3037 visitatori in 24 ore
 184 visitatori online adesso





Pubblica gratis
Non aprite questo libro!
Cerchiamo autori per pubblicare una antologia di racconti dell'horror in libro cartaceo, con numero ISBN.
Ciascun autore può inviare massimo due racconti dell'horror, sia pubblicati su Scrivere che inediti. Verrà effettuata una selezione
1. La pubblicazione è GRATUITA!
2. Nessun impegno di acquisto di copie!
3. I racconti devono essere di massimo 10 pagine
4. Devono pervenire a libri@scrivere.info entro il 30 Settembre

Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3037

184 persone sono online
Autori online: 9
Lettori online: 175
Poesie pubblicate: 337’153
Autori attivi: 7’490

Gli ultimi 5 iscritti: giulia4567 - Mirko Vangi - Andreesove - Francesca Albarella - Beatrice Piras
Chi c'è nel sito:
♦ Giuseppina Di Noia Messaggio privatoClub ScrivereMarco Galvagni Messaggio privatoClub ScrivereElena Poldan Messaggio privato ♦ Nicole Biffi Messaggio privato ♦ Ela Gentile Messaggio privato ♦ Desire Messaggio privatoClub ScrivereMarco Forti Messaggio privatoClub ScrivereAugusto Cervo Messaggio privato ♦ Giancarlo Fiaschi Messaggio privato








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Il Cielo ed il bambino

Spiritualità

" Una notte un bambino che non riusciva a dormire aprì la finestra, allargò le braccia con le manine aperte e si rivolse al cielo oramai chiuso nella sua oscurità.

Con lo sguardo fisso in quel blu imperscrutabile gli chiese se potesse fare qualcosa per restituirgli la luce che aveva perso ed il cielo nel suo silenzio ed immobile profondità gli rispose: " Vedi mio caro bambino nella vita il giorno ci fa vedere meglio le cose, con la luce che attraversa le nostre fragilità ci aiuta ad apprezzarne i colori, rendendo vulnerabili i nostri difetti o esaltando i nostri pregi ma siamo troppo presi ad elogiare la nostra esteriorità e le cose materiali dimenticando che quelle sono cose che possono avere molti.

Vedi bambino mio, non fare mai della tua forza ciò che possiedi materialmente perché le cose sono effimere e poco durevoli e chiunque potrebbe offenderle o rubarle e comunque, prima o poi finiresti per perderle mentre ricorda, la capacità di immaginare e di sognare, sono ciò che di più grande ha l'uomo nella sua intimità.

Ciò che ti renderà unico, che racconterà la tua storia, è quello che saprai donare agli altri e questo ti accompagnerà fino a che vivrai ed anche oltre, dipenderà da quanta passione ci avrai messo. Vedi piccolo mio io ho bisogno della notte perché in essa racchiudo quei sogni che brillano come le stelle che vedi in cielo.

Anche tu hai la tua notte in quel cassetto dove riponi tutti i tuoi desideri e le tue immaginazioni, essi brilleranno proprio lì, al chiuso ed al buio........ è la metafora della imperscrutabilità di ognuno di noi." Il cielo così concluse: "Ti ringrazio per l'offerta ma la luce può attendere, lasciami sognare ancora un po' nel mio, di cassetto e anche se è buio, sappi che in quel momento sto immaginando come sarà l'alba del domani che dipingerò..... anche tu non smettere mai di sognare anche quando arriverà il tuo ultimo giorno perché la notte che vedrai è solo l'inizio del tuo ultimo sogno."



Andrea Palermo 03/01/2015 16:35 540

Creative Commons LicenseQuesto racconto è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Andrea Palermo

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.




Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it