3299 visitatori in 24 ore
 192 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3299

192 persone sono online
1 autore online
Lettori online: 191
Poesie pubblicate: 345’152
Autori attivi: 7’490

Gli ultimi 5 iscritti: Williamrog - MyCharlesmal - Ragazza Angelicata - Ivan Vito Ferrari 88 - VictorDiome
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereRiccardo Piunti Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

La magnificenza del 7!

Fantasy

Il Padreterno dopo aver creato l’universo e gli angeli decise che un po’ di relax non gli avrebbe fatto male e al settimo giorno prese quel mazzo di carte, che gli aveva regalato Lucifero quando erano ancora amici, per fare qualche solitario.

Solo dopo settemila anni si era già annoiato, tanto più che i solitari gli riuscivano sempre tutti!

Allora il diavolo che Lo stava osservando da sette secoli in disparte, Gli si avvicinò e disse: “Ma che gusto c’è a giocare da soli, perché non ci facciamo un bel tresette?”

Il Padreterno ci pensò su per 7 miliardesimi di nano secondo, poi, mescolando le carte, concluse che solo Satana poteva tenergli testa e rendere la partita interessante, se avesse chiamato gli angeli, per rispetto gli avrebbero fatto vincere tutte le partite e allora non ci sarebbe stato più gusto.

“Va bene, taglia le carte e niente trucchi”, disse il Padreterno. “E Tu niente miracoli!” rispose prontamente il demonio, aggiungendo: “Se non c’è nessuna posta in gioco la partita diventa insipida, perché non fai l’uomo e ce lo giochiamo?”

L’idea non era malvagia e Adamo fu la prima posta.

“Ma come ce lo giochiamo?”, chiese il Creatore. Il diavolo, astuto come un serpente: “Facciamo 7 mani a tresette, io prendo i miei 7 vizi capitali e Tu le tue 7 virtù, chi vince la mano appioppa ad Adamo un vizio o una virtù”.

“Ci sto rispose il Padreterno” e cominciarono a giocare.

Il demonio era molto abile, spesso vinceva almeno 4 o 5 partite su 7, come per esempio quella per Eva, alcune volte dava cappotto, come nella partita per Caino, però anche il Padreterno dava dei bei cappotti, come nelle partite per Abele e Noè.

La partita ancor’oggi è in corso e il Padreterno in quella sfida fra bene e male sembra avere la peggio, tranne qualche caso clamoroso come quello dei Santi. Infatti, gli uomini posseggono più vizi che virtù, senza contare i cappotti clamorosi inferti da Satana come quelli nelle partite per Nerone, Stalin, Hitler e delinquenti comuni di varia natura.

Fra i miliardi di partite giocate con alterne fortune, ce n’è una che val la pena di essere ricordata perché rappresenta una rarissima eccezione se non un caso, veramente, unico.

Era la partita per Settimia. Il diavolo vinse la prima mano e le affibbiò subito un vizio, imponendole anche il nome frivolo di Setty. Alla sesta mano il Padreterno e il diavolo erano 3 a 3: tre vizi e tre virtù. La settima mano avrebbe deciso il prevalere, in Setty, di pregi o difetti; sembrava l’epilogo di una partita come tante altre. I due contendenti avevano buone carte entrambi e chi avesse prevalso avrebbe vinto per un’insignificante figura: il perdente cinque punti e due figure, il vincente sei punti tondi (la mano di tresette non si può mai impattare).

Successe che, mentre i nostri, al termine dell’ultima mano decisiva, contavano il proprio punteggio stendendo le carte sul tavolo da gioco a 7 gambe, apparì, alle spalle del Padreterno, San Pietro con una notizia d’estremo interesse per il Capo.

Il buon Dio girò le spalle a Satana per prestare la massima attenzione al suo interlocutore. Il demonio ebbe il tempo di contare il proprio punteggio: cinque punti e due figure. Aveva perso! Allora con un balzo satanico sottrasse il fante di spade dalle carte del suo antagonista che era ancora di spalle, intento a confabulare con il Santo.

Tornati al gioco, il diavolo disse: “Ho vinto, sei punti!”

Ma il Padreterno, che non era un dio per nulla, materializzando il fante di bastoni (era la figura di San Giuseppe che brandiva minaccioso un randello enorme), replicò: “Anch’io ho fatto sei punti”.

Il diavolo accusò il colpo ma non fece una piega e disse: “Beh, allora vuol dire che abbiamo fatto pari.

Il Padreterno, non potendo, tuttavia, contestare a Satana di aver barato, perché anche Lui era stato spesso “beccato in flagranza di miracolo, pensò di trovare una soluzione che salvasse la faccia ad entrambi.

Propose, quindi di far nascere Setty settimina, il giorno 7 del settimo mese con un patrimonio genetico di 7 virtù e 7 vizi capitali.

Fu questo il rarissimo caso in cui venne al mondo una magnifica creatura, mezzo angelo, mezzo diavolo, ma che seppe mantenere un equilibrio non comune fra bene e male!



Carlo Fracassi 03/10/2010 18:09 1 1014

Creative Commons LicenseQuesto racconto è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Carlo Fracassi

Nota dell'autore:
«2002»

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Brano originale, molto ben scritto e piacevolissimo alla lettura, per il suo contenuto davvero particolare... molto piaciuto»
Silvia De Angelis

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Carlo Fracassi ha pubblicato in:

Libro di poesieFesta delle Donne 2010
Autori Vari
Poesie per la Festa delle Donne. Il lato femminile della poesia

Pagine: 107 - Anno: 2010


Libro di poesieFoto di gruppo con poesia
Autori Vari
Un ritratto degli autori del sito attraverso le loro poesie

Pagine: 200 - € 14,00
Anno: 2009 - ISBN: 978-88-6096-494-6


Libro di poesieSan Valentino 2010
Autori Vari
Poesie d'amore per San Valentino

Pagine: 110 - Anno: 2010


Libro di poesieHalloween 2009
Autori Vari
Poesie per Halloween

Pagine: 32 - Anno: 2009


Libri di poesia

Ritratto di Carlo Fracassi:
Carlo Fracassi
 I suoi 39 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
La magnificenza del 7! (03/10/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Ed ora a chi lo racconto? (30/01/2013)

Una proposta:
 
Ricordando Mike (08/01/2011)

Il racconto più letto:
 
Il latte di fico! (25/02/2011, 7134 letture)


 Le poesie di Carlo Fracassi

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2020 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it