Autore Topic: Scrivere  (Letto 312 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Demetrio Amaddeo

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 39
  • Sesso: Maschio
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Scrivere
« il: Domenica 22 Ottobre 2017, 11:40:18 »
Questo sito cade sempre negli stessi errori...Non riesce a dare voce ad espressioni diverse e poetiche diverse...capisco che c'è un regolamento ma un minimo di flessibilità e interpretazione sarebbe opportuno...ma va bene così, continuiamo ad esaltare la poetica frustrante del bravo autore amico di tutti.
Buona domenica

Offline adriana sini

  • Autore
  • *
  • Post: 414
  • Sesso: Femmina
  • Le passioni forti e ardite fanno sogni senza senso
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
migliorie del sito?
« Risposta #1 il: Domenica 22 Ottobre 2017, 12:41:54 »
Buogiorno Demetrio,

forse io mi son persa qualche pasaggio, ma non capisco davvero a cosa faccia riferimento il tuo intervento così pungente.  :-\
Ti spiacerebbe chiarire?
Se qualcosa è migliorabile sul sito, penso sia interesse di tutti attivarsi per farlo.
Ti ringrazio sin da ora

Offline Antonio Terracciano

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 400
  • Sesso: Maschio
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Scrivere
« Risposta #2 il: Domenica 22 Ottobre 2017, 13:46:32 »
Penso che l'Amaddeo si riferisca ad una sua poesia dell'altro ieri, "La poesia è merda" , rimasta nel sito (dopo avere raggiunto più di cento letture! ) neppure una giornata, cancellata, penso, dalla Redazione.
E' scomparso, naturalmente, anche il mio commento (l'unico) , che avevo fatto alla poesia sia perché mi era piaciuta sia per cercare di difenderla e salvaguardarla (un sesto senso mi suggeriva però che sarebbe durata poco, date anche alcune mie precedenti esperienze... )
Il commento era: "Forse il lessico (bukowskiano, vogliamo dire? ) usato dal poeta potrebbe essere non gradito da parte delle lettrici e dei lettori più delicati e perbenisti, ma credo che non si possa contestare la verità contenuta in questa poesia. Come siamo costretti, fisicamente, a liberare l'intestino, o lo stomaco, quando avvertiamo un peso opprimente, così la scrittura della poesia ci libera (provvisoriamente) dalle angosce dell'anima (Dante si liberò dei suoi nemici politici, Ungaretti delle paure della guerra, Pascoli degli atroci ricordi infantili, ecc. ) E, aggiungerei, non ci si scandalizzi troppo per gli insistiti riferimenti anali (altrimenti, anche Freud dovrebbe scandalizzarci... ) "
Evidentemente la mia difesa è stata poco convincente, e l'Amaddeo ha avuto il torto di esporre un argomento giusto con le parole sbagliate per i canoni del sito.
Al suo posto, però, non me la prenderei troppo: pubblicando in un sito bisogna sottostare giustamente alla linea editoriale, e rassegnarsi a riporre certe poesie nel proprio cassetto (io non ho mai protestato, neppure un paio di mesi fa, quando una poesia comica - che mi era venuta davvero bene! - mi fu cancellata perché - giustamente, ripeto, secondo la Redazione - ritenuta troppo volgare - anche se non avevo usato nessuna parolaccia... )

Offline Demetrio Amaddeo

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 39
  • Sesso: Maschio
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Scrivere
« Risposta #3 il: Domenica 22 Ottobre 2017, 14:10:30 »
Infatti non me la prendo...Forse ce l'ho un po con me stesso che ancora associo la parola libertà alla poesia...ma evidentemente bisogna continuare a coltivare il nostro orticello di frustrazioni ed esaltare l'ego poetico con il commento compiacente di turno...Anche oggi un'altra mia pseudopoesia è stata cancellata dalla redazione...evidentemente sono io a non riuscire a rispettare le regole dell'anima...
Viva la poesia

Offline adriana sini

  • Autore
  • *
  • Post: 414
  • Sesso: Femmina
  • Le passioni forti e ardite fanno sogni senza senso
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Scrivere
« Risposta #4 il: Domenica 22 Ottobre 2017, 21:19:58 »
Ringrazio entrambi per il chiarimento  :)

Non avendo letto la poesia incriminata, non posso assolutamente permettermi di intervenire a difesa nè degli uni nè degli altri,  ma (se posso) il fatto stesso che tale composizione sia stata pubblicata, anche se solo per poche ore, e non direttamente cestinata dalla redazione, è palese dimostrazione che non viene effettuata alcuna censura ma che, probabilmente anche in seno alla redazione, vi fossero pareri contrastanti in merito al suo valore, o meglio all'opportunita o meno di mantenerla visibile;
ipotizzo per esempio, pur non sapendo quanto scurrile potesse essere, che in quanto pubblicata in orari notturni poteva ritenersi accettabile, ma per mantenerla visibile in orari in cui minorenni potessero leggerla poteva essere poco idonea, per quanto riguarda i canoni generali del sito.

Torno a sottolineare che trattasi di mie riflessioni e null'altro, pertanto scusatemi se mi son permessa di intervenire senza invito.
Buona serata