3374 visitatori in 24 ore
 385 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3374

385 persone sono online
1 autore online
Lettori online: 384
Poesie pubblicate: 343’726
Autori attivi: 7’495

Gli ultimi 5 iscritti: Luciano - NISenlbon - Andreacop - Loreta Carcaterra - GalenBist
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereDavide Zocca Messaggio privatoClub ScrivereGiuseppe Mauro Maschiella Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Gli Alberi Parlanti!

Fantasy

Or la fiaba si racconta e la voglio raccontar

tu Adonella nascesti in un bel bosco

fra gli alberi parlanti che estasiati ti vollero adottare,

e di vocio in vocii annunciarono al bosco che era nata una bambina.

Era piccola e carina di bellezza sopraffina

e per coccolarla ed ammirarla gli alberi aprirono le braccia

e la deposero dolcemente fra i rami e ramoscelli e

felici la strinsero per farla riscaldare e

per addormentarla adottarono tanti canarini a cantar la ninna nanna.

Gentil erano le loro mani un far di naturale cuore ad abbracciar la bimba

e con lo scricchiolio dei ramoscelli gentilmente le accarezzavano il tenero visino..

Nacque a fil di voce Adonella e di quel bosco prese le sembianze

fu ad un giunco somigliante, per capelli avea foglie verdi, rosse e gialle e

per occhi avea due giuggiole mature, piedi e mani erano radici attecchite nella terra.

Bimba Bimba che fortuna la tua essenza e la clorofilla e l’ albero del fico del suo latte ti nutrì

e ci fu l’ ape baldanzosa col suo miele ti addolcì.

Gli uccellini orchestrali ti eseguirono concerti e tu bimba crescesti a dismisura,

ma un dì senza preavviso passò in quel bosco un cacciatore di cinghiale

e di te s’ innamorò e rubandoti agli alberi e all’ allegria ti portò via da lì

e del suo regno principessa ti coronò ma non si accorse che a te qualcosa mancò..

Lui non capì!

Gli alberi parlanti piangenti e

straziati dal dolore si misero ad ululare ed innalzando la voce oltre le cime

facevano un gran vociferare e il vento che passò di lì udì

quel pianto e lo rubò, portandolo con sé e ovunque lo sparpagliò.

Ad un trato Adonella dal suo castello da principessa udì quel straziante pianto

che gli alberi espandevano all’ orizzonte e riconobbe quel pianto addolorato e

corse verso il bosco e mentre correva un pensiero la martellava,

e lì che voglio essere e lì son le mie radici..

Per dormire ho il manto soffice delle foglie e per cullarmi i loro rami

le radici ho affondato nella terra e non v’è luogo che ami più di quì.


Il mio Paradiso è con gli alberi e son loro ch’io amo,

Adonella stanca s’adagiò fra i cullanti rami e

serena s’ addormentò!


Adele Vincenti 28/11/2019 20:29 71

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Adele VincentiPrecedente di Adele Vincenti

Nota dell'autore:
«Tratto dalla stessa fotografia che ho postato sopra
sono stata ispirata a raccontar questa piccola fiaba...
Adele Vincenti
22 Novembre 2019
La morale;
Anche se a volte fuggiamo dai nostri luoghi natii
prima o dopo ci torneremo perché e lì che abbiamo
attecchito le nostre radici!
»

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Adele Vincenti:
Adele Vincenti
 I suoi 8 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Viaggio sul treno Roma Lecce e ritorno (18/03/2018)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
"Gocce di vita" (06/12/2019)

Una proposta:
 
"Gocce di vita" (06/12/2019)

Il racconto più letto:
 
Era un’estate di tanto tempo fa! (23/05/2018, 524 letture)


 Le poesie di Adele Vincenti

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2019 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it