principe Felice mi loderà".

Oscar Wilde "Il principe Felice"