Autore Topic: Estate e libri  (Letto 1267 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Elena Poldan

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 269
  • Sesso: Femmina
  • oceano in tempesta e nostalgia di purezza...
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Estate e libri
« il: Giovedì 25 Luglio 2019, 09:09:29 »
L'estate è il periodo dell'anno in cui leggo di più, come penso molti di voi. Vi va di condividere il libro che state leggendo e, se vi piace particolarmente, di promuoverlo?🙃
Io sto leggendo "Le perfezioni provvisorie" di Gianrico Carofiglio, autore che sto cominciando ad amare, conosciuto con " Il bordo vertiginoso delle cose ". Cosa mi piace? Se mi rispondete, ne parliamo... 😉
Elena

"Abbraccio il sole anche di notte, ho fra le dita polvere di stelle, sotto i piedi sabbia bagnata e due piccole ali nascoste fra i pensieri"

Offline Saverio Chiti

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 879
  • Sesso: Maschio
  • " C’è un vuoto nel mio giardino..."
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Estate e libri
« Risposta #1 il: Giovedì 25 Luglio 2019, 18:53:57 »
io ho appena finito il "pianto dell'alba"
Di M. De Giovanni, autore che preferisco...
Mentre adesso mi sto dedicando a " il sigillo del cielo di G.Cooper....
Ho altri due libri sul comodino che già aspettano il loro turno, questi mi sono stati consigliati da mia moglie, e sono di Pino Imperatore.
...lì dove ti avevo lasciato
neanche il sole fa più capolino...

Offline Antonio Terracciano

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 408
  • Sesso: Maschio
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Estate e libri
« Risposta #2 il: Giovedì 25 Luglio 2019, 20:22:39 »
Carofiglio, gentilissima Elena, non l'ho ancora mai letto (è sempre in vetrina nelle librerie, ed io, forse sbagliando, provo una specie di rigetto verso tutte le cose troppo pubblicizzate) , ma, per rimanere ai magistrati, o ex tali, e pure pugliesi, ho letto, anche se un anno fa, "L'agente del caos" , di De Cataldo (è una storia alquanto romanzata, ma verosimile, di cosa potrebbe esserci stato di losco, e di americano, dietro il Sessantotto) .

Offline Elena Poldan

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 269
  • Sesso: Femmina
  • oceano in tempesta e nostalgia di purezza...
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Estate e libri
« Risposta #3 il: Venerdì 26 Luglio 2019, 16:37:30 »
Grazie a entrambi per aver risposto.
Caro Antonio Terracciano, capisco benissimo le tue idiosincrasie per un autore, diciamo così, del momento e infatti questi libri mi erano stati regalati ed erano finiti, dimenticati, in libreria. Poi, a volte mi arriva una strana urgenza di divorare un libro e allora, un giorno, sbirciando nella mia biblioteca, ben poco fiduciosa, ho preso "Il bordo vertiginoso delle cose". La lettura mi ha preso da subito, sarà una mia affinità con l'autore, col suo melanconico e assorto modo di guardare le cose, le persone, la sua vita, cioè quella del protagonista, insomma, l'ho bevuto tutto d'un fiato e, dispiaciuta, quando è finito, ho cominciato a leggerne un altro e ho intenzione di leggere tutti i suoi libri. È davvero bravo! Sullo sfondo c'è sempre la sua Bari, e il contrasto fra quella di oggi e quella di ieri, e sempre presente la vita del protagonista che irradia di senso tutto il resto. Da magistrato, i temi sono sempre di carattere indagatorio. Ne "Il bordo vertiginoso delle cose" un titolo di giornale che annuncia la morte di un uomo... da lì tutta un'indagine, un percorso a ritroso... eh sì, perché lui quell'uomo, lo conosceva bene, ma tanti anni prima... e con le indagini, mille scoperte, e viene fuori anche un uomo solo. Non voglio dirvi più di tanto, nel caso voleste leggerlo. Comunque, al momento, è il mio autore preferito. Ve lo consiglio.
Perché non mi parlate anche voi dei libri che state leggendo? 🙃 Tenendone celate le parti, nel caso lo si voglia leggere.
Buon pomeriggio e buona lettura sempre, il passatempo migliore che ci sia! 🙂
Elena

"Abbraccio il sole anche di notte, ho fra le dita polvere di stelle, sotto i piedi sabbia bagnata e due piccole ali nascoste fra i pensieri"

Offline Antonio Terracciano

  • Autore CS
  • Autore
  • *
  • Post: 408
  • Sesso: Maschio
  • Nel sito Scrivere: Le sue poesie
Re:Estate e libri
« Risposta #4 il: Sabato 27 Luglio 2019, 00:01:13 »
Non ho certo motivo di dubitare, Elena, che Carofiglio sia un grande scrittore, ma la mia tendenza a non allinearmi  (col pensiero) alle mode dominanti mi porta spesso alla ricerca di qualche "outsider" . Proprio stamattina ho comprato (e ne ho letto già quasi metà)  "L'aula vuota" , di Ernesto Galli della Loggia (ed. Marsilio) , dove finalmente qualcuno dà ragione alle mie critiche alla scuola  postsessantottesca che ho spesso coltivato, ma che quando insegnavo non potevo certo esternare chiaramente... Mi pare che anche tu sia una docente, e forse questo libro potrebbe incuriosirti.
Un caro saluto,
Antonio

Offline Antonio D’Auria

Re:Estate e libri
« Risposta #5 il: Sabato 27 Luglio 2019, 19:12:07 »
Ho scoperto recentemente anch’io lo scrittore Carofiglio. Saranno mode, ma se chi scrive crea interesse per il sapiente scegliere parole, con ingegno e creatività, supera e va oltre decisamente le grida del momento (vogliamo pensare al compianto Camilleri?). Dietro la penna vi è un uomo di spessore la cui stima mi ha portato a cercare di conoscere la sua “faccia” letteraria, complice la bella stagione che a me, come alla nostra ospite Elena, crea uno spazio maggiore alla lettura nelle lunghe ore di luce dilatate dal caldo. Ho quindi acquistato d’istinto la sua ultima fatica “La versione di Fenoglio” senza minimamente sapere a cosa andavo incontro. Mi ha tentato il titolo che mi richiamava alla mente “La versione di Barney” e l’evocativo cognome piemontese “Fenoglio” che è invece nella finzione del romanzo un maresciallo dei carabinieri prossimo alla pensione. Ho gustato quindi con piacere l’asciutta ma non scontata scrittura fino all’ultima pagina. Qui il quasi ex carabiniere acciaccato e in riabilitazione, che ho poi scoperto essere protagonista di precedenti libri, incontra un giovane uomo che potrebbe essere suo figlio (un figlio che non ha mai avuto) e intreccia con lui una magica complicità e amicizia nel racconto di casi polizieschi vissuti e delle proprie vite. Sullo sfondo la figura della loro fisioterapista, colta e affascinante. Recupererò quindi, mano a mano, gli altri scritti di Carofiglio ora incoraggiato anche da quanto ci ha raccontato Elena. Nel frattempo, ho sottratto al comodino di mia moglie (che tanto per comprenderci meglio è anche lei qui nel sito come "RADICEDI64") e letto con altrettanta passione i primi tre volumi di quattro della "saga" dell'"Amica geniale" della misteriosa scrittrice/scrittore Elena Ferrante. Ah l'estate...